1.     Mi trovi su: Homepage #4620203
    Il ragazzo, attualmente in carcere per resistenza aggravata a pubblico ufficiale (il 5 luglio la prima udienza del processo), era stato sollevato dall'accusa più grave dopo la perizia del Ris di Parma. Il suo legale: "Ricorso immediato in Cassazione"

    CATANIA, 2 luglio 2007 - Il Tribunale del riesame per i minorenni di Catania ha ripristinato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'ipotesi di reato di omicidio nei confronti del diciassettenne indagato per la morte dell'ispettore Filippo Raciti, deceduto il 2 febbraio scorso dopo essere stato ferito durante gli scontri del derby di calcio con il Palermo al Massimino.

    LA REVOCA - Il provvedimento emesso dal Gip Alessandra Chierego era stato revocato dallo stesso Giudice per le indagini preliminari per i minorenni il 4 giugno scorso, dopo il deposito di una perizia dei carabinieri del Ris di Parma. La notizia è stata resa nota dal legale dell'indagato, l'avvocato Giuseppe Lipera che ha annunciato "ricorso immediato in Cassazione". Secondo il penalista, che alle 17 incontrerà i giornalisti nel suo studio a Catania, "l'ordinanza non è esecutiva". In precedenza il legale aveva annunciato che la Corte di Cassazione avrebbe dovuto decidere il prossimo 13 luglio sulla scarcerazione del ragazzo

    PRIMO PROCESSO - Il minorenne è ancora detenuto perchè nei suoi confronti resta pendente l'ordine di arresto per resistenza aggravata a pubblico ufficiale. Per questo reato il dibattimento per il giudizio immediato è stato fissato per il prossimo 5 luglio.

  Raciti, per il 17enne torna l'ipotesi di omicidio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina