1.     Mi trovi su: Homepage #4611871
    L'attaccante olandese del Real Madrid è l'unico in Europa ad aver vinto la classifica marcatori di tre grandi campionati nazionali: ci è riuscito in Olanda col Psv Eindhoven, in Inghilterra col Manchester Utd e in Spagna con i blancos

    MILANO, 19 giugno 2007 - Alle 22.51 di domenica scorsa, RuudVan Nistelrooy è entrato in campo per festeggiare la conclusione di Real Madrid-Maiorca, la partita che ha consegnato ai blancos la 30ª Liga della loro storia. Alle 22.52, l'arbitro di Siviglia-Villarreal ha fischiato la fine della gara allo stadio Pizjuan, garantendo all'olandese un successo personale da aggiungere al trionfo di squadra. Van Nistelrooy è infatti diventato il primo giocatore a vincere la classifica marcatori in tre dei maggiori campionati europei: lo ha fatto nel '99 e nel 2000 in Olanda col Psv Eindhoven, nel 2003 in Inghilterra col Manchester Utd e ora in Spagna col Real Madrid. Che c'entra Siviglia-Villarreal? Semplice: tra i 3 attaccanti che avrebbero potuto mettersi tra Ruud e il titolo di pichichi, Frederic Kanoute è quello che è andato a fare la doccia per ultimo. Prima di lui, Diego Milito in Recreativo Huelva-Saragozza e Ronaldinho in Nastic-Barcellona. In realtà, nessuno di loro aveva grandi chance di scalzare il madridista dal trono: la classifica del pichichi si è chiusa con Van Nistelrooy a 25 reti, Milito a 23, Ronaldinho e Kanoute a 21. Perché Ruud centrasse questo prestigioso (ma poco reclamizzato) record, dunque, era solo questione di tempo.

    FIRME ILLUSTRI - La punta del Real Madrid si è così lasciata alle spalle una compagnia di tutto rispetto: i giocatori che hanno vinto la classifica marcatori in due "top" campionati nazionali sono John Charles (Leeds nel '57, Juventus nel '58), Marco Van Basten (Ajax '84 e '87, Milan '90 e '92), Romario (Psv Eindhoven '89 e '91, Barcellona '94), Ronaldo (Psv Eindhoven '95, Barcellona '97, Real Madrid 2004), Amoroso (Udinese '99, Borussia Dortmund 2002) e Christian Vieri (Atletico Madrid '98, Inter 2003). E' interessante notare come 4 di questi grandi realizzatori siano stati top scorer in Olanda all'inizio della carriera, a testimonianza del fatto che la Eredivisie sa produrre o valorizzare talenti destinti ad affermarsi successivamente in campionati di livello più alto.

    AFFARE PER TUTTI - Sulle doti di Van Nistelrooy, attaccante ormai conosciuto in tutto il mondo per la sua capacità di unire tecnica, potenza atletica e uno straordinario istinto del gol, è inutile star qui a disquisire. Piuttosto, può essere significativo sottolineare come il trasferimento dell'olandese da Manchester a Madrid abbia rappresentato un classico esempio di affare vantaggioso per tutti. Ci ha guadagnato il Real, che nella passata estate ha pagato 15 milioni un campione che ne valeva ben di più. Ne ha beneficiato il giocatore, protagonista di una stagione eccellente nel club in cui aveva sempre sognato di giocare. E alla fine è andata bene anche al Manchester Utd: non tanto per il milione aggiuntivo che i madridisti (come da accordo in caso di vittoria della Liga) hanno appena versato ai Red Devils, quanto per la serenità che lo spogliatoio dello United ha ritrovato dopo l'addio dell'igombrante Ruud, ormai inviso a sir Alex Ferguson. Il trionfo in Premier League e il varo di una formula offensiva che favorisse l'esplosione di Cristiano Ronaldo sono figli anche della partenza dell'olandese. Che da domenica scorsa, sebbene abbia fallito l'assalto alla Scarpa d'oro, è ufficialmente l'uomo dei record: top scorer ovunque, "eroe dei tre mondi".
  2.     Mi trovi su: Homepage #4611872
    Originally posted by Pezzotto
    L'attaccante olandese del Real Madrid è l'unico in Europa ad aver vinto la classifica marcatori di tre grandi campionati nazionali: ci è riuscito in Olanda col Psv Eindhoven, in Inghilterra col Manchester Utd e in Spagna con i blancos

    MILANO, 19 giugno 2007 - Alle 22.51 di domenica scorsa, RuudVan Nistelrooy è entrato in campo per festeggiare la conclusione di Real Madrid-Maiorca, la partita che ha consegnato ai blancos la 30ª Liga della loro storia. Alle 22.52, l'arbitro di Siviglia-Villarreal ha fischiato la fine della gara allo stadio Pizjuan, garantendo all'olandese un successo personale da aggiungere al trionfo di squadra. Van Nistelrooy è infatti diventato il primo giocatore a vincere la classifica marcatori in tre dei maggiori campionati europei: lo ha fatto nel '99 e nel 2000 in Olanda col Psv Eindhoven, nel 2003 in Inghilterra col Manchester Utd e ora in Spagna col Real Madrid. Che c'entra Siviglia-Villarreal? Semplice: tra i 3 attaccanti che avrebbero potuto mettersi tra Ruud e il titolo di pichichi, Frederic Kanoute è quello che è andato a fare la doccia per ultimo. Prima di lui, Diego Milito in Recreativo Huelva-Saragozza e Ronaldinho in Nastic-Barcellona. In realtà, nessuno di loro aveva grandi chance di scalzare il madridista dal trono: la classifica del pichichi si è chiusa con Van Nistelrooy a 25 reti, Milito a 23, Ronaldinho e Kanoute a 21. Perché Ruud centrasse questo prestigioso (ma poco reclamizzato) record, dunque, era solo questione di tempo.

    FIRME ILLUSTRI - La punta del Real Madrid si è così lasciata alle spalle una compagnia di tutto rispetto: i giocatori che hanno vinto la classifica marcatori in due "top" campionati nazionali sono John Charles (Leeds nel '57, Juventus nel '58), Marco Van Basten (Ajax '84 e '87, Milan '90 e '92), Romario (Psv Eindhoven '89 e '91, Barcellona '94), Ronaldo (Psv Eindhoven '95, Barcellona '97, Real Madrid 2004), Amoroso (Udinese '99, Borussia Dortmund 2002) e Christian Vieri (Atletico Madrid '98, Inter 2003). E' interessante notare come 4 di questi grandi realizzatori siano stati top scorer in Olanda all'inizio della carriera, a testimonianza del fatto che la Eredivisie sa produrre o valorizzare talenti destinti ad affermarsi successivamente in campionati di livello più alto.

    AFFARE PER TUTTI - Sulle doti di Van Nistelrooy, attaccante ormai conosciuto in tutto il mondo per la sua capacità di unire tecnica, potenza atletica e uno straordinario istinto del gol, è inutile star qui a disquisire. Piuttosto, può essere significativo sottolineare come il trasferimento dell'olandese da Manchester a Madrid abbia rappresentato un classico esempio di affare vantaggioso per tutti. Ci ha guadagnato il Real, che nella passata estate ha pagato 15 milioni un campione che ne valeva ben di più. Ne ha beneficiato il giocatore, protagonista di una stagione eccellente nel club in cui aveva sempre sognato di giocare. E alla fine è andata bene anche al Manchester Utd: non tanto per il milione aggiuntivo che i madridisti (come da accordo in caso di vittoria della Liga) hanno appena versato ai Red Devils, quanto per la serenità che lo spogliatoio dello United ha ritrovato dopo l'addio dell'igombrante Ruud, ormai inviso a sir Alex Ferguson. Il trionfo in Premier League e il varo di una formula offensiva che favorisse l'esplosione di Cristiano Ronaldo sono figli anche della partenza dell'olandese. Che da domenica scorsa, sebbene abbia fallito l'assalto alla Scarpa d'oro, è ufficialmente l'uomo dei record: top scorer ovunque, "eroe dei tre mondi".


    Se non si infortunava al trentesimo del primo tempo vinceva anche la Scarpa d'Oro:sbam:
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  3.     Mi trovi su: Homepage #4611877
    Originally posted by ScudettoWeb
    Va bene tutto, ma quello olandese non è un grande campionato, suvvia... :asd:


    quindi se non contiamo il campionato Olandese, tra i grandi nomi che han vinto il capocannoniere in due campionati importanti rimane solo Marcio Amoroso :cool:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  Van Nistelrooy da record

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina