1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4659266
    CHICAGO (Usa), 9 settembre 2007 - Brasile batte Stati Uniti a Chicago (stadio Soldier Field) nel cosiddetto "Clash of the Champions", il match fra squadre vincenti (gli Usa avevano infatti sconfitto il Messico nella finale di Gold Cup, il Brasile conquistato la Coppa America contro l'Argentina).
    USA OSTICI - Ma per il Brasile è stata tutt'altro che una passeggiata. Gli Usa si sono rivelati avversario ostico, ben disposto tatticamente e capace di concedere poco spazio alle giocate dei vari Kakà e Ronaldinho. E sono proprio gli americani a passare in vantaggio per primi con il difensore Bocanegra che sfrutta un'incertezza difensiva. Il pari arriva con un autogol di Onyewu provocato da un'incursione di Kakà.
    Nella ripresa è poi Ronaldinho, con un preciso corner, a mandare in gol Lucio (di testa). Ma gli Usa ritrovano il pari, beffando ancora la difesa brasiliana con un'azione veloce conclusa da Dempsey. A quel punto Ronaldinho decide che è ora di vincere e regala il definitivo vantaggio ai suoi con un'astuta punizione dal limite. Ad arrotondare il punteggio è un rigore trasformato da Blumer e concesso dopo che l'arbitro ne aveva negato uno per parte.

    http://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/Primo_Piano/2007/09_Settembre/09/brasilusa.shtml

    Buttavo l'occhio ogni tanto durante la registrazione e per quello che ho visto dico:fortuna di avere un reparto avanzato di altissimo livello altrimenti...rivedrò la partita dopo giovedì ma prima possibile per valutare quest' Afonso Alves di cui dicono un gran bene e se c'è qualche americano interessante.
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Gli Usa spaventano il Brasile

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina