1.     Mi trovi su: Homepage #4597323
    La Juve non rinnova la consulenza all'ultimo membro della Triade, il «peso» del consigliere crescerà.

    Nello spogliatoio juventino di fine Anni 70 Roberto Bettega aveva una caratteristica tutta personale: si faceva i cavoli propri. «Non faceva nulla per rendersi simpatico», è la frase che sibila un compagno d'allora. Poi finiscono tutti di giocare, ognuno imbocca la sua strada. Ma quando, 27 gennaio '94, la società fa la rivoluzione e il timone passa da Giovanni a Umberto, Giampiero Boniperti passa le consegne proprio a lui, Roberto Bettega. Quando un ex campione arriva in un ruolo di responsabilità (Roberto era vicepresidente esecutivo, all'epoca), normalmente si avvale dell'apporto di gente che, con lui, aveva diviso il sudore e l'olio canforato degli spogliatoi. Invece, niente.

    2006, arriva Marco Tardelli nel cda bianconero, Bettega è in una posizione difficile. Toccato (in quanto parte della Triade) ma non sporcato dal ciclone che fa fuori Giraudo e Moggi, continua a frequentare la sede con l'incarico di «consulente» di Blanc. Si occupa di mercato, affiancando Alessio Secco. Tardelli si sente tagliato fuori da quelle che sono le sue specifiche competenze: lui è uomo di sport, di campo. Ha allenato, ha vinto. Si sente in grado di dare un contributo di sostanza, non solo di nome e di forma. Nessuno lo ascolta, però. Fino a che Marco non prende carta e penna e consegna a Blanc e a Cobolli le dimissioni. Siamo alla scorsa settimana e la dirigenza bianconera sta affrontando la spinosissima questione Deschamps. Gli chiedono di pazientare e Tardelli lo fa. La scelta paga. Mercoledì, durante il cda straordinario, vince la sua battaglia. Straccia la lettera, resta: «Posso dire di essere ancora nel cda della Juve», dice. Lette in un'altra maniera sono parole che annunciano una notizia diversa: a fine contratto, 30 giugno prossimo, il rapporto di consulenza con Bettega non verrà rinnovato. La rivincita si gusta freddissima.
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4597325
    bene quindi ora saranno tardelli e secco a curare il mercato della giuve:asd: :asd:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  ► Bettega verso l'addio, Tardelli ha vinto

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina