1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4630194
    Alla vigilia della sfida Intertoto in Bulgaria col Cherno, il nuovo attaccante non vede l'ora di rendersi utile a quella che considera la sua "casa calcistica". Mazzarri: "Voglio la qualificazione, anche se il nostro obiettivo primario resta il campionato"


    BURGAS (Bul), 20 luglio 2007 - Il primo ostacolo, solo in parte previsto, è stato il caldo. Trentuno gradi all'arrivo della squadra sampdoriana oggi poco dopo mezzogiorno all'aeroporto di Burgas. Trentaquattro previsti per domani sera al momento della partita (ore 18 italiane). Oltre a una condizione fisica non ancora ottimale, i blucerchiati avranno domani un altro nemico da sconfiggere, nella gara di andata del terzo turno dell'Intertoto. Si gioca a Burgas, sul Mar Nero, perché lo stadio dei padroni di casa (il Cherno More Varna) non è stato omologato per le gare internazionali. Ma l'intenzione di Mazzarri, al debutto ufficiale sulla panchina della Sampdoria, è chiara: "Fare il meglio possibile in questa partita, ricordandoci però che la qualificazione si gioca nell'arco dei 180 minuti". Il ritorno, infatti, si disputerà sabato prossimo al Ferraris, con inizio alle 20.45. In caso di passaggio del turno, i blucerchiati giocherebbero poi il 16 e il 30 agosto prossimi il preliminare per l'accesso all'Uefa.
    RINUNCE - Oltre a una forma fisica non paragonabile a quella dei bulgari (capaci di rifilare sette reti al Makedonija nelle due partite del turno precedente), Mazzarri dovrà fare i conti domani con alcune rinunce importanti, da Montella (rimasto a Moena per proseguire la preparazione) a Sammarco (squalificato), da Bonazzoli a Gastaldello e Delvecchio. "I ragazzi sanno quello che voglio - ha ribadito oggi Mazzarri davanti ai giornalisti bulgari, prima di effettuare la rifinitura -. E comunque deve essere chiaro a tutti che la nostra priorità della stagione rimane quella del campionato". Assenti a parte, la Samp punterà domani sulla voglia di rivincita di un ex amatissimo come Bellucci, felice "di essere tornato in quella che considero la mia casa calcistica". Alle spalle del tridente offensivo blucerchiato, dovrebbe essere regolarmente al suo posto Palombo, guarito a tempo di record da una distorsione alla caviglia destra.
    PIANI - Il rientro in Italia avverrà subito dopo la fine dell'incontro, con un volo charter che a tarda notte riporterà la Samp a Verona. Da dove, poi, i giocatori proseguiranno il loro viaggio in pullman verso Moena, dove venerdì 27 si concluderà il ungo ritiro trentino.

    SOLDI - Una curiosità: la gara di domani non avrà copertura televisiva in Italia. Un'emittente radiofonica ligure (Radio Babboleo) trasmetterà in diretta l'incontro, ma i bulgari devono avere fiutato l'affare, visto che di fronte alla richiesta di un tv privata genovese interessata ad acquisire i diritti della sfida, hanno sparato decisamente alto: centomila euro...

    LE FORMAZIONI - Cherno More (4-4-2): 1 Ilchev; 26 Tomash, 11 Andanov, 6 Djorov, 7 Stoyanov; 23 Georgiev, 18 Kostadinov, 8 Pires, 5 Domakinov; 28 Da Silva, 2 Dimov. All. Spasov. Sampdoria (3-4-2-1): 1 L. Castellazzi; 6 Lucchini, 14 Sala, 5 Accardi; 7 Maggio, 4 Volpi, 17 Palombo, 46 Pieri; 18 Koman, 11 Bellucci; 29 Caracciolo. All. Mazzarri.


    Gli occhi della Tigre :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Sampdoria, quanti assenti.Ma Bellucci è caricatissimo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina