1.     Mi trovi su: Homepage #4667859
    Il Romanista: "Questa Roma è Monica Bellucci"

    ROMA - Devo averlo detto e scritto talmente tante volte che non sono più sicuro d'averlo scritto e detto. Quando tutti o quasi a Roma si stracciavano le vesti e le mutande per la perdita di Chivu. Che no, non c'era da stracciarsi, perché Juan, detto alla spagnola ma anche alla portoghese, era un capolavoro di giocatore. Lo curiosavo a notte fonda vestito alla brasiliana nelle partite di Coppa America. Giocava e non sudava. Come Roger Federer. E nonostante le ore torride. Mi sono sempre fidato degli agonisti che vincono e non sudano, inseguendo palle carogna, calciando e sbracciando. Gente in cui la massima complicazione del colpo corrisponde alla massima semplicità del gesto, l'incandescenza alla moderazione, il massimo della luce al minimo dello spreco energetico. Beckenbauer e Rivera non sudavano. Crujff non sudava. È la prova infallibile che poggiano sullo stile e non sulla volontà, sulla perfezione del movimento e non sulla erezione del muscolo. Nel loro caso la grandezza è un destino. Sono stati scritti da una Grande Matrice. Uno spartito divino. Juan stacca, anticipa, appare, appoggia là dove è sempre giusto staccare, anticipare, apparire e appoggiare. Non a caso Lucio Spalletti, naso da intenditore, si è già innamorato perso di Juan. E con lui, i compagni. La vittoria sulla Dinamo ha una sola, ma odiosa imperfezione, quel palo del brasiliano. L'Olimpico sarebbe franato ai suoi piedi, essendo ormai già più che disposto a farlo. Questa Roma del resto è come Monica Bellucci. Cancella il punto di vista. Piace da qualunque prospettiva tu la guardi. Di profilo, frontale, da destra e da sinistra, dall'alto e dal basso. Costretto a scegliere una prospettiva mi sbilancio e dico che un asse difensivo centrale come Doni, Juan e Mexes, questo Mexes, la Roma non l'ha mai avuto in tutta la sua ottantennale storia. Non l'ha avuto la Roma e forse nessun club al mondo. Una volta i bravi portieri li chiamavamo "saracinesca". Doni è diventato oggi la patta abbottonata di Lord Brummel. Lo stile combinato all'aristocrazia. T'infonde sicurezza solo a guardarlo. Non mi stupirebbe vederlo acchiappare una mosca in presa all'incrocio dei pali. Mexes e Juan non sono solo due mostri, sono una meraviglia cromatica, uno biondo e l'altro nero. Metterli insieme, fonderli in un unico reparto è stato un colpo di genio da esteta. Dettaglio: dietro Juan che batteva il palo in area indovinate chi c'era pronto a colpire? Lui, Philippe. E non su calcio piazzato, ma su azione di gioco. Una squadra che non dà punti di riferimento, che ha sempre almeno due uomini liberi in fase d'attacco, che punta al possesso palla, che ha Totti davanti, Juan, Mexes e Doni dietro, De Rossi, Aquilani e Pizarro in mezzo, dove Cassetti toglie il posto a Cicinho, una squadra che suda il minimo è destinata a vincere il massimo. L'avverti questa fiducia serena nei giocatori. La Juve che arriva non ci turba. Sarà anche arrogante, ma è un'arroganza necessaria. Domenica la Juve siamo noi. Il terrore, tutto loro.

    IL ROMANISTA


    :asd: :asd: :asd:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4667860
    favoloso ... :asd: :asd: :asd: :asd:

    ----------------------------

    cmq se tu metti minkiate io ci metto qualche stupidaggine che mi hanno mandato in Mail:



    Ricordati che l'uomo è fatto di polvere ..." (GesùCristo)
    "... e più polvere c' è ... più l'uomo è fatto" (Lapo Elkann)

    ------------

    Guerra epica tra greci e siculi.
    Il capo dei greci esorta i suoi:
    "Avanti figli di Troia"
    E il capo dei siculi sulla stessa falsa riga risponde:
    "Amuninni figghi e bottana!"

    -----------

    Un ragazzo invita una ragazza a casa sua.
    Dopo averla fatta accomodare le dice: "Vuoi del whisky?"
    E lei: "Beh, solo un dito"
    E lui: "Non vuoi prima il whisky?"

    ------------

    Un bambino chiede alla zia:
    "Zia, zia, perché non hai bambini?"
    E lei: "Perché la cicogna non me li ha portati"
    "Cambiare uccello no. Eh?"

    -------------

    Il viaggiatore: Scusi, è Seregno?
    Il Capostazione: No! E' gnuvoloso!

    oh .. più minkiate di queste .. :asd: :asd:
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4667861
    Originally posted by LaBiRiNtO
    ROMA - Devo averlo detto e scritto talmente tante volte che non sono più sicuro d'averlo scritto e detto. Quando tutti o quasi a Roma si stracciavano le vesti e le mutande per la perdita di Chivu. Che no, non c'era da stracciarsi, perché Juan, detto alla spagnola ma anche alla portoghese, era un capolavoro di giocatore. Lo curiosavo a notte fonda vestito alla brasiliana nelle partite di Coppa America. Giocava e non sudava. Come Roger Federer. E nonostante le ore torride. Mi sono sempre fidato degli agonisti che vincono e non sudano, inseguendo palle carogna, calciando e sbracciando. Gente in cui la massima complicazione del colpo corrisponde alla massima semplicità del gesto, l'incandescenza alla moderazione, il massimo della luce al minimo dello spreco energetico. Beckenbauer e Rivera non sudavano. Crujff non sudava. È la prova infallibile che poggiano sullo stile e non sulla volontà, sulla perfezione del movimento e non sulla erezione del muscolo. Nel loro caso la grandezza è un destino. Sono stati scritti da una Grande Matrice. Uno spartito divino. Juan stacca, anticipa, appare, appoggia là dove è sempre giusto staccare, anticipare, apparire e appoggiare. Non a caso Lucio Spalletti, naso da intenditore, si è già innamorato perso di Juan. E con lui, i compagni. La vittoria sulla Dinamo ha una sola, ma odiosa imperfezione, quel palo del brasiliano. L'Olimpico sarebbe franato ai suoi piedi, essendo ormai già più che disposto a farlo. Questa Roma del resto è come Monica Bellucci. Cancella il punto di vista. Piace da qualunque prospettiva tu la guardi. Di profilo, frontale, da destra e da sinistra, dall'alto e dal basso. [/QUOTE]

    Fino a qui e soprattutto da quando dice che è come Monica Bellucci :love: condivido tutto.E' ancora lucido.:)

    [QUOTE]Originally posted by LaBiRiNtO
    Costretto a scegliere una prospettiva mi sbilancio e dico che un asse difensivo centrale come Doni, Juan e Mexes, questo Mexes, la Roma non l'ha mai avuto in tutta la sua ottantennale storia. Non l'ha avuto la Roma e forse nessun club al mondo. Una volta i bravi portieri li chiamavamo "saracinesca". Doni è diventato oggi la patta abbottonata di Lord Brummel. Lo stile combinato all'aristocrazia. T'infonde sicurezza solo a guardarlo. Non mi stupirebbe vederlo acchiappare una mosca in presa all'incrocio dei pali. Mexes e Juan non sono solo due mostri, sono una meraviglia cromatica, uno biondo e l'altro nero. Metterli insieme, fonderli in un unico reparto è stato un colpo di genio da esteta


    Qui gli è entrato in circolo un misto di kobrett,lsd,angelo azzurro ed ecstasy.:asd: :asd: :asd:


    Chi è l'autore? :confused:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4667862
    Originally posted by common

    Ricordati che l'uomo è fatto di polvere ..." (GesùCristo)
    "... e più polvere c' è ... più l'uomo è fatto" (Lapo Elkann)


    :rotfl: :rotfl: :rotfl:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5.     Mi trovi su: Homepage #4667863
    L'altro giorno han chiesto a Salvatore Bagni 8agni in uno dei suoi intervienti quotidiani su Rete Sport di domandare a Maradona (in vacanza in Italia dalle sue parti, sulla riviera romagnola) cosa ne pensasse di Messi... Bagni ha prima eclissato dicendo che Maradona non voleva parlare, che stava in vacanza etcc.. poi daòl sottofondo si sente "è un piezo de mierda!" :asd:
    Bagni ha chiuso dicendo che Maradona si riferisse a lui e non a Messi... grasse risate comunque :asd:
  6.     Mi trovi su: Homepage #4667864
    L'altro giorno han chiesto a Salvatore Bagni 8agni in uno dei suoi intervienti quotidiani su Rete Sport di domandare a Maradona (in vacanza in Italia dalle sue parti, sulla riviera romagnola) cosa ne pensasse di Messi... Bagni ha prima eclissato dicendo che Maradona non voleva parlare, che stava in vacanza etcc.. poi daòl sottofondo si sente "è un piezo de mierda!" :asd:
    Bagni ha chiuso dicendo che Maradona si riferisse a lui e non a Messi... grasse risate comunque :asd:
  7.     Mi trovi su: Homepage #4667865
    L'altro giorno han chiesto a Salvatore Bagni 8agni in uno dei suoi intervienti quotidiani su Rete Sport di domandare a Maradona (in vacanza in Italia dalle sue parti, sulla riviera romagnola) cosa ne pensasse di Messi... Bagni ha prima eclissato dicendo che Maradona non voleva parlare, che stava in vacanza etcc.. poi daòl sottofondo si sente "è un piezo de mierda!" :asd:
    Bagni ha chiuso dicendo che Maradona si riferisse a lui e non a Messi... grasse risate comunque :asd:

  Godiamoci qualche minchiata prima di tornare coi piedi per terra...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina