1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4632829
    Newcastle-Juventus 2-0: Inizia male la tournèe in terra d'Albione per la Vecchia Signora

    Di Luque su rigore e Carroll le reti del Newcastle.

    Esordio con sconfitta per la Juventus nella tournèe anglo-tedesca. Al St. James' Park di Newcastle, davanti a circa 30 mila spettatori, i bianconeri di Torino hanno affrontato i bianconeri di casa in una gara amichevole che ha rappresentato il primo vero banco di prova della formazione allenata da Claudio Ranieri. La formazione inglese è ovviamente più in condizione, considerato che la Premiership comincerà ben in anticipo rispetto alla serie A italiana e questa differente preparazione si è avvertita nel corso della gara.

    La Juventus, che Ranieri ha mandato in campo con un modulo a tre punte, Marchionni, Iaquinta e Trezeguet hanno guidato l'attacco nel primo tempo, ha comunque tenuto abbastanza bene il campo, cercando di non badare tanto al risultato in sé quanto a mettere in pratica il lavoro tattico impostato dal mister.

    Già al 10', però, la Juventus è andata sotto: una spinta di Zebina su Milner in piena area ha indotto l'arbitro a fischiare il penalty, che è stato messo poi a segno da Luque. Subito la Juve ha cercato di reagire e nell'arco di cinque minuti è stato Iaquinta ad avere sui piedi due buone occasioni: nella prima è stato impreciso nel controllo di palla, con la possibilità di trovarsi a tu per tu col portiere avversario, nella seconda è stato impreciso nel tiro, mandando a lato da buona posizione.

    Intorno alla mezzora sono stati Nedved e Marchionni a mettersi in luce, particolarmente pericoloso il ceco al 33' con una conclusione al volo che Given è bravo a deviare in angolo. Come è bravo anche Buffon un paio di minuti dopo a respingere un'insidiosa conclusione dell'ex interista Oba Oba Martins, trovatosi a tu per tu col portiere bianconero anche a causa di un errore difensivo di Zebina; nel proseguo dell'azione, però, la palla finisce sui piedi di Carroll che non ha problemi ad insaccare.

    Gli ultimi quindici minuti del primo tempo sono stati ricchi di capovolgimenti di fronte, ma senza modifiche del risultato, con le squadre che sono andate al riposo sul 2-0; una prima frazione che ha visto la Juventus soccombere nel risultato ma non nel gioco.

    Nella ripresa Ranieri ha mandato in campo gli stessi undici del primo tempo, mentre il Newcastle ha iniziato la girandola di cambi, sostituendo quattro giocatori. La Juventus ha, come nel primo tempo, tenuto maggiormente palla, mentre gli inglesi si sono affidati al contropiede. Nel primo quarto d'ora prima Nedved poi Tiago hanno avuto sui piedi due buone occasioni, ma il tiro del ceco è stato ribattuto da un difensore, mentre quello del portoghese ha trovato un Given attento.

    Al 65' ancora Buffon è dovuto intervenire per sventare sul nascere il pericolo portato da Dyer, lasciato solo soletto in area da una difesa un po' troppo allegra. Al 72' i primi cambi apportati da Ranieri: Chiellini, Palladino e Nocerino prendono il posto di Molinaro, Iaquinta, Tiago. Nessun cambio tattico apportato da Ranieri. E continua anche il tran tran della partita, con la Juventus alla ricerca del goal che riapra i giochi. Al 77' ancora Nedved, dal dischetto del rigore, si fa trovare pronto alla conclusione, ma anche stavolta il ceco non ha fortuna e manda alto. All'80' Ranieri richiama in panca Almiron e Marchionni, mandando in campo Zanetti e Salihamidzic. Nell'ultima parte di gara, però, i ritmi scendono e in pratica non succede più nulla.

    Una buona gara, insomma, della Juventus, a prescindere dal risultato negativo, che ha comunque dimostrato di voler imporre il proprio gioco anche contro un avversario che indubbiamente aveva più birra nelle gambe. Molto positiva la prova di Buffon, Nedved e Marchionni, mentre sono sembrati ancora fuori condizione Tiago e Zebina.


    IL TABELLINO

    NEWCASTLE - JUVENTUS 2-0 (10' Luque, 36' Carroll)

    NEWCASTLE (4-4-2): Given; Carr, Rozehnal, Ramage, Huntington; Milner, Geremi, N’Zogobia, Solano; Martins, Luque. All. Allardyce.

    JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Zebina, Andrade, Grygera, Molinaro; Almiron, Tiago, Nedved; Marchionni, Iaquinta, Trezeguet. A disposizione: Belardi, Birindelli, Chiellini, Legrottaglie, Boumsong, Criscito, Zanetti, Salihamidzic, Nocerino, Blasi, Palladino, Del Piero. All. Ranieri.
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4632831
    Originally posted by Torre878
    E dè


    Dottor Torre.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4632834
    nter, Suazo non basta
    Vince l'Arsenal

    Ancora una sconfitta per i nerazzurri all'Emirates Cup, stavolta battuti 2-1 dai Gunners. Dopo il vantaggio dell'honduregno, grande reazione dei Gunners con Hleb e Van Persie. Discreto l'esordio di Chivu

    LONDRA (Inghilterra), 29 luglio 2007 - L'Inter perde 2-1 contro l'Arsenal nella seconda partita dell'Emirates Cup. Nerazzurri in vantaggio con Suazo e superati dai gol di Hleb e Van Persie. Debutto da sei in pagella per Chivu.
    LA PARTITA - Primo tempo in sofferenza per l'Inter. L'Arsenal, che gioca senza punte di fatto, si affida alle rapide incursioni di Van Persie, Hleb ed Eboué. Julio Cesar si supera in almeno tre occasioni. Dacourt e Filkor faticano in contenimento, Suazo e Balotelli in avanti la vedono poco, anche perché Jimenez non si fa mai notare. Nella ripresa ripartono ancora forte i Gunners, ed è Toldo (entrato al posto di Julio Cesar) a fernare Van Persie. Un po' a sorpresa, arriva il vantaggio dell'Inter. Bel cross di Cesar da destra, e stacco poderoso di Suazo in mezzo a Toure e Gallas. Allora l'Arsenal si getta di nuovo in avanti e arriva il pareggio, pressoché immediato, di Hleb, dopo un'azione insistita. Negli ultimi venti minuti c'è tempo di vedere gli ultimi sforzi dei padroni di casa, premiati da una perla di Van Persie.
    ESORDIO DI CHIVU - C'era molta attesa, all'inizio, per il debutto di Chivu in maglia nerazzurra. Il primo pallone toccato dal rumeno, schierato come terzino sinistro in una difesa di tutti mancini (con Cesar, Samuel e Materazzi), è un errato retropassaggio di testa che finisce in calcio d'angolo. Per il resto, prestazione sufficiente. Forse meglio nella ripresa, quando l'ex romanista torna al centro della difesa; sulla sinistra ci sono meccanismi ancora da oliare. Da segnalare qualche buon disimpegno.
    MIGLIORI E PEGGIORI - C'è da tenere conto che Mancini ha schierato ancora una formazione rimaneggiata. Tra i migliori da segnalare Suazo, che oltre al gol si è mosso bene, soprattutto nel primo tempo. A parte l'honduregno, menzione per Julio Cesar, autore di almeno tre parate decisive. Da registrare la difesa, Samuel in particolare. Spento Jimenez, Adriano (entrato nella ripresa) non pervenuto.

    -----------------
    dopo il Valencia tocca all'Arsenal :cool:
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4632835
    Juve, Ranieri: "Ho preteso che Marchionni non venisse ceduto"

    Il tecnico della Juve è furioso dopo la sconfitta in amichevole con il Newcastle. Elogia alcuni e critica altri.
    "Di buono salvo quello che abbiamo fatto nel primo tempo, anche se è mancata qualità al momento dell’ultimo passaggio. Il secondo tempo non lo considero neppure perché c’era soltanto stanchezza. Tiago non è in condizione e ha avuto l’umiltà di mettersi al servizio di Almiron. Mi è piaciuto Marchionni che, infatti, ho preteso che non venisse ceduto".

  X kaiser

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina