1.     Mi trovi su: Homepage #4622431
    Calcio: Gonzalez torna in campo
    Non idoneo per l'Italia, va in Paraguay
    Alla fine ce l'ha fatta. Julio Ferreira Gonzalez torna a giocare dopo il terribile incidente del dicembre 2005 quando gli venne amputato il braccio sinistro. La sua è stata una battaglia, vinta, ma non in quella che considera la sua seconda patria. In Italia, infatti, non è stato giudicato idoeno al professionismo. Tornerà in campo in Paraguay, la sua terra, e giocherà con la magllia del Tacuray, club di prima divisione.


    Julio quindi torna a giocare, con una protesi al posto del braccio che non c'è più, va bene, ma la classe di un calciatore può continuare ad esistere ancora? Certo, ma vallo a spiegare a chi scrive i regolamenti del calcio, a chi in due righe scritte in un classico "politichese", vanifica il lavoro di due anni: "non idoneo a svolgere attività sportiva a livello professionistico". Parole dure, che pesano più di un macigno per lui e per il Vicenza che lo ha coccolato, curato cercando di dimostrare che anche in quelle condizioni si può tornare in campo. Il 22 aprile scorso era prevista una amichevole di beneficenza al Menti dove Julio doveva solamente dare il calcio d'inizio. Invece ha giocato un tempo per parte segnando tutte e quattro le reti del due a due finale.

    Vedere un ragazzo di 26 anni lottare, avere questa voglia di tornare ad essere protagoinista, ha commosso tutti, non solo a Vicenza, e ultimamente aveva anche vinto la prima edizione del Premio Giacinto Facchetti. Una amichevole però non poteva bastargli e quindi si è messo alla ricerca di una squadra. Julio è già tornato in patria, in Paraguay, dove ha trovato un ingaggio con un club di serie A, il Tacuary. Giocherà insieme al fratello Celso e parteciperà al Torneo di Chiusura, al via tra poco.

    Chissà se i cosiddetti "signori dei regolamenti" hanno mai visto correre in macchina Alex Zanardi, senza gambe, eppure cambia fa il mondiale turismo. E forse non hanno mai visto Oscar Pistorius che al posto delle gambe ha due lamine di carbonio che però lo hanno fatto diventare campione del mondo nei 100, 200 e 400 nella categoria "diversamente abili", con possibilità di gareggiare nei 400 tra i "normodotati" al prossimo Golden Gala di Roma.

    Julio è stato costretto ad andare via e ora, cosa resta? Sicuramente l'insegnamento di uno stile di vita, poi l'amarezza che tutto questo non sia stato accettato dai nostri organi competenti. Forse l'ennesima occasione persa per fare una bella figura.

    tcom.it

    -----------

    Una buona notizia...... :approved:

  Calcio: Gonzalez torna in campo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina