1.     Mi trovi su: Homepage #4611396
    Avvocato Grassani: "L'Inter e Suazo rischiano sanzioni"
    20.06.2007 10.31 di frama
    Fonte: Quotidiano.net
    Se l'Inter ha in mano la firma del solo David Suazo ma non un accordo firmato con il Cagliari la società nerazzurra rischia di andare incontro a sanzioni disciplinari, al pari del calciatore.

    E' lo scenario delineato dall'avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, che ha fatto ordine nella vicenda che oggi ha scosso il mercato estivo. "Dal 1978 perché un giocatore si trasferisca è necessaria la firma contestuale, del club cedente, del calciatore e del club di destinazione. Se l'Inter ha la firma di Suazo ma non quella del Cagliari - spiega Grassani - il giocatore non si trasferisce sulla sponda nerazzurra e il contratto è carta straccia. Se invece l'Inter ha entrambe le firme, quella del giocatore e l'accordo sottoscritto con la società cedente, deve solamente depositare il contratto del giocatore in Lega Calcio".

    Il presidente interista Massimo Moratti ha affermato oggi di avere "la firma del giocatore" spiegando che "c'era un accordo completo con il Cagliari", mentre il club sardo nella notte ha ceduto Suazo al Milan, che però deve ancora ottenere l'assenso scritto del calciatore. "Se il Milan ha solamente la firma del Cagliari l'attaccante allora non si trasferisce", chiarisce Grassani, sottolineando come "non sia possibile cedere un giocatore contemporaneamente a due club": "E' lo stesso discorso dei giocatori che firmano due contratti. Ricordo il caso di Figo, ma anche quello del direttore sportivo del Chievo, Sartori, squalificato perché firmò per il Torino pur essendo vincolato alla società veneta. Club e giocatori non possono firmare fino a quando un accordo non venga perfezionato. Nello sport a differenza di altri lavori a titolo subordinato si contempla il rifiuto del lavoratore. Per questo se un club acquirente ha in mano contratto del calciatore e accordo con la società di appartenenza va bene, altrimenti è carta straccia".

    Il contratto di Suazo con il Cagliari scadrà il 30 giugno 2010, un fattore chiave negli scenari delle possibili sanzioni disciplinari. L'ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, nel 2003-2004 venne inibito per 15 giorni per avere fatto firmare il laziale Dejan Stankovic senza accordo con la società capitolina. Il giocatore, poi, andò all'Inter. "Un giocatore può sottoscrivere contratti preliminari con altre società solamente nell'ultimo anno di contratto", conclude l'esperto di diritto sportivo, "ma se ha ancora tre anni e c'è una firma escludo sanzioni così morbide. Il calciatore rischia un paio di mesi di squalifica e anche la società che firma con Suazo, senza consenso del club di appartenenza, va incontro a procedimenti disciplinari".

    --------------

    :cool:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4611400
    bloccano il mercato come quella volta per la Roma, ma la situazione, sinceramente, mi sembra differente. E mi sembra che l'unica che può impuntarsi su ciò sia il Cagliari, e non ne vedo il motivo, oppure in un gesto di sagace masochismo lo stesso Moratti.
    Altrimenti non so se senza una denuncia si debba ricorrere a sanzioni per Suazo o per l'INter. Sinceramente non saprei....
  3.     Mi trovi su: Homepage #4611404
    Originally posted by massituo
    non succede niente


    :yy: :yy:
    [size=1][i]"Ci sono vari strumenti meccanici che aumentano l'eccitazione sessuale, specialmente nelle donne. Tra i più importanti sicuramente c'è la Mercedes-Benz 380SL." (Lynn Lavner)

    "La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha de
  4. 4 anni di infamie!  
        Mi trovi su: Homepage #4611405
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    ecco, questo è il vero problema :asd:

    cmq ho l'impressione che lascieranno tutti stare, non conviene a nessuno andare fino in fondo.



    dubbio amletico: pianto un casino, faccio squalificare due anni suazo, così cellino e galliani se lo pigliano in quel posto, e chissenefrega se non compro più nessuno, tanto rinnovo il contratto a recoba dandogli qualche spicciolo in più per il gelato visto che siamo in estate, oppure me lo piglio in quel posto in maniera molto signorile?:cool:


    mi sa che in via durini si aggirano gli uccelli padulo:asd: :asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #4611406
    Originally posted by Franky Crown
    dubbio amletico: pianto un casino, faccio squalificare due anni suazo, così cellino e galliani se lo pigliano in quel posto, e chissenefrega se non compro più nessuno, tanto rinnovo il contratto a recoba dandogli qualche spicciolo in più per il gelato visto che siamo in estate, oppure me lo piglio in quel posto in maniera molto signorile?:cool:


    mi sa che in via durini si aggirano gli uccelli padulo:asd: :asd:


    suazo al massimo resterà fermo qualche mese, Cellino non verrà manco sanzionato. Il gioco non vale la candela.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4611408
    Mancini, una furia contro l'Inter
    Il tecnico ha pensato alle dimissioni

    Il caso Suazo rischia di portare problemi in casa Inter non solo per la perdita di un giocatore sul mercato, ma nei rapporti tra la società e Mancini. Il tecnico è furioso con Branca, operatore di mercato nerazzurro, e, in generale, con tutto il club per come è andata a finire la vicenda e perchè nessuno si è preoccupato di avvisarlo. Si è andati vicini alla rottura con l'allenatore che ha pensato alle dimissioni.


    La vittoria dello scudetto sembrava da preludio ad un'estate tranquilla in casa nerazzurra, in attesa di tornare ad allenarsi ed affrontare una stagione sicuramente più difficile di quella terminata da poco meno di un mese. Invece, c'è stata la beffa del Milan su David Suazo e in Via Durini è scoppiata la bufera.
    Moratti si è arrabbiato con Cellino ed il Milan, rompendo definitivamente i rapporti già tesi con i cugini, mentre Mancini si è imbufalito con l'Inter ed i suoi dirigenti. Uno, in particolare, quel Marco Branca con cui i rapporti non sono stati spesso idilliaci. Il motivo è semplice: il tecnico voleva Suazo, l'aveva messo in cima alla lista degli acquisti e nessuno gli ha comunicato che era stato soffiato in extremis dai cugini.

    "Sono esterrefatto, senza parole - ha detto a "La Gazzetta dello Sport" - non so che dire. Cosa è successo? All'Inter c'è un operatore di mercato che si chiama Marco Branca e un presidente che si chiama Massimo Moratti. Dovrebbe rivolgersi a loro, nessuno mi ha avvisato".
    La rabbia l'ha portato vicino alla rottura definitiva: il tecnico ha pensato addirittura di dimettersi, poi ci ha ripensato, i problemi comunque restano. L'arrivo di Chivu potrebbe aver migliorato un po' l'umore di Mancini, ma ci vorrà un colpo importante in attacco per risanare il rapporto. Perchè iniziare la nuova stagione con questo distacco, non sarebbe sicuramente il modo migliore.

    --------

    A occhio e croce mi sembra un tantino incaxxato..... :asd:
  7. 4 anni di infamie!  
        Mi trovi su: Homepage #4611410
    Originally posted by Vittore
    Mancini, una furia contro l'Inter
    Il tecnico ha pensato alle dimissioni

    Il caso Suazo rischia di portare problemi in casa Inter non solo per la perdita di un giocatore sul mercato, ma nei rapporti tra la società e Mancini. Il tecnico è furioso con Branca, operatore di mercato nerazzurro, e, in generale, con tutto il club per come è andata a finire la vicenda e perchè nessuno si è preoccupato di avvisarlo. Si è andati vicini alla rottura con l'allenatore che ha pensato alle dimissioni.


    La vittoria dello scudetto sembrava da preludio ad un'estate tranquilla in casa nerazzurra, in attesa di tornare ad allenarsi ed affrontare una stagione sicuramente più difficile di quella terminata da poco meno di un mese. Invece, c'è stata la beffa del Milan su David Suazo e in Via Durini è scoppiata la bufera.
    Moratti si è arrabbiato con Cellino ed il Milan, rompendo definitivamente i rapporti già tesi con i cugini, mentre Mancini si è imbufalito con l'Inter ed i suoi dirigenti. Uno, in particolare, quel Marco Branca con cui i rapporti non sono stati spesso idilliaci. Il motivo è semplice: il tecnico voleva Suazo, l'aveva messo in cima alla lista degli acquisti e nessuno gli ha comunicato che era stato soffiato in extremis dai cugini.

    "Sono esterrefatto, senza parole - ha detto a "La Gazzetta dello Sport" - non so che dire. Cosa è successo? All'Inter c'è un operatore di mercato che si chiama Marco Branca e un presidente che si chiama Massimo Moratti. Dovrebbe rivolgersi a loro, nessuno mi ha avvisato".
    La rabbia l'ha portato vicino alla rottura definitiva: il tecnico ha pensato addirittura di dimettersi, poi ci ha ripensato, i problemi comunque restano. L'arrivo di Chivu potrebbe aver migliorato un po' l'umore di Mancini, ma ci vorrà un colpo importante in attacco per risanare il rapporto. Perchè iniziare la nuova stagione con questo distacco, non sarebbe sicuramente il modo migliore.

    --------

    A occhio e croce mi sembra un tantino incaxxato..... :asd:






    No mancio, ti prego, rimani!:cool:
    adesso che siamo tornati non te ne puoi andare via così!:asd:

  Avvocato Grassani: "L'Inter e Suazo rischiano sanzioni"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina