1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4633235
    Solo 2 mesi fa una città intera andava in delirio per una promozione nella quale erano stati in pochi a crederci durante tutto l'anno. Ma ciò che è accaduto ieri nel ritiro del Potenza a San Gregorio Magno non sembra il seguito della splendida favola che ha scritto i giorni più belli della storia del club rossoblu, e soprattutto riveste un carattere surreale se si pensa che è stato provocato da tifosi (per la verità un'esigua minoranza all'interno della stragrande maggioranza degli sportivi potentini, sempre distintisi per correttezza ed educazione) ai quali squadra e società avevano regalato la gioia più grande in un tempo così recente.
    Prima della partitella a ranghi misti in programma per il pomeriggio di ieri, il giovane difensore Luigi Cuomo è stato aggredito brutalmente da un tifoso il quale, dopo essere penetrato all'interno del terreno di gioco, colpiva il giocatore con un forte schiaffo in pieno volto, contrariato, con ogni probabilità, dai lunghi trascorsi dell'atleta di Nocera Inferiore al Melfi, squadra divisa dal Potenza da una lunga e nota rivalità. Sul posto sono accorsi immediatamente i Carabinieri, unitamente al presidente Postiglione insieme ad altri dirigenti. Questo gesto di inaudita follia ha provocato due conseguenza immediate: la prima è stata l'annullamento della partita, la seconda, quella sicuramente più grave, ha portato Postiglione alle dimissioni. La società, tramite una nota, ha fatto presente "di non volere che passi inosservata l´aggressione fisica, che, tra l´altro, è stata accompagnata anche da minacce nei confronti dello stesso presidente, del direttore sportivo e dell´allenatore. Per questa prima uscita stagionale ci attendevamo un atteggiamento di festa, in vista anche del ritorno in serie C1 (conquistata nello scorso giugno nella finale play off contro il Benevento). E, invece, ci siamo trovati di fronte ad un´aggressione e a un atteggiamento intimidatorio avuto da persone che hanno detto di parlare a nome di tutta la curva".
    "Dopo l´ennesima situazione difficile e quando ci viene a mancare il sostegno dei tifosi", Postiglione ha riferito ai suoi collaboratori che "non ha più senso continuare", manifestando anche l'intenzione di consegnare la squadra nelle mani del Sindaco Vito Santarsiero.
    La risposta dello stesso Santarsiero non si è fatta attendere: "Comprendo l'amarezza del Presidente Postiglione, ma nel contempo non posso non invitarlo ad una serena riflessione su quanto accaduto considerato soprattutto che la città ha avuto piú occasioni di manifestare nei suoi riguardi stima, apprezzamento e gratitudine per i risultati ottenuti e i sacrifici, anche personali, messi in campo.
    Purtroppo la società attuale, anche in realtà tranquille e civili come la nostra, continua, intorno allo sport, a riservarci sorprese e violenze. Dobbiamo alzare la guardia ma nel contempo non bloccare virtuosi ed importanti processi di crescita sportiva come è avvenuto a Potenza nel calcio".

    http://www.tuttomercatoweb.com/index.php?action=read&id=69615

    :( :mad:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Potenza choc: Cuomo viene aggredito e Postiglione si dimette

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina