1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4602495
    Nasce a Lecco e su un blog di Libero un gruppo gay ispirato al romanzo manzoniano. E scoppia il putiferio

    Abbiamo deciso di chiamare così questo gruppo riprendendo i nomi della coppia più famosa del nostro terrritorio Renzo e Lucia, ma mettendo due nomi maschili. Sono passati tanti anni dai Promessi Sposi ma c'è sempre qualche Don Rodrigo che si oppone all'amore e ai sentimenti di altri, ci sono sempre i Bravi, gli scagnozzi del potere, che ancora dicono (si potrebbe dire dico-no) che "questo matrimonio non s'ha da fare", e c'è sempre qualche Don Abbondio, che utilizza il potere che qualcuno attribuisce a Dio, non per legare ma per dividere, non per stare dalla parte dei perseguitati ma dalla parte dei persecutori. Allora lottare per difendere i diritti di Renzo e del suo compagno Lucio è un modo per ricordare che nessuno deve giudicare o impedire l'amore, nella speranza che "giustizia prevalga"

    Si presenta così il blog di Renzo&Lucio, gruppo di gay lecchesi che, ispirandosi al cattolicissimo Manzoni, hanno «deciso di provare a creare nella nostra provincia un raccordo tra chi è come noi ed è stanco di dover vivere la propria condizione nell'anonimato o di essere costretto, per far qualcosa con altri, di ripiegare su un'altra città».

    Ma se già parlare di omosessualità al giorno d'oggi è un problema, toccare un Padre della letteratura italiana si è rivelato peggio. Il quotidiano La Provincia di Lecco ha riportato il giudizio del professor Guido Bezzola, componente del Centro studi Manzoniani, che ha bollato come «di cattivo gusto» l'iniziativa: «Che si mettano in gruppo, addirittura scomodando il Manzoni che aveva tutti i difetti del mondo ma non era omosessuale e anzi ha messo al mondo tantissimi figli, bhe insomma diciamolo: non se ne sentiva la necessità».

    Gli ha fatto eco Libero di Vittorio Feltri, che sulle pagine lombarde ha messo in fila i pareri contrari e infastiditi del presidente del circolo culturale di Lecco Roberto Sanfilippo («Ciascuno è libero di avere i gusti sessuali che preferisce ma il Manzoni lasciamolo stare. È un'esagerazione»), il presidente del Coordinamento turistico di Como e Lecco Marco Bandoni («Ci vuole un po' di rispetto, mi sembra una di quelle boutade che non portano a nulla») e l'editore Gianfranco Colombo («I lecchesi non sanno proprio stare senza il Manzoni. In questo modo però si rischia di eccedere»). Se solo sapessero che racconto esce tra i primi risultati inserendo "Renzo e Lucio" in un motore di ricerca... Altro che gruppo di Lecco!

    «Siamo in quattro per il momento - ci ha detto uno dei fondatori, il 40enne Oberdan (all'anagrafe) -, quattro amici che volevano fare qualcosa per creare un punto di riferimento, che tutt'oggi qui non esiste. Un luogo di aggregazione per Lecco e provincia, che è davvero una zona bigotta».

    È davvero un posto così terribile per gli omosessuali?
    Assolutamente sì, non offre nulla per i molti omosessuali che qui vivono nell'ombra. A Como sono un po' più "svegli", ma non è che stiano molto meglio... E poi arriviamo fino alla Valtellina.

    Come mai proprio questo nome per il gruppo e il blog?
    Avevamo quattro possibilità, ma alla fine questo è quello che ci è piaciuto di più e ci è sembrato più azzeccato per la città dove viviamo. Ovviamente aveva anche il vantaggio della provocazione, anche se non pensavamo di fare tanto rumore.

    Invece si sono scatenati giornali e politici...
    Ma davvero noi non volevamo offendere nessuno, figurarsi il Manzoni! Molte critiche sono completamente fuori luogo, anche perché in fondo parliamo solo di affetti.

    Stranamente però si sono arrabbiati di più quelli della Pro Loco e i filologi che la Chiesa
    È una cosa che abbiamo notato anche noi. Tutti si sono concentrati sul nome, sul romanzo, sul "buon nome" di Lecco. A parte un'anonima autrice di un articolo su un giornale di Lecco che proprio oggi ci definisce «contro natura». A noi però interessa il concetto del «purché se ne parli...».

    Contatti e adesioni tramite il blog?
    Per adesso, in una settimana, abbiamo avuto circa 350 contatti. Molti della zona ci scrivono per congratularsi e farci i complimenti, tanti sono convinti che alla fine non si concluderà nulla, ma nel complesso abbiamo avuto parecchio incoraggiamento... oltre a minacce e insulti.

    Addirittura?
    Sì, ma li avevamo messi in conto, non ci hanno sorpreso. Ora però dobbiamo preoccuparci solo di essere in tanti al Gay Pride di Roma del 16 giugno. Dobbiamo essere almeno tanti quanti erano quelli del Family Day. Mai come quest'anno è importante.

    http://liberoblog.libero.it/attualita/bl7111.phtml
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4602497
    Originally posted by Giovanni1982
    GAY LECCHESIIIIIIIIII









    SU RIEDUCATIONAL CHANNEL. :cool:

    :asd: :asd: :asd:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #4602498
    dal MAnuale del PErfetto CAttolico e/o di Destra

    Ciascuno è libero di avere i gusti sessuali che vuole .. Ma il Manzoni lasciamolo stare, per carità

    ciascuno è libero di avere i gusti sessuali che vuole, ma non deve mai governare, per carità

    ciascuno è libero di avere i gusti sessuali che vuole, ma poi non si dovrebbe far vedere in giro perchè i Bambini piangono

    non sono io che sono razzista sono loro che sono ricchioni

    non ho niente contro gli omosessuali purchè non mi tocchino, che non mi sono ancora vaccinato

    non ho niente contro gli omosessuali: penso solo che chi pratica sesso contronatura andrebbe scorticato vivo

    non ho niente contro gli omosessuali e non sono un razzista, basta che non dicano di essere come me sennò li ammazzo tutti, stì froci.

    non ho niente contro gli omosessuali ma se si avvicinano al mio bambino gli sparo, a stì pIedofili zozzi.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4602499
    common aggiugerei un: " non sono io che sono razzista sono loro che sono ricchioni":cool:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Renzo&Lucio, promessi sposi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina