1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4658501
    La Juventus è ospite allo stadio Romareda per festeggiare i 75 anni del Real Saragozza. L’atmosfera è quella del grande evento: prima della partita un’ora di spettacolo con coreografie e giochi pirotecnici, poi, spazio alle due squadre. Ranieri presenta in avanti Iaquinta, assistito in fase offensiva da Olivera e Palladino, e porta in panchina anche due giovani brasiliani Dante e Rink De Camargo, arrivati in prestito dallo Standard Liegi per l’occasione.

    La partita si gioca su un buon ritmo, considerato il carattere amichevole, ed è il Saragozza a rendersi subito pericoloso con Sergio Garcia, che al 6’ va alla conclusione da posizione defilata, ma viene chiuso da Boumsong che mette in angolo. Il francese è attento anche pochi istanti dopo a liberare l’area, dopo un tiro dalla distanza di Aimar. La Juventus risponde al 13’ con la sponda di Iaquinta per Olivera che salta Ayala al limite dell’area e batte da ottima posizione, mette a lato. Il Saragozza approfitta dell’errore dei bianconeri e al 18’ passa in vantaggio: Aimar se ne va sulla destra e serve Diego Milito a centro area, il cui tiro non potente, ma molto angolato, sorprende Belardi (1–0). Al 24’ Ranieri effettua la prima sostituzione: Nocerino subisce un duro colpo alla caviglia ed è costretto a lasciare il posto ad Almiron. Tre minuti più tardi si fa vedere in avanti Iaquinta che riceve in area e va alla conclusione, ma non centra lo specchio della porta. Al 29’ è ancora bravo Boumsong a chiudere su Diogo, deviando sul fondo il suo tiro dal limite. Il pareggio arriva al 34’: punizione dal limite con Almiron che tocca per Iaquinta, tiro secco su cui arriva Lopez Valleyo, il pallone si impenna e ricade in rete (1–1). Il Saragozza va vicino al raddoppio al 39’: Gabi entra in area dalla sinistra e mette in mezzo un rasoterra che supera Belardi e arriva a Milito, ma ancora una volta c’è l’imperioso anticipo di Boumsong. Al 43’ però gli spagnoli passano: la retroguardia bianconera di fa sorprendere dal contropiede di Sergio Garcia che entra in area e tocca per Milito, appostato a centroarea, tocco di piatto e palla in rete. Nell’azione, Boumsong, nel generoso tentativo di recuperare, si infortuna e deve lasciare il posto a Ariaudo proprio nel finale di tempo.

    In avvio di ripresa Ranieri effettua il terzo cambio, inserendo Esposito al posto di Palladino. La Juventus si fa distende bene con Olivera, che al 6’ aggancia un bel pallone in area di rigore, ma il suo assist per Iaquinta non filtra. Il Saragozza inizia il festival delle sostituzioni e la partita cala inevitabilmente di tono, ma Sergio Garcia è sempre una spina nel fianco e al 19’ va alla conclusione da limite, mettendo a lato di poco.
    La Juventus riaccende la sfida al 25’, con il traversone di Esposito dalla destra e l’imperioso stacco di testa di Rink De Camargo, subentrato ad Olivera, ma il pallone si stampa sul palo. Il brasiliano dello Standard Liegi si fa vedere anche al 33’, ma il suo potente tiro da fuori area viene bloccato da Miguel, subentrato nella ripresa a Lopez Valleyo. Al 36’ Olivera riesce a sfuggire alla retroguardia, ma da buona posizione non centra la porta e stessa sorte ha la conclusione di Celades a fine gara.

    REAL SARAGOZZA – JUVENTUS 2–1

    RETI: 18’p.t. D. Milito, 34’ p.t. Iaquinta, 43’ p.t. D. Milito

    REAL SARAGOZZA
    Lopez Valleyo (27’ s.t.Miguel) ; Ayala(1’ s.t. Sergio F.), Diogo(14’ s.t.Chus Herrero), Juanfran (27’ s.t. Oscar), Pavon; Luccin, Aimar (1’s.t. Oliveira), Gabi (14’ s.t. Celades), Generelo; Sergio Garcia (27’ s.t. Cuartero), D. Milito (1’ s.t. D’Alessandro)
    All. Fernandez

    JUVENTUS
    Belardi; Birindelli, Boumsong (44’ Ariaudo), Legrottaglie, Molinaro; Zanetti, Nocerino (24’ p.t. Almiron) Nedved (31’ s.t. Dante); Iaquinta (31’ s.t. Castiglia), Palladino (1’s.t. Esposito), Olivera (18’Rink De Camargo).
    A disposizione: Novembre, Vanstrattan, Zebina
    All. Ranieri

    ARBITRO: Carlos Cros

    AMMONITI: 33’ p.t. Diogo, 9’ s.t. Sergio F., 11’ s.t. Birindelli, 26’ s.t. Juanfran, 30’ s.t. Almiron


    http://www.juventus.com/it/news/detail.aspx?lml_language_id=0&trs_id=1203000&ID=12180
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4658502
    Juve a Saragozza: Nocerino e Boumsong infortunati

    Il francese preoccupa lo staff medico. Domani esami.

    Non è stata una semplice amichevole di fine settimana con il campionato fermo per l'impegno delle nazionali. Quella della Juventus a Saragozza è stata una partita dura (anche il Parma trovò la stessa squadra agguerrita durante il precampionato...) che ha riportato nel tabellino ben due infortunati.

    Si tratta di Nocerino e Boumsong, entrambi usciti anzitempo dal campo e con problemi fisici che verranno valutati alla ripresa degli allenamenti. Nocerino ha subito una brutta distorsione alla caviglia che gli ha procurato gonfiore, mentre la situazione di Boumsong dovrebbe essere più complicata, dato che al francese è servita la barella per uscire dal campo vittima di un problema agli adduttori.

    Così, per Ranieri, quello che doveva essere un tranquillo venerdi sera si è trasformato in un venerdi difficile da raccontare...
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4658505
    Ranieri: 'Saragozza ha giocato in maniera piuttosto dura'

    13:12 del 08 settembre

    "Come avevo detto alla vigilia, non era il risultato la cosa importante. Piuttosto mi interessava far giocare tutti il più possibile per migliorare la condizione. Purtroppo non ho potuto farlo, perché il Saragozza ha giocato in maniera piuttosto dura e sono stato costretto ad effettuare delle sostituzioni prima del previsto". Sono queste le parole pronunciate da Claudio Ranieri al termine della sfida con il Saragozza. Gli infortuni a Nocerino e Boumsong, durante il primo tempo, e l’uscita di Palladino, anch’egli colpito duro, tra le due frazioni di gioco hanno scombinato i piani del tecnico, ma si è trattato comunque di una buona sgambata, utile quantomeno a portare in condizione alcuni elementi della rosa. Per Ranieri, dopo il ritorno a Cagliari di domenica scorsa, la serata è stata un altro tuffo nel suo passato, visto che in Spagna ha allenato per quattro stagioni: "Tornare dove si è stati tanto bene fa sempre piacere. Che si tratti di Cagliari, della Spagna o di altri posti però, quello che mi interessa è tornare e vincere".
  4.     Mi trovi su: Homepage #4658506
    Originally posted by lucafiQo
    [B]Ranieri: 'Saragozza ha giocato in maniera piuttosto dura'

    13:12 del 08 settembre

    "Come avevo detto alla vigilia, non era il risultato la cosa importante. Piuttosto mi interessava far giocare tutti il più possibile per migliorare la condizione. Purtroppo non ho potuto farlo, perché il Saragozza ha giocato in maniera piuttosto dura e sono stato costretto ad effettuare delle sostituzioni prima del previsto". Sono queste le parole pronunciate da Claudio Ranieri al termine della sfida con il Saragozza. Gli infortuni a Nocerino e Boumsong, durante il primo tempo, e l’uscita di Palladino, anch’egli colpito duro, tra le due frazioni di gioco hanno scombinato i piani del tecnico, ma si è trattato comunque di una buona sgambata, utile quantomeno a portare in condizione alcuni elementi della rosa. Per Ranieri, dopo il ritorno a Cagliari di domenica scorsa, la serata è stata un altro tuffo nel suo passato, visto che in Spagna ha allenato per quattro stagioni: "Tornare dove si è stati tanto bene fa sempre piacere. Che si tratti di Cagliari, della Spagna o di altri posti però, quello che mi interessa è tornare e vincere". [/B]



    se questa partita è servita per togliere di mezzo Boumsong, proporrei di rigiocarla ogni mercoledì.... :rolleyes:
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4658507
    Originally posted by Vittore
    se questa partita è servita per togliere di mezzo Boumsong, proporrei di rigiocarla ogni mercoledì.... :rolleyes:


    Ci si abitua al doppio impegno settimanale e si tolgono di mezzo giocatori sgraditi.:asd: :asd: :asd:

    p.s. nella partita di ieri Usa-Brasile 2-4 c'era in panchina Gladstone.:eek: :eek: :eek:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6.     Mi trovi su: Homepage #4658508
    Juve Due mesi di stop per Boumsong, Nocerino è ok

    18:25 del 10 settembre

    La Juve dovrà rinunciare per due mesi a Jean-Alain Boumsong. Al difensore, uscito alla fine del primo tempo dell'amichevole giocata venerdì con il Real Saragozza, è stata riscontrata una lesione dell'inserzione dell'adduttore lungo della coscia sinistra. I tempi di recupero difficilmente saranno inferiori ai 60 giorni. Buone notizie, invece, per Nocerino. La contusione riportata in Spagna alla caviglia sinistra è notevolmente migliorata. Il centrocampista potrà riprendere la regolare attività tra un paio di giorni.

    calciomercato.com

    ----------------

    :banana: :banana: :banana: :banana: :banana:

  Real Saragozza – Juventus 2–1

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina