1.     Mi trovi su: Homepage #4618299
    Al Madison Square Garden di New York le squadre Nba scelgono i migliori giovani univeritari e stranieri. Oden prima scelta a Portland, Durant a Seattle. L'Italia presente per il secondo anno di fila. L'ex Fortitudo potrebbe finire a Phoenix


    NEW YORK - Sarà notte in Italia quando al Madison Square Garden di New York andrà in scena il consueto rito del Draft Nba, la scelta dei migliori giocatori provenienti dalle università americane e dei migliori under 22 di tutto il mondo.

    IL NUMERO UNO
    Lo scorso anno fu il nostro Andrea Bargnani ad essere chiamato per primo dal commissioner David Stern. Toronto puntù sull'azzurro ad occhi chiuso e a distanza di un anno la scelta si può definire indovinata. Stavolta sarà Portland a scegliere per prima e nelle ultime ore i Blazers sembrano aver deciso su chi puntare. La scelta quasi sicuramente cadrà su Greg Oden, centro proveniente da Ohio State. Il provino che il 19enne ha sostenuto con la franchigia dell'Oregon non è stato entusiasmante. Non un buon motivo, però, per rinunciare ad un fenomeno annunciato.

    La seconda scelta sarà ala Kevin Durant, uscita da Texas, che finirà quasi sicuramente a Seattle. Dalla terza casella in giù può capitare praticamente di tutto. Al Horford, Mike Conley, Joakim Noah, Corey Brewer, Spencer Hawes e Brendan Wright finiranno tutti nella top ten tra Atlanta, Memphis, Boston, Milwaukee e Minnesota.

    L'ITALIA
    Ci sarà posto anche per l'Italia. Non in prima fila come un anno fa, ma nemmeno nell'ultima. I sogni azzurri sono quelli di Marco Belinelli, che dopo una stagione deludente con la Fortitudo ha deciso per l'ora o mai più. E' volato in America, si è fatto vedere da un po' di squadre, ne ha impressionate alcune (Detroit, Clippers e Phoenixsu tutte) e ora aspetta di essere chiamato al primo giro. Le proiezioni lo danno attorno al numero 20. La 21enne guardia di San Giovanni in Persiceto farebbe comodo a molti. Mike D'Antoni, coach dei Suns, si è innamorato di Belinelli un anno fa durante i Mondiali in Giappone. Ma un pensiero potrebbero farlo anche Utah e New York.

    IL CINESE Attesa ancvhe per vedere dove finirà il cinese Yi Jianlian, ala 19enne di 213 cm. Per molti questo ragazzo può avere nella NBA un impatto superiore a quello del suo più celebre connazionale, Yao Ming. Non è un caso se dalla Cina siano arrivati 30 giornalisti per seguire dal vivo l'ingresso dell'ex giocatore dei Guangdong Southern Tigers nella NBA.

    GLI EUROPEI
    Al draft sono presenti rappresentanti di Croazia, Turchia, Bosnia, Lettonia, Serbia, Australia, Ucraina e Lituania.
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  2.     Mi trovi su: Homepage #4618301
    nel mentre, scambi piccanti nella NBA, con Portland che pesca nel draft il simpatico quarantenne Greg Oden (vedi foto) e quindi cede Zach Randolph e Fred Jones a New York in cambio di Steve Francis e Channing Frye (a New York si prepara spazio x Kobe :cool: ).

    Mentre Ray Allen finisce a Boston in cambio di Delonte West Wally Sczerkiak e Jeff Green che vanno a Seattle :P
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  3.     Mi trovi su: Homepage #4618303
    Basket: Nba, Belinelli brilla in Summer League

    NEW YORK - E' stato un debutto col botto quello di Marco Belinelli che in Summer League, con i suoi Golden State, ha messo a segno 37 punti (14/20 dal campo e 5/7 da 3). I Warriors si sono cosi' imposti per 110-102 contro gli Hornets. (Agr)


    va beh la summer league conta meno del trofeo birra moretti, xò sempre meglio fare bella figura e guadagnarsi un posto anche in prima notizia home page su nba.com :yy:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  NBA:La notte del draft, Belinelli sogna

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina