1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4637377
    MILANO, 8 agosto 2007 - Dopo il blitz di metà luglio a Barcellona, il Milan è tornato alla carica sul fronte Ronaldinho. Lunedì c’è stato un nuovo contatto tra Adriano Galliani e Roberto Assis, il fratello-agente dell’ex Pallone d’oro che i rossoneri stanno ormai inseguendo da un paio di anni. Ed è stato positivo. Ancora una volta.
    COLLOQUIO PROFICUO - Quest’inverno Roberto Assis era stato più volte a Milano. Un po’ per curare gli affari di Ricardo Oliveira (altro suo assistito), ma soprattutto per tessere la trama su Ronaldinho. E quei faccia a faccia erano serviti a prendere una sorta d’impegno d’onore tra il campione brasiliano e la società rossonera. Di fatto Ronaldinho s’era impegnato a dare la priorità al Milan in caso di divorzio dal Barcellona. Ma quella promessa sinora è rimasta nel vago, visto che il presidente catalano Joan Laporta sinora ha risposto picche a tutte le offensive rossonere. Già a fine campionato Adriano Galliani aveva chiesto invano udienza al suo collega-amico. Poi, il tentativo è stato ripetuto, appunto, alla vigilia dell’ultimo consiglio federale. E anche nel secondo incontro Laporta ha difeso la posizione. Ciò ha indotto il giocatore ad abbassare il profilo delle proprie aspettative.
    CONTRATTO FERMO - Ma è significativo che nel frattempo non abbiano avuto accelerazioni le trattative tra Ronaldinho e il Barça per il rinnovo del contratto adesso in scadenza nel 2010. Il brasiliano scalpita per avere un adeguamento, mentre la società catalana è consapevole dell’inevitabile sforzo finanziario collegato a questa scadenza. Anche perché, alla conclusione del quinquennio di residenza in Spagna, il campione di Porto Alegre non potrà più godere della tassazione di favore al 25%. E l’esborso per il club salirebbe al 44%. Di questa situazione d’imbarazzo il Milan è pronto ad approfittare. Ma perché si determinino queste condizioni occorre anche uno strappo con l’ambiente che al momento non appare maturo. La stagione è appena iniziata e in casa blaugrana tutto sembra scorrere liscio. Tuttavia la forte concorrenza per i ruoli d’attacco e le inevitabili gelosie potrebbero determinare a breve dei radicali cambi di strategia. Ovviamente Adriano Galliani e Roberto Assis l’altro giorno hanno parlato anche questo e hanno convenuto di non correre rischi anzitempo. Perciò la tattica è quella di aspettare che a Barcellona maturino gli eventi. Poi, il Milan e Ronaldinho si regoleranno di conseguenza.
    PASSAPORTO IN ARRIVO - E comunque il futuro di Ronaldinho (come quello di Eto’o) è fatalmente legato alla felice conclusione della pratica per il suo passaporto spagnolo. Secondo le norme spagnole i cittadini di paesi d’origine latina possono acquisire il passaporto spagnolo dopo soli due anni. Un po’ com’è appena avvenuto per Julio Baptista del Real Madrid. Nel caso di Ronaldinho ci sarebbero i tempi perché l’iter venga chiuso a breve. Ma siamo di fronte a una vera e propria lotta contro il tempo. Dopo l’ingaggio di Pato, infatti, il Milan non può più tesserare extracomunitari in questa stagione. Per questa ragione la società rossonera deve attendere che Ronaldinho (o Eto’o) diventi comunitario per tentare il proprio assalto. Quindi si prospettano due alternative. Se Ronaldinho diventa spagnolo entro il 31 agosto può anche essere tentato un assalto in extremis per l’estate. In caso contrario bisognerà pazientare sino alla riapertura delle liste di gennaio. Per quella data si ritiene che la burocrazia spagnola avrà fatto il suo corso...
    ALTERNATIVA BAPTISTA - Il contatto con Ronaldinho, dunque, spiega la riapertura di Galliani sul mercato. In via Turati escludono, però, altre piste. A Madrid, invece, danno ancora in piedi il discorso per Julio Baptista rossonero. Stiamo a vedere.
  2. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4637380
    Originally posted by massituo
    Ripeto: Ronaldinho arriverà quando sarà in scadenza di contratto.
    Oltretutto S'è capito che il milan gli acquisti se li fa li fa a gennaio per prendere la gente(scontenta) a poco


    In modo da addolcire la perdita di Kaka che molti danno a madrid l anno prossimo...motivo x cui è stato preso Peto a una cifra folle.
    Ma secondo te non prendete nessuno? A me pare strano...ok avete vinto la Champions e avete Oddo e Ronaldo dall inizio pero c è gente con un anno in piu sulle spalle...molto credo dipenda da Gila se torna quello di qualche tempo fa...
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4637381
    Originally posted by DYD_1974
    In modo da addolcire la perdita di Kaka che molti danno a madrid l anno prossimo...motivo x cui è stato preso Peto a una cifra folle.
    Ma secondo te non prendete nessuno? A me pare strano...ok avete vinto la Champions e avete Oddo e Ronaldo dall inizio pero c è gente con un anno in piu sulle spalle...molto credo dipenda da Gila se torna quello di qualche tempo fa...
    kaka non si muove. inutile che continuano con la storiella di kaka perchè è incedibile, galliani è stato chiaro. Se ronaldinho arriva arriva senza che nessuno vada via. Pato è stato preso perchè serviva uno che non pestava i piedi ai 3 la davanti, che permettesse a gilardino di non avere pressioni eccessive e che fosse un giocatore da futuro assicurato...fra 3 anni inzaghi non ci sarà piu, neppure ronaldo...-> kaka ronaldinho gilardino peto.
    Non so se prenderemo qualcuno...secondo me manca un centrocampista e basta.

    Ah gila ha fatto 35 gol in due anni. Nessuno nel milan ha fatto meglio:cool:

  Milan: ecco il piano per Ronaldinho

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina