1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4618250
    L'attaccante lancia l'allarme: "E' arrivato Suazo, potrebbe esserci anche Tevez, qualcuno dovrà partire". Su nazionale e coppa America: "Siamo la squadra da battere e la cosa non ci preoccupa"

    MARACAIBO (Venezuela), 298 giugno 2007 - "Le mie prossime sfide con l'Inter? Siamo in Venezuela. L’Inter è lontana. E le notizie di mercato arrivano in ritardo. Mi piacerebbe parlare di Champions League, un traguardo che sta molto a cuore al presidente Moratti. Ma prima voglio conoscere la "lista". Cioè, voglio sapere con quali giocatori affronteremo la nuova stagione". Hernan Crespo vive, un po' infastidito, questa parentesi nerazzurra. L'Argentina è pronta al debutto in coppa America. Intorno alla "Seleccion" c'è passione. E grandi aspettative. Crespo è uno dei leader della nazionale. E non vuole apparire distratto. Ma la "parentesi" resta aperta davanti alla piscina dell'albergo di Maracaibo. Anche se per pochi minuti. "È arrivato Suazo, vero? L’attaccante del Cagliari è forte. È, sicuramente, un giocatore da grande club".
    Anche il suo compagno di squadra Tevez sogna di approdare all'Inter.
    "Lo so. Tevez è giovane. È un grande talento".
    Lo può paragonare a un attaccante del campionato italiano?
    "Non mi viene a mente nessuno. Tevez è una punta "diversa". Ma è forte. Il problema magari è che..."
    Che?
    "È arrivato Suazo, si pensa a Tevez. Siamo tanti in attacco. Qualcuno dovrà anche andare via, giusto?"
    Recoba quasi certamente non sarà confermato e Adriano è in bilico.
    "Vede? Prima di parlare bisogna aspettare di conoscere la nuova "lista". Vediamo quanti attaccanti saremo alla fine. E ora parliamo di Argentina".
    Si volta pagina. Anche la "Seleccion" ha tanti cannonieri. Ma Crespo non si discute. "La responsabilità non mi spaventa. Siamo una nazionale che può arrivare al gol con facilità. E con tanti grandi cannonieri".
    La concorrenza la spaventa?
    "Quando sono arrivato in nazionale c'erano goleador del valore di Balbo, Caniggia, Batistuta. Chi ha paura della concorrenza non è un giocatore vero".
    La prima coppia d'attacco sarà Crespo-Messi.
    "Chiedete a Basile. Mi piace l'idea di essere il terminale offensivo di questa "Seleccion". Poi, posso adattarmi a qualsiasi ruolo. In Italia ho giocato con Vieri e con Shevchenko, cannonieri con caratteristiche molto diverse".
    Tante soluzioni in attacco, Riquelme e Veron che si contendono il ruolo di leader. L'Argentina è un cantiere aperto.
    "Dovremo trovare la chimica giusta. Dovremo imparare a ragionare come gruppo, non singolarmente. E chi non si adeguerà a questa logica dovrà essere emarginato".
    Il Brasile piange per le assenze di Kakà e Ronaldinho.
    "Non cadremo nel tranello. La "Seleçao" inizia questo torneo convinta di poter vincere".
    L'Argentina, invece, è al completo.
    "E non ci preoccupa convivere con l'etichetta di squadra da battere".
    Nella "Seleccion" ci sono tanti giocatori che hanno vinto i rispettivi campionati.
    "Vero. Ci siamo noi dell'Inter, c'è Gago che ha trionfato col Real. C'è Heinze che fa parte del Manchester United. E, poi, c'è Riquelme che ha appena alzato la coppa Libertadores con la maglia del Boca Juniors. Lo scudetto genera entusiasmo. Ma, lo ripeto, tutte le energie positive individuali devono essere convogliate per il bene comune".
    La prima partita sarà contro gli Stati Uniti.
    "Hanno appena vinto la coppa Oro battendo in finale il Messico. Non una rivale qualsiasi. Il calcio americano sta crescendo come qualità. Dovremo cercare di partire bene. Vincendo e cercando di offrire anche un calcio di buona qualità".
    La classifica dei cannonieri è un obiettivo?
    "No, la Coppa è l’obiettivo".
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4618254
    Moratti: nostro mercato non e' finito

    "Ma Crespo non ha torto quando parla di troppi attaccanti"

    ROMA,28 GIU- "Crespo puo' aver ragione quando dice che in attacco siamo troppi, ma la nostra campagna acquisti-vendite non e' ancora finita": cosi' Moratti. Il patron dell'Inter si e' poi detto tranquillo sull'indagine in corso riguardante il trasferimento di Suazo dal Cagliari e ha confermato di non essere stato ascoltato sull'inchiesta delle plusvalenze. Tornando al mercato, Moratti ha rivelato che Tevez non e' piu' un obiettivo dell'Inter, mentre gli attriti con Adriano "sono superabili".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4618257
    Originally posted by RECO
    non avrei tenuto crespo
    scherzi ? è rimasto gratis, sarebbe da folli perdere un affare così... anche perchè la favola "tanto moratti c'ha i soldi" non regge più di tanto dato che lo sanno pure i sassi che l'inter ha un buco di 180 milioni che prima o poi qualcuno dovrà risanare... non mi pare che sia un problema di poco conto... altrimenti lentamente diminuirebbe invece di crescere sempre di più:)
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4618259
    Inter: Tevez ha detto no

    Milano, 28 giugno - Carlos Tevez ha detto no all`Inter: la societa` nerazzurra aveva posto una data limite per il suo ingaggio. Niente da fare per Massimo Moratti. La `Bbc`, infatti, riporta che le trattative per l`ingaggio dell`argentino da parte dell`Inter si sarebbero bruscamente interrotte. La societa` meneghina, stando al rappresentante del giocatore, `avrebbe posto una data limite alla decisione di Carlos, ma Tevez e` molto legato alla Premier League e non e` pronto ad andarsene`.

    Il giocatore del West Ham esordira` stanotte con la maglia dell`Argentina nella Copa America. La presenza a questa competizione con la `Seleccion` fara` probabilmente alzare la sua quotazione, fatto che deve aver spinto l`Inter a chiudere la trattativa al piu` presto. A questo, pero`, si deve aggiungere che se Moratti e` un grande estimatore di `Carlitos`, Roberto Mancini e` sempre parso abbastanza tiepido nei confronti dell`ex Boca Juniors. Infine, terza ma piu` importante causa della rottura, l`Arsenal ha da poco ceduto Thierry Henry al Barcellona. E ha individuato nel 23enne del West Ham il suo erede.
  5. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4618260
    Originally posted by Pezzotto
    [B]Inter: Tevez ha detto no

    Milano, 28 giugno - Carlos Tevez ha detto no all`Inter: la societa` nerazzurra aveva posto una data limite per il suo ingaggio. Niente da fare per Massimo Moratti. La `Bbc`, infatti, riporta che le trattative per l`ingaggio dell`argentino da parte dell`Inter si sarebbero bruscamente interrotte. La societa` meneghina, stando al rappresentante del giocatore, `avrebbe posto una data limite alla decisione di Carlos, ma Tevez e` molto legato alla Premier League e non e` pronto ad andarsene`.

    Il giocatore del West Ham esordira` stanotte con la maglia dell`Argentina nella Copa America. La presenza a questa competizione con la `Seleccion` fara` probabilmente alzare la sua quotazione, fatto che deve aver spinto l`Inter a chiudere la trattativa al piu` presto. A questo, pero`, si deve aggiungere che se Moratti e` un grande estimatore di `Carlitos`, Roberto Mancini e` sempre parso abbastanza tiepido nei confronti dell`ex Boca Juniors. Infine, terza ma piu` importante causa della rottura, l`Arsenal ha da poco ceduto Thierry Henry al Barcellona. E ha individuato nel 23enne del West Ham il suo erede. [/B]
    bene, sono contento:yy:
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4618261
    Originally posted by Torre878
    bene, sono contento:yy:


    ma moratti ha già la firma però:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4618262
    Inter, Cruz: "In attacco siamo in tanti"

    Julio Cruz potrebbe cambiare aria. Un reparto affollato quello offensivo nerazzurro, che rischia di precludere al Jardineiro la possibilità di vedere il campo con una certa costanza. "L`Inter ènel mio cuore, ma nel calcio non si sa mai e può cambiare tutto - ha detto Cruz -. In attacco siamo in tanti in questo momento". Fiorentina, Roma e altre squadre estere restano alla finestra.
  8.     Mi trovi su: Homepage #4618263
    Originally posted by Pezzotto
    [B]Inter, Cruz: "In attacco siamo in tanti"

    Julio Cruz potrebbe cambiare aria. Un reparto affollato quello offensivo nerazzurro, che rischia di precludere al Jardineiro la possibilità di vedere il campo con una certa costanza. "L`Inter ènel mio cuore, ma nel calcio non si sa mai e può cambiare tutto - ha detto Cruz -. In attacco siamo in tanti in questo momento". Fiorentina, Roma e altre squadre estere restano alla finestra. [/B]



    ma come tanti?!?!?!

    ci sono SOLO

    Ibra
    Crespo
    Adriano
    Suazo
    Cruz
    Recoba



    altri 2 o 3 li prenderei :asd: :asd: :asd:

  Inter, folla in attacco Crespo: "Saremo troppi"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina