1.     Mi trovi su: Homepage #4684540
    L'esame effettuato sul giocatore, dopo l'infortunio di Manchester, ha rilevato la lesione di secondo grado del retto femorale della coscia destra. In questo caso la diagnosi è di 30 giorni, ma bisogna aggiungere il recupero agonistico. Domani un nuovo esame

    ROMA, 3 ottobre 2007 – Almeno un mese di stop, ma c’è il rischio fondato che la lontananza dai campi sia ben più consistente: questo il primo verdetto a caldo per Alberto Aquilani dopo l’ecografia effettuata a Trigoria al rientro da Manchester. Un secondo esame, più completo ed esauriente, sarà fatto domani, a 48 ore di distanza dall’infortunio riportato martedì sera all’Old Trafford dopo un’ora esatta di gioco.

    LOURDES - L'esame ha rilevato la lesione di secondo grado del retto femorale della coscia destra e in questo caso la diagnosi è di 30 giorni, ai quali bisogna aggiungere il recupero agonistico per tornare in campo. Aquilani all’aeroporto di Manchester ha detto: "Ieri sera il dolore era diminuito, ma quando stamani mi sono svegliato era nuovamente forte. In campo ho sentito un 'crac' e ho capito subito che si trattava di una cosa seria. Mi sono fatto male nello stesso punto dove mi lacerai un muscolo dieci anni fa, quando giocavo negli Allievi. L’errore è stato forse quello di giocare. Avevo avuto quel problema alla gamba sinistra involontariamente ho stressato l’altra gamba. Speriamo che non sia nulla di serio come la scorsa stagione. A proposito, quando si gioca il derby? Il 31 ottobre? Ahi, è dura". Aquilani si è presentato all’aeroporto di Manchester in tuta. La gamba destra era fasciata. Ha avuto anche l’ironia per scherzare: "Il prossimo esame clinico? Vado a farlo a Lourdes, forse mi aiuterà".

    L'INFORTUNIO - Oltre al danno la beffa. Perché ai postumi di una sconfitta tanto bruciante quanto evitabile (con maggior precisione sotto rete e un pizzico di fortuna in più) si somma ora l’apprensione per le condizioni di Alberto Aquilani, uno dei pilastri della Roma di questa stagione. Il centrocampista, che era rimasto in forse fino all’ultimo proprio perché in imperfette condizioni fisiche, è uscito ieri contro il Manchester, in barella tra le lacrime, al 14’ del secondo tempo, sul risultato di 0-0. Un tiro, una fitta, il buio.

  Roma, almeno un mese di stop per Aquilani

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina