1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4638463
    Grazie Vieira per aver regalato un pallone a un passante fuori la curva a.:cool:

    Comunque buona Inter.:)
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage #4638466
    Originally posted by Dennis Bergkamp
    il napoli è una squadra di calcio, l'inter una squdra di kalcio :cool:


    Ekkola, skierata kontro la Biuve e in gol dopo 90 sekondi...

    INTER (4-3-1-2): Toldo; Fatik, Desenklos, Rivas, Kesar; Bolzoni, Filkor, Solari; Jimenez; Adriano, Kruz.
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4638470
    Originally posted by SUPERPADREPIO
    Trofeuccio estivo...Buona Inter sì, ma si giocava contro il Napoli...mica una squadra di calcio:cool: :P


    Super mi fai rimpiangere i commenti di Max che seppure è monotono come te almeno spesso mi fa ridere.A me piace scherzare (come quando lo facemmo sulla mia firma lunga e poi su quella che ti ricordava un particolare mese) ma quando si batte su unico senso lo scherzo inizia a infastidire.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4638471
    Originally posted by Canemacchina
    mi son piaciuti Nocerino, Almiron, Andrade, Criscito a sprazzi, Rivas, Suazo, Jimenez.. il Lavazza Napoli.. boh.. non c'ho capito molto :asd:


    Tiago è un assassino.:cool:

    Lavezzi?Chiedi a Tiago quando è stato bevuto in dribbling da Caffè Lavezzi.Considerando i palloni che ha avuto merita la sufficienza piena.7 se in contropiede invece di darla a Calaiò (o dargliela meglio) avesse impallinato Belardi.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5.     Mi trovi su: Homepage #4638472
    quel che ne deduco io per quel che riguarda la juve è che , come ormai era ben chiaro a tutti escluso i dirigenti e l'allenatore della juve, iaquinta è la morte del calcio.
    A seguire la difesa è inguardabile a parte criscito (diventerà un grande campione) e il portiere...chi minchia è?
    In compenso alminron e nocerino tengono centralmente e delpio è sempre delpio. Ma dopo di lui a questo punto meglio zalayeta o palladino...
    Per terre incognite vanno le nostre legioni
    a fondare colonie a immagine di Roma
    "Delenda Carthago"
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4638473
    Sorride solo l'Inter giovane La Juve è ancora lontana

    Un gol del brasiliano consegna ai nerazzurri il Trofeo Moretti. Mancini schiera tanti Primavera ma in un San Paolo gremito vince con merito la prima sfida con Ranieri. Prima una magia di Del Piero aveva piegato il Napoli, sconfitto anche dall'Inter. Suazo ancora in rete

    NAPOLI, 8 agosto 2007 - Bastano novanta secondi all'Inter per sbloccare il risultato nella sfida con la Juventus. E' il brasiliano Cesar a siglare l'1-0 dopo uno scambio con Adriano chiuso da una carambola sul piede di Boumsong. Rispetto alle attese il primo confronto post-Calciopoli, seppur in pieno precampionato, delude un po'. Mancini sceglie di giocare il confronto con i bianconeri con le seconde linee, mentre a Ranieri erano già venuti a mancare quattro titolari prim'ancora di viaggiare verso Napoli. Tempo di esperimenti insomma, terreno fertile per quei giocatori, come Cesar e Jimenez (pericoloso con un tiro deviato in angolo da Belardi all'8'), che devono convincere i rispettivi allenatori. Il gol-flash di Cesar agevola il compito dei nerazzurri, che rischiano al 17' sul tiro di Zalayeta deviato da Toldo sul palo e due minuti dopo su iniziativa di Zanetti. Almiron e Molinaro provano a cambiare l'inerzia della partita nella seconda minifrazione di gioco, dove la Juve costruisce le occasioni migliori senza riuscire a pareggiare. La sensazione però, è che al di là delle assenze la Juve abbia ancora tanto da lavorare. Come Adriano, che però qualche segnale confortante l'ha lanciato, arrivando a un passo dal 2-0.

    IL TABELLINO
    INTER (4-3-1-2): Toldo; Fatic, Desenclos (Filippini dal 10' s.t.), Rivas, Cesar; Bolzoni, Filkor (Pedrelli dal 19' s.t.), Solari; Jimenez; Adriano, Cruz. All. Mancini
    JUVENTUS (4-4-2): Belardi; Zebina (Birindelli dal 9' p.t.), Boumsong, Andrade, Molinaro; Zanetti, Nocerino (Olivera dal 3' s.t.), Almiron, Salihamidzic; Palladino, Zalayeta. All. Ranieri.
    ARBITRO: Stefanini
    MARCATORE: Cesar al 2' p.t.
    NOTE: ammonito Andrade (proteste), Nocerino (g.s.), Solari (c.n.r.).


    INTER-NAPOLI 2-0 - L'Inter dà spettacolo. Due gioielli di Stankovic e Suazo consegnano i nerazzurri alla sfida con la Juventus che assegnerà l'undicesimo Trofeo Moretti. Primi minuti da ping pong. Il Napoli è più brillante e risponde agli attacchi dell'Inter senza paura. Apre Figo (tiro deviato di poco oltre il palo); risponde Sosa in due riprese (sassata da fuori area a lato e colpo di testa di un soffio fuori misura su cross di Rullo); poi tocca a Ibrahimovic, che stampa il pallone sulla traversa con una palombella a metà tra il tiro e il cross. Quello che impressiona dell'Inter, ancora imballata come è logico che sia dopo il lavoro di questi giorni, è la superiorità fisica schiacciante. Fattore questo, destinato a spostare gli equilibri. Anche in una sfida di mezza estate come quella del Trofeo Moretti. Così, dopo il balzo di Julio Cesar sulla zuccata di Domizzi, è solo l'irripetibile errore a un metro dalla porta di Viera (su torre di Ibra) a graziare Gianello. Questione di tempo, perché quando Dacourt appoggia a Stankovic a 25 metri dalla porta, il serbo infila l'angolino con un esterno basso da urlo quasi a metà della seconda minifrazione. Pochi secondi dopo ecco il 2-0: Suazo prende la mira dal limite e lascia partire un bellissimo tiro a giro che sorprende il portiere azzurro. Da applausi. Ed ora l'attesissima Inter-Juve.

    IL TABELLINO
    NAPOLI (3-5-2): Gianello; Cupi, Cannavaro, Domizzi (Capparella dal 12' s.t.); Grava, Gatti, Montervino, Hamsik (Bucchi dal 7' s.t.), Rullo; De Zerbi, Sosa. All. Reja
    INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Rivas, Materazzi, Chivu, Maxwell; Vieira, Dacourt, Stankovic, Figo; Suazo, Ibrahimovic. All. Mancini.
    ARBITRO: Giannoccaro
    MARCATORI: Stankovic al 9', Suazo al 10' s.t.


    NAPOLI-JUVENTUS 1-0 - Tocca alla Juventus aprire il Trofeo Moretti. Naturale per una squadra che affronta questa stagione come quella del risveglio, di un nuovo inizio. Come per Del Piero, subito a segno nella settimana che gli ha riservato qualche inaspettata difficoltà nelle operazioni di rinnovo contrattuale. Ranieri affianca Iaquinta a Del Piero e Trezeguet. E' il tridente la novità più interessante nella Juve, che parte a razzo ma non nasconde qualche incertezza, come nelle ultime apparizioni. A destra Nocerino e Iaquinta si muovono in continuazione, ma il tentativo di Del Piero dopo pochi secondi resta a lungo l'unica occasione creata dai bianconeri. Da Almiron e Tiago, più arretrato rispetto all'argentino, arriva poco sostegno e al Napoli (più brillante con Gargano e Lavezzi in crescita evidente) riescono un paio di tentativi neutralizzati da Belardi o dall'imprecisione. Poi ci pensa Del Piero. All'inzio del secondo "minitempo" il sinistro splendido da una ventina di metri (dopo l'appoggio di Birindelli), rompe il ghiaccio. Poi è solo nervosismo (durissima l'entrata di Tiago su Gargano) e poco altro, fino all'occasione sprecata da Iaquinta a pochi secondi dal fischio finale.

    IL TABELLINO
    NAPOLI (3-5-2): Iezzo; Cannavaro, Domizzi, Maldonado; Garics, Hamsik, Gargano, Dalla Bona, Savini; Calaiò, Lavezzi. All. Reja.
    JUVENTUS (4-3-3): Belardi; Birindelli, Andrade, Criscito, Molinaro; Tiago, Almiron, Nocerino; Del Piero, Trezeguet, Iaquinta. All. Ranieri.
    ARBITRO: Brighi.
    MARCATORE: Del Piero al 4' s.t.
    NOTE: ammonito Criscito (g.s.), Tiago (g.s.) e Maldonado.
  7. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4638474
    Originally posted by lucafiQo
    [B]Sorride solo l'Inter giovane La Juve è ancora lontana

    Un gol del brasiliano consegna ai nerazzurri il Trofeo Moretti. Mancini schiera tanti Primavera ma in un San Paolo gremito vince con merito la prima sfida con Ranieri. Prima una magia di Del Piero aveva piegato il Napoli, sconfitto anche dall'Inter. Suazo ancora in rete

    NAPOLI, 8 agosto 2007 - Bastano novanta secondi all'Inter per sbloccare il risultato nella sfida con la Juventus. E' il brasiliano Cesar a siglare l'1-0 dopo uno scambio con Adriano chiuso da una carambola sul piede di Boumsong. [/B]
    c'è sempre in mezzo Boumsong:asd: :asd:
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  8.     Mi trovi su: Homepage #4638476
    Alcune considerazioni:

    1- Se giochiamo come abbiam fatto ieri, prendiamo 3 espulsioni a partita.

    2- Il Napoli fa veramente cagare. Pur impegnandosi son bastati alcuni lampi avversari per perdere.

    3- Lavezzi e' bravo con la palla tra i piedi, ma fa solo quello ed e' sempre per terra.

    4- L'incasso pare sara' devoluto all'associazione "Vincenzo Iaquinta" che vedra' sottoposto il giocatore ad un'importante operazione per rimontargli i piedi che la natura gli ha fatto crescere al contrario.

    5- Nocerino e' veramente bravo.

  trofeo birra moretti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina