1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658274
    E questa settimana tornano di scena i motori, direttamente da Monza, seguiremo la F1 per il Gp d'Italia:cool: :D


    Il tempio della F1
    Si corre domenica prossima il Gran Premio d'Italia sul classicissimo circuito di Monza. Ferrari e McLaren grandi favorite


    E' l'ora del Gran Premio d"Italia. La gara più classica del Mondiale di Formula 1 si disputa domenica prossima sul circuito che è forse il simbolo stesso del Circus, quello di Monza, sul quale dal 1950 a oggi solo nel 1980 non si è corsa una prova valida per il titolo mondiale e che malgrado tutte le chicane e le varianti che lo hanno martoriato nel corso degli anni è rimasto l'unico tempio della velocità nella massima categoria automobilistica. Si arriva alla tredicesima prova della stagione 2007 con il duo della McLaren formato da Lewis Hamilton e Fernando Alonso che occupa le prime due posizioni della classifica piloti (l"inglese e lo spagnolo sono divisi da 5 punti) inseguiti dai due della Ferrari, Felipe Massa a 15 punti dalla vetta e Kimi Raikkonen a 16.

    Particolarità curiosa: questi quattro piloti si sono spartiti equamente le vittorie stagionali di quest'anno, tre a testa, ma a Monza non hanno mai vinto! Hamilton ovviamente in Formula 1 non ci ha mai corso ma anche in GP2 non è mai arrivato primo sul circuito brianzolo, Alonso e Raikkonen vantano un secondo posto rispettivamente nel 2005 e nel 2006, Massa non è mai arrivato a punti. Che anche quest'anno non vinca nessuno dei quattro è un'eventualità molto improbabile. McLaren e Ferrari sono le due migliori vetture del lotto e sono anche molto affidabili, specialmente le frecce d'argento.

    Le Ferrari partono tuttavia con i favori del pronostico: sulla pista di casa negli ultimi undici anni, quelli dell'era Schumacher, hanno vinto sette volte, le McLaren solamente due. La casa di Maranello dovrà decidere su chi puntare per le ultime cinque gare: già fare cinque doppiette è molto difficile, se poi Raikkonen e Massa dovessero rubarsi i punti a vicenda riprendere il duo di Woking diventerebbe molto più complicato.
    ----------------

    Gran Premio d'Italia, tradizione e velocità
    Il mondiale fa tappa sul circuito di Monza. Tra le piste più vecchie, quella lombarda è sicuramente la più veloce.
    Eccola qui Monza, bandiera degli appassionati di Formula 1 più longevi. Qui si corre dal 1950, più o meno ininterrottamente. Al fascino della tradizione si unisce quello della velocità: il tracciato è certamente il più veloce di tutti, superando pure Hockenheim. Certo, magari non tutti subiscono il fascino di Monza. Tanto più se si pensa che questo lungo serpentone di cemento taglia in due lo splendido e (un tempo) incontaminato Parco Reale.

    Monza non è solo cemento, verde, velocità e storia. E' anche tragedia: l'ultima nel 2000, quando un membro del personale antincendio venne centrato da uno pneumatico staccatosi dalla Jordan di Frentzen e perse la vita. Andando a ritroso nel tempo, nel 1961 Von Trips volò in mezzo al pubblico e uccise più di dieci spettatori; nel 1970 perse la vita il pilota Rintz, otto anni più tardi toccò a Peterson.

    Diciamo dunque che la sicurezza non è mai stato il forte di Monza. Tracciato emozionante, ma estremo. Molto è stato fatto in questi anni per migliorare la tutela dell'incolumità di piloti, addetti e pubblico; secondo qualcuno, andrebbe fatto altro ancora. Del resto quei lunghissimi rettilinei che allungano il circuito sono un invito a pigiare sull'acceleratore. Qui le gare si vincono davvero sulla velocità, per questo tutte le monoposto tendono a presentarsi con un carico aereodinamico piuttosto basso.

    Di spazio e occasioni per sorpassare, paradossalmente, ce ne sono poche. La Variante Ascari, con la sua bassissima velocità e il pilota chiamato a destreggiarsi in mezzo ai cambi di direzione, e la Parabolica, la curva che immette sul rettilineo finale e che sottopone sempre le vetture a una notevole forza centrifuga. Dunque, da una parte un motore potente, dall'altra un'aereodinamica appropriata si rivelano il più delle volte il mix fondamentale per tornare da Monza con un sorriso.

    DATI DEL CIRCUITO
    Anno di costruzione 1928
    Primo GP disputato: 03/09/1950
    Lunghezza: 5.793 m
    Velocita` massima: 368 Km/h
    N° Giri 53
    Curve a destra: 6
    Curve a sinistra: 4
    Vittoria GP 2006: M. Schumacher
    Pole Position GP 2006: K. Raikkonen - 1`21``484
    SITO INTERNET www.monzanet.it
    INDIRIZZO Via Vedano, 5 Parco Di Monza
    TELEFONO ++39.039.24821



    Tutte le prove in diretta su Sky
    Questi il programma e la copertura tv del GP d'Italia di Formula 1 che si disputa domenica a Monza:
    VENERDÌ (diretta Sky Sport2 dalle 10)
    10-11.30 prove libere
    14-15.30 prove libere
    SABATO (diretta Sky Sport2 dalle 11; Raidue dalle 13.45)
    11-12 prove libere
    14 qualifiche
    DOMENICA
    14 gara (diretta Raiuno e Sky Sport2)



    STATISTICHE DEL TRACCIATO
    Maggior numero di vittorie
    5 Michael Schumacher (Ger)
    3 Juan Manuel Fangio (Arg)
    3 Stirling Moss (Gb)
    3 Ronnie Peterson (Swe)
    3 Nelson Piquet (Bra)
    3 Alain Prost (Fra)
    2 Alberto Ascari (Ita)
    2 Rubens Barrichello (Bra)
    2 Damon Hill (Gb)
    2 Phil Hill (Usa)

    17 Ferrari
    8 McLaren
    6 Williams
    5 Lotus
    3 Brm
    2 Brabham
    2 Maserati
    2 Mercedes
    2 Renault
    2 Vanwall

    Maggior numero di Pole Position
    5 Juan Manuel Fangio (Arg)
    5 Ayrton Senna (Bra)
    3 Jim Clark (Gb)
    3 Juan Pablo Montoya (Col)
    3 Michael Schumacher (Ger)
    3 John Surtees (Gb)
    2 Jean Alesi (Fra)
    2 Mario Andretti (Usa)
    2 Alberto Ascari (Ita)
    2 Jacky Ickx (Bel)

    18 Ferrari
    8 McLaren
    7 Lotus
    7 Williams
    2 Alfa Romeo
    2 Benetton
    2 Brabham
    2 Mercedes
    2 Renault
    2 Vanwall

    Maggior numero di Podi
    8 Michael Schumacher (Ger)
    5 Juan Manuel Fangio (Arg)
    5 Alain Prost (Fra)
    5 Ayrton Senna (Bra)
    4 Rubens Barrichello (Bra)
    4 Gerhard Berger (Aut)
    4 Emerson Fittipaldi (Bra)
    4 Mika Hakkinen (Fin)
    4 Phil Hill (Usa)
    4 Niki Lauda (Aut)

    60 Ferrari
    20 McLaren
    17 Williams
    10 Lotus
    7 Brabham
    6 Brm
    6 Cooper
    5 Alfa Romeo
    5 Benetton
    5 Renault

    Maggior numero di giri veloci
    3 Jim Clark (Gb)
    3 Mika Hakkinen (Fin)
    3 Phil Hill (Usa)
    3 Clay Regazzoni (Sui)
    3 Ayrton Senna (Bra)
    2 Mario Andretti (Usa)
    2 Rubens Barrichello (Bra)
    2 Juan Manuel Fangio (Arg)
    2 Jose' Froilan Gonzalez (Arg)
    2 Damon Hill (Gb)

    17 Ferrari
    9 McLaren
    8 Williams
    7 Lotus
    3 Maserati
    2 Alfa Romeo
    2 Brabham
    2 March
    1 Benetton
    1 Brm

    Video: [URL=]un giro di pista[/url] appena possibile
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658275
    McLaren : 50.000 dollari di multa
    La squadra se la cava con poco


    La McLaren è stata condannata giovedì ad una multa di 50.000 dollari da parte della FIA per aver utilizzato in Ungheria un nuovo cambio senza far superare alla monoposto un nuovo crash test.

    In base ai termini del regolamento FIA, una monoposto omologata prima dell’inizio della stagione deve passare un nuovo crash test ogni volta che integra un nuovo elemento importante nel corso della stagione. Le MP4-22 di Alonso e Hamilton erano equipaggiate in Ungheria di un nuovo cambio ultra leggero, senza che le vetture fossero state sottoposte ad alcun crash test.


    "I commissari considerano che siccome l’elemento ha passato in seguito il test, la vettura era quindi regolare in Ungheria," secondo un comunicato della FIA che condanna il fatto "di non aver eseguito le cose nell’ordine corretto," ha precisato il porta-voce della federazione.
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658277
    E' subito Ferrari a Monza
    GP d’Italia : Prove Libere 1



    Le prime prove libere all’autodromo nazionale di Monza sono iniziate sotto un cielo sereno con temperature di 20°C nell’aria e di 25°C sull’asfalto. Le due Toyota di Trulli e Ralf sono state le prime vetture ad entrare in azione, seguite da Liuzzi, Yamamoto, Vettel, Davidson, Sato, Sutil e dalle Renault.

    Man mano anche il resto del plotone è uscito per effettuare il tradizionale giro di controllo al termine del quale i piloti sono rientrati nei rispettivi garage. Vettel è stato il primo a far registrare un giro veloce al volante della sua Toro Rosso; il tedesco è stato scalzato poco dopo da Trulli, il quale è rimasto al primo posto per un po’ di tempo, prima di essere superato a sua volta da Lewis Hamilton dopo circa 40 minuti.

    Il britannico ha proseguito nel suo sforzo portando il suo vantaggio nei confronti del pilota italiano ad oltre un secondo. Verso la fine dei primi 60 minuti di prove le due Ferrari hanno iniziato a fare sul serio issandosi davanti alla McLaren, Raikkonen 1° e Massa 2°.


    Questa prima ora e mezza di lavoro a Monza alla fine non è stata molto intensa, ma i team hanno svolto un’importante sessione di prove private la scorsa settimana sul circuito lombardo, e di conseguenza non hanno bisogno di coprire molti km in quanto dispongono già di una buona base di dati.

    Le due Ferrari hanno chiuso ai primi due posti, Raikkonen davanti a Massa con circa un decimo e mezzo di vantaggio. Le due McLaren di Hamilton ed Alonso si sono piazzate rispettivamente terza e quarta, ma lo spagnolo ha accusato oltre sei decimi di ritardo su Raikkonen.

    Quinta piazza per Rosberg che ha preceduto Button, Fisichella e Kubica, mentre la top 10 è stata completata da Heidfeld e Trulli. Il debutto della nuova Spyker sembra si sia svolto piuttosto bene, soprattutto per Adrian Sutil che si è lasciato alle spalle le due Toro Rosso ed il compagno di squadra Yamamoto, grazie ad un 19° tempo apoco più di tre decimi dalla Red Bull di coulthard.
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658278
    Alonso domina i secondi 90 minuti
    GP d’Italia : Prove Libere 2


    Anche i secondi novanta minuti di prove libere all’autodromo nazionale di Monza si sono svolti sotto il sole, con temperature di 28°C nell’atmosfera e di 35°C sull’asfalto.

    Fisichella e Rosberg sono stati i primi a scendere in pista, seguiti Trulli, Vettel, Wurz, Liuzzi, Yamamoto, Kubica, Webber… Fisichella è stato il primo ad installarsi al vertice della graduatoria tempi provvisoria al volante della sua Renault R27, ma il romano è stato scalzato in un primo momento dal compagno di squadra Kovalainen e successivamente da Alonso.

    Lo spagnolo della McLaren è stato superato dalla BMW di Kubica, alla quale ha però risposto prontamente. E’ stato poi Kimi Raikkonen ad occupare la prima posizione, prima di essere passato da Alonso. Nel frattempo Fisichella si è issato al secondo posto, ma ad oltre un secondo dalla McLaren.

    Piccolo testa-coda di Massa dopo circa 23 minuti all’altezza della seconda chicane, ma il brasiliano ha potuto riprendere senza problemi. Felipe ha sbagliato una seconda volta alcuni minuti dopo effettuando una piccola escursione sulla sabbia.


    In questa seconda sessione i piloti hanno continuamente alternato le due mescole proposte dalla Bridgestone per studiarne a fondo il comportamento. Alla fine nonostante i numerosi assalti al suo tempo, nessuno cito a battere Fernando Alonso che ha largamente dominato questa sessione pomeridiana.

    Lo spagnolo ha chiuso al comando con un vantaggio di quasi nove decimi sulla McLaren di Hamilton. Fisichella, terzo miglior tempo, è già staccato di oltre un secondo. Quarta piazza per la Bdi Kubica, il quale ha preceduto la Williams di Rosberg, quinto. In quinta posizione troviamo la prima Ferrari, con Felipe Massa.

    Dietro al brasiliano si sono piazzati nell’ordine Heidfeld, Kovalainen, Raikkonen e Wurz che completano la top 10 rispettivamente al settimo, ottavo, nono e decimo rango.
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658279
    Così la Fia ha costretto
    i piloti McLaren a parlare

    Ecco i retroscena dell'ultima svolta a proposito della Spy Story. La Ferrari chiede la mano pesante ma c'è caos anche al suo interno: il sistema di sicurezza interno è saltato. Si parla di una "vendetta" di Stepney

    MONZA, 8 settembre 2007 - Venerdì 31 agosto è una data che l’automobilismo non dimenticherà facilmente. Non solo perché Luca Montezemolo festeggiava i 60 anni a Capri, presente il bel mondo della politica, della finanza, del giornalismo, del business. Ma perché qualche ora prima l’avvocato Max Mosley, presidente Fia, aveva inviato una lettera durissima ad Alonso, Hamilton e De la Rosa, piloti McLaren, invitandoli a vuotare il sacco su quanto sapevano (per discorsi, e-mail, documenti, disegni, diagrammi o altro) sul passaggio di notizie da Stepney al loro team, pena il ritiro della superlicenza. Premio per la collaborazione, una sorta di imprecisato salvacondotto.
    REPLICA - I tre hanno immediatamente risposto: Hamilton dicendo che non sapeva nulla, Alonso e De la Rosa parlando di uno scambio di posta elettronica su quanto saputo dal progettista Mike Coughlan, via Nigel Stepney. È su questo materiale che giovedì a Parigi la Fia dovrà discutere e decidere: se si evidenzierà uno scambio di informazioni tra due tecnici senza coinvolgimento della McLaren, il team inglese potrà cavarsela benino. Altrimenti, se — come sembra dalla conoscenza di certi dati da parte dei piloti — si rileverà un coinvolgimento della squadra, la McLaren rischia la cancellazione dei punti del Mondiale costruttori in questa stagione e forse nella prossima. La Ferrari auspica addirittura la radiazione della McLaren dai team che possono partecipare al Mondiale. Ovviamente, in caso di mano pesante ci saranno l’appello e magari il ricorso a un tribunale civile, per cui il caso andrà per le lunghe.
    STRATEGIA - Ma tornando al 31 agosto, era accaduta un’altra cosa, forse ammantata di leggenda: ma non cambia la sostanza. Alcuni ospiti del celebre compleanno si erano ritrovati sulla barca del presidente della Fiat e della Ferrari, per discutere della Spy Story. C’erano i massimi dirigenti di Maranello e forse qualcuno della Fiat. Qui sarebbe stato messo a punto il piano d’attacco da portare alla Fia, sulla base di una mole enorme di documenti che riguardano da un lato Stepney, dall’altro la McLaren.
    SEGRETI - Si dice, ad esempio, che la vendetta di Stepney (la cui colpevolezza è da accertare in sede giudiziaria) sarebbe partita a fine 2006, quando la Ferrari, sapendo che aveva un’offerta McLaren, bloccò il trasferimento, obbligandolo a restare sino a fine 2007. Da qui la ritorsione, col furto e il passaggio di moltissimo materiale a Coughlan (solo a lui?), con dati di galleria del vento, budget, progetti futuri e persino una lista di trattamenti per i materiali, con i relativi fornitori. Ci sarebbero anche le prove di telefonate tra Stepney e Coughlan durante i GP di questa stagione, con informazioni su carichi di benzina, distribuzione pesi e altro. Può darsi che la McLaren abbia sottovalutato la cosa. Comunque sia, ora dovrà accettarne le conseguenze. Ma c’è pure caos all’interno della Ferrari, perché sembra certo che qualcuno abbia collaborato con Stepney nel reperimento del materiale. Comunque, il sistema di sicurezza interno è saltato clamorosamente: non era la prima volta. E chi ne era ai vertici non sta vivendo momenti facili.
    SCENARI - Potrebbero esserci svolte clamorose. Oltre a quella già nota di cui parla radiobox, cioè Alonso alla Ferrari nel 2008, basata però su pure speculazioni. In questo allegro contesto si sono tenute le prime prove del GP d’Italia (mai visto così poco pubblico), con un esito felicissimo per l’"imputato" Alonso, miglior tempo assoluto su Raikkonen, Massa, Hamilton.
    CALORE - Ma c’è un particolare non da poco: Fernando ha fatto il suo miglior giro nel pomeriggio, cioè quando si terrà la gara, gli altri al mattino, con pista più fredda. Nel pomeriggio la McLaren ha dominato e la Ferrari è apparsa in serie difficoltà, con anche un trascurabile guasto all’impianto idraulico di Raikkonen. Urgono rimedi per oggi, quindi. Gli altri sono staccati. Di rilievo il 3° tempo pomeridiano di Fisichella con la Renault, ma nessuno sembra in grado di potersi inserire nella lotta tra i due colossi. Pista o tribunale, i nomi sono sempre gli stessi...
    dal nostro inviatoPino Allievi

    ----------------
    La Fia: "Team, collaborate"
    Alonso: "Io sapevo? Bugie"

    Spy Story, la Federazione ha mandato una lettera ai piloti McLaren e alle altre squadre chiedendo che chi sa qualcosa lo riveli. Lo spagnolo ha smentito le indiscrezioni secondo cui era informato sugli assetti Ferrari

    MONZA, 7 settembre 2007 - "È una bugia". Fernando Alonso, ha reagito così, con la stampa spagnola, alle indiscrezioni trapelate ieri al paddock di Monza su un presunto scambio di informazioni con il capo progettista McLaren Mike Coughlan, attraverso e-mail con il collaudatore De la Rosa, sugli assetti della Ferrari. Informazioni che il campione della McLaren, avrebbe poi fornito alla Fia con l'obiettivo di far punire la sua squadra per liberarsi a fine stagione dal suo contratto.
    SANZIONI - "Se il team sarà sanzionato - ha detto - anch'io lo sarò. Faccio parte di questo team e il problema sarebbe comune. Siamo qui per vincere i campionati piloti e costruttori, siamo in testa ad entrambi, e non c'è una persona nel team che non sia concentrata su questo obiettivo". Alonso ha poi sottolineato che il suo obiettivo "è vincere le ultime cinque gare". "Non parlerò di nient'altro - ha detto ai giornalisti spagnoli - sono arrivato qui motivato, concentrato e isolato da tutto il resto". Di sicuro c'è che nel caso in cui il team di Ron Dennis venisse giudicato colpevole, Alonso potrebbe liberarsi dal contratto che lo lega alla McLaren fino alla fine del 2008.
    LA LETTERA FIA - La Fia ha inoltre spedito una lettera ai piloti della McLaren e agli altri team di F.1 cercando altre prove. La sostanza della missiva di Mosley sarebbe: se qualcuno sa qualcosa, ritenuta anche poco importante, lo deve dire immediatamente. "La Fia è al corrente di una accusa che uno o più piloti della McLaren potrebbero essere in possesso, o sono stati recentemente in possesso, di prove scritte rilevanti nell'ambito dell'inchiesta". La Fia in questa lettera ha chiesto la cooperazione di tutte le squadre. "Nell'interesse dello sport e del campionato è importante che la Fia stabilisca inecquivocabilmente e rapidamente se queste informazioni hanno riscontro nei fatti. In particolare, la Fia si augura di ricevere copie di qualsiasi comunicazione elettronica che possa essere rilevante in questo caso e che faccia riferimento alla Ferrari, Nigel Stepney o qualsiasi informazione tecnica, o di altra natura, provenienti o connesse alla Ferrari o al signor Stepney. Capirete che è dovere di tutte le persone coinvolte in questo sport di assicurare la giustizia e la legettimità del Mondiale di F.1". Ai piloti McLaren la Fia avrebbe garantito un'amnistia in cambio delle informazioni che potrebbero inchiodare la squadra.

    ------------------
    La Spy Story in breve
    L'INCHIESTA - La Spy Story inizia con un esposto della Ferrari contro il tecnico Nigel Stepney (22 giugno), accusato di tentato sabotaggio. Viene trovata una polvere bianca vicino ai serbatoi delle vetture in partenza per il GP di Monaco. A casa di Mike Coughlan, capo progettista McLaren, sarebbe arrivato un dossier sulla Ferrari di 780 pagine, ricevuto da Stepney. La Fia apre un’indagine (4 luglio).
    LA SENTENZA - La Fia convoca il Consiglio Mondiale. La Ferrari ottiene dall’Alta Corte di Londra una dichiarazione giurata di Coughlan che gira alla Federazione. Il 26 luglio, a Parigi, il Consiglio ritiene colpevole la McLaren, ma non punibile perché non c’è prova che abbia usato le informazioni. Se tali prove, però, dovessero arrivare in futuro, la McLaren rischierebbe perfino l’esclusione dal Mondiale.
    LE POLEMICHE - Dopo le polemiche scaturite dalla sentenza e un duro scambio di lettere fra Gino Macaluso, presidente della Csai, Max Mosley, presidente della Fia, Ron Dennis, titolare della McLaren, si riapre il caso. Mosley il 31 luglio decide di impugnare la sentenza del Consiglio Mondiale davanti alla Corte d’Appello della Fia, la cui convocazione sarà poi fissata per il 13 settembre.
    COLPO DI SCENA - Il 5 settembre la Fia comunica che il giorno 13, a Parigi, invece della Corte d’Appello ci sarà di nuovo il Consiglio Mondiale. La McLaren viene convocata, forse con i suoi tre piloti. Le nuove prove in mano alla Fia potrebbero essere certe e-mail tra il collaudatore De la Rosa e Alonso, da cui emergerebbe che i piloti erano a conoscenza di alcune informazioni della Ferrari.
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658280
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658283
    Botto Raikkonen!
    A Monza miglior tempo nelle ultime libere del Gran Premio d'Italia di Fernando Alonso su McLaren. Alle sue spalle il compagno di squadra Lewis Hamilton e Felipe Massa. Brutto botto per l'altro ferrarista Kimi Raikkonen: pilota illeso, monoposto distrutta


    Libere sfortunate per la Ferrari a Monza, dove si è da poco conclusa la terza e ultima sessione di prove del Gran Premio d'Italia. Kimi Raikkonen si è infatti reso protagonista di una brutta uscita di pista alla variante Ascari finendo contro il muretto esterno subito dopo il ponte con la sua F2007 che si è poi infilata sotto le barriere di pneumatici. Il pilota, che stava viaggiando a più di 300 km/h, è uscito da solo dall'abitacolo e ha rifiutato la barella, dirigendosi subito ai box dove il portavoce della Rossa Luca Colajanni ha rassicurato tutti sulle sue condizioni. Raikkonen illeso, ma vettura distrutta e mondiale sempre più in salita, anche se il finlandese eviterà la penalizzazione in griglia montando il 'vecchio' propulsore sulla terza monoposto su cui stanno lavorando i meccanici di Maranello in vista delle qualifiche.

    Il miglior tempo è andato a Fernando Alonso che ha duellato con il compagno di squadra Lewis Hamilton fino all'ultimo giro, senza esclusione di colpi, e portato a casa un 1'22"054 che gli ha permesso aggiudicarsi il confronto con l'anglocaraibico per 146 millesimi. Terzo Felipe Massa, in ritardo di oltre mezzo secondo, a seguire le due due Bmw di Nick Heidfeld e Robert Kubica. Ottavo Jarno Trulli, fuori dalla top 10 Giancarlo Fisichella piazzatosi 14°.
  8.     Mi trovi su: Homepage #4658285
    Originally posted by lucafiQo
    ci stanno distruggendo :rolleyes:
    la vedo dura per domani :rolleyes:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658286
    Alonso in pole, 1° fila tutta McLaren !
    GP d’Italia : Qualifiche


    Le qualifiche di Monza sono state disputate in condizioni meteo ideali con 28°C nell’atmosfera e 34°C sulla pista. All’apertura della pit-lane i piloti si sono lanciati immediatamente per andare subito a caccia di un buon riscontro cronometrico.

    Kimi Raikkonen si è installato ai comandi della macchina di riserva, ma col motore di quella da gara. Sebastian Vettel ha approfittato pochi secondi di gloria in vetta alla graduatoria prima di essere scalzato dal finlandese della Ferrari.

    Dopo sei minuti Sakon Yamamoto ha colpito le barriere di protezione perdendo nell’impatto l’alettone anteriore della sua Spyker. In seguito è stato Hamilton ad issarsi in prima posizione, ma il britannico è stato superato poco dopo da Alonso.

    Al termine dei primi quindici minuti sono stati eliminati Yamamoto, Sutil, Coulthard, Liuzzi, Sato e Ralf che a sorpresa non è riuscito a realizzare un tempo sufficiente per accedere alla seconda parte !

    Nei secondi quindici minuti la lotta è stata ancora molto intensa. Fernando Alonso ha dominato ancora una volta gli avversari. Prestazione deludente da parte di Giancarlo Fisichella che non è riuscito a seguire il compagno di squadra Kovalainen nella fase finale. Stesso destino anche per Barrichello, Vettel, Davidson, Wurz e Webber.


    Da segnalare il risultato positivo ottenuto da Jenson Button che è riuscito a portare la sua Honda tra i primi dieci della griglia. Questo non fa che confermare quanto di buono svolto dalla marca nipponica nei test della scorsa settimana. Gli altri nove a disputarsi la pole position sono stati Alonso, Hamilton, Massa, Raikkonen, Heidfeld, Kubica, Kovalainen, Rosberg e Trulli.

    Fernando Alonso ha dettato legge fino alla fine conquistando la pole con un vantaggio di circa tre decimi e mezzo sul compagno di squadra Hamilton. Sarà una prima fila tutta McLaren quella di domani ! Le Ferrari hanno dovuto accontentarsi del terzo e quinto posto con Massa e Raikkonen rispettivamente.

    Heidfeld ha compiuto una mezza impresa inserendosi tra le due Ferrari, al quarto rango. Il compagno di squadra Kubica occuperà il sesto posto. Kovalainen e Rosberg saranno in quarta fila, mentre Trulli e Button si lanceranno in quinta fila in nona e decima posizione rispettivamente.

    -----------------------
    Risultati completi qualifiche
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4658288
    GP d'Italia - Le voci dal paddock
    Le voci dei protagonisti delle qualifiche del Gran Premio d'Italia dominate dalle McLaren e da Fernando Alonso


    Alonso "Credo di aver fatto una buona qualifica. Ho fatto molti secondi posti, finalmente una pole. Abbiamo fatto il possibile anche nei test per migliorare e ora siamo molto veloci. Speriamo di poter completare il lavoro domani. Il team è molto concentrato, in Turchia è stato un weekend deludente e ora abbiamo fatto un passo avanti, speriamo prima della fine del Mondiale di riuscire a migliorare ancora e di rimanere primi. Qui sono stato più fortunato e ho avuto più tempo di concentrarmi rispetto alla Turchia e manterrò alta la concentrazione fino a domani pomeriggio facendo così per tutte le altre rimanenti gare".

    Hamilton: "E' stata una bella battaglia tra me e Fernando! Il primo giro non è stato fantastico, l'ultimo sì, ma la squadra ci ha messo nelle condizioni di dare il meglio. E' stato un lavoro difficile anche per i freni, a causa dei quali molte squadre hanno avuto difficoltà".

    Massa: "La McLaren ha dimostrato di essere molto veloce, io ho dato il meglio. Non vedo l'ora di fare la gara ma devo ammettere che loro sono davvero forti. In alcuni circuiti siamo meglio noi, in altri loro ma domani staremo a vedere. Quando si viene da un circuito più lento non è facile avere un buon grip sui freni, quello che è successo a Kimi può capitare ed è già successo in Formula 1".

    Raikkonen: "Non molliamo. Quelle di oggi sono solo qualifiche e la gara è un'altra cosa. Domani è un altro giorno, continuiamo a spingere. Le McLaren sono state sempre molto veloci durante l'anno, noi cerchiamo di fare sempre del nostro meglio, vediamo come andrà in gara e spero di fare una buona partenza".

  F1: Gp d'Italia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina