1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639549
    E dopo la pausa estiva, tornano di scena i motori, con il motomondiale a Brno per il Gp della Repubblica Ceca :D



    Tutto su Brno
    Il tracciato ceco deve il suo fascino ai frequenti cambi di livello e all'alternarsi di curve veloci e parti più lente

    Il circuito di Brno, nella Repubblica ceca, mantiene ancora tutto il suo fascino grazie ad un misto di curve veloci e cambi di direzione rapidi: la pista, tecnica e veloce, è certamente un ottimo banco di prova per moto e piloti.

    Una delle caratteristiche principali del tracciato è la costante variazionie di livello: costruito sui fianchi boscosi delle colline ceche, il circuito vanta molte curve in forte pendenza. Proprio per questa particolare conformazione per affrontare le curve in controtendenza sono fondamentali la perfetta messa a punto della moto e le capacità del pilota.

    Considerato da diversi piloti uno dei tracciati più completi, Brno si distingue per la parte finale dove una salita molto pronunciata con due chicane, una molto lenta e l'altra più veloce, conduce al rettilineo del traguardo.

    Gli orari del GP
    Questi il programma e la copertura tv del GP della Repubblica Ceca che si corre domenica a Brno:

    VENERDI

    13.05-13.35 - Prove ufficiali classe 125
    13.50-14.50 - Prove libere MotoGP
    15.05-15.50 - Prove ufficiali classe 250
    (Diretta Eurosport dalle 13 alle 14.50, sintesi Italia1 0.50)

    SABATO
    13.05-13.35 - Prove ufficiali classe 125
    13.50-14.50 - Prove ufficiali MotoGP
    15.05-15.50 - Prove ufficiali classe 250
    (Diretta Eurosport dalle 13; Italia1 dalle 13.25)

    DOMENICA
    11 - GP 125
    12.15 - GP 250
    14 - GP MotoGP
    (diretta Italia 1 ed Eurosport dalle 10.45)





    I DATI DEL CIRCUITO

    Costruzione: 1987
    Modificato: 1996
    Lunghezza: 5.403 metri
    Curve a destra: 8
    Curve a sinistra: 6
    Rettilineo più lungo: 636 metri

    Gara MotoGP: 22 giri (118.866 km totali)
    Gara 250: 20 giri (108.06 km totali)
    Gara 125: 19 giri (102.657 totali)

    TUTTO SULL'EDIZIONE 2006

    Gara MotoGP: 1) Loris Capirossi 2) Valentino Rossi 3) Dani Pedrosa
    Pole: 1'56"191 segnata da Valentino Rossi

    Gara 250: 1) Jorge Lorenzo 2) Andrea Dovizioso 3) Hiroshi Aoyama
    Pole: 2'02"292 segnata da Jorge Lorenzo

    Gara 125: 1) Alvaro Bautista 2) Mika Kallio 3) Gabor Talmacsi
    Pole: 2'07"874 segnata da Mika Kallio




    Video: Un giro di pista
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639550
    Brno, sorpresa Guintoli
    Stoner è 2°, Rossi 6°


    Nelle prime libere del GP della Repubblica Ceca il francese della Yamaha gommata Dunlop precede il leader iridato della Ducati. Capirossi è quarto davanti a De Puniet e Valentino. Melandri 17°

    BRNO (Repubblica Ceca), 17 agosto 2007 - Un'autentica sorpresa quella di Sylvain Guintoli. Il francese della Yamaha gommata Dunlop ha infatti segnato il miglior tempo della prima giornata di prove libere del GP della Repubblica Ceca, classe MotoGP.
    In 1'58"362 Guintoli ha preceduto il leader del Mondiale, Casey Stoner (Ducati, 1'58"568), lo statunitense della Suzuki John Hopkins (1'58"868) e l'italiano della Ducati, Loris Capirossi (1'58"969). Sesto tempo per la Yamaha di Valentino Rossi che ha girato in 1'59"176, chiudendo alle spalle Randy De Puniet (Kawasaki, 1'59"604). Solo 17° Marco Melandri, che ha girato solo nella prima sessione. Il pilota del team Gresini, che a Laguna Seca era caduto fratturandosi l'astragalo del piede sinistro, alla fine della prima ora ha accusato problemi al collo saltando la sessione del pomeriggio. In Clinica Mobile gli è stata riscontrata una forte cervicalgia. Domani dovrebbe comunque tornare in sella.
    Nella classe 250 pole provvisoria di Alex Debon. Lo spagnolo dell'Aprilia ha preceduto il nostro Andrea Dovizioso su Honda e il leader iridato Jorge Lorenzo. Quarto tempo per Mika Kallio. Settimo tempo per Marco Simoncelli. In 125 pole provvisoria per il ceco Lukas Pesek su Derbi. Secondo l'ungherese Gabor Talmacsi su Aprilia, terzo Mattia Pasini, sempre su una moto di Noale. Prima fila anche per lo spagnolo Hector Faubel su Aprilia.

    ---------------

    Stagione 2008 - Capirex saluta
    Il pilota di Castel San Pietro ha annunciato a Brno il suo passaggio in Suzuki nel 2008. Per lui contratto annuale con opzione sulla stagione successiva

    Loris Capirossi rompe il lungo matrimonio con la Ducati e sceglie la Suzuki. A Brno, dove domenica i centauri della MotoGP si affronteranno nel 12° appuntamento iridato del 2007, il pilota di Castel San Pietro ha svelato quale sarà il suo prossimo futuro, anche se per un annuncio ufficiale davanti alla stampa bisognerà attendere il pomeriggio.

    "Posso già dire che ho firmato un contratto di un anno con la Suzuki, con un'opzione per la stagione 2009. Sono contento dei cinque anni passati alla Ducati perché sono state stagioni entusiasmanti ed abbiamo vinto delle belle gare insieme. Ma è arrivato il momento di cambiare e di provare nuovi motivazioni agonistiche. Devo ringraziare la Suzuki che mi ha accolto con molto entusiasmo e mi ha promesso il suo pieno supporto. Per me adesso è però importate finire bene la stagione perché fino a dicembre resto un pilota della Ducati".

    Loris Capirossi risponde così picche alla proposta di Borgo Panigale di una terza Ducati e decide di voltare pagina lasciando una squadra che nella prossima stagione punterà su Casey Stoner e Marco Melandri. Protagonista di un campionato poco soddisfacente in cui non sono mancati i problemi con la Rossa, Capirex occupa attualmente l'ottava posizione nella classifica iridata piloti: suo miglior risultato il 2° posto strappato in Germania lo scorso luglio.

    -------------------
    Microfono ai protagonisti
    Questo week-end torna il Motomondiale: in occasione del 12° appuntamento iridato piloti impegnati a Brno


    Casey Stoner (Ducati). "Sono contento di tornare in pista dopo la pausa estiva, che ho trascorso a casa, in Australia. Il mio obiettivo è continuare a dare il massimo e provare a vincere ancora. A Brno ho sempre avuto dei risultati positivi. E' una pista bella, veloce e filante, un po' come il Mugello e Phillip Island; insomma una delle mie favorite. Questo non vuol dire che automaticamente andrò più forte di tutti ma semplicemente che mi piace molto, quindi dobbiamo aspettare e vedere come si metterà per noi. Per quanto riguarda il pacchetto Ducati Bridgestone, viene subito in mente la bellissima vittoria dell'anno scorso di Loris che però anche a Jerez aveva fatto una grande gara mentre noi quest'anno abbiamo fatto fatica. Non serve fare previsioni, vedremo come sarà quando ci arriveremo. In ogni caso sono certo che saremo pronti ad affrontare ogni situazione e spero che domenica saremo ancora una volta in ottima forma".

    Loris Capirossi (Ducati). "Mi sento pronto per la seconda parte della stagione e per continuare a lavorare nella direzione che abbiamo trovato nelle ultime due gare. Amo la pista di Brno dove l'anno scorso ho vinto e che è sicuramente una delle mie piste migliori. Mi piace perché è un tracciato veloce, con molte curve rapide ma anche con sezioni piuttosto impegnative, in salita e in discesa dove la moto deve funzionare molto bene. Serve un buon bilanciamento per poter avere la fiducia necessaria. L'anno scorso a Brno abbiamo guidato per la prima volta la 800cc e sarà interessante farlo di nuovo perché adesso parliamo di una moto che ha fatto parecchia strada e che è molto diversa. A Brno la potenza è uno dei fattori che contano. Penso che inizierò le prove con due specifiche di motore, quella standard e quella che sto usando da un paio di gare e da lì decideremo quale usare in gara".

    Marco Melandri (Honda). "Dopo il Gp degli Stati Uniti, mi sono fermato in California da amici. Il piede continuava a farmi male cosi' mi sono sottoposto a ulteriori accertamenti medici, scoprendo di avere una frattura all'astragalo sinistro. Rientrato in Italia ho inziato le terapie di riabilitazione. Il piede mi fa ancora un po' male, ma a Brno cerchero' di ottenere comunque un buon risultato. Per le caratteristiche della nostra Honda forse quello ceco non è un tracciato così favorevole come erano i circuiti del Sachsenring e di Laguna Seca, ma sono comunque sereno. Tornare sul podio a Laguna Seca, dopo un fine settimana complicato dalla caduta, è stato davvero importante per me, un terzo posto che valeva una vittoria. La nostra moto adesso funziona bene, ho un buon feeling e ho voglia di un finale di stagione ad alti livelli. Vorrei regalare a Fausto Gresini e a tutta la squadra ancora grandi soddisfazioni. Que sta squadra mi ha insegnato davvero tanto e anche quando eravamo nei periodi più neri, ha lavorato sempre durissimo e mi sono stati sempre molto vicino. Riparto da Brno con una grande motivazione e con la consapevolezza di lavorare per un bel risultato".

    Toni Elias (Honda). "Quando sono caduto ad Assen, mi ero posto come obiettivo di rientrare a Brno e penso di potercela fare. Certo non potrò essere al 100 per cento, diciamo che forse saro' al 60 per cento, ma è il momento di tornare a fare il mio lavoro: salire in moto e guidare nuovamente. Le curve della pista di Brno possono essere difficile per la mia gamba, ma ci voglio provare. Ho fatto tantissima riabilitazione in Spagna e credo che le cure abbiano funzionato. Certo il lavoro fatto per recuperare e' stato particolarmente doloroso, ma per fare questo lavoro, talvolta ti devi cofrontare con il dolore".
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639551
    Talmacsi in pole a Brno !
    GP della Rep. Ceca : 125cc - Qualifiche 2


    Non ce la fa Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) a confermare la pole position provvisoria ottenuta ieri sulla pista di casa, il pilota ceco scivola nel corso della seconda sessione di qualifiche e non riesce a recuperare il miglior tempo della sessione.

    La pole finisce quindi a Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar) che a Brno può contare su di un nutrito seguito di tifosi per quello che potrebbe considerarsi un po' come un GP di casa per il pilota ungherese. Dietro a Talmacsi troviamo il compagno di squadra Hector Faubel e Mattia Pasini (Polaris World).

    Ultimo pilota della prima fila il giapponese Tomoyoshi Koyama (red Bull KTM). Fuori dalla prima fila quindi Lukas Pesek che partirà dalla quinta piazza della griglia, seguito Randy Krummenacher (Red Bull KTM) e dalla Aprilia Bancaja Aspar di Sergio Gadea. Sandro Cortese (Emmi Caffe Latte). Pablo Nieto (Blusens Aprilia) ha il nono tempo davanti a Pol Espargaro (Belson Campetella).

    -------------
    Risultati completi qualifiche classe 125
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.

    1 14 G.TALMACSI APRILIA 2'06"861 + 0"000 + 0"000 153.32 10
    2 55 H.FAUBEL APRILIA 2'07"402 + 0"541 + 0"541 152.67 10
    3 75 M.PASINI APRILIA 2'07"429 + 0"568 + 0"027 152.64 9
    4 71 T.KOYAMA KTM 2'08"155 + 1"294 + 0"726 151.78 12
    5 52 L.PESEK DERBI 2'08"200 + 1"339 + 0"045 151.72 10
    6 34 R.KRUMMENACHER KTM 2'08"421 + 1"560 + 0"221 151.46 12
    7 33 S.GADEA APRILIA 2'08"578 + 1"717 + 0"157 151.28 9
    8 11 S.CORTESE APRILIA 2'08"614 + 1"753 + 0"036 151.23 11
    9 22 P.NIETO APRILIA 2'08"694 + 1"833 + 0"080 151.14 11
    10 44 P.ESPARGARO APRILIA 2'08"712 + 1"851 + 0"018 151.12 7
    11 60 M.RANSEDER DERBI 2'08"952 + 2"091 + 0"240 150.84 11
    12 24 S.CORSI APRILIA 2'08"955 + 2"094 + 0"003 150.83 11
    13 38 B.SMITH HONDA 2'09"375 + 2"514 + 0"420 150.34 10
    14 20 R.TAMBURINI APRILIA 2'09"392 + 2"531 + 0"017 150.32 12
    15 7 A.MASBOU HONDA 2'09"463 + 2"602 + 0"071 150.24 12
    16 6 J.OLIVE APRILIA 2'09"652 + 2"791 + 0"189 150.02 12
    17 29 A.IANNONE APRILIA 2'09"726 + 2"865 + 0"074 149.94 8
    18 12 E.RABAT HONDA 2'09"729 + 2"868 + 0"003 149.93 12
    19 63 M.DI MEGLIO HONDA 2'09"734 + 2"873 + 0"005 149.93 12
    20 8 L.ZANETTI APRILIA 2'09"845 + 2"984 + 0"111 149.80 10
    21 15 F.SANDI APRILIA 2'09"847 + 2"986 + 0"002 149.80 12
    22 35 R.DE ROSA APRILIA 2'10"055 + 3"194 + 0"208 149.56 3
    23 95 R.MURESAN DERBI 2'10"328 + 3"467 + 0"273 149.24 11
    24 27 S.BIANCO APRILIA 2'10"477 + 3"616 + 0"149 149.07 11
    25 18 N.TEROL DERBI 2'10"546 + 3"685 + 0"069 149.00 12
    26 56 H.VAN DEN BERG APRILIA 2'10"598 + 3"737 + 0"052 148.94 7
    27 51 S.BONSEY KTM 2'10"786 + 3"925 + 0"188 148.72 11
    28 37 J.LITJENS HONDA 2'10"820 + 3"959 + 0"034 148.68 12
    29 77 D.AEGERTER APRILIA 2'11"121 + 4"260 + 0"301 148.34 4
    30 86 R.CARDUS APRILIA 2'11"176 + 4"315 + 0"055 148.28 11
    31 94 T.WIRSING HONDA 2'11"808 + 4"947 + 0"632 147.57 9
    32 99 D.WEBB HONDA 2'11"933 + 5"072 + 0"125 147.43 7
    33 53 S.GROTZKYJ APRILIA 2'11"942 + 5"081 + 0"009 147.42 11
    34 13 D.LOMBARDI HONDA 2'12"631 + 5"770 + 0"689 146.65 5
    35 93 M.PRASEK HONDA 2'13"786 + 6"925 + 1"155 145.39 11
    36 91 K.MAJEK FGR 2'15"108 + 8"247 + 1"322 143.96 9
    37 92 K.PESEK APRILIA 2'15"723 + 8"862 + 0"615 143.31 13
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639552
    Nessuno come Stoner
    L'australiano su Ducati infila la terza pole consecutiva a Brno davanti alle Honda ufficiali di Hayden e Pedrosa. Rossi e Capirossi lontani, Marco Melandri dichiara forfait. In 125cc Gabor Talmacsi su tutti



    Lotta serrara in MotoGP per la pole del Gran Premio della Repubblica Ceca. Difficile però contrastare alla fine la potenza della Ducati e il genio di Casey Stoner. L'australiano, mai pago dei suoi giri e dei suoi tempi, vuole la perfezione e la ottiene quando finalmente segna il crono di 1'56"884, rientrando ai box più che sicuro di aver conquistato la sua terza pole consecutiva, quarta in stagione. Alle sue spalle rinasce l'Honda ufficiale con Nicky Hayden più veloce del compagno di squadra Dani Pedrosa anche se di soli 15 millesimi, affondano invece Valentino Rossi e Loris Capirossi, rispettivamente sesto e settimo, alle prese con problemi di assetto e di scelta gomme. A precedere i due alfieri di casa nostra la Suzuki di John Hopkins, che scivola in chiusura di sessione gettando al vento il suo ultimo giro veloce, e la Kawasaki di Randy De Puniet. Forfait ufficiale invece per Marco Melandri che ai box del suo team ha confermato che non prenderà parte alla gara e rientrerà probabilmente a Misano, dolore a collo e spalla permettendo.

    Piloti dell'Est alla carica in 125cc. Sul circuito ceco grande bagarre tra Gabor Talmacsi, attuale leader del Mondiale dell'ottavo di litro, e Lukas Pesek, pilota di casa. A spuntarla alla fine è l'ungherese del team Bancaja Aspar, complice una caduta a metà sessione del centauro ceco su Derbi. Talmacsi firma la sua quarta pole stagionale, la quinta in carriera, grazie ad una grande determinazione e al tempo di 2'06"861, staccando di prepotenza tutti gli inseguitori. Più di mezzo secondo il distacco inflitto alle Aprilia di Hector Faubel e Mattia Pasini, addirittura 1"294 il ritardo accusato dalla KTM di Tomoyoshi Koyama che chiude la prima fila. Lukas Pesek, scivolato in ghiaia alla curva 3 e rientrato ai box per salire in sella alla seconda moto, ha fatto tutto il possibile per recuperare sugli avversari, ma alla fine si è dovuto accontentare del quinto tempo a 1"3 da Talmacsi. Deludente Simone Corsi solo 12°.

    In 250cc è il solito Jorge Lorenzo a monopolizzare la sessione. Lo spagnolo conquista la pole con il tempo di 2'01"368 rifilando oltre 6 decimi ad Alex Debon e altrettanti ad Andrea Dovizioso che con la sua Honda spezza il dominio Aprilia in una prima fila chiusa dal sammarinese Alex De Angelis. Inseguono in ritardo di più di un secondo Hector Barbera, Yuki Takahashi, Julian Simon e Shuhei Aoyama. Marco Simoncelli, caduto nel corso della sessione senza conseguenze, non va oltre alla quarta fila, peggio è andata a Roberto Locatelli (16°) e Fabrizio Lai (18°).




    -------------------
    Risultati completi qualifiche classe MotoGp
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.

    1 27 C.STONER DUCATI 1'56"884 + 0"000 + 0"000 --- 14
    2 1 N.HAYDEN HONDA REPSOL 1'57"164 + 0"280 + 0"280 --- 23
    3 26 D.PEDROSA HONDA REPSOL 1'57"164 + 0"295 + 0"015 --- 24
    4 21 J.HOPKINS SUZUKI 1'57"567 + 0"683 + 0"388 --- 22
    5 14 R.DE PUNIET KAWASAKI 1'57"599 + 0"715 + 0"032 --- 20
    6 46 V.ROSSI YAMAHA FIAT 1'57"640 + 0"756 + 0"041 --- 25
    7 65 L.CAPIROSSI DUCATI 1'57"665 + 0"781 + 0"025 --- 20
    8 71 C.VERMEULEN SUZUKI 1'57"699 + 0"815 + 0"034 --- 22
    9 5 C.EDWARDS YAMAHA FIAT 1'57"702 + 0"818 + 0"003 --- 25
    10 50 S.GUINTOLI YAMAHA TECH 3 1'57"732 + 0"848 + 0"030 --- 23
    11 56 S.NAKANO HONDA KONICA MINOLTA 1'57"969 + 1"085 + 0"237 --- 22
    12 7 C.CHECA HONDA LCR 1'58"143 + 1"259 + 0"174 --- 21
    13 4 A.BARROS DUCATI PRMAC D'ANTIN 1'58"204 + 1"320 + 0"061 --- 20
    14 24 T.ELIAS HONDA GRESINI 1'58"264 + 1"380 + 0"060 1--- 22
    15 6 M.TAMADA YAMAHA TECH 3 1'58"399 + 1"515 + 0"135 --- 23
    16 13 A.WEST KAWASAKI 1'59"386 + 2"502 + 0"987 --- 22
    17 80 K.ROBERTS KR TEAM ROBERTS 1'59"446 + 2"562 + 0"060 --- 22
    18 22 I.SILVA 1'59"721 + 2"837 + 0"275 --- 16
    0 33 M.MELANDRI HONDA GRESINI 0"000 --- --- --- ---
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639553
    La pole ''asciutta'' è di Lorenzo
    GP della Rep. Ceca : 250cc - Qualifiche 2


    Dopo che ieri la pioggia aveva favorito Alex Debon nella prima sessione di qualifiche dedicate alla quarto di litro, sulla pista asciutta che ha fatto da sfondo alla seconda sessione di qualifiche è Jorge Lorenzo a prendere la pole a Brno.

    Il leader della classifica della 250 fa segnare un tempo di 2'01.368, precedendo proprio Alex Debon (Aprilia Racing) sulla griglia di partenza. Terzo tempo per Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot) e Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar).

    Quinto tempo per Hector Barbera (Team Toth) davanti a Yuki Takahashi (Kopron Team Scot), Julian Simon (Repsol Honda) e Shuhei Aoyma anche lui con la Honda ufficiale Repsol.

    Chiudono la lista dei primi dieci della griglia le due Red Bull KTM di Mika Kallio e Hiroshi Aoyama.

    Cardion ab Grand Prix ceske republiky Classe 250 - QP2
    1. Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) - 2'01.368
    2. Alex Debon (Aprilia Racing) - 2'02.026
    3. Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot) - 2'02.036
    4. Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar) - 2'02.148
    5. Hector Barbera (Team Toth) - 2'02.568
    6. Yuki Takahashu (Kopron Team Scot) - 2'02.690
    7.
    Julian Simon (Repsol Honda) - 2'02.907
    8. Shuhei Aoyama (Repsol Honda) - 2'02.945 9. Mika Kallio (Red Bull KTM) - 2'02.956
    10. Hiroshi Aoyama (Red Bull KTM) - 2'03.009
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639554
    Microfono ai protagonisti
    Assegnate le pole a Brno. Casey Stoner dominatore in MotoGP. Diamo voce ai piloti



    Casey Stoner (Ducati), autore della pole. "Oggi le cose sono andate davvero bene. Abbiamo avuto un piccolo problema con il freno posteriore all'inizio del turno, perdendo, per questo, circa una ventina di minuti. Sistemato l'inconveniente, ho potuto girare subito forte con gomme che avevano già fatto diversi giri, quidi sembra proprio che funzioni tutto bene. La pole position è la ciliegina sulla torta di un fine settimana molto positivo durante il quale siamo stati i più veloci in tutte le sessioni tranne una. Oggi abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti perché la mia Ducati andava bene anche in uscita di curva. Ieri avevamo le due moto regolate in maniera diversa, oggi erano uguali perché avevamo deciso quale strada seguire e l'abbiamo mantenuta. Anche se la perfezione non esiste posso dire che in assetto da gara siamo messi molto bene.Il mio obiettivo è cercare di vincere più gare possibili prima della fine della stagione ma non è certo una cosa facile quindi aspetteremo di vedere come si mette continuando a lottare fino alla fine".

    Valentino Rossi (Yamaha), 6° tempo. "Stamattina abbiamo avuto molti problemi, soprattutto con le gomme. Faceva abbastanza freddo e quindi non avevamo abbastanza trazione e abbiamo sofferto molto. In uscita di curva slittavo molto e per questo ero abbastanza lento. Dopo la sessione i miei ingegneri hanno lavorato molto sulla messa a punto per trovare più trazione per la sessione di qualifiche del pomeriggio, e in effetti siamo riusciti a migliorare un po' la situazione per cui devo ringraziare tutti perché hanno fatto un buon lavoro. Oggi pomeriggio, con gomme da gara il mio passo era piuttosto buono, e avevo un feeling buono con la moto. Non è perfetta e dobbiamo capire ancora delle cose per il setting finale da utilizzare domani in gara, in particolare per l'anteriore perché al momento spinge un po' troppo e dobbiamo risolvere questo problema.Per quanto riguarda le gomme da qualifica, sfortunatamente con la prima ho fatto un errore in frenata e quindi ho perso un po' di tempo nell'ultima sezione. Anche nel T1 ho dovuto superare quattro o cinque piloti più lenti per cui anche lì ho perso uno o due decimi. Comunque la seconda fila non è così male e penso che la sesta posizione sia più o meno quello che ci aspettavamo dalla giornata di oggi.Speriamo che la temperatura sia buona, come quella di oggi pomeriggio, perché le nostre gomme vanno molto meglio col caldo. Sarà sicuramente una gara difficile ma abbiamo un buon passo con le gomma da gara per cui penso che potremo lottare per la vittoria".

    Loris Capirossi (Ducati), 7° tempo. "Sono davvero molto contento della mia moto perchè oggi abbiamo fatto un bel passo in avanti nelle gestione elettronica del motore. Il mio ritmo è buono: penso che domani non tutti quelli che sono stati veloci con le coperture da qualifica lo saranno altrettanto in condizioni gara, anche se è vero che a parte Casey, che ha un ottimo passo, siamo in diversi a poter essere competitivi. Le nostre gomme vanno molto bene ma ancora non ho fatto la scelta finale per la gara. Lo farò domani mattina. Oggi ho sfruttato bene le prime due gomme da qualifica mentre quando sono uscito con l'ultima lo sterzo mi si è chiuso in una curva e non sono riuscito a migliorare. In ogni caso sono contento e penso che domani potrò provare a lottare per il podio".

    Colin Edwards (Yamaha), 9° tempo. "Stamattina abbiamo fatto una leggera modifica alla moto, solo un paio di millimetri all'anteriore e al posteriore, e la situzione si è capovolta, cosa che dimostra quanto in questo sport contino anche i millimetri! La moto andava molto meglio ed ero molto soddisfatto della prima sessione. Oggi pomeriggio abbiamo continuato nella stessa direzione e ho spinto al massimo ma non siamo riusciti a scendere sotto i 59. Sembra che la nostra moto vada perfettamente su circuiti come Donington o Assen, ma la situazione si complica un po' per l'anteriore su circuiti un po' irregolari come come questo di Brno e penso che dovremo lavorare su questo aspetto in futuro. Probabilmente perdiamo 2 o 3 decimi a giro, ma con i tempi così vicini 2 decimi sono fondamentali. Comunque siamo in terza fila, non è il massimo ma non è la fine del mondo e domani faremo del nostro meglio per infilarci nella mischia per fare una buona gara".

    Shinya Nakano (Honda), 11° tempo. "Le prestazioni di oggi sono decisamente migliorate rispetto a ieri. Con l'arrivo del nuovo materiale, ci aspettavamo di avere delle sessioni difficili perché è ovvio che trovare il set up perfetto richiede tempo. Oggi abbiamo trovato un miglior bilanciamento della moto e questo mi ha fatto sentire più a mio agio sulla 800cc. Il miglioramento a livello motore è evidente: permette un'accelerazione più dolce ed una miglior gestione del freno motore. Nel complesso, questo rende la moto più facile da guidare. L'unico problema che abbiamo ancora è il chattering nella parte anteriore della moto che limita la velocità in ingresso e in percorrenza di curva, mentre la nuova versione del motore rende più facile la fase di uscita. Il chattering non mi permette di spingere come vorrei in curva, ma abbiamo già diverse opzioni da provare e altre gomme da prendere in considerazione domani. Speriamo che le condizioni del tempo e le temperature della pista siano simili ad oggi; questo per noi sarebbe l'ottimale."

    Alex Barros (Ducati), 13° tempo. "Gli aggiustamenti che abbiamo fatto questa mattina e la diversa gomma che abbiamo montato ci hanno permesso di migliorare rispetto a ieri; il problema però, rimane sempre lo stesso, non riesco ad essere sufficientemente veloce con le gomme da tempo. Non so perché, mi manca sempre quel poco che non mi permette di partire dalle prime file. Questo vuol dire che anche domani dovrò concentrarmi per fare una un'ottima partenza e mantenere un buon passo fin da subito. Per quanto riguarda l'assetto da gara sono abbastanza tranquillo perché oggi pomeriggio sono riuscito a girare in 1'59 basso migliorando di otto decimi in confronto alle libere di queste mattina; inoltre questo circuito, è si molto lungo, ma permette di sorpassare senza troppe difficoltà in diversi punti. Questo è proprio quello che intendo f are domani, cercherò di essere veloce e sorpassare fin dai primi giri per non per non perdere il gruppo che ho davanti".

    Toni Elias (Honda), 14° tempo. "Sono abbastanza contento anche se speravo in un risultato migliore, ma la situazione è questa e non posso chiedere di più al mio fisico. Il dolore alla gamba è aumentato e domani prevedo una gara difficile. Oggi infatti abbiamo provato diverse cose e non ho mai fatto più di 4 giri per non forzare troppo, domani invece dovrò affrontare la corsa di 22 giri. Sono comunque abbastanza soddisfatto, devo prendere questo fine settimana come una sorta di allenamento".

    Marco Melandri (Honda), ritirato. "Mi dispiace dover dare forfait, la mia testa voleva provare a tornare in pista, ma il dolore era troppo forte. In pista infatti la compressione del vento in frenata porta questa piccola ernia espulsa a schiacciare il nervo che mi toglie la forza al braccio. In clinica mobile mi sono sottoposto a tutte le terapie del caso, ma senza i risultati sperati. Martedì mi sottoporrò ad una visita specialistica e vedremo come procedere per recuperare al meglio. Spero di essere in forma per il GP di Misano, così importante per la mia squadra che ha la sede a pochi chilometri dal circuito".
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639555
    Ricordo:

    DOMENICA
    11 - GP 125
    12.15 - GP 250
    14 - GP MotoGP
    (diretta Italia 1 ed Eurosport dalle 10.45)

    :cool:

    --------------------
    GP Rep. Ceca: 250, brutta caduta di Sekiguchi

    (AGM-DS) - Milano, 19 agosto - Un grave incidente ha caratterizzato il warm-up della classe 250 del Gran Premio della Repubblica Ceca. Il giapponese dell`Aprilia Taro Sekiguchi infatti, ha centrato in pieno la moto di Marco Simoncelli, che era caduto in precedenza, volando a terra rovinosamente. Il pilota asiatico e` rimasto sull`asfalto alcuni secondi, apparentemente privo di sensi, prima che giungessero i soccorsi. Le prime cure a Sekiguchi sono state portate direttamente all`ospedale del circuito, mentre in seguito il giapponese e` stato trasportato presso il nosocomio di Brno. Il warm-up e` stato sospeso a 1`50`` dal termine, ma e` poi ripreso.


    incidente pauroso :eek: :eek:



    p.s si comincia in ritardo:cool:
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639556
    Faubel vince davanti a Pasini e Pesek
    GP della Rep. Ceca : 125cc - La corsa

    Vince Hector Faubel (Bancaja Aspar) che conquista così la testa della classifica generale in una gara da un finale mozzafiato con quattro piloti a giocarsi un posto sul podio.

    Sergio Gadea (Bancaja Aspar) è il solo dei piloti che hanno condotto la gara a non potersi giocare un posto sul podio, il pilota spagnolo cade a pochi giri dalla fine e lascia quindi che siano i compagni di squadra Faubel e Gabor Talmacsi, con Mattia Pasini (Polaris World) e Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) a lottare per la vittoria. Davanti a un pubblico appassionato, egualmente diviso tra i sostenitori di Lukas Pesek, che corre davanti al suo pubblico, e Gabor Talmacsi che qui trova un numero importante di tifosi.

    Pasini comanda il gruppetto per gran parte dei giri conclusivi, commette però un piccolo errore nell'ultimo passaggio, una gomma sull'esterno di una curva che gli fa perdere centesimi preziosi; è Faubel che meglio interpreta le ultime curve, dietro allo spagnolo Pasini è quello che regge meglio il ritmo del leader.

    Dietro allo spagnolo e all'italiano, la meglio tra i due beniamini locali l'ha Lukas Pesek, che torna così sul podio togliendo punti preziosi per la classifica generale a Talmacsi. Faubel è ora il nuovo leader della classifica mondiale.

    ---------------------
    Risultati completi gara classe 125
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.
    55 H.FAUBEL APRILIA 40'57"408 + 0"000 + 0"000 150.39 19
    2 75 M.PASINI APRILIA 40'57"478 + 0"070 + 0"070 150.38 19
    3 52 L.PESEK DERBI 40'57"630 + 0"222 + 0"152 150.37 19
    4 14 G.TALMACSI APRILIA 40'57"680 + 0"272 + 0"050 150.37 19
    5 71 T.KOYAMA KTM 41'05"015 + 7"607 + 7"335 149.92 19
    6 44 P.ESPARGARO APRILIA 41'09"474 + 12"066 + 4"459 149.65 19
    7 24 S.CORSI APRILIA 41'09"802 + 12"394 + 0"328 149.63 19
    8 60 M.RANSEDER DERBI 41'10"411 + 13"003 + 0"609 149.60 19
    9 34 R.KRUMMENACHER KTM 41'17"172 + 19"764 + 6"761 149.19 19
    10 11 S.CORTESE APRILIA 41'21"451 + 24"043 + 4"279 148.93 19
    11 12 E.RABAT HONDA 41'31"042 + 33"634 + 9"591 148.36 19
    12 6 J.OLIVE APRILIA 41'31"133 + 33"725 + 0"091 148.35 19
    13 38 B.SMITH HONDA 41'31"271 + 33"863 + 0"138 148.34 19
    14 7 A.MASBOU HONDA 41'31"671 + 34"263 + 0"400 148.32 19
    15 27 S.BIANCO APRILIA 41'36"442 + 39"034 + 4"771 148.04 19
    16 51 S.BONSEY KTM 41'41"249 + 43"841 + 4"807 147.75 19
    17 8 L.ZANETTI APRILIA 41'41"529 + 44"121 + 0"280 147.74 19
    18 35 R.DE ROSA APRILIA 41'41"821 + 44"413 + 0"292 147.72 19
    19 15 F.SANDI APRILIA 41'41"876 + 44"468 + 0"055 147.72 19
    20 63 M.DI MEGLIO HONDA 41'42"074 + 44"666 + 0"198 147.70 19
    21 20 R.TAMBURINI APRILIA 41'49"436 + 52"028 + 7"362 147.27 19
    22 18 N.TEROL DERBI 41'55"328 + 57"920 + 5"892 146.93 19
    23 86 R.CARDUS APRILIA 41'55"507 + 58"099 + 0"179 146.91 19
    24 37 J.LITJENS HONDA 41'55"946 + 58"538 + 0"439 146.89 19
    25 94 T.WIRSING HONDA 42'08"015 + 1'10"607 + 12"069 146.19 19
    26 13 D.LOMBARDI HONDA 42'10"190 + 1'12"782 + 2"175 146.06 19
    27 56 H.VAN DEN BERG APRILIA 42'14"003 + 1'16"595 + 3"813 145.84 19
    28 99 D.WEBB HONDA 42'21"200 + 1'23"792 + 7"197 145.43 19
    29 77 D.AEGERTER APRILIA 42'21"287 + 1'23"879 + 0"087 145.42 19
    30 53 S.GROTZKYJ APRILIA 42'27"387 + 1'29"979 + 6"100 145.08 19
    31 92 K.PESEK APRILIA 41'18"682 + 21"274 -1'08"705 141.25 18
    0 33 S.GADEA APRILIA 34'28"175 -6'29"233 -6'50"507 150.48 16
    0 29 A.IANNONE APRILIA 33'09"833 -7'47"575 -1'18"342 146.63 15
    0 22 P.NIETO APRILIA 23'45"508 -17'11"900 -9'24"325 150.09 11
    0 95 R.MURESAN DERBI 17'28"916 -23'28"492 -6'16"592 148.35 8
    0 93 M.PRASEK HONDA 16'42"175 -24'15"233 -46"741 135.86 7
    0 91 K.MAJEK FGR 13'48"999 -27'08"409 -2'53"176 140.78 6
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639557
    Lorenzo conquista Brno
    GP della Rep. Ceca : 250cc - La corsa


    Parte dalla pole Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) e tiene subito la testa della gara, dietro di lui Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot) con Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar).

    Questi i primi tre piloti che danno l'impressione fin dalle prime fasi di avere una marcia in più; ci sono però anche Alex Debon (Aprilia Racing), Alvaro Bautista (Master Mapfre Aspar) e le Red Bull KTM di Mika Kallio e Hiroshi Aoyama che seguono in quello che si stabilisce come il secondo gruppo in pista. Lorenzo e Dovizioso allungano rispetto al resto del gruppo, Alex De Angelis inizia un duello con Mika Kallio per un posto sul podio con i due piloti di testa ormai lontani.

    Sfortunato Alex Debon che scivola lungo una via di fuga; dietro è duello tutto spagnolo tra Hector Barbera (Teat Toth) e il Campione del Mondo in carica di 125 Alvaro Bautista.

    Così come più indietro è interessante il duello casalingo tra le due Repsol Honda, quella dello spagnolo Julian Simon e quella del minore dei fratelli Aoyama, Shuhei. Negli ultimi giri, impegnato nel duello per un posto sul podio con Kallio, De Angelis finisce lungo una via di fuga, si conclude così una serie positiva per il pilota di San Marino che si era confermato eccezionalmente costante nel corso della stagione fino a oggi. Davanti Lorenzo aumenta il ritmo e Dovizioso, che nella prima parte della gara aveva saputo mantenersi relativamente incollato allo spagnolo, perde progressivamente terreno. Alla fine Lorenzo vince con tranquillità grazie a un vantaggio di oltre sette secondi drispetto a Dovizioso.


    Terzo sul podio Kallio che approfitta della caduta di De Angelis, Barbera ha la meglio su Bautista chiudendo quarto davanti al piota del team Mapfre Aspar. Il duello allo sprint tra le due Repsol Honda premia lo spagnolo Simon che chiude davanti a Shuhei Aoyama.


    -----------------------
    Risultati completi gara classe 250
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.

    1 1 J.LORENZO APRILIA 41'04"954 + 0"000 + 0"000 157.82 20
    2 34 A.DOVIZIOSO HONDA 41'12"662 + 7"708 + 7"708 157.33 20
    3 36 M.KALLIO KTM 41'16"061 + 11"107 + 3"399 157.11 20
    4 80 H.BARBERA APRILIA 41'18"376 + 13"422 + 2"315 156.96 20
    5 19 A.BAUTISTA APRILIA 41'18"898 + 13"944 + 0"522 156.93 20
    6 4 H.AOYAMA KTM 41'18"943 + 13"989 + 0"045 156.93 20
    7 12 T.LUTHI APRILIA 41'27"771 + 22"817 + 8"828 156.37 20
    8 60 J.SIMON HONDA 41'41"293 + 36"339 + 13"522 155.53 20
    9 73 S.AOYAMA HONDA 41'41"321 + 36"367 + 0"028 155.52 20
    10 15 R.LOCATELLI GILERA 41'42"506 + 37"552 + 1"185 155.45 20
    11 3 A.DE ANGELIS APRILIA 42'07"570 + 1'02"616 + 25"064 153.91 20
    12 32 F.LAI APRILIA 42'18"483 + 1'13"529 + 10"913 153.25 20
    13 41 A.ESPARGARO APRILIA 42'19"017 + 1'14"063 + 0"534 153.22 20
    14 17 K.ABRAHAM APRILIA 42'19"529 + 1'14"575 + 0"512 153.18 20
    15 7 E.VAZQUEZ APRILIA 42'19"597 + 1'14"643 + 0"068 153.18 20
    16 8 R.WILAIROT HONDA 42'20"119 + 1'15"165 + 0"522 153.15 20
    17 28 D.HEIDOLF APRILIA 42'20"428 + 1'15"474 + 0"309 153.13 20
    18 16 J.CLUZEL APRILIA 42'45"018 + 1'40"064 + 24"590 151.66 20
    19 10 I.TOTH APRILIA 42'58"752 + 1'53"798 + 13"734 150.85 20
    20 45 D.LINFOOT APRILIA 43'02"057 + 1'57"103 + 3"305 150.66 20
    0 25 A.BALDOLINI APRILIA 38'21"707 -2'43"247 -4'40"350 152.11 18
    0 50 E.LAVERTY HONDA 23'53"231 -17'11"723 -14'28"476 149.28 11
    0 6 A.DEBON APRILIA 20'44"167 -20'20"787 -3'09"064 156.34 10
    0 55 Y.TAKAHASHI HONDA 6'18"748 -34'46"206 -14'25"419 154.07 3
    0 58 M.SIMONCELLI GILERA 4'16"465 -36'48"489 -2'02"283 151.68 2
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639558
    E fanno 7 per Stoner !
    GP della Rep. Ceca : MotoGP - La corsa


    Conquistando il suo settimo successo stagionale sul circuito di Brno, Casey Stoner ha compiuto un altro passo decisivo verso il suo primo titolo mondiale. Il pilota australiano possiede ormai 60 punti di vantaggio su Valentino Rossi che sulla pista ceca ha dovuto accontentarsi di un misero settimo posto.

    Sul secondo gradino del podio è salito John Hopkins. Il pilota anglo-americano è scattato bene cercando di seguire il ritmo di Stoner, ma si è rivelata una missione impossibile. In ogni caso, per lui si tratta del miglior risultato di sempre in MotoGP.

    Completa il podio un Nicky Hayden che dopo la delusione di Laguna Seca ha ottenuto un bel terzo posto, precedendo il compagno di squadra Dani Pedrosa, terzo nel mondiale.

    Quinta piazza per Chris Vermeulen davanti a Loris Capirossi e a Valentino Rossi. Randy de Puniet ha offerto alla Kawasaki i punti dell'ottava piazza, ma il francese non era molto soddisfatto all'arrivo. Completano la top 10 Alex Barros e Carlos Checa, mentre gli ultimi punti disponibili sono andati a Elias 11°, West 12°, Guintoli 13°, Nakano 14° e Kurtis Roberts 15°.
    Chiude la classifica finale Makoto Tamada con la sua Yamaha Tech 3.

    Da segnalare il ritiro di Colin Edwards nelle prime battute di gara, il texano è stato costretto all'abbandono da un problema tecnico.



    --------------------------------------
    Risultati completi gara classe MotoGp
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.

    1 27 C.STONER DUCATI 43'45"810 + 0"000 + 0"000 162.97 22
    2 21 J.HOPKINS SUZUKI 43'53"713 + 7"903 + 7"903 162.48 22
    3 1 N.HAYDEN HONDA REPSOL 43'58"910 + 13"100 + 5"197 162.16 22
    4 26 D.PEDROSA HONDA REPSOL 44'01"610 + 15"800 + 2"700 161.99 22
    5 71 C.VERMEULEN SUZUKI 44'03"113 + 17"303 + 1"503 161.90 22
    6 65 L.CAPIROSSI DUCATI 44'05"173 + 19"363 + 2"060 161.77 22
    7 46 V.ROSSI YAMAHA FIAT 44'08"295 + 22"485 + 3"122 161.58 22
    8 14 R.DE PUNIET KAWASAKI 44'08"883 + 23"073 + 0"588 161.55 22
    9 4 A.BARROS DUCATI PRMAC D'ANTIN 44'18"102 + 32"292 + 9"219 160.99 22
    10 7 C.CHECA HONDA LCR 44'20"963 + 35"153 + 2"861 160.81 22
    11 24 T.ELIAS HONDA GRESINI 44'23"558 + 37"748 + 2"595 160.66 22
    12 13 A.WEST KAWASAKI 44'24"060 + 38"250 + 0"502 160.63 22
    13 50 S.GUINTOLI YAMAHA TECH 3 44'29"504 + 43"694 + 5"444 160.30 22
    14 56 S.NAKANO HONDA KONICA MINOLTA 44'42"879 + 57"069 + 13"375 159.50 22
    15 80 K.ROBERTS KR TEAM ROBERTS 44'55"413 + 1'09"603 + 12"534 158.76 22
    16 22 I.SILVA 45'07"220 + 1'21"410 + 11"807 158.07 22
    17 6 M.TAMADA YAMAHA TECH 3 45'11"614 + 1'25"804 + 4"394 157.81 22
    0 5 C.EDWARDS YAMAHA FIAT 5'25"074 -38'20"736 -39'46"540 119.67 2
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639559
    Classifica mondiale piloti classe 125
    1 H. Faubel 179
    2 G. Talmacsi 169
    3 L. Pesek 129
    4 T. Koyama 129
    5 S. Corsi 119
    6 S. Gadea 105
    7 M. Pasini 86
    8 B. Smith 74
    9 P. Espargaro 72
    10 J. Olive 72
    11 S. Cortese 59
    12 M. Ranseder 57
    13 R. Krummenacher 48
    14 R. De Rosa 42
    15 E. Rabat 42
    16 P. Nieto 35
    17 L. Zanetti 30
    18 M. Di Meglio 22
    19 A. Iannone 18
    20 S. Bradl 16
    21 A. Masbou 15
    22 S. Bianco 6
    23 N. Terol 6
    24 S. Bonsey 3
    25 D. Aegerter 2
    26 E. Jerez 2
    27 G. Frohlich 2
    28 S. Grotzki Giorgi 1

    ------------------------------
    Classifica mondiale piloti classe 250
    1 J. Lorenzo 216
    2 A. Dovizioso 186
    3 A. De Angelis 176
    4 A. Bautista 127
    5 H. Barbera 103
    6 M. Kallio 94
    7 H. Aoyama 88
    8 T. Luthi 72
    9 J. Simon 69
    10 S. Aoyama 62
    11 M. Simoncelli 57
    12 Y. Takahashi 49
    13 F. Lai 42
    14 R. Locatelli 33
    15 A. Espargaro27
    16 R. Wilairot 26
    17 A. West 25
    18 D. Heidolf 17
    19 K. Abraham 16
    20 A. Baldolini 14
    21 T. Sekiguchi 13
    22 A. Debon 11
    23 D. Linfoot 7
    24 J. Cluzel 4
    25 E. Laverty 3
    26 A. Tizon 1
    27 I. Toth 1
    28 E. Vazquez 1

    ----------------------------
    Classifica mondiale piloti classe MotoGp
    1 C. Stoner 246
    2 V. Rossi 186
    3 D. Pedrosa 168
    4 J. Hopkins 124
    5 C. Vermeulen 124
    6 M. Melandri 113
    7 C. Edwards 93
    8 N. Hayden 89
    9 L. Capirossi 87
    10 A. Barros 83
    11 A. Hofmann 60
    12 R. De Puniet 58
    13 T. Elias 54
    14 C. Checa 35
    15 A. West 33
    16 S. Nakano 31
    17 M. Tamada 31
    18 S. Guintoli 24
    19 K. Roberts 9
    20 M. Fabrizio 6
    21 R. Hayden 6
    22 F. Nieto 5
    23 O. Jacque 4
    24 K. Roberts Jr 4
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639560
    Microfono ai protagonisti
    Casey Stoner diabolico in MotoGP, Lorenzo imbattibile in 250cc e in 125cc vola Faubel. Diamo voce ai piloti



    Casey Stoner (Ducati), vincitore. "Di solito non sono così bravo in qualifica, eppure ho fatto tre pole di fila adesso. Quest'anno il mio risultato peggiore è stato arrivare quinto in qualifica e quinto in gara, vuol dire che va tutto molto bene. E' incredibile. Non ho il campionato nelle mie mani, è ancora di tutti. Voglio solo concentrarmi su ogni gara e vedere quello che succede. 60 punti di distacco? Vediamo cosa succede d'ora in avanti. Ultimamente siamo andati molto bene, questo weekend abbiamo avuto qualche problema al venerdì, ma da sabato è andato tutto nel migliore dei modi. E adesso abbiamo vinto ancora, centrando un risultato incredibile per me e la squadra. Non voglio correre rischi stupidi, ma voglio anche vincere il maggior numero di gare possibile. Non mi interessa solo il Mondiale. Penso che possiamo farcela a vincere ancora, anche se non sarà semplice da qui alla fine. Da due-tre gare a questa parte sto cercando di non correre rischi. Se potessi vincere il Mondiale nel GP d'Australia sarei ancora più felice. Sarebbe il massimo".

    John Hopkins (Suzuki), 2° classificato. "Volevo impedire a Stoner di vincere. La mia Suzuki e le mie Bridgestone hanno fatto bene, ma non abbastanza per batterlo. Dopo i primi dieci giri ho capito che era impossibile batterlo, anche se è stata la mia gara migliore in carriera".

    Nicky Hayden (Honda), 3° classificato. "A Laguna Seca è stato un disastro, ma oggi è andata abbastanza bene e ho capito che ho messo quasi del tutto la mia moto. Sono soddisfatto, tutto sta migliorando. Le gomme? Non erano troppo male".

    Tony Elias (Honda), 11° classificato. "Sono molto stanco, ma soddisfatto di essere riuscito a portare a termine la gara. Considerate le mie condizioni fisiche, un undicesimo posto non è male. La pista di Brno, caratterizzata da frequenti cambi di direzione, è molto impegnativa e ho faticato molto in gara per il dolore alla gamba. Ora ho due settimane di lavoro per proseguire la riabilitazione e prepararmi per Misano, la gara di casa della mia squadra".

    Loris Capirossi (Ducati), 6° classificato: "Peccato, è stata un'occasione perduta. Credo di aver fatto un errore di valutazione giovedì in merito alla scelta delle gomme, quando ho deciso di utilizzare un tipo di carcassa che l'anno scorso mi era piaciuta molto e che andava molto bene in entrata di curva. Sfortunatamente fin dalle prime fasi della gara mi sono reso conto che non era più così competitiva. Ero lento in entrata di curva e per due volte nello stesso punto della pista ho preso dei grossi rischi. In una di queste occasioni Valentino mi ha superato: mi si è chiuso lo sterzo nel curvone finale e ho dovuto allargare la traiettoria. Poi sono riuscito a passarlo di nuovo ma non a raggiungere il gruppo davanti. E' un peccato perchè penso che altrimenti sarei potuto stare con Hayden. Faremo meglio nella prossima gara, a Misano, un altro GP di casa. Non vedo l'ora di correre lì".

    Valentino Rossi (Yamaha), 7° classificato. "Ci aspettavamo delle difficoltà perchè il nostro potenziale non era molto alto dopo il lavoro fatto negli ultimi due giorni. Nonostante questo è andata anche peggio di quanto potessimo pensare. Ho provato a tenere il ritmo ma, dopo solo sette giri, la gomma ha iniziato a consumarsi molto sul lato destro. Da allora in poi non sono più riuscito ad aprire tutto l'acceleratore. Nel weekend abbiamo fatto di tutto per trovare più trazione. Abbiamo cambiato molto i settaggi, per provare a trovare un modo per far lavorare la gomma. Ma sfortunatamente durante la gara non avevamo grip. Anzi, con il settaggio che siamo stati costretti a usare abbiamo sacrificato la velocità in curva e siamo risultati ancora più lenti. Sorpassare è diventato subito impossibile. Capirossi mi ha dato filo da torcere all'inizio. In alcune parti del tracciato ero più veloce ma non riuscivo a sorpassarlo perchè nei rettilinei mi distanziava troppo. Sono anche riuscito a sorpassarlo, ma non l'ho staccato. Ho provato a guidare differentemente da come faccio di solito, ma non è bastato. Ora abbiamo un test importante, ma in realtà la nostra situazione è abbastanza negativa dato che abbiamo diversi problemi da affrontare. Dobbiamo dare il massimo nei prossimi due giorni di lavoro e trovare soluzioni differenti per le gare che verranno. Ma dobbiamo aspettare e vedere quello che succede, anche se di sicuro sarà molto dura. E' un momento molto difficile quello in cui ci troviamo. Mancano sei gare e dobbiamo solo lavorare duramente per fare più punti possibili".

    Marco Melandri (Honda). " E` stato un pò frustante guardare la gara dal muretto. Durante la pausa estiva ho lavorato molto per recuperare la frattura all'astragalo sinistro. A seguito della caduta di Laguna Seca il collo mi faceva male, ma non potevo immaginare che sarebbe stato proprio un problema al collo a costringermi allo stop qui a Brno. Venerdì mattina infatti, durante le libere, mi è uscito una piccola ernia tra la 5° e 6° vertebra cervicale che è andata a comprimere il nervo, ho perso forza al braccio e alla mano sinistra e sono rientrato a fatica ai box. La risonanza magnetica ha accertato una piccola ernia e nonostante le cure intensive in clinica mobile non ho potuto prendere parte alle qualifiche perchè il dolore era troppo forte. Adesso voglio pensare solo a recuperare quanto prima per essere in forma a Misano, dove si corre domenica 2 settembre".
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4639561

  Motomondiale: Gp Rep.Ceca

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina