1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631395
    MILANO, 17 luglio 2007 - Abbiamo deciso di farci un bel viaggio nello spazio e nel tempo del calcio italiano e di giocare un pò di partite impossibili. La grande Inter di Mazzola e Facchetti avrebbe difficoltà a battere il Milan di Savicevic e Boban? E la Juve di Platini e Boniek come se la caverebbe contro la Roma di adesso, con Totti e De Rossi? Come può finire una sfida tra il Cagliari di Gigi Riva e il Milan sacchiano di Van Basten e Gullit?
    STORIA - Il torneo si chiama Dream Cup: partecipano 32 squadre, si vince lo scudetto degli scudetti. Diciannove anni fa, nell'estate del 1988, ci eravamo inventati la Coppa dei Sogni. Alla fine, dopo undici giorni di maratona, segnata da partite virtuali e da commenti reali dei protagonisti, vinse l'Ajax anni Settanta di Johan Cruijff, contro il Bayern di Beckenbauer, Breitner e Muller. "Bene, la cosa mi diverte" - disse il grande Cruijff dopo aver saputo del trionfo nella COppa dei Sogni.
    NON SOLO SCUDETTI - Stavolta abbiamo riempito, con decine di dati, un software che simula le partite, rispettando i moduli tattici e tutte le caratteristiche dei singoli giocatorie delle varie squadre. Rispettando le singole caratteristiche abbiamo alzato i valori atletici delle squadre del passato. C'è stato qualcosa di arbitrario anche nella scelta delle 32 partecipanti a questo campionato italiano: ci sono tutti i club che hanno vinto lo scudetto, e in più si segnalano alcune provinciali di lusso, capaci di stupire in positivo: dal Foggia di Zeman al Genoa di Bagnoli, dall'Udinese di Zico al Vicenza di Paolo Rossi.
    TUTTO VERO - Non è detto che la squadra più forte vinca. Tante variabili possono decidere una partita, proprio come succede in campo. Questo è il gioco, lasciatevi prendere, c'è da divertirsi. Da oggi sulle pagine de La Gazzetta cominciamo a svelare il progetto, presentando le prime due delle 32 protagoniste che in questi 50 anni si sono aggiudicate 17 volte lo scudetto.
    FORMULA DA CHAMPIONS - Stop il 24 luglio per il sorteggio in casa Gazzetta (in diretta su Gazzetta.it), quindi le partite dal 1 all'18 agosto. 8 gironi da 4 squadre ciascuno: in fase di sorteggio squadre divise in 4 fasce, selezionando prima le 8 teste di serie; uno dei paletti è che non sono ammesse due squadre dello stesso club nello stesso girone. Si qualificano le prime due di ogni girone, dagli ottavi non sono ammessi pareggi: in caso di parità le gare verranno decise ai supplementari ed eventualmente dai calci di rigore.
    PAGELLE E MOVIOLA - Si comincia a giocare il 1 agosto, su La Gazzetta del giorno dopo troverete le cronache delle partite (4 al giorno) sino alla finalissima del 18 (e su Gazzetta.it i dati di tutte le squadre partecipanti).

    http://www.gazzetta.it/Dream_Cup/risultati.shtml#gironeA

    Guardatevi il sorteggio.Ne vale la pena.:mmh: :sbav:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4631397
    alcuni commenti

    HO TERMINATO IL TORNEO VIRTUALE AL MIO COMPUTER HA VINTO...L'AVELLINO !!! POI IL SOFTWARE SI E' RESETTATO,AL SUO RIAVVIO UN COMUNICATO A NOME DI UN CERTO SIG. ROSSI DICEVA CHE IL TITOLO VENIVA REVOCATO , CONSEGNANDO GLI ULTIMI DUE SCUDETTI ALL'INTER DI MANCINI !!!! NATURALMENTE TUTTE LE ALTRE SQUADRE RETROCESSE IN B CON 30 PUNTI DI PENALIZZAZIONE .


    ....perchè non fate anche mazinga z contro schrek?!......e topolino contro andreotti?



    quel genere di cose dove l'inter è davvero la squadra da battere
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4631399
    Magia Baggio-Del Piero Juve'95-Inter '89 1-0

    Nella prima sfida dei sogni decide una punizione del Codino girata in rete di testa dal suo giovane erede. I nerazzurri collezionano occasioni da gol in serie ma si devono arrendere

    E’ subito sorpresa nella Dream Cup 2007: l’Inter triturarecord di Giovanni Trapattoni deve inchinarsi alla prima Juve di Marcello Lippi e della Triade che al termine della stagione 1994-95 (quella con la quale si passa ai tre punti per vittoria) riporta il tricolore a Torino dopo nove anni. Decide questo derby d’Italia, udite udite, un colpo di testa del giovanissimo Alessandro Del Piero (preferito a Ravanelli) su parabola da punizione di Roberto Baggio a inizio ripresa.

    OCCASIONI MANCATE L’Inter sfiora il pareggio nei minuti conclusivi grazie a due conclusioni di Bianchi (cannonata dal limite, Peruzzi sventa in tuffo) e Serena (colpo di testa nell’area piccola di un soffio alto) ma la Juve merita il successo per la linearità di un gioco che esalta il tridente di Lippi e il maggior numero di occasioni create, tra le quali la più clamorosa viene fallita da Vialli un attimo prima del brivido finale procurato dall’inzuccata di Serena. Gianluca si divora da pochi metri un gol già fatto dopo una pregevole azione personale.

    SFIDA LEALE Dunque risultato legittimo e nessuna… contestazione nei confronti dell’arbitro. La sfida anzi è cavalleresca, pochissime le punizioni, assenza totale di risse, scontri e quant’altro non attiene al gioco del pallone in senso stretto. E’ l’unica cosa che fa capire come si sia al cospetto a una sfida simulata al computer. Per il resto i giocatori sono proprio loro, anche in senso fisico intendiamo. Trap manda in campo la sua formazione base alla quale apporta due correzioni nel finale grazie alle quali procura molti brividi ai rivali. Ma fino al 75’ è la Juve a fare le cose salienti del match. Scampato il pericolo portato da un contropiede Serena-Diaz nei primi minuti (l’argentino conclude di esterno sinistro a lato, doveva colpire col destro), la formazione juventina prende a macinare gioco grazie soprattutto a Roberto Baggio, terminale destro di un tridente che vede al centro Vialli e a sinistra Del Piero.

    ZENGA FELINO Proprio il più giovane in campo impegna severamente Zenga al 28’, poi conclude di testa appena alto al 38’ e cede la scena a Vialli che al 42’ esplode una bordata da lontano sulla quale Zenga ha una reazione da felino. Ci prova pure Baggio sul finire del tempo però la sua staffilata è centrale e il portiere nerazzurro fa il suo dovere.

    DEL PIERO Nulla può Walterone sulla punizione perfetta di Baggio (10’ s.t.) che colloca letteralmente la sfera sulla testa di Del Piero appostato sul secondo palo. Nella circostanza l’esperto Brehme si lascia scavalcare dalla traiettoria come un principiante.

    REAZIONE L’Inter prova a reagire ma le sgroppate di Berti e i tentativi in solitario di Matthaeus non sorprendono la retroguardia juventina imperniata sulla coppia centrale Kohler-Carrera, con Ferrara e Torricelli di supporto esterno. Matteoli e Bianchi tentano di alimentare una manovra che metta le punte in condizione di graffiare, ma l’azione si infrange puntualmente sulla trequarti grazie al buon lavoro di filtro operato da Di Livio, Paulo Sousa e Conte. Quindi dalle parti di Peruzzi l’Inter non si fa vedere. Intanto Zenga evita per due volte il raddoppio opponendosi a ottime conclusioni di Conte e Vialli. Con queste parate tiene in bilico un risultato che Peruzzi mette in cassaforte al 39’ andando a respingere una insidiosissima conclusione di Serena, che poi di destro in piena area conclude male.

    SALVATAGGIO Al 43’ è Paulo Sousa a ribattere l’inzuccata di Serena su cross di Fanna destinata in fondo al sacco. Occasioni che testimoniano del tardivo risveglio nerazzurro. Il pari solo sfiorato da Aldone al 91’ non sarebbe stato un furto, però i meriti juventini sono indiscutibili. Per una volta, insomma, niente polemiche.
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631402
    Originally posted by lucafiQo
    secondo me è un risultato che ci puo' stare...:)


    Il risultato si.:)

    Ma Del Piero che segna di testa...capirei su un'azione in movimento ma su punizione...:asd:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631404
    Originally posted by lucafiQo
    e vabè dai....è un computer:asd:


    Infatti.Un 486.:asd: :asd: :asd:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631406
    Nel primo match del girone A i rossoneri partono al galoppo. Salas prova a opporsi, ma la doppietta di Massaro decide la sfida e i biancocelesti non sfondano mai

    2 agosto 2007 - Provvidenza Massaro tratta la Lazio ’99-’00 come se fosse il Barcellona di Cruijff, la infilza due volte e regala al Milan ’93-’94 la prima vittoria nella Dream Cup. Lo schema è il solito, il più caro alla creatura di Capello, che ha una risparmiosità molto lombarda: golletto di Massaro, poi Franco Baresi chiude a doppia mandata la cassaforte. Salas, il Matador, è riuscito a forzarla con l’unico tiro nello specchio della Lazio, ma dopo il secondo vantaggio non c’è stato più nulla da fare. La difesa rossonera ha un’impermeabilità che i caveau delle banche svizzere se la sognano. In chiave offensiva il Milan ha vinto a destra: Tassotti e Donadoni (autori dei due assist) hanno assaltato Pancaro, abbandonato da Nedved, bravissimo in costruzione, ma latitante in copertura.
    EMICRANIA - Il Milan parte subito forte e subito a destra. Al 6’ Tassotti si allunga in fascia e pesca Savicevic al limite: il Genio doma di petto e spolvera il paletto alla sinistra di Marchegiani. Nedved risponde con un sinistro largo di un amen. L’aperitivo al gol è un raffinato invito in verticale di Boban che Savicevic prolunga di testa oltre la traversa. L’azione si ripeterà anche al 41’: ci voleva la coppa dei sogni per vedere tanti colpi di testa di Savicevic. Al 9’ salgono di nuovo le pulsazioni di Pancaro: Donadoni ricama in corsa e scodella alla perfezione sulla testa di Massaro che vola a centro area per incornare in tuffo sotto la traversa. Splendido: 1-0.
    MATADOR - I rossoneri arretrano a protezione del caveau e il nobile triangolo della mediana laziale (Simeone-Almeyda-Veron) prende finalmente possesso del pallone. Lo gestisce, lo smuove in orizzontale, ma la porta di Seba Rossi, oltra la diga Tassotti-Costacurta-Baresi-Maldini, sembra irraggiungibile. Sembra. Invece, allo scadere, sul cross da sinistra di Nedved, Costacurta stecca l’anticipo e Salas incorna Rossi a centroarea. Il Milan si consegna livido all’intervallo.
    MURO - La Lazio riemerge decisa a rendersi degna del pareggio e gioca un ottimo quarto d’ora. I piedoni di Desailly, a ridosso di quelli morbidi di Veron, si innervosiscono e pestano: giallo al francese. Il Milan sbanda, ma riprende velocità sul solito binario di destra. Tassotti nelle giovanili della Lazio giocava a centrocampo. Aveva piedi sapienti prima ancora che glieli raffinasse Liedholm al Milan, con la zona. Il Tasso sfiora il gol in percussione al 22’, poi, in tandem con Donadoni, assiste Massaro al 28’: la punta gira al volo, come a Barcellona, la palla sbatte sul palo e fa 2-1. Finisce qui. La classe di Boban anestetizza la reazione laziale. Aspetta troppo Eriksson prima di inserire Mancini e Inzaghino in soccorso di Salas. Lo fa solo all’85’. Tardi. Caduto il muro di Berlino nell’89, ne restava in piedi un altro: quello di Franco Baresi e del suo Milan ’93-’94.

    Luigi Garlando

    Il secondo gol di Massaro, nel disegno di Pietro Puccio

    Milan '94-Lazio '00 2-1 (primo tempo 1-1)
    MARCATORI: Massaro (M) al 9', Salas (L) al 45' p.t.; Massaro (M) al 28' s.t.
    MILAN '94 (4-4-2): S. Rossi — Tassotti, Costacurta, Baresi, Maldini — Donadoni, Albertini, Desailly, Boban — Savicevic, Massaro. ALLENATORE: Capello.
    LAZIO '00 (4-2-3-1): Marchegiani — Negro, Nesta, Mihajlovic, Pancaro — Simeone, Almeyda — Conceicao, Veron, Nedved — Salas. ALLENATORE: Eriksson.
    NOTE: nessun ammonito, nessun espulso. Angoli 1-0. Tiri in porta: 10-3. Falli commessi: 11-9. Fuorigioco: 2-0. Recuperi: 1’, 1’. Possesso palla: 52%-48%
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  7. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631408
    Totti innesca Batigol Genoa spazzato via http://www.gazzetta.it/Dream_Cup/Primo_Piano/2007/08_Agosto/02/roma01-genoa91.shtml

    Totti cancella Zola Roma '07-Parma '95 3-0 http://www.gazzetta.it/Dream_Cup/Primo_Piano/2007/08_Agosto/02/roma07-parma95.shtml
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  8. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4631409
    01/08/2007 Juventus '94-'95 - Inter '88-'89 1-0
    Del Piero (J)
    01/08/2007 Roma '00-'01 - Genona '90-'91 3-1
    Batistuta (R), Emerson (R), Skuhravy (G), Delvecchio (R)
    05/08/2007 Juventus '94-'95 - Roma '00-'01 -

    05/08/2007 Genoa '90-'91 - Inter '88-'89 -

    09/08/2007 Genoa '90-'91 - Juventus '94-'95 -

    09/08/2007 Inter '88-'89 - Roma '00-'01 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Roma '00-'01 3 1 1 0 0 3 1
    Juventus '94-'95 3 1 1 0 0 1 0
    Inter '88-'89 0 1 0 0 1 0 1
    Genoa '90-'91 0 1 0 0 1 1 3

    Girone B
    Risultati
    01/08/2007 Milan '93-'94 - Lazio '99-'00 2-1
    Massaro (M), Salas (L), Massaro (M)
    01/08/2007 Roma '06-'07 - Parma '94-'95 3-0
    Mancini (R), Pizarro (R), Perrotta (R)
    05/08/2007 Milan '93-'94 - Roma '06-'07 -

    05/08/2007 Parma '94-'95 - Lazio '99-'00 -

    09/08/2007 Parma '94-'95 - Milan '93-'94 -

    09/08/2007 Lazio '99-'00 - Roma '06-'07 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Roma '06-'07 3 1 1 0 0 3 0
    Milan '93-'94 3 1 1 0 0 2 1
    Lazio '99-'00 0 1 0 0 1 1 2
    Parma '94-'95 0 1 0 0 1 0 3

    Girone C
    Risultati
    02/08/2007 Juventus '84'-85 - Milan '06-'07 0-1
    Inzaghi (M)
    02/08/2007 Fiorentina '68-'69 - Foggia '91-'92 0-0

    06/08/2007 Juventus '84-'85 - Fiorentina '68-'69 -

    06/08/2007 Foggia '91-'92 - Milan '06-'07 -

    10/08/2007 Foggia '91-'92 - Juventus '84-'85 -

    10/08/2007 Milan '06-'07 - Fiorentina '68-'69 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Milan '06-'07 3 1 1 0 0 1 0
    Fiorentina '68-'69 1 1 0 1 0 0 0
    Foggia '91-'92 1 1 0 1 0 0 0
    Juventus '84-'85 0 1 0 0 1 0 1

    Girone D
    Risultati
    02/08/2007 Inter '64-'65 - Roma '83-'84 4-2
    Jair (I), Cerezo (R), Graziani (R), Corso (I), Mazzola (I), Jair (I)
    02/08/2007 Parmia '98-'99 - Udinese '83-'84 1-1
    Chiesa (P), Virdis (U)
    06/08/2007 Inter '64-'65 - Parma '98-'99 -

    06/08/2007 Udinese '83-'84 - Roma '83-'84 -

    10/08/2007 Udinese '83-'84 - Inter '64-'65 -

    10/08/2007 Roma '83-'84 - Parma '98-'99 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Inter '64-'65 3 1 1 0 0 4 2
    Parma '98-'99 1 1 0 1 0 1 1
    Udinese '83-'84 1 1 0 1 0 1 1
    Roma '83-'84 0 1 0 0 1 2 4

    Girone E
    Risultati
    03/08/2007 Juventus '57-'58 - Napoli '89-'90 -

    03/08/2007 Torino '75-'76 - Vicenza '77-'78 -

    07/08/2007 Juventus '57-'58 - Torino '75-'76 -

    07/08/2007 Vicenza '77-'78 - Napoli '89-'90 -

    11/08/2007 Vicenza '77-'78 - Juventus '57-'58 -

    11/08/2007 Napoli '89-'90 - Torino '75-'76 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Juventus '57-'58 0 0 0 0 0 0 0
    Napoli '89-'90 0 0 0 0 0 0 0
    Torino '75-'76 0 0 0 0 0 0 0
    Vicenza '77-'78 0 0 0 0 0 0 0

    Girone F
    Risultati
    03/08/2007 Milan '68-'69 - Sampdoria '90-'91 -

    03/08/2007 Lazio '73-'74 - Verona '84-'85 -

    07/08/2007 Milan '68-'69 - Lazio '73-'74 -

    07/08/2007 Verona '84-'85 - Sampdoria '90-'91 -

    11/08/2007 Verona '84-'85 - Milan '68-'69 -

    11/08/2007 Sampdoria '90-'91 - Lazio '73-'74 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Milan '68-'69 0 0 0 0 0 0 0
    Sampdoria '90-'91 0 0 0 0 0 0 0
    Lazio '73-'74 0 0 0 0 0 0 0
    Verona '84-'85 0 0 0 0 0 0 0

    Girone G
    Risultati
    04/08/2007 Inter '06-'07 - Juventus '76-'77 -

    04/08/2007 Cagliari '69-'70 - Perugia '78-'79 -

    08/08/2007 Inter '06-'07 - Cagliari '69-'70 -

    08/08/2007 Perugia '78-'79 - Juventus '76-'77 -

    12/08/2007 Perugia '78-'79 - Inter '06-'07 -

    12/08/2007 Juventus '76-'77 - Cagliari '69-'70 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Inter '06-'07 0 0 0 0 0 0 0
    Juventus '76-'77 0 0 0 0 0 0 0
    Cagliari '69-'70 0 0 0 0 0 0 0
    Perugia '78-'79 0 0 0 0 0 0 0

    Girone H
    Risultati
    04/08/2007 Milan '88-'89 - Inter '01-'02 -

    04/08/2007 Bologna '63-'64 - Fiorentina '81-'82 -

    08/08/2007 Milan '88-'89 - Bologna '63-'64 -

    08/08/2007 Fiorentina '81-'82 - Inter '01-'02 -

    12/08/2007 Fiorentina '81-'82 - Milan '88-'89 -

    12/08/2007 Inter '01-'02 - Bologna '63-64 -

    Classifica Pti G V N P Rf Rs
    Milan '88-'89 0 0 0 0 0 0 0
    Inter '01-'02 0 0 0 0 0 0 0
    Bologna '63-'64 0 0 0 0 0 0 0
    Fiorentina '81-'82 0 0 0 0 0 0 0
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Dream Cup 2007

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina