1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4632934
    CANI BAGNINO, LA CARICA DEI 200 PER L'SOS IN MARE
    ROMA - Fisicamente potenti, decisi, nuotatori provetti per natura, addestrati ad hoc per il soccorso dell'uomo in acqua: sono 200 i cani bagnino della Scuola Italiana Cani Salvataggio, in possesso del brevetto riconosciuto dal Ministero dei Trasporti. Collaborano con la Croce Rossa, la Protezione Civile, l'Aeronautica Militare. Venti di loro, della sezione Tirreno, sono quotidianamente operativi sulle motovedette della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, strategico punto di snodo e di traffico.

    Questi prodigiosi compagni a quattro zampe si tuffano da gommoni in corsa o da elicotteri ed affrontano il pericolo con l'unico obiettivo di salvare chi e' in difficolta'.

    ''Oltre al valore tecnico il cane fa da trait d'union tra i cittadini e l'istituzione: sulle spiagge si formano capannelli di bambini e adulti e la Guardia Costiera entra ancor piu' in contatto con i bagnanti'', spiega il presidente della Scuola Cani Salvataggio Tirreno Roberto Gasbarri in un'intervista all'ANSA.

    Soddisfatto della sperimentazione laziale, la prima in Italia, anche Piero Pellizzari, comandante della Capitaneria di Porto di Civitavecchia. ''La sicurezza in mare e il rispetto dell'ambiente - ricorda - sono fondamentali; bisogna prevenire e sensibilizzare. Un'unita' cinofila addestrata insieme a chi opera in mare trasmette un messaggio molto positivo''.

    L'ADDESTRAMENTO
    Cani e conduttori vanno a scuola insieme. Tutti e due sosterranno l'esame per il brevetto. L'intesa deve essere massima: devono capirsi con uno sguardo, perche' in emergenza non c'e' tempo da perdere. Terranova e Labrador sono predisposti, anche per via delle zampe palmate, e sono impiegati da tanti anni. Ultimamente sono utilizzati anche Golden Retriever. Ovviamente non basta la predisposizione, c'e' bisogno di un serio addestramento. Il corso di primo livello dura un anno e mezzo ''ma la formazione per un buon cane da salvataggio, impiegato ai massimi livelli, dura circa tre anni.

    Si comincia - racconta il presidente della sezione Tirreno - con le regole di base e con l'addestramento a terra. A seguire si aggiungono tutti i possibili elementi di distrazione. Si lavora anche con trenta cani insieme, maschi e femmine anche in calore. Il cane non deve distogliersi dal lavoro neanche davanti ad una palla. Poi si aggiunge la propedeutica al salvataggio: il cane impara a soccorrere chi chiede aiuto''. Sono svariate le tecniche di salvamento che si insegnano a cani e conduttori, che sono anche bagnini. Anche quest'ultimo dovra' quindi studiare sodo ed allenarsi: nuoto e medicina veterinaria, tecniche di pronto soccorso e rianimazione.

    I REQUISITI
    Nel centro di addestramento a terra di Velletri, punto di riferimento per il Centro-Sud, arrivano bagnini e volontari della Protezione Civile ma anche semplici appassionati con i loro cani. L'amico a quattro zampe dovra' avere un carattere docile e socievole, una confidenza istintiva con l'acqua e una corporatura robusta (almeno trenta chili). ''Un buon rapporto con il conduttore - conclude Roberto Gasbarri - e' fondamentale, soprattutto in acqua. I due devono nuotare insieme a lungo, soccorrere uno o piu' uomini e portarli in salvo''.

    Giorni fa a Positano, una delle localita' dove i cani della sezione Tirreno collaborano con la Croce Rossa, Bonnie, Labrador di tre anni, ha salvato un bambino di quattro che stava per affogare. Eva, Labrador di dieci anni, e' un'eroica 'veterana'. Ha affrontato ogni genere di difficolta' e all'attivo ha salvato tre vite umane, tra cui quella di un bambino.

    ---------------------
    Voi andate in ferie, e lui lavora :cool: :asd: :asd:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4632935
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4632936

  Cane il bagnino

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina