1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666755
    E si torna in sella al motomondiale, questo week-end di scena a Motegi per il Gp del Giappone:D :cool:

    Tutto su Motegi
    Meglio conosciuto come "Twin Ring", il circuito nipponico è la roccaforte della Honda. Poco amato dai piloti, esalta le doti di accelerazione e frenata dei mezzi



    Situato nel distretto di Kanto, in una splendida cornice montana, sulle colline a nord ovest di Tokio, tra Mito e Utsonomiya, il circuito di Motegi è di proprietà della Honda che lo ha creato dal nulla nel 1997 come pista di prova all'avanguardia e polo di attrazione per tutto ciò che ruota attorno allo sport motoristico. Meglio conosciuto come "Twin Ring", il tracciato si distingue da tutti gli altri perché racchiude in sè due piste in una: il superspeedway, un ovale American style lungo 1,5 miglia dove si corrono gare di auto stile Formula Indy, e un tracciato di 2,9 miglia che invece ospita il Motomondiale fin dal 2000.

    Motegi può essere descritto come un circuito "stop and go" che esalta le doti di accelerazione e frenata dei mezzi. Non apprezzata dai piloti perché non mette in risalto la loro abilità, la pista ha un fondo perfetto che offre un buon livello di grip senza essere particolarmente abrasivo. Tuttavia la sovrabbondanza di curve da seconda raccordate più che altro da brevi, drittissimi, rettilinei, fanno di frenate ed accelerazioni i requisiti principali per ottenere tempi veloci e della consistenza la chiave per una buona gara.

    Motegi, gli orari
    Questi il programma e la copertura tv del GP del Giappone, 15esima prova del Motomondiale 2007, che si disputa domenica a Motegi:

    VENERDI
    6.05-6.35 - Prove ufficiali 125
    6.50-7.50 - Prove libere MotoGP
    8.05-8.50 - Prove ufficiali 250
    (diretta Eurosport dalle 6; sintesi su Italia1 alle 0.55)

    SABATO
    6.05-6.35 - Prove ufficiali 125
    6.50-7.50 - Prove ufficiali MotoGP
    8.05-8.50 - Prove ufficiali 250
    (diretta su Eurosport dalle 6; Italia1 alla 6.50)

    DOMENICA
    4 - Gara 125
    5.15 - Gara 250
    7 - Gara MotoGP
    (diretta su Italia1 ed Eurosport dalle 3.45; replica Italia1 dalle 11.25)


    I DATI DEL CIRCUITO

    Costruzione: 1997
    Modificato: 1999
    Lunghezza: 4.801 metri
    Curve a destra: 8
    Curve a sinistra: 6
    Rettilineo più lungo: 762 metri

    Gara MotoGP: 24 giri (115.224 km totali)
    Gara 250: 23 giri (110.423 km totali)
    Gara 125: 15 giri (72.015 km totali)

    TUTTO SULL'EDIZIONE 2006

    Gara MotoGP: 1) Loris Capirossi 2) Valentino Rossi 3) Marco Melandri
    Pole: 1'45"724 segnata da Loris Capirossi

    Gara 250: 1) Hiroshi Aoyama 2) Alex De Angelis 3) Jorge Lorenzo
    Pole: 1'51"374 segnata da Jorge Lorenzo

    Gara 125: 1) Mika Kallio 2) Alvaro Bautista 3) Julian Simon
    Pole: 1'57"231 segnata da Alvaro Bautista



    Video: Un giro di pista
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666756
    Stoner ci riprova
    A Motegi la Ducati si prepara per il colpaccio, Andrea Dovizioso si gioca il jolly in 250cc, mentre in 125cc è sfida tutta targata Aprilia



    Annullato il primo match-ball lo scorso week-end in Portogallo, Casey Stoner e la Ducati ci riproveranno nel Sol Levante: a Motegi, pista favorevole alle Bridgestone e alla Rossa di Borgo Panigale, che qui ha vinto negli ultimi due anni, anche se con Loris Capirossi, l'australiano potrà festeggiare il suo primo titolo iridato in carriera e riportare al successo nella classe regina una Casa italiana dopo un digiuno ultratrentennale che dura dal 1974. Valentino Rossi e la Yamaha faranno di tutto per rimandare la festa dei ducatisti, accorsi numerosi in Giappone, e chiudere in bellezza con qualche altra vittoria una stagione tutta da dimenticare, tra pubblico e privato. Gara thriller quindi, dove si inseriscono di diritto anche le Honda ufficiali di Dani Pedrosa e Nicky Hayden in crescita all'Estoril.

    In 250cc Andrea Dovizioso si gioca il jolly: secondo alle spalle di Jorge Lorenzo, che qui potrebbe laurearsi campione del mondo per il secondo anno consecutivo, l'italiano della Honda dovrà sfruttare al massimo una pista su misura come quella giapponese, fatta solo di "stop and go". Non hanno più nulla da perdere nè Alex De Angelis, fresco di promozione nella classe regina con il team Gresini, nè Alvaro Bautista, reduce dal successo portoghese. Insomma gara più che mai aperta.

    Sfida tutta Aprilia invece in 125cc dove andrà in scena ancora una volta il confronto tra la RS di Gabor Talmacsi e la RSA di Hector Faubel, piloti della stessa squadra. L'ungherese è ancora al comando con 209 punti, ma dopo il successo all'Estoril lo spagnolo insegue a soli 5 punti di distanza. Da non sottovalutare i piloti di casa sempre pronti a fare lo sgambetto, come Tomoyoshi Koyama che in sella alla sua KTM stupisce ogni giorni di più, i nostri Simone Corsi e Mattia Pasini, decisi a prendere tutto il possibile fino a fine stagione, e naturalmente il ceco Lukas Pesek, in cerca di riscatto dopo le ultime opache prestazioni che non gli garantiscono certo il pass per la 250cc.

    -----------------
    Microfono ai protagonisti
    Diamo voce ai piloti della MotoGP alla vigilia del Gran Premio del Giappone, in programma il 23 settembre sul circuito di Motegi


    Valentino Rossi (Yamaha). "Non pensiamo al campionato, sappiamo che è fuori portata, ma possiamo fare del nostro meglio per far durare la suspense il più a lungo possibile. Sarà il nostro obiettivo di questo weekend. Abbiamo disputato una grande gara in Portogallo ed è stato fantastico rinnovare con la vittoria. Partiamo per Motegi con molta motivazione ed una grande fiducia. Sappiamo che i nostri avversari sono sempre molto forti a Motegi e quest'anno ci aspettiamo la stessa cosa da parte di Casey Stoner, ma non ho mai vinto lì con la Yamaha e quindi farò il massimo per riuscirci".

    Casey Stoner (Ducati). "Domenica scorsa non siamo stati molto fortunati ma penso che a Motegi potremo tornare competitivi perchè la squadra è molto forte e lo sono pure la moto e le gomme. Motegi è il circuito di casa della Bridgestone e dato che siamo in Giappone so che anche alla Ducati è sempre piaciuto ottenere dei buoni risultati. Negli ultimi due anni ha conquistato pole e vittoria e non c'è dubbio che sarebbe bello ripetersi. Mi piacerebbe provare a vincere altre gare prima della fine della stagione anche perché se questo rimane il nostro obiettivo, il titolo arriverebbe di conseguenza. Motegi è quel tipo di pista "fatta al computer" ma non è male. L'anno scorso ero stato veloce e quello prima, in 250, ero salito sul podio. La moto deve essere molto a posto in frenata, e in questo noi dovremmo esserci, ma ha anche bisogno di una buona accelerazione, un'area dove potremmo migliorare. Infatti siamo molto competitivi ai medi agli alti regimi mentre dobbiamo progredire in quelli bassi".

    Loris Capirossi (Ducati). "Le mie vittorie a Motegi nel 2005 e nel 2006 sono ricordi speciali. Per la Ducati vincere in Giappone è fantastico e averlo fatto due volte di fila lo è ancora di più. Io spero che quest'anno riusciremo a fare ancora bene perché le ultime gare per me sono state davvero molto difficili. In ogni caso io non mollo e continuerò a lavorare al massimo fino alla fine. Visto come sono andate le cose in passato, qui la Ducati e la Bridgestone dovrebbero andare bene anche se bisogna sempre tenere conto che le 800cc sono diverse dalle 990cc. Accelerazione e frenata sono i fattori più importanti da considerare e noi abbiamo un motore veloce e un ottimo freno motore. Le Bridgestone poi a Motegi sono sempre state molto competitive. Per finire a me personalmente la pista piace nonostante sia tutta una questione di gas aperto, frenata, di nuovo gas a manetta, frenata e così via".

    Shinya Nakano (Honda). "Non vedo l'ora di correre la mia gara di casa davanti ai fans, alla Honda e alla KONICA MINOLTA! Essendo un tracciato Honda, qui è molto importante fare bene. Motegi mi piace molto, è un circuito che richiede brusche frenate e forti accelerazioni. Nel complesso il grip della pista non è male, sebbene in passato abbia avuto l'occasione di constatare che era abbastanza duro per le gomme, quindi vedremo cosa succederà con il mio pacchetto tecnico 2007. Con i costanti miglioramenti ottenuti durante gli ultimi Gran Premi, penso che disporremo di un buon pacchetto per la mia gara di casa!"
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666758
    De Angelis con Gresini nel 2008
    Alex passa alle MotoGP


    Al rientro del Gran Premio del Portogallo, prima della trasferta in oriente che vedrà il Team Honda Gresini volare in Giappone per il 15esimo appuntamento della stagione, Fausto Gresini è lieto di dare il benvenuto a Alex De Angelis, 23 anni, attualmente terzo nel campionato 250cc. In linea con la tradizione del team Honda Gresini, i programmi 2008 vedono l'arrivo nella sua squadra di un giovane "italiano" anche se con passaporto di San Marino.

    FAUSTO GRESINI: "Sono felice di annunciare che Alex De Angelis l'anno prossimo sarà uno dei nostri due piloti in Motogp. Con Alex, un pilota di San Marino, ma a tutti gli effetti di formazione motociclistica italiana, diamo continuità al nostro progetto tricolore, nel rispetto della nostra tradizione: scommettere su un giovane italiano e portarlo al successo, mettendo a disposizione il miglior pacchetto possibile affinché possa esprimere le sue potenzialità al massimo livello. Lo abbiamo già fatto in tutti questi anni, portando alla vittoria nella classe regina piloti del calibro di Sete Gibernau, Marco Melandri e Toni Elias. Diamo il benvenuto a Alex che con noi debutterà in Motogp in sella ad una Honda gommata Bridgestone. Abbiamo siglato un accordo di un anno con rinnovo automatico se Alex arriverà a fine campionato 2008 in determinati risultati e, comunque, con un'opzione a nostro favore. È infatti nostra volontà dare continuità a questo progetto. Credo molto nelle potenzialità di Alex, che ha solo 23 anni, e mi auguro che sia proprio lui il prossimo vincitore nella nostra squadra".

    ALEX DE ANGELIS: "Sono veramente contento.
    Affronto il passaggio in Motogp con grande entusiasmo, ma anche con la tranquillità di aver fatto la scelta migliore nel momento giusto. Credo molto nella squadra di Fausto Gresini. In questi anni ha dimostrato di essere un top team che non ha niente da invidiare alle squadre ufficiali. Tutti i piloti che hanno corso per lui sono andati molto forte, raggiungendo brillanti risultati. Sento di avere tutto il supporto tecnico e morale necessario. Per me si corona un sogno: quello di correre in Motogp. A livello emotivo mi ricorda molto il passaggio dal campionato europeo alla 125 mondiale: allora coronavo il primo dei sogni che avevo da bambino: correre nel motomondiale. Adesso si realizza il secondo: correre nella classe regina. Credo che sia arrivato il momento giusto e l'esperienza maturata in quattro anni in 250 sarà la base per fare un ulteriore passo in avanti. Mi sento cresciuto e maturo".

    -----------------
    Ryanair, burla su Rossi

    "Ritorno a casa con Ryanair... e devo solo pagare le tasse" dice Valentino nella pubblicità comparsa oggi sul Messaggero. Ma il campione non ne sapeva nulla e ha messo in azione i suoi legali. La compagnia aerea non commenta

    MILANO, 17 settembre 2007 - I guai fiscali di Valentino Rossi sono ormai diventati fonte di ispirazione, più o meno autorizzata a quanto sembra. Se infatti nel nuovo spot di Fastweb in onda sulle tv in questi giorni è lo stesso Rossi a prendersi in giro telefonando da una stalla ("...sono passato dalle stelle alle..."), la pubblicità di Ryanair comparsa oggi sulle pagine del quotidiano Il Messaggero è destinata a far discutere ancor di più.
    LEGALI - "Ritorno a casa con Ryanair... e devo solo pagare le tasse!" dice un fumetto sul faccione di Valentino. Un evidente doppio senso che vuole promuovere le tariffe scontatissime della compagnia low cost irlandese, prendendo spunto dalle disavventure con l'Agenzia delle Entrate del campione. Che però ha fatto sapere di non essere a conoscenza della campagna pubblicitaria e di avere già informato i legali per gli eventuali passi da seguire.
    REPLICA - Interpellato da Agr, il padre di Valentino, Graziano Rossi, parla di "uno scherzo di pessimo gusto". E Ryanair per ora non risponde, ha affidato la sua replica a un breve comunicato stampa: "La nostra ultima pubblicità sottolinea la popolarità delle tariffe low cost tra i giovani italiani di successo". Comunque vada a finire, l'obiettivo di Ryanair di far parlare di sé sembra abbondantemente raggiunto.
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666759
    Mattia Pasini assoluto dominatore
    GP del Giappone : 125cc - Qualifiche


    È di oltre mezzo secondo il vantaggio con il quale Mattia Pasini conquista la pole position sulla pista di Motegi, il pilota italiano fa segnare un tempo di 1'57.301, quasi sei decimi meglio del secondo tempo della sessione, quello ottenuto dalla Red Bull KTM di Tomoyoshi Koyama. Terzo tempo per Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar), che paga otto decimi dal tempo di Pasini, davanti a Hector Faubel (Bancaja Aspar), a oltre un secondo dal pilota italiano.

    Quinto è Bradley Smith (Repsol Honda) che aprirà quindi la seconda fila della griglia di Motegi. Sesto tempo per Joan Olive (Polaris World) davanti a Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) e Simone Corsi (Skilled Racing Team).

    Con il nono tempo Raffaele De Rosa (Multimedia Racing) davanti a Sandro Cortese (Emmi Caffe Latte).

    -----------------
    A-Style Grand Prix of Japan Classe 125 - QP2
    1. Mattia Pasini (Polaris World) - 1'57.301
    2. Tomoyoshi Koyama (Red Bull KTM) - 1'57.892
    3. Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar) - 1'58.175
    4. Hector Faubel (Bancaja Aspar) - 1'58.571
    5. Bradley Smith (Repsol Honda) - 1'58.752
    6. Joan Olive (Polaris World) - 1'58.958
    7.
    Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) - 1'58.981
    8. Simone Corsi (Skilled Racing Team) - 1'59.001
    9. Raffaele De Rosa (Multimedia Racing) - 1'59.073
    10. Sandro Cortese (Emmi Caffe Latte) - 1'59.206
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666760
    Pole di Pedrosa a Motegi
    GP del Giappone : MotoGP - Qualifiche


    Dani Pedrosa (Repsol Honda) conquista la pole position a Motegi, il pilota spagnolo con un tempo di 1'45.864 precede Valentino Rossi (Fiat Yamaha), a quasi quattro decimi dal pilota Honda, e il compagno di squadra Nicky Hayden.

    La prima fila è tutta Michelin, la prima delle Bridgestone è infatti la Kawasaki Racing di Randy de Puniet, con il quarto tempo, davanti a Toni Elias (Honda Gresini) e Anthony West (Kawasaki Racing).

    Settimo tempo per Colin Edwards (Fiat Yamaha) davanti alle due Ducati Marlboro, quella di Loris Capirossi e quella di Casey Stoner che ha inaspettatamente sofferto queste qualifiche giapponesi non andando oltre il nono tempo.

    Decimo tempo per Marco Melandri (Honda Gresini).
    --------------------

    Risultati completi qualifiche classe MotoGp
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.
    1 26 D.PEDROSA HONDA REPSOL 1'45"864 + 0"000 + 0"000 163.26 26
    2 46 V.ROSSI YAMAHA FIAT 1'46"255 + 0"391 + 0"391 162.66 24
    3 1 N.HAYDEN HONDA REPSOL 1'46"575 + 0"711 + 0"320 162.17 25
    4 14 R.DE PUNIET KAWASAKI 1'46"643 + 0"779 + 0"068 162.07 10
    5 24 T.ELIAS HONDA GRESINI 1'46"804 + 0"940 + 0"161 161.83 24
    6 13 A.WEST KAWASAKI 1'46"912 + 1"048 + 0"108 161.66 19
    7 5 C.EDWARDS YAMAHA FIAT 1'46"997 + 1"133 + 0"085 161.53 18
    8 65 L.CAPIROSSI DUCATI 1'47"047 + 1"183 + 0"050 161.46 21
    9 27 C.STONER DUCATI 1'47"121 + 1"257 + 0"074 161.35 16
    10 33 M.MELANDRI HONDA GRESINI 1'47"136 + 1"272 + 0"015 161.32 23
    11 21 J.HOPKINS SUZUKI 1'47"163 + 1"299 + 0"027 161.28 21
    12 56 S.NAKANO HONDA KONICA MINOLTA 1'47"295 + 1"431 + 0"132 161.08 20
    13 64 K.AKIYOSHI SUZUKI 1'47"316 + 1"452 + 0"021 161.05 22
    14 7 C.CHECA HONDA LCR 1'47"334 + 1"470 + 0"018 161.03 22
    15 4 A.BARROS DUCATI PRMAC D'ANTIN 1'47"367 + 1"503 + 0"033 160.98 20
    16 6 M.TAMADA YAMAHA TECH 3 1'47"714 + 1"850 + 0"347 160.46 21
    17 71 C.VERMEULEN SUZUKI 1'47"914 + 2"050 + 0"200 160.16 27
    18 50 S.GUINTOLI YAMAHA TECH 3 1'48"085 + 2"221 + 0"171 159.91 24
    19 87 A.YANAGAWA KAWASAKI 1'48"569 + 2"705 + 0"484 159.19 21
    20 72 S.ITO DUCATI PRAMAC D'ANTIN 1'49"548 + 3"684 + 0"979 157.77 20
    21 80 K.ROBERTS KR TEAM ROBERTS 1'50"035 + 4"171 + 0"487 157.07 13
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666762
    Shuhei Aoyama in pole a domicilio
    GP del Giappone : 250cc - Qualifiche


    Shuhei Aoyama (Repsol Honda) conquista la pole position sulla pista di casa di Motegi, il pilota giapponese precede Andrea Dovizioso(Kopron Team Scot) e Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia).

    Quarto tempo per Hector Barbera (Team Toth). Mika Kallio (Red Bull KTM) ottiene il sesto tempo dietro al compagno di squadra Hiroshi Aoyama e a Julian Simon (Repsol Honda).

    Domani però sulla griglia Kallio partirà dalla quinta posizione in virtù del miglior tempo ottenuto nella prima sessione di qualifiche. Yuki Takahashi (Kopron Team Scot) ha l'ottavo tempo davanti ad Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar) e Thomas Lüthi (Emmi Caffe Latte).

    In griglia De Angelis partirà domani dalla nona piazza, il tempo fatto segnare nella prima sessione di qualifiche di ieri è infatti migliore di quell ottenuto oggi da Lüthi.

    ---------------------
    Risultati completi qualifiche classe 250
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.
    1 73 S.AOYAMA HONDA 1'51"327 + 0"000 + 0"000 155.25 18
    2 34 A.DOVIZIOSO HONDA 1'51"466 + 0"139 + 0"139 155.06 21
    3 1 J.LORENZO APRILIA 1'51"765 + 0"438 + 0"299 154.64 18
    4 80 H.BARBERA APRILIA 1'51"828 + 0"501 + 0"063 154.56 20
    5 36 M.KALLIO KTM 1'52"053 + 0"726 + 0"225 154.24 20
    6 4 H.AOYAMA KTM 1'52"169 + 0"842 + 0"116 154.09 17
    7 60 J.SIMON HONDA 1'52"261 + 0"934 + 0"092 153.96 17
    8 55 Y.TAKAHASHI HONDA 1'52"328 + 1"001 + 0"067 153.87 18
    9 3 A.DE ANGELIS APRILIA 1'52"329 + 1"002 + 0"001 153.87 15
    10 12 T.LUTHI APRILIA 1'52"441 + 1"114 + 0"112 153.71 18
    11 19 A.BAUTISTA APRILIA 1'52"711 + 1"384 + 0"270 153.34 18
    12 58 M.SIMONCELLI GILERA 1'52"825 + 1"498 + 0"114 153.19 18
    13 15 R.LOCATELLI GILERA 1'52"830 + 1"503 + 0"005 153.18 18
    14 8 R.WILAIROT HONDA 1'54"124 + 2"797 + 1"294 151.45 17
    15 32 F.LAI APRILIA 1'54"418 + 3"091 + 0"294 151.06 15
    16 20 T.TAKAHASHI HONDA 1'54"487 + 3"160 + 0"069 150.97 12
    17 75 Y.UI YAMAHA 1'54"779 + 3"452 + 0"292 150.58 15
    18 25 A.BALDOLINI APRILIA 1'54"914 + 3"587 + 0"135 150.40 18
    19 17 K.ABRAHAM APRILIA 1'55"032 + 3"705 + 0"118 150.25 18
    20 28 D.HEIDOLF APRILIA 1'55"182 + 3"855 + 0"150 150.05 17
    21 50 E.LAVERTY HONDA 1'55"352 + 4"025 + 0"170 149.83 15
    22 41 A.ESPARGARO APRILIA 1'55"451 + 4"124 + 0"099 149.71 15
    23 10 I.TOTH APRILIA 1'55"485 + 4"158 + 0"034 149.66 17
    24 7 E.VAZQUEZ APRILIA 1'55"690 + 4"363 + 0"205 149.40 9
    25 16 J.CLUZEL APRILIA 1'56"042 + 4"715 + 0"352 148.94 10
    26 77 Y.HAMAMOTO YAMAHA 1'56"692 + 5"365 + 0"650 148.11 21
    27 45 D.LINFOOT APRILIA 1'56"705 + 5"378 + 0"013 148.10 17
    28 76 S.OIKAWA YAMAHA 1'56"973 + 5"646 + 0"268 147.76 16
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666763
    Microfono ai protagonisti
    Assegnate le pole di Motegi. Diamo voce ai piloti che si sono distinti sul tracciato nipponico



    Dani Pedrosa (Honda), autore della pole. "Sono contento che le cose siano andate bene e sono soddisfatto di aver ottenuto la pole. Abbiamo lavorato molto per ottenere la miglior soluzione di pneumatici per la corsa. Ma dobbiamo aspettare di vedere che tempo farà domani per prendere una decisione definitiva. Tuttavia credo che la cose andranno abbastanza bene se non cambiera' il tempo. Può essere che alla prima curva si verifichi qualche incidente, per questo spero di lasciare quella zona abbastanza velocemente per evitare problemi e fare una buona gara".

    Valentino Rossi (Yamaha), 2° tempo. "Ci ho provato perchè avevo capito dalla prima gomma che forse si potevano fare due giri: purtroppo ho fatto un errore al primo giro della seconda gomma e ho perso un po', poi mi sono detto 'adesso ci provo'. Pedrosa è molto veloce, ha qualcosa in più di noi, ma visto come eravamo messi ieri sono molto contento, devo ringraziare i ragazzi che hanno lavorato benissimo. Abbiamo fatto qualche esperimento questo pomeriggio ma è andata male, però mi sento abbastanza bene con la moto, dobbiamo fare ancora qualche modifica. Speriamo di partire bene per restare con Pedrosa".

    Marco Melandri (Honda), 10° tempo. "Ho un buon passo di gara, ma purtroppo domani partiremo molto indietro. Con la gomma da qualifica infatti la moto saltava molto e non sono riuscito a sfruttare il potenziale della moto. È un vero peccato perchè su questa pista è importantissimo partire davanti. Non posso dirmi contento, ma continuiamo a lavorare. Domani sfrutteremo ancora il warm up per provare qualche altra soluzione e poi cercherò di fare una buona partenza. Il tracciato mi piace, anche se per noi sarà una gara molto difficile".

    Alex Barros (Ducati), 15° tempo. "Anche se la posizione in griglia sembra dimostrare il contrario, oggi abbiamo fatto un grosso passo in avanti per quanto riguarda la messa a punto globale della moto e dei pneumatici. Infatti oggi ho potuto mantenere un ritmo costante di 1'48"5, ritmo che mi permetterà domani di lottare per una posizione importante, anche se tutto dipenderà dalle condizioni metereologiche che avremo in gara. Durante le prove di qualificazione abbiamo montato un pneumatico più duro che mi da più confidenza, però oggi l'asfalto era molto caldo e ci ha causato un pò di problemi. Spero di partire bene domani e siccome è prevista una temperatura più fresca, credo che potrò fare una buona gara".

    Shinichi Ito (Ducati), 20° tempo. "Non sono riuscito a trovare una buona messa a punto della moto e devo trovare un cambio migliore, almeno per riuscire ad ottenere un pò di più dalla mia Ducati GP7. Durante il warm-up proveremo alcune modifiche con l'obbiettivo di prepararci al meglio per la gara. Se si correrà in condizioni di bagnato spero di poter fare una buona partenza e cercherò di ottenere un buon risultato, perché guido abbastanza bene sul bagnato, anche se tali condizioni sono sempre piene di insidie e variabili che possono condizionare il risultato".
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666764
    Stagione 2008 - Gomme, è guerra
    Prima il caso-Honda, ora le dichiarazioni di Carmelo Ezpeleta che ipotizza il fornitore unico nel 2008



    A tenere banco a Motegi non sono tanto né il possibile titolo di Casey Stoner in MotoGP nè le prestazioni sensazionali di un ritrovato Dani Pedrosa. Nelle ultime ore a strappare le luci della ribalta nel Motomondiale sono state le gomme.

    Il caso si è aperto ieri quando durante la conferenza stampa il presidente della HRC Hamane è uscito allo scoperto ammettendo, dopo le voci circolate nel paddock, di aver ricevuto precisa richiesta dai suoi due piloti, anche se Nicky Hayden ha poi smentito tutto, di poter correre nella prossima stagione con la Bridgestone e di aver richiesto ufficialmente alla casa di pneumatici giapponesi la fornitura. Notizia confermata poi dal responsabile delle attività sportive della Bridgestone Hiroshi Yamada che ha però tenuto a precisare di aver risposto con un secco no.

    E ha poi subito una svolta nel corso delle qualifiche della MotoGP quando Carmelo Ezpeleta, responsabile Dorna, ha proposto alla Grand Prix Commission l'introduzione della monogomma già a partire dal 2008. Ezpeleta ha giustificato il tutto precisando che alcune aziende ritengono di non poter avere dei pneumatici competitivi per la prossima stagione. "È solo una proposta iniziale: se la situazione non sarà risolta entro il GP di Malesia, allora tutte le parti in causa, Federazione, team e costruttori, rifletteranno sul da farsi e prenderanno una decisione nel corso del weekend".

    La posizione dei costruttori è nota: la Michelin ha già minacciato l'addio nel caso in cui venga messa in minoranza, mentre la Bridgestone è contraria alla monogomma e in difficoltà a soddisfare le richieste di più team. A Sepang la parola passerà a piloti e team.
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666765
    ORARI TV

    DOMENICA
    4 - Gara 125
    5.15 - Gara 250
    7 - Gara MotoGP
    (diretta su Italia1 ed Eurosport dalle 3.45; replica Italia1 dalle 11.25)




    entro la tarda mattinata, risultati completi, sintesi, classifiche e interviste:cool:
  10.     Mi trovi su: Homepage #4666766
    Pasini vince la 125, Dovizioso secondo nella 250...

    APRILIA CAMPIONE DEL MONDO !
    chi ha un' idea GIUSTA, e' un FOLLE, finche' tutti non capiscono che e' GIUSTA, poi diventa un GENIO, ma lui lo sapeva fin dall' inizio di esserlo, per cui ...

    Bresciani si NASCE, smerdostrisciati SI DIVENTA : c'e' una bella differenza, poveretti
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666767
    Quarta vittoria stagionale per Pasini
    GP del Giappone : 125cc - La corsa


    Pista bagnata a Motegi a causa della pioggia che ha fatto la sua comparsa nelle prime ore della mattina, Mattia Pasini (Polaris World) parte bene e riesce a tenere la testa del gruppo alla partenza, dietro di lui Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar) che sotto l'acqua del warm up della mattina aveva fatto segnare il secondo miglior tempo.

    Dietro di loro il gruppo dei piloti della ottavo di litro è agguerrito nelle prime curve. Le insidie della pista causano le prime cadute, sono Dino Lambardi (Kopron Team Scot), Sandro Cortese (Emmi Caffe Latte) e Raffaele de Rosa (Multimedia Racing) che nel warm up aveva fatto segnare il terzo tempo.

    Mike di Meglio (Kopron Team Scot) conferma il ritmo della mattinata portandosi in terza posizione alle spalle di Pasini e Talmacsi, Hector Faubel (Bancaja Aspar) è quarto ma dopo dieci giri perde già oltre sei secondi dal giro di Pasini. Sono costretti al ritiro, a pochi giri l'uno dall'altro, Esteve Rabat e Bradley Smith (Repsol Honda), scivola fuori anche Lukas Pesek (Valsir Seedorr Derbi) ma il ceco riesce a riprendere la pista.

    Davanti Pasini continua a guidare la corsa, incollato alle sue spalle Talamcsi riesce a mantenere il ritmo dell'italiano, di Meglio è solo leggermente distaccato dai due ma sembra essere in grado di mantenere il ritmo dei battistrada. Pesek è protagonista di una seconda scivolata fuori pista, anche in questo caso il ceco riesce a riprendere la corsa, perde sei posizioni e scivola in sedicesima.

    Di Meglio passa Talmacsi, ma la tiene la seconda posizione per poche curve prima di perdere il controllo della moto e finire lungo una via di fuga, riprenda la corsa e grazie al distacco guadagnato dai piloti de testa scala al quarto posto alle spalle di Faubel; sono quindici i secondi di ritardo dello spagnolo da Pasini.


    Gli ultimi giri vedono Pasini mantenre un buon margine di vantaggio su Talmacsi, Faubel terzo a oltre venti secondi dal pilota italiano limita i danni grazie anche alla caduta del francese di Meglio che gli consegna un podio che non avrebbe altrimenti conseguito. Vittoria di Pasini, con Talmacsi che aumenta di quattro punti il vantaggio sullo spagnolo Faubel nel Mondiale.

    ---------------
    Risultati completi gara classe125
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.

    1 75 M.PASINI APRILIA 46'29"900 + 0"000 + 0"000 130.10 21
    2 14 G.TALMACSI APRILIA 46'32"885 + 2"985 + 2"985 129.96 21
    3 55 H.FAUBEL APRILIA 46'52"305 + 22"405 + 19"420 129.06 21
    4 63 M.DI MEGLIO HONDA 47'03"651 + 33"751 + 11"346 128.54 21
    5 6 J.OLIVE APRILIA 47'07"251 + 37"351 + 3"600 128.38 21
    6 24 S.CORSI APRILIA 47'08"962 + 39"062 + 1"711 128.30 21
    7 22 P.NIETO APRILIA 47'14"388 + 44"488 + 5"426 128.05 21
    8 33 S.GADEA APRILIA 47'18"801 + 48"901 + 4"413 127.86 21
    9 60 M.RANSEDER DERBI 47'20"572 + 50"672 + 1"771 127.78 21
    10 29 A.IANNONE APRILIA 47'26"574 + 56"674 + 6"002 127.51 21
    11 77 D.AEGERTER APRILIA 47'33"488 + 1'03"588 + 6"914 127.20 21
    12 52 L.PESEK DERBI 47'40"234 + 1'10"334 + 6"746 126.90 21
    13 99 D.WEBB HONDA 47'44"479 + 1'14"579 + 4"245 126.71 21
    14 71 T.KOYAMA KTM 47'49"449 + 1'19"549 + 4"970 126.49 21
    15 17 S.BRADL APRILIA 47'53"155 + 1'23"255 + 3"706 126.33 21
    16 20 R.TAMBURINI APRILIA 47'58"189 + 1'28"289 + 5"034 126.11 21
    17 18 N.TEROL DERBI 47'59"961 + 1'30"061 + 1"772 126.03 21
    18 74 K.WATANABE HONDA 48'00"454 + 1'30"554 + 0"493 126.01 21
    19 34 R.KRUMMENACHER KTM 48'05"306 + 1'35"406 + 4"852 125.79 21
    20 69 N.MIZUNO YAMAHA 48'12"693 + 1'42"793 + 7"387 125.47 21
    21 7 A.MASBOU HONDA 48'35"869 + 2'05"969 + 23"176 124.48 21
    22 58 S.TOMIZAWA HONDA 48'05"067 + 1'35"167 -30"802 101.84 17
    0 53 S.GROTZKYJ APRILIA 45'48"153 -41"747 -2'16"914 125.78 20
    0 44 P.ESPARGARO APRILIA 38'21"617 -8'08"283 -7'26"536 127.66 17
    0 59 I.NAMIHIRA HONDA 33'16"847 -13'13"053 -5'04"770 121.18 14
    0 8 L.ZANETTI APRILIA 27'54"454 -18'35"446 -5'22"393 123.86 12
    0 38 B.SMITH HONDA 20'17"449 -26'12"451 -7'37"005 127.77 9
    0 12 E.RABAT HONDA 20'29"014 -26'00"886 + 11"565 126.57 9
    0 27 S.BIANCO APRILIA 18'17"965 -28'11"935 -2'11"049 125.93 8
    0 95 R.MURESAN DERBI 18'21"126 -28'08"774 + 3"161 125.57 8
    0 51 S.BONSEY KTM 16'01"429 -30'28"471 -2'19"697 125.84 7
    0 11 S.CORTESE APRILIA 17'33"107 -28'56"793 + 1'31"678 114.88 7
    0 15 F.SANDI APRILIA 14'00"558 -32'29"342 -3'32"549 123.37 6
    0 35 R.DE ROSA APRILIA 11'17"908 -35'11"992 -2'42"650 127.48 5
    0 57 Y.YANAGISAWA HONDA 11'44"295 -34'45"605 + 26"387 122.70 5
    0 13 D.LOMBARDI HONDA 7'04"982 -39'24"918 -4'39"313 122.01 3
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666768
    Vince Kallio davanti a Dovizioso e Barbera
    GP del Giappone : 250cc - La corsa


    Parte davanti Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot), infilando Shuhei Aoyama (Repsol Honda) che parte dalla pole.

    Parte male invece Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) che perde posizioni e scivola fino al settimo posto. Partono bene le due Red Bull KTM di Mika Kallio e Hiroshi Aoyama che si portano a ridosso di Dovizioso, Shuhei Aoyama scivola in sesta posizione. Buona la gara di Takahashi che si porta alle spalle del comapgno di squadra Dovizioso, le due Honda conducono la corsa davanti alla Aprilia Toth di Hector Barbera e alle due Red Bull KTM di Kallio e Aoyama.

    Nel gruppo fatica invece Jorge Lorenzo, che scivola alla undicesima posizione alle spalle delle Repsol Honda di Shuhei Aoyama e Jualian Simon, Thomas Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar), Lüthi (Emmi Caffe Latte) Marco Simoncelli (Metis Gilera), e Alvaro Bautista (Master Mapfre Aspar).

    Takahashi intanto non si fa troppe domande e passa in testa alla corsa, davanti al compagno di squadra Dovizioso che viene infilato anche da Barbera quando mancano quattordici giri alla fine della gara della quarto di litro. Quando mancano nove giri alla fine è sempre Takahashi che conduce, davanti a Kallio e a Dovizioso; Aoyama e Barbera seguono il terzetto di testa leggermente distaccati.

    A sei giri dalla fine è Kallio a guidare il gruppetto in fuga, davanti a Dovizioso e Takahashi. Si riaggiunge anche la KTM di Aoyama, Barbera perde invece terreno con la testa della corsa mentre Lorenzo è a quasi cinquanta secondi dai primi.
    Mancano cinque giri e Takahashi finisce lungo, riprende la pista giusto alle spalle di Barbera.

    Tre giri alla fine, Dovizioso fatica a passare Hiroshi Aoyama, Kallio davanti prova ad allungare. Dovizioso passa Aoyama grazie a una staccata al limite, il giapponese prova a rispondere ma rischia troppo e finisce per terra, riprende la gara ma perde numerose posizioni scivolando al nono posto, comunque davanti a Lorenzo.

    Ultimo giro con Kallio davanti e Dovizioso a mezzo secondo, difficile per l'italiano ritrovare il contatto con il finlandese della KTM. Sul traguardo è proprio Kallio il primo a passare davanti a Dovizioso e Barbera.

    ---------------
    Risultati completi gara classe250
    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog
    1 36 M.KALLIO KTM 48'28"585 + 0"000 + 0"000 136.67 23
    2 34 A.DOVIZIOSO HONDA 48'33"478 + 4"893 + 4"893 136.44 23
    3 80 H.BARBERA APRILIA 48'50"112 + 21"527 + 16"634 135.67 23
    4 55 Y.TAKAHASHI HONDA 48'52"073 + 23"488 + 1"961 135.58 23
    5 3 A.DE ANGELIS APRILIA 48'53"963 + 25"378 + 1"890 135.49 23
    6 60 J.SIMON HONDA 49'10"849 + 42"264 + 16"886 134.71 23
    7 58 M.SIMONCELLI GILERA 49'17"367 + 48"782 + 6"518 134.42 23
    8 4 H.AOYAMA KTM 49'26"367 + 57"782 + 9"000 134.01 23
    9 73 S.AOYAMA HONDA 49'37"634 + 1'09"049 + 11"267 133.50 23
    10 12 T.LUTHI APRILIA 49'39"422 + 1'10"837 + 1"788 133.42 23
    11 1 J.LORENZO APRILIA 49'41"620 + 1'13"035 + 2"198 133.32 23
    12 76 S.OIKAWA YAMAHA 49'54"956 + 1'26"371 + 13"336 132.73 23
    13 16 J.CLUZEL APRILIA 50'04"821 + 1'36"236 + 9"865 132.29 23
    14 75 Y.UI YAMAHA 50'15"683 + 1'47"098 + 10"862 131.82 23
    15 19 A.BAUTISTA APRILIA 50'18"666 + 1'50"081 + 2"983 131.69 23
    16 15 R.LOCATELLI GILERA 50'27"326 + 1'58"741 + 8"660 131.31 23
    17 41 A.ESPARGARO APRILIA 50'35"367 + 2'06"782 + 8"041 130.96 23
    18 10 I.TOTH APRILIA 50'39"000 + 2'10"415 + 3"633 130.81 23
    19 50 E.LAVERTY HONDA 48'36"503 + 7"918 -2'02"497 130.38 22
    20 77 Y.HAMAMOTO YAMAHA 48'37"028 + 8"443 + 0"525 130.35 22
    0 45 D.LINFOOT APRILIA 42'00"613 -6'27"972 -6'36"415 130.28 19
    0 32 F.LAI APRILIA 37'50"018 -10'38"567 -4'10"595 129.44 17
    0 20 T.TAKAHASHI HONDA 6'40"618 -41'47"967 -31'09"400 129.43 3
    0 8 R.WILAIROT HONDA 4'34"905 -43'53"680 -2'05"713 125.74 2
    0 28 D.HEIDOLF APRILIA 2'25"888 -46'02"697 -2'09"017 118.47 1
    0 17 K.ABRAHAM APRILIA 0"000 -48'28"585 -2'25"888 0.00 0
    0 25 A.BALDOLINI APRILIA 0"000 -48'28"585 + 0"000 0.00 0
    0 7 E.VAZQUEZ APRILIA 0"000 -48'28"585 + 0"000 0.00 0
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4666769

  MotoMondiale: Gp del Giappone

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina