1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4666071
    Nerazzurri a Istanbul in emergenza.

    «Eravamo pronti a fronteggiare le assenze degli squalificati in difesa, non gli infortuni - dice Roberto Mancini -. Siamo contati, servirà un centrocampo più compatto». L'Inter comincia la sua Champions League in un clima di emergenza generale: in attacco (solo tre punte disponibili), a centrocampo (assente Patrick Vieira), ma soprattutto in difesa. Già, perché mentre davanti e nel cuore del campo l'allarme è gestibilissimo - grazie alla classe di Ibrahimovic, al carisma di Stankovic e all'esperienza di Dacourt e Cambiasso - dalle parti di Julio Cesar si può tranquillamente parlare di situazione «drammatica».

    Fa un certo effetto la lista dei convocati sotto la voce «difensori»: solo sei giocatori, due Primavera (Esposito e Federici), il mistero-Rivas, l'ormai centrocampista Zanetti, i fisicamente «fragili» Maxwell e Samuel. Insomma, garanzie poco concrete, reparto obbligato. Materazzi e Chivu ne hanno ancora per un mese almeno, Cordoba rivedrà l'Europa solo il 23 ottobre prossimo, a Mosca contro il Cska, mentre Maicon dopo Istanbul ha altri due turni da scontare.

    Sorprende tutti Zico, che in conferenza stampa regala ottimismo all'ambiente nerazzurro: «Forse voi non lo conoscete bene — dice il tecnico del Fenerbahce —, ma Rivas è oggi uno dei difensori più forti del Sudamerica». Sincero o «paraculo»?

  Mai così indifesi in una bolgia. L'Inter scopre il mistero Rivas

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina