1. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4658040
    Nel '92 la scissione in Inghilterra, ora la Premier League vale 2,5 miliardi
    Rassegna stampa - 06/09/2007 14.47.27


    Si fa presto a dire scissione. C´è chi l´ha fatta davvero, ed ha cambiato il corso del calcio negli ultimi quindici anni. Inventando la Premier League. La data, storica, è il 27 maggio 1992, il paese è l´Inghilterra. Quando si parla di modello inglese, stadi, diritti tv, pubblico, spettacolo, tutto ruota attorno a quella giornata ancora vicina al bando dei club in Europa, alla squalifica seguita alla strage dell´Heysel. Alla tragedia di Hillsborough (96 morti). Alla rifondazione, in generale, di un calcio che in tutto il mondo significava hooligans ed impianti fatiscenti.

    Il 20 febbraio 1992 ventidue squadre dell´allora First Division, nata nel 1888 e sopravvissuta fino a quel momento, si dimisero in blocco dal campionato della federazione per fondare un loro torneo. Alla base della scissione, ovviamente, gli ambiti diritti televisivi e commerciali che Manchester, Liverpool ed altre volevano contrattare singolarmente, e non in blocco attraverso la Football Association e la Football League. Uno scisma vero e proprio. Il nuovo campionato riuscì a rientrare nella struttura del calcio inglese, ma la Football League perse una delle sue quattro serie. La più importante. Già capace, col suo nuovo format, di firmare contratti da 191 milioni di sterline in cinque anni con Sky Tv, e da 12 milioni in quattro anni con Carling, che battezzò col suo logo il nuovo torneo.

    Il passo successivo fu la riduzione dei club da ventidue a venti, nel 1995, varando la formula attuale. La Premier League oggi è sponsorizzata da Barclays, che versa 65,8 milioni di sterline per tre stagioni. Ha quattro official partner (Budweiser, Lucozade, Nike e Wrigley´s) e cinque emittenti per la produzione e diffusione dei match: Sky Sports e Setanta Sports versano 1,7 miliardi di sterline (2,5 miliardi di euro) per il quadriennio 2007-2010, poi ci sono Bbc Sport, BT Vision e Virgin Media Sports. I ricchissimi introiti hanno fatto della Premier League il campionato più visto del mondo, ma anche il più attraente per i campioni stranieri: nel 1992 erano solo undici, oggi sono più di 250. Tra loro Cristiano Ronaldo, Drogba, Shevchenko, ma anche Rolando Bianchi. (m.ch.)




    La Repubblica


    Com'on England
    :sbam:

  Nel '92 la scissione in Inghilterra, ora la Premier League vale 2,5 miliardi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina