1.     Mi trovi su: Homepage #4605096
    Ecco il rapporto tecnico mai svelato dall'Uefa: il giudizio peggiore era per Polonia-Ucraina. Ma l'Esecutivo non ne ha tenuto conto...

    Due giudizi tecnici e due votazioni per «conquistare» l'Euro 2012. Una corsa a ostacoli che ha coinvolto mezzo continente per oltre due anni. Con il risultato-shock del 18 aprile a Cardiff: 8 voti per Polonia-Ucraina, 4 all'Italia, un umiliante zero per Croazia-Ungheria. Contro tutti i giudizi tecnici. Il torneo è ormai assegnato, punto. Però la Gazzetta è entrata in possesso dell'Evaluation Report, il rapporto tecnico sulle tre candidature redatto dai tre «saggi» nominati dall'Uefa. E il confronto con il voto dell'Esecutivo, se permettete, è sorprendente. L'Evaluation report è stato redatto da tre «saggi» indipendenti, segretari di federazioni europee: J.Lambert (Francia), H.Schmidt (Germania), H.Been (Olanda). Un testo dettagliato, nato da indagini ed esami approfonditi, sintetizzato nella tabella con i giudizi. I «saggi» hanno individuato 8 voci (condizioni generali, stadi, trasporti/infrastrutture, ospitalità, marketing, finanze, sicurezza, garanzie) attribuendo a ciascuna un voto: verde (positivo), giallo (si può far meglio), rosso (insufficiente). I «saggi» hanno poi moltiplicato i giudizi, creando anche «giallo più» e «giallo meno».

    Sorpresa, allora. L'Italia non solo ha il miglior rapporto, ce l'ha quasi perfetto, a giudicare dai giudizi: 6 verdi; un «giallo più» (sulla sicurezza: significa che i «saggi» hanno creduto alle misure del governo); un giallo (stadi). Ma nessuno ha fatto meglio riguardo agli impianti: giallo anche per le candidature rivali. Se ricorderete, però, dall'Uefa erano filtrati spesso inviti a migliorare la candidatura. Non è da escludere che i «saggi» abbiano deciso di sollevare il livello generale delle candidate, nessuna eccellente in verità. Si fosse presentata la Francia, o la Germania, avrebbe avuto allora 8 «verdi più con lode»? In ogni caso, Italia più che promossa. E, sorpresa- bis, con le altre non c'è gara. Con la maltrattata Croazia-Ungheria, 2ª senza neanche un voto (5 verdi e 3 gialli per stadi, trasporti e marketing). E soprattutto rispetto a Polonia-Ucraina: 4 verdi, un «giallo più» (per il marketing...), un giallo (stadi). E 2 «gialli meno» (trasporti e hotel quasi inesistenti) che suonano proprio come rossi «travestiti». Ma c'è di più. Il rapporto tecnico doveva essere reso pubblico, e consegnato ai 12 votanti dell'Esecutivo, una settimana prima del voto. Invece qualche membro, chissà come, chiese di «secretarlo» per evitare fughe di notizie. In realtà, un rapporto pubblico avrebbe messo in difficoltà chi sapeva di dover votare Polonia- Ucraina. La decisione era presa da tempo, altro che notte della vigilia: un successo personale dell'ucraino Surkis e della sua lobby.

  Euro 2012: così hanno scippato l'Italia a Cardiff

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina