1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4634197
    Mercoledì, 01 Agosto 2007 23:00:11


    MANCHESTER - Una vittoria che lascia il segno. Sarà stata anche un'amichevole, ma intanto l'Inter vince all'Old Trafford, superando 3-2 i campioni inglesi del Manchester United davanti a 73.738 spettatori, record d'incasso e di presenze per una gara di pre-campionato della squadra di Sir Alex Fergusson. Primo tempo dei nerazzurri meraviglioso, con tre gol in tredici minuti, una doppietta di David Suazo e un gol d'autore di Zlatan Ibrahimovic, risposte immediate e vincenti al vantaggio iniziale di Rooney. Nella ripresa uno sfortunato autogol di Adriano sembra riaprire la partita, ma i nerazzurri (malgrado le sostituzioni e l'inserimento di tre Primavera) difendono e controllano con forza e personalità. Secondo tempo meno brillante, ma un calo era programmato e prevedibile dopo 45 minuti veri, stupendi, senza fiato, e con una preparazione ridotta rispetto all'United, che già domenica affronterà il primo impegno ufficiale della stagione 2007-2008. Nell'Inter ha funzionato tutto. E le vittorie che lasciano il segno nascono e finiscono così. Con un successo di prestigio, che fa bene alla crescita dell'Inter

    PRIMO TEMPO. Nell'Inter, che indossa per la prima volta la nuova maglia Nike nerazzurra preparata per il Centenario, si rivede Dejan Stankovic. Maxwell è riproposto sulla linea dei difensori a destra. Seconda partita consecutiva per Cristian Chivu, che inizia come fluidificante di sinistra. È subito partita vera, con l'United che - malgrado le assenze - quando attacca è sempre pericoloso e, prontivia, si registrano due salvataggi importanti di Marco Materazzi e dello stesso Chivu: Cristiano Ronaldo a sinistra, la nuova stella Eagles a destra, Giggs a sostegno di Rooney. I nerazzurri, per fermarli, devono pressare alti, così da poter innescare i movimenti in velocità di Suazo e "Ibra", al quale capita la prima palla-gol (8'), ma il suo colpo di testa - su calcio d'angolo - è imperfetto. Tre minuti dopo è Van der Sar che anticipa Suazo invitato verso la rete da Dacourt. Ancora Inter con una conclusione (14') di Solari, bloccata dal portiere olandese.

    L'Inter fa la partita, ma l'United va in gol al primo contropiede veloce, un classico della squadra di Alex Fergusson: parte sulla sinistra Cristiano Ronaldo, lancia Evra che si sovrappone, sul traversone difesa nerazzurra scoperta con Rooney che - tutto solo in area sulla destra - può controllare e non dare a Julio Cesar possibilità di replica sul diagonale forte e preciso. È il minuto numero 17. Immediata la replica nerazzurra. Prima una punizione di Stankovic respinta dalla barriera, poi la rete del pareggio, firmata da Suazo (21'). Sul traversone dalla destra di Luis Figo, "Ibra" mette pressione ai Evra e Vidic, in difficoltà, regala la palla all'honduregno che non sbaglia da distanza ravvicinata. Per Suazo - in posizione regolare - è la seconda rete consecutiva in nerazzurro dopo quella di domenica all'Arsenal.

    Come annunciato, è partita vera. E l'Inter c'è. Solida tatticamente e forte di testa. Compatta attorno a Olivier Dacourt, vertice basso del centrocampo, e che può contare su Santiago Solari che imperversa da interno sinistro. La squadra affronta la partita unita, corta e stretta. Minuto numero 27: Stankovic ruba la palla a Evra sulla fascia destra (gli inglesi reclamano un fallo), scambia corto con Figo che lancia nello spazio e sulla corsa il serbo; perfetto e veloce il traversone di Stankovic sul quale "Ibra", al volo, a occhi chiusi, da grande campione, supera Van der Sar con una conclusione perfetta. E non è finita. Perché arriva anche il 3-1, ancora di Suazo: porta palla "Ibra" in posizione centrale e parte in contropiede corto, scambio con Figo che vede l'honduregno con la coda dell'occhio e lo serve subito: controllo e tiro di piatto destro, Van der Sar battuto, i nerazzurri allungano e si abbracciano. Hanno messo il silenziatore all'Old Trafford. Bellissima Inter. Quasi allo scadere del primo tempo, azione tutta a un tocco dell'United: il tiro di Rooney (43') accarezza la parte superiore della traversa.

    SECONDO TEMPO. Si riparte con Adriano (al posto di "Ibra") al fianco di Suazo. Entra Cesar per Materazzi e Mancini ridisegna la difesa: il brasiliano gioca esterno destro, Maxwell passa a sinistra, Chivu fa il centrale. Fascia di capitano a Stankovic, che la eredita da "Matrix". Ritmo a tratti più basso. Fatica l'United a impostare la manovra: pesa certamente l'assenza di Scholes, ma sembrano più decisiva la forza e la voglia dei nerazzurri. Una beffa al minuto 12: punizione fortissima di Cristiano Ronaldo da sinistra, è un tiro-cross che Adriano vorrebbe respingere, ma il suo colpo di testa non può essere quello di un difensore e la palla s'infila alle spalle di Julio Cesar: clamoroso autogol, è 2-3. Walter Samuel, che è un "muro" di professione, consola l'attaccante brasiliano, sfortunato nell'occasione. Gara riaperta. Il pubblico s'infiamma. La squadra di Fergusson non vuole deludere i suoi caldissimi tifosi. Bravissimo Samuel (16') che argina Eagles nell'area piccola. Ora l'Inter è costretta a stringere i denti, a difendere il vantaggio. Ci mette le manoni Julio Cesar (17') che miracoleggia su una conclusione angolatissima dal limite di Cristiano Ronaldo.

    Prima apparizione con la maglia nerazzurra per Nicolas Desenclos, classe 1989, francese, difensore, cresciuto nel Montpellier: Inter e Triestina lo acquisteranno in comproprietà, prelevandolo dal club sloveno dell'Izola di Capodistria. Farà parte del gruppo dell'Inter Primavera di Vincenzo Esposito, ma intanto (20') entra all'Old Trafford (un sogno) al posto di Solari e si piazza sulla fascia destra della difesa con Cesar diventa interno sinistro. Dopo un primo tempo eccezionale, calano un po' i centrocampisti di Mancini e prendono i tavolo quelli di Fergusson, molto più avanti nella preparazione (domenica Supercoppa nazionale contro il Chelsea a Wembley). Una palla recuperata da Stankovic e Jimenez (27') mette in difficoltà l'United e Adriano, che già stava caricando il tiro per il gol, viene anticipato di un niente. Pochi secondi dopo sempre Jimenez (ottima punizione-cross) mette la palla sul secondo palo, dove Cruz e Samuel arrivano con un attimo di ritardo.

    Capita di tutto. Un invasore nudo (29') entra in campo e viene bloccato immediatamente dagli steward. Un atto di goliardia, tutti ridono, l'arbitro Dean estrae ironicamente il cartellino rosso. Entrano Francesco Toldo (35': grande opposizione su Cristoano Ronaldo) e Attila Filkor: il baby ungherese prende il posto di Dacourt. Non fischiato un fallo di dietro di Rooney su Maxwell (37') e Ferdinand spreca - da solo - la palla del 3-3. Ma anche Cesar (42') ha un'occasione per il 4-2: il suo sinistro al volo è murato. E il brasiliano, nei minuti finali, cambia per la terza volta in un tempo il ruolo: entra un altro baby, Bolzoni, e Cesar fa il terzino sinistro.

    IL TABELLINO

    MANCHESTER UNITED: Van der Sar; Brown, R. Ferdinand, Vidic, Evra; Carrick O'Shea; Eagles, Giggs, C. Ronaldo; Rooney.

    In panchina: Martin, Fletcher, Bardsley, Silvestre, Kuszcak.

    Allenatore: Ferguson.

    [B]INTER: Julio Cesar (31' st Toldo); Maxwell (45' st Bolzoni), Materazzi (1' st Cesar), Samuel, Chivu; Stankovic, Dacourt (32' st Filkor), Solari (20' st Desenclos); Figo (14' st Jimenez); Ibrahimovic (1' st Adriano), Suazo (14' st Cruz).

    In panchina: Fatic, Balotelli.

    Allenatore: Mancini.

    ARBITRO: Dean.

    [B]MARCATORI
    : 17' pt Rooney; 21' st Suazo, 27' st Ibrahimovic, 34' pt Suazo; 12' st aut. Adriano

    NOTE - Bellissima serata all'Old Trafford, terreno in perfette condizioni, per l'United record di spettatori per una partita amichevole di pre-campionato (73.738). Calci d'angolo: 5-2 per il Manchester Utd.

    Ufficio Stampa
  2.     Mi trovi su: Homepage #4634199
    Cavolo nn l'ho vista la partita ma dai commenti che leggo e sento l'inter ha fatto un primo tempo da favola, speriamo bene anche nel proseguo della stagione :approved: :approved:
    [url=http://userbarmaker.com/][/url]
    [url=http://userbarmaker.com/][img]http://img100.imageshack.us/img100/
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4634200
    Suazo: "Imparate a conoscermi... "

    Giovedì, 02 Agosto 2007 02:38:48

    MANCHESTER - Due gol in una raffica di minuti. Tre in tre giorni. il biglietto da visita di David Suazo all'Inter è questo, un attaccante capace di aggredire gli spazi e gli avversari in velocità, felice di entrare nei meccanismi della squadra, farsi capire e conoscere per rendere al meglio. Domenica la prima rete nerazzurro, all'Arsenal di testa. All'Old Trafford, sigillo di rapita tanto per cominciare e bis di piatto destro con chirurgica precisione al vertice di un micidiale e bellissimo contropiede corto (Ibra-Figo: tre passaggi per un gol). "Che dire? Sono contento. Sta andando tutto benissimo. Con il passare dei giorni migliora l'intesa della squadra, i compagni stanno imparando a conoscermi, a capire i movimenti che faccio, con o senza palla, ed io entro sempre di più nei meccanismi, cerco di mettere in pratica quello che mi chiede di fare Mancini. È una crescita positiva e continua".


    Stankovic: "Grande partita, Inter perfetta"

    Giovedì, 02 Agosto 2007 02:26:44

    MANCHESTER - "Grande stadio, grande partita, grandissima Inter". La sintesi di Dejan Stankovic è perfetta. C'è tutto quello che il serbo racconta dentro l'Old Trafford colorato di nerazzurro dalle reti di David Suazo e Zlatan "Ibra". "È stata un'Inter perfetta, soprattutto nel primo tempo - appunta il centrocampista -. Siamo partiti forte, con voglia e determinazione, ci tenevamo a far bene in un'occasione così importante e contro un avversario non solo prestigioso, ma forte. È andato tutto bene, anche per il mio rientro e per la mia condizione, quindi non posso che essere felice. Infatti lo sono... ".
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4634201
    Mancini: "Possiamo solo migliorare"

    Giovedì, 02 Agosto 2007 02:11:37

    MANCHESTER - "Il risultato non conta. L'ho detto dopo le sconfitte con Valencia e Arsenal, lo ripeto questa sera dopo una bella vittoria". La coerenza di Roberto Mancini ("sono solo amichevoli d'estate") è riferita più all'equilibrio mancante nell'analisi esterne alla squadra che all'idea di non entusiasmarsi troppo dopo aver sgommato all'Old Trafford davanti ai campioni inglesi. Si è rivista, soprattutto nel primo tempo, l'Inter Campione d'Italia: bella, spettacolare, al tempo stesso pratica. E con una personalità vincente. "È stato un buon test, senza dubbio, perché affrontavamo una grande squadra, più avanti nella preparazione e anche più completa di noi come organico - prosegue nell'analisi il tecnico nerazzurro -. Avevo detto alla vigilia che sarebbe stata un'Inter più vera, ma questo è normale, è abbastanza semplice da realizzare in questa fase della preparazione: basta togliere qualche Primavera dalla formazione iniziale... Comunque, a parte questa banale considerazione, sono soddisfatto. Non del risultato, ma dalla voglia e dalla prestazione dei ragazzi. Andiamo avanti per la nostra strada, cercando di raggiungere la miglior forma e di recuperare, via via, tutti i calciatori del gruppo".

    In attesa del gruppo al completo, è la coppia David Suazo-Zlatan Ibrahimovic che ha colpito la fantasia dei tifosi. Più giocano insieme e più sembrano fatti l'uno per l'altro. "Suazo è nuovo, è chiaro che l'intesa con tutti i compagni migliora con il passare del tempo. Già c'è una buona intesa, non solo con Zlatan, e credo che possa ulteriormente migliorare. Basta lavorare e crederci". Mancini ci crede, intende sfruttare al meglio tutte le risorse tecniche e umane che gli sono state messe a disposizione (prima della gara di Manchester, a Sky, ha dichiarato: "Credo proprio che il mercato in entrata sia finito qui. Poi vediamo, c'è ancora tempo, ma penso che sia finito così"), si gode la prima visita della carriera all'Old Trafford ("emozione no, piacere di giocare in uno stadio così bello certamente") e già si proietta sul prossimo impegno: sabato contro l'Aston Villa, ultima tappa (la quarta) del tour inglese 2007.
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4634202
    Julio Cesar: "Volevamo questa vittoria"

    Giovedì, 02 Agosto 2007 02:21:34

    MANCHESTER - "Adriano? Sono cose che capitano... ". Sorride, Julio Cesar, quando ripensa all'autorete del compagno e amico brasiliano. Una testata, involontaria, di quelle che un portiere non può intercettare in alcun modo. Il più classico degli autogol, ma non è bastato all'United per riprendere in mano una partita dominata dall'Inter nel primo tempo malgrado l'iniziale vantaggio di Rooney. Prima e dopo il 2-3, la squadra di Sir Alex Fergusson non ha comunque mai mollato, esaltando in un paio di occasioni i riflessi di Julio Cesar, protagonista soprattutto in occasione di una deviazione in corner di un mega tiro firmato Cristiano Ronaldo. "Loro - commenta a fine gara il portiere - sono più avanti di noi nella preparazione e questo si è visto soprattutto nel finale, quando hanno tenuto in campo la squadra che aveva iniziato la partita e hanno fatto di tutto per non perdere. Ma noi siamo stati bravi, veramente bravi: non abbiamo mai mollato di un centimetro, volevamo questa vittoria perchè, anche se sono amichevoli, non piace a nessuno perdere e noi avevamo già... dato con Valencia e Arsenal".
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4634203
    Promossi&Bocciati di Manchester United-Inter

    Suazo è un cecchino infallibile, Adriano sbaglia porta. Rooney ci prova da tutte le parti, la difesa inglese è fatta di burro.

    Suazo: Due tiri e due gol, praticamente perfetto. Eppure il suo inizio di gara non è stato dei più agevoli sempre ingabbiato dai mastodontici Vidic e Ferdinand ma alla prima occasione ha fatto centro fulminando Van der Sar con un gol da opportunista alla Inzaghi. Si ripete in occasione del terzo gol quando imbeccato alla perfezione da Figo piazza il pallone nell’angolino alla sinistra del portiere olandese confermando di essere una macchina da gol molto produttiva. Crespo è avvisato. Voto 7,5

    Figo: Insieme a Suazo è sicuramente lui il miglior acquisto dell’Inter stagione 2007/2008. Aveva deciso di andare a giocare in Quatar ma per fortuna di Mancini è restato ed oggi ha dimostrato di essere ancora un giocatore fenomenale. Delizioso l’assist per Suazo in occasione del 3-1. Voto 7

    Rooney: Dimostra di avere grande personalità quando in più di una circostanza cerca l’eurogol dal limite andandoci molto vicino. Suo il gol che illude il Manchester ma molto del merito va alla topica difensiva di Chivu che gli spalanca la porta davanti ad un incolpevole Julio Cesar. Voto 6,5

    Ibrahimovic: Va ancora a sprazzi complice l’infortunio occorsogli nel finale dello scorso campionato ma quando accelera sono dolori per tutti. Firma il gol del sorpasso e ci mette lo zampino pure nel terzo gol. Voto 6,5

    C.Ronaldo: Il solito funambolo che arrivato ai sedici metri si perde in un bicchiere d’acqua anche se nella ripresa ci vuole un grande Julio Cesar per sbarrargli la strada. Se non si incaponisse in inutili ghirigori sarebbe devastante. Voto 6,5

    Chivu: Il jolly tanto amato da Mancini questa volta stecca. Impiegato nel ruolo di terzino sinistro perde più volte il duello con Giggs e macchia la sua prova con un “buco” in occasione del gol di Rooney. Nella ripresa si sposta in mezzo e le cose per lui si mettono decisamente meglio. Voto 5,5

    La difesa del Manchester: Come il burro viene perforato da una lama tagliente così Ferdinand e compagni vengono tagliati a fette dalle accelerazioni di Stankovic, Ibrahimovic e Suazo. Troppo lenti e sgraziati i difensori di Ferguson per attaccanti del genere. Voto 5

    L’autogol di Adriano: Stacco imperioso e pallone in rete! Peccato che la porta sia quella sbagliata ed il brasiliano triste rivede la strada in salita. Voto 3
  7. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4634204
    Maxwell ha giocato a destra?:confused:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Manchester Utd.-Inter 2-3: meraviglie nerazzurre

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina