1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4612729
    Il 16 agosto del 2008 compirà 50 anni. Forse per questo non si sente più di essere la ragazzina tutta pepe, occhi azzurri e capelli biondi, che faceva girare gli ormoni a mille, quando incieme alle compagne cantava, in bikini, "Vacation". Eppure lei è la stessa Belinda Carlisle che a 26 anni lasciava la band per cercare (e trovare) fortuna da solista, anche se abbastanza di breve durata. Erano gli anni di "Heaven on Earth" e "I get weak". Poi, dopo una effimera reunion delle Go Go's, ed un disco sfuggito ai più, datato 1996, dieci anni di silenzio. Finché, all' improvviso, "voilà"...

    "Voilà" è il titolo di un album che ci saremmo aspettati da Mireille Mathieu più che da Belinda Carlisle... Invece la bionda e sempre piacente popstar californiana, ha sfornato un album fuori dal tempo e dal suo mondo. Perché è andata a recuperare una decina di classici brani della radizione francese degli anni del secondo dopoguerra, ridando loro una vita che definire nuova sarebbe in parte scorretto. Perché gli arrangiamenti sono parecchio tradizionali, il mood generale del disco è perfetto. E la stessa Belinda cava dal cilindo una voce roca e calda, con un accento quasi perfetto, che ti viene da chiamarla Belindà...
    Madame Carlisle non s'è fatta mancare nulla: dal Jacques Brel di “Ne Me Quitte Pas”, alla Edith Piaf del classicissimo “La Vie En Rose”. Passando da Serge Gainsbourg e Leo Ferre. Aggiungiamoci poi che, dettaglio non secondario, il tastierista della band che ha realizzato il disco è tale Brian Eno, uno che di progetti pazzi ma non banali se ne intende. Perché questo è "Voilà": un omaggio ad un genere importante, sicuramente di nicchia, ma anche ricco di storia e di grandi interpreti. E Belinda, che si regala anche un Cd extra con 4 brani in versione in inglese, è perfettamente all'altezza!
    "Voilà" di Belinda Carlisle è un album sorprendente: sia per la sua qualità generale, che per la sua assoluta estemporaneità. E in questo caso, il sorprendente ha valenza assolutamente positiva.



    http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=576&Itemid=131
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4612732
    Originally posted by Mike75
    Se non ricordo male ha fatto anche un servizio per playboy.

    6 anni fa.:yy:

    p.s aveva e spero ancora abbia anche una bella voce.:D
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Belinda Carlisle: Il ritorno !!!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina