1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4681657
    Crespo racconta l'inizio campionato dell'Inter, sfida la Roma ed esalta Josè Mourinho.

    L'attaccante dell'Inter Hernan Crespo ha rilasciato oggi un 'intervista esclusiva ai microfoni di Sky per la rubrica "Inter 100 e Lode", nella quale ripercorre le tappe iniziali della stagione dell'Inter e soprattutto quelle che sono le aspirazioni e della società nerazzurra e del bomber stesso sia in campionato che in Champions League, toccando diversi punti, dalla netta vittoria contro la Sampdoria, alla rivalità con la Roma fino ad arrivare a Mourinho, suo ex allenatore ai tempi del Chelsea.

    A proposito della vittoria di ieri sera contro i blucerchiati "el Valdanito" ha ammesso l'importanza dei tre punti dopo il pareggio di Livorno: "Nelle ultime due partite non abbiamo fatto bottino pieno e ci mancava un po’ la vittoria, per di più ottenuta giocando bene, non c’era modo migliore per preparare la partita con la Roma. Sarà una partita molto complicata, e va affrontata nella maniera migliore, ogni giocatore vorrebbe giocare una partita del genere, questo tipo di partite, sebbene nell’immediato non decidono niente, questi punti te li porti avanti e magari te li porti a maggio".

    Domenica prossima l'Inter affronterà la Roma, squadra con la quale condivide il primato e che a detta di Mancini gioca il miglior calcio della serie A: "Sicuramente è bello vedere la Roma, però in campionato ritengo che siamo la squadra più forte. E’ importante lo scontro diretto ma anche fare bene con le piccole. Abbiamo la possibilità di fare bene e superare una diretta concorrente. Credo che il più forte vincerà a maggio. Se hai un bel gioco, hai più probabilità di vincere".

    Nello scorso campionato Crespo ha segnato 5 delle sue 20 reti stagionali alla Roma: "Fanno sempre piacere certi ricordi, quando le cose sono andate bene. Adesso dobbiamo riproporci e vedere se questa vena si mantiene. Adesso vediamo se mi capita ancora".

    Si è parlato molto dell'inizio stentato dell'Inter sia in campionato che in Champions e in Supercoppa: "Se uno va a vedere siamo primi in classifica, abbiamo perso una sola partita, l’unica cosa che da fastidio è aver perso la Supercoppa italiana, il resto va su binari normali. Noi diciamo sempre che l’Inter è più forte per la rosa che ha, possiamo fare a meno di chiunque e chi sostituirà quel giocatore sarà tranquillamente all’altezza".

    Crespo si sbilancia inoltre su Mourinho, tecnico che ha avuto ai tempi del Chelsea e che oggi è alla ricerca di una panchina, esaltandone sia le doti da allenatore che quelle di personaggio pubblico: "Mourinho è uno spettacolo, se viene in Italia c’è da divertirsi, si riempiranno tutti i giornali, non è mai banale e quindi l’approdo suo sarebbe importante perché è un bel personaggio. A lui piace l’Italia, vorrebbe venire in Italia, dove non so. A me piace molto, come allenatore mi piace molto, farà parlare tanto, credo che i grandi allenatori come i grandi giocatori dobbiamo conquistarli, che comincino a tornare in Italia. Una volta era il punto d’arrivo adesso un po’ meno".

    Riguardo il suo compagno d'attacco Ibrahimovic, Crespo non ha dubbi: "Purtroppo non ha potuto esprimere tutto il suo valore, come vorrebbe, in Champions league, ma accadrà prima o poi, si sbloccherà e farà delle grandi cose".

    L'ultimo pensiero è rivolto all'Inter e lascia trapelare quello che è il grande obbiettivo di Crespo e della società di via Durini: "E’ un Inter che ha già dimostrato tanto, ha tante qualità, dobbiamo ancora dimostrare di saper giocare la Champions, però sono convinto che lo possiamo fare".

  Crespo: Italia non farti scappare Mourinho"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina