1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4629184
    PALERMO - "Se avessi una pistola mi sparerei. Che ci sto a fare in questo mondo?". E' uno dei passaggi del drammatico racconto fatto agli investigatori dalla quattordicenne del quartiere Zen, a Palermo, costretta dalla madre a prostituirsi in cambio di pochi euro. La vicenda è venuta fuori ad aprile quando vennero arrestati la madre della ragazzina e tre "clienti".

    Oggi i carabinieri hanno arrestato Francesco Ingrassia, 59 anni, venditore di panelle. Secondo l'accusa l'uomo era uno dei clienti della ragazzina ed è accusato di prostituzione minorile. Nell'ordinanza di custodia cautelare che glie ' stata notificata vi e' la testimonianza straziante della vittima. Si è aggravata, intanto, la posizione di uno degli altri quattro arrestati, Francesco Muscatello, che sarebbe stato scarcerato il prossimo 21 luglio per decorrenza dei termini di custodia e che invece rimarrà in carcere perché gli è stata notificata un' altra ordinanza di custodia: nel corso di alcuni incontri con la vittima le avrebbe offerto marijuana da fumare e avrebbe avuto rapporti con la minorenne quando quest'ultima non aveva ancora 14 anni.

    "Frequento la seconda media, ma ho fatto 47 assenze - ha detto la vittima al magistrato, il pm Alessia Sinatra, che l'ha interrogata insieme a due psicologi - ho solo un'amica che si chiama J. A casa non studio. Bado ai miei fratelli e poi guardo i canali Sky in Tv". "Il primo con cui sono andata fu Muscatello (uno degli arrestati n.d.r.) andai con lui a Capo Gallo in macchina. - continua - Mi aveva detto: 'facciamoci un giro'. Ora lui mi ricatta. Mi ha fatto foto col telefonino nella sua officina. Mi dice che fa vedere le foto a mio padre". "Ti ha fatto film?", le chiede il pm. E la ragazza annuisce e continua: "Mi sedevo sulla sedia e mi chiedeva di allargare le gambe".

    La giovane, che oggi è ospite in una casa famiglia, interrogata continua nel racconto particolareggiato dei rapporti avuti con Muscarella e con gli altri clienti e delle sollecitazioni ricevute dalla madre per andare con i clienti e portale "a casa i soldi". "Mi ricattava - dice la ragazza - Mi diceva che se non le portavo i soldi avrebbe raccontato tutto a mio padre" "Il resoconto - scrivono i consulenti del pm chiamati a valutare la credibilità della giovane vittima - effettuato dalla ragazza consente di formulare un giudizio di piena attendibilità.

    L'analisi del contenuto delle sue dichiarazioni, infatti, soddisfa in pieno i criteri di accuratezza dei resoconti di esperienze vissute nella realtà, quali: il senso logico, la coerenza interna e la costanza dei contenuti; la quantità di dettagli relativi ai tempi, ai luoghi, agli oggetti e alle persone connessi agli abusi; l'assenza di una esposizione meccanica degli eventi". "Le resistenze della ragazza a riferire i dettagli degli abusi patiti in presenza degli interlocutori maschi - concludono - sembrano connesse a profondi sentimenti di pudore e di vergogna, legittimi e comprensibili in considerazione della natura del suo coinvolgimento, prestazioni sessuali a pagamento, e di quello della madre che la induce a prostituirsi, nonché della particolare morbosità e nauseante crudezza delle iniziative dei suoi abusanti".


    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_150934541.html


    :(
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4629189
    Originally posted by TonyManero
    Ammazzati...? :confused:



    :asd: :asd: :asd:


    Tony il cinico. Sono con te :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #4629191
    :(


    qualcuno per caso ha visto ieri notte su RETE 4 un bel film drammatico e realista sulla vita di alcuni che non sono nemmeno adolescenti....


    l'avevo già visto una volta per sbaglio, ieri l'ho ritrovato di nuovo per caso e me lo sono sciroppato di nuovo, si intitola "CERTI BAMBINI" , ambientato nel napoletano e racconta gli stessi drammi (SOPRATUTTO IN UNA SCENA) che l'articolo, prutroppo vero, evidenzia.


    Se vi capita guardatelo.

    Sono realtà dure che non vanno dimenticate ne emarginate.:rolleyes:
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4629193
    Originally posted by wfw
    :(


    qualcuno per caso ha visto ieri notte su RETE 4 un bel film drammatico e realista sulla vita di alcuni che non sono nemmeno adolescenti....


    l'avevo già visto una volta per sbaglio, ieri l'ho ritrovato di nuovo per caso e me lo sono sciroppato di nuovo, si intitola "CERTI BAMBINI" , ambientato nel napoletano e racconta gli stessi drammi (SOPRATUTTO IN UNA SCENA) che l'articolo, prutroppo vero, evidenzia.


    Se vi capita guardatelo.

    Sono realtà dure che non vanno dimenticate ne emarginate.:rolleyes:


    Non l'ho visto ma lo conosco e cercherò di rimediare in futuro.:(
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4629194
    Originally posted by massituo
    Tony il misericordioso:cool:
    quello era Giovanni :nono:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Baby Prostituta A Palermo: ''mi Sparerei''

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina