1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4614283
    Le gare di ritorno sono previste nel weekend 30 giugno-1° luglio.

    E' ufficialemente iniziata la stagione 2007/2008: si sono infatti disputate, fra ieri e oggi, le gare d'andata del primo turno della Coppa Intertoto. Questi tutti i risultati:

    Birkirkara (MLT) - NK Maribor (SLO) 0-3
    Gloria Bistrita (ROM)- FK Grbalj (MNE) 2-1
    Honka Espoo (FIN) - TVMK Tallinn (EST) 0-0
    Vetra Vilnius (LTU) - Llanelli FC (WAL) 3-1

    Giocate ieri:
    NK Zagabria (CRO) - Vllaznia Shkodër (ALB) 2-1
    Ethnikos Achna (CYP)- Makedonija Skopje (MKD) 1-0
    Sant Julia (AND) - Slavija Sarajevo (BIH) 2-3
    Tobol Kustanai (KAZ) - FC Zestafoni (GEO) 3-0
    Shakhtior Saligorsk (BLR) - Ararat Yerevan (ARM) 4-1
    FK Baku (AZE) - Dacia Chisinau (MDA) 1-1
    FC Differdange (LUX) - Slovan Bratislava (SVK) 0-2
    Cliftonville (NIR) - Dinaburg Daugavpils (LAT) 1-1
    Hammarby IF (SVE) - KI Klaksvik (FAR) 1-0
    Valur Reykjavik (ISL) - Cork City (IRL) 0-2
  2.     Mi trovi su: Homepage #4614287
    Originally posted by lucafiQo
    :asd:

    porta il piumone allo stadio :asd:


    mah mi devo informare ma mi sa che il campionato li si gioca d'estate xchè c son metri di neve perenne...

    xò questi han fatto 0-0 in casa nel primo torno di intertoto, cioè la partita di più basso livello possibile nel panorama europeo :asd: saran già eliminati entro luglio :asd:

    cmq abbiamo una squadra ai preliminari di champions :cool:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4614289
    Intertoto, per la Sampdoria un viaggio nei Balcani: Macedonia o Bulgaria

    Nel primo turno della UEFA Intertoto Cup, i macedoni dell’FK Makedonija Skopje eliminano i ciprioti dell’Achnas e volano sul Mar Nero per il secondo turno.

    Il primo verdetto della stagione europea è, dunque, giunto: l’avversaria della Sampdoria nel terzo turno dell’Intertoto Cup uscirà dal confronto fra l’FK Makedonija Skopje ed i bulgari del PFC Cherno More Varna. I macedoni allenati da Radmilo Ivancevic hanno eliminato i ciprioti dell’ Ethnikos Achnas FC ribaltando lo 0-1 dell’andata con una doppietta della stellina dell’Under 21 macedone, Aleksandar Stojanovski. L’attaccante ha siglato la prima rete al tredicesimo minuto con un tiro in diagonale dai quindici metri e poi ha raddoppiato su assist di Ismaili.

    L’F.K. Makedonija Gjorce Petrov di Skopje è uno dei più antichi club macedoni: fondato nel 1932, nel sobborgo della capitale macedone da cui trae il nome - Gjorce Petrov -, con la denominazione Hask come club amatoriale e durante gli anni della dominazione jugoslava ha cambiato nome diverse volte, da Rudar a Industrijalec, da Yugokokta – nel 1970, quando approdò al calcio professionistico – all’attuale denominazione che fece la sua prima apparizione all’inizio della stagione 1989-90. La stagione successiva l’FC Makedonija fece la sua prima ed unica apparizione nella terza divisione jugoslava, perché l’anno successivo, con l’indipendenza finalmente ottenuta dalla Repubblica di Macedonia, la squadra venne iscritta alla prima divisione macedone, nella quale da allora milita ininterrottamente, eccezion fatta per un paio di tribolate stagioni, in cui ha pagato lo scotto della mancanza di uno sponsor che le permettesse di competere ai massimi livelli.

    Due anni fa, trovati i finanziatori, è tornata in pompa magna nella serie A macedone, investendo molto e vedendo ripagati gli sforzi nella stagione 2005-2006 quando ha addirittura conquistato la Coppa Nazionale, trofeo più importante della sua storia. Quest’anno partecipa per la seconda volta all’Intertoto, dopo l’apparizione del 1998, dove eliminò al primo turno gli sloveni dell’ Olimpija di Lubiana, prima di essere esclusa al turno successivo dai francesi del Bastia, sotterrati da sette reti all’Armand Cesari, lo stadio Furiani della città corsa, dopo l’inutile vittoria dell’andata fra le mura amiche per 1-0. Proprio il piccolo stadio da cinquemila posti, nel cuore del sobborgo di Skopje, è la grande forza del club giallorosso presieduto da Jovica Nikolovski, un piccolo inferno in cui le squadre avversarie hanno sempre avuto un gran timore di giocare e che anche nel ritorno contro i ciprioti dell’Ethnikos Achnas ha fatto la differenza.

    Ora la doppia sfida con i bulgari del Cherno More Varna, squadra della terza città del paese dopo Sofia e Plovdiv, importante porto sul Mar Nero e storico baluardo marittimo sin dal 580 a.c., quando la città venne fondata dai Greci per farne un fondamentale approdo commerciale. I biancoazzurri – che curiosamente dallo scorso anno usano come prima divisa un completo totalmente verde – sono stati il primo club a portare il calcio in Bulgaria nel 1913, quando ancora portavano il nome di Reka Ticha, preso a prestito dal fiume che attraversa la capitale della regione. Gli anni della preistoria furono per il club i più ricchi di successi, anche perché il football ci mise qualche anno a sbarcare a Sofia. Quando il regime capì l’importanza che il calcio poteva assumere nei confronti della popolazione, è ovvio che il dominio si spostò dal Mar Nero alla capitale. In quegli anni, comunque, la squadra di Varna riuscì a conquistare quattro scudetti e tre coppe nazionali, ma la tendenza internazionalista del presidente dell’epoca Vladimir Chakarov non venne troppo apprezzata dal potere centrale filosovietico. Così la squadra conobbe decenni di vero e proprio oscurantismo, terminato sul finire degli Anni Sessanta proprio grazie all’accanimento del suo presidente che nel 1968 portò a termine la costruzione dello stadio Ticha nella parte settentrionale della città grazie al lavoro spasmodico di centinaia di tifosi del club che si prestarono, volontari, per la costruzione della casa per la loro squadra.

    E la verve europeista fu ben lungi dal cessare, nonostante le pressioni che arrivavano da Sofia: resta storica un’amichevole del 1966 quando il Cherno More guidato al centro dell’attacco dal più grande striker bulgaro di tutti i tempi, Stefan Bogomilov, travolse per 3-1 il grande Ajax che annoverava fra le sue file un esordiente Johan Cruijff. Mai qualificata per le Coppe europee, la squadra bulgara ha chiuso lo scorso campionato al sesto posto, appena alle spalle delle grandi della capitale. Sempre ancorata alla tradizione, la società – oggi presieduta da Krasen Kralev – punta tutto sugli stranieri: quattro brasiliani, un portoghese ed un congolese sono l’asse portante della formazione. Proprio il centravanti Masena Matele Moke Ago, ventisettenne congolese di grande potenza, è il fiore all’occhiello di questa compagine, con cinquanta gol segnati in Bulgaria nelle ultime tre stagioni, dopo aver iniziato la carriera in Portogallo al Gil Vicente ed aver proseguito con una breve apparizione nel CSKA, la squadra leader del paese dell’Europa orientale.

    Chiunque uscirà vincitore da questa affascinante sfida balcanica, non dovrebbe creare grossi problemi alla Sampdoria di Walter Mazzarri, anche se il match d’andata – che i blucerchiati affronteranno in ogni caso in trasferta - si svolgerà dopo due sole settimane di preparazione estiva. Tra le due squadre risulta difficile esprimere una preferenza, augurarsi un avversario, perché i macedoni sono una squadra molto giovane, ma pericolosa, dal momento che formano l’ossatura della Nazionale under 21 con ben sette elementi, mentre i bulgari sono squadra più solida, ma senza dubbio meno talentuosa. In ogni caso due compagini che non possono e non devono fare alcuna paura a Volpi e compagni, perché l’obiettivo principale deve restare andarsela a giocare nell’agostano turno preliminare di coppa UEFA, dove gli avversari saranno senz’altro meno semplici e di caratura decisamente superiore.
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4614292
    Originally posted by lucafiQo
    non hai calcolato il surriscaldamento del globo terrestre

    Quando bevo son craxi per tutti.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4614293
    Intertoto: violenza, Legia espulso

    ROMA - L'Uefa ha espulso dall'Intertoto il Legia Varsavia dopo gli incidenti verificatisi domenica scorsa nella partita contro i lituani del Vetra Vilnius. Oltre all'espulsione dal torneo, la Disciplinare della confederazione europea ha anche deciso di escludere il Legia dalla prossima manifestazione europea a cui si dovesse qualificare nei prossimi cinque anni.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4614295
    hanno già giocato anche l'andata del secondo turno:

    M. Haifa - Gloria 0-2
    Dacia - St. Gallen 0-1
    AA Gent - Cliftonville 2-0
    Cork - Hammarby 1-1
    ZTE - Rubin 0-3
    Rapid Wien - Slovan 3-1
    Slavija - Otelul 0-0
    Makedonija - Cherno More 0-4
    Maribor - Kula 2-0
    Chornomorets - Shakhtyor 4-2
    Tobol - Liberec 1-1
    Honka - AaB 2-2
    Vėtra - Legia
    Trabzonspor - Vllaznia 6-0
    :champion:Albo d'oro Superlega (aggiornato 30/5/07) :grazie: [url=http://forum.videogame.it/showthread.php?&postid=903504#post903504]Storico Squadre Superlega (xls aggio

  E' già iniziata la stagione 2007/2008: andata del primo turno di intertoto

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina