1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689207
    E questo week-end si torna in sella: direttamente da Philip Island seguiremo il terzultimo appuntamento del mondiale: il Gp d'Australia:D :cool:

    GP Australia - Tutto su Phillip Island
    Situato a 130 chilometri a sud-est di Melbourne, il circuito australiano è il più veloce del Mondiale


    Teatro di sfide appassionanti su due ruote fin dagli anni '20, il circuito di Phillip Island è stato ristrutturato negli anni '80 e ospita il Gran Premio australiano fin dal 1989, salvo una breve pausa dal 1991 al 1996 quando il campionato del Mondo si è trasferito ad Eastern Creek. Situato a 130 chilometri a sud-est di Melbourne, il tracciato si trova su un'isola collegata a terra da un ponte.

    Conosciuta e apprezzata per le gare spettacolari e adrenaliniche che ospita, la pista è considerata la più veloce dell'intero calendario del Motomondiale. E' composta da una serie di curve ondulate (7 a sinistra e 5 a destra) che portano in un lungo rettilineo in discesa per un totale di 4448 chilometri. Fondamentali per una buona riuscita sono coraggio e determianzione del pilota e una moto maneggevole.

    Lasciate umidità, alte temperature e pioggia malesi, i piloti dovranno vedersela ora con il forte che all'inizio della primavera australiana spira dalla Bass Strait.

    Phillip Island, la MotoGp alle 7
    Questo il programma e la copertura tv del GP d'Australia, 16ima prova del Motomondiale, che si disputa domenica a Phillip Island (l'ora espressa è quella italiana):
    VENERDI' (Eurosport dalle 5; sintesi su Italia1 alle 0.55)
    1-1.45 prove libere 125
    2-3 prove libere MotoGP
    3.15-4.15 prove libere 250
    5.05-5.35 prove ufficiali 125
    5.50-6.50 prove libere MotoGP
    7.05-7.50 prove ufficiali 250
    SABATO (diretta su Italia1 ed Eurosport dalle 5)
    1-1.45 prove libere 125
    2-3 prove libere MotoGP
    3.15-4.15 prove libere 250
    5.05-5.35 prove ufficiali 125
    5.50-6.50 prove ufficiali MotoGP
    7.05-7.50 prove ufficiali 250
    DOMENICA (Italia1 ed Eurosport dalle 3.45; replica Italia1 dalle 11.25)
    0.40-1 warm up 125
    1.10-1.30 warm up 250
    1.40-2.05 warm up MotoGP
    4 Gara 125
    5.15 Gara 250
    7 Gara MotoGP



    I DATI DEL CIRCUITO

    Costruzione: 1956
    Modificato: 1988
    Lunghezza: 4.448 metri
    Curve a destra: 5
    Curve a sinistra: 7
    Rettilineo più lungo: 900 metri
    Gara MotoGP: 27 giri (120.096 km totali)
    Gara 250: 25 giri (111.2 km totali)
    Gara 125: 23 giri (102.304 km totali)

    TUTTO SULL'EDIZIONE 2006

    Gara MotoGP: 1) Marco Melandri 2) Chris Vermeulen 3) Valentino Rossi
    Pole: 1'29"020 segnata da Nicky Hayden

    Gara 250: 1) Jorge Lorenzo 2) Alex De Angelis 3) Hiroshi Aoyama
    Pole: 1'32"717 segnata da Jorge Lorenzo

    Gara 125: 1) Alvaro Bautista 2) Mika Kallio 3) Mattia Pasini
    Pole: 1'36"625 segnata da Mika Kallio



    Video: un giro di pista
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689208
    Sfida tra piloti
    Il Motomondiale vola in Australia. MotoGP ancora prodiga di emozioni, più che mai aperte le lotte per il titolo nelle classi minori


    Casey Stoner si è laureato campione del mondo in Giappone, ma la MotoGP non va certo in vacanza. Questo week-end i piloti della classe regina si ritroveranno sullo spettacolare circuito di Phillip Island in occasione del Gran Premio d'Australia. Nel terzultimo round iridato della stagione previsto il tutto esaurito sulle tribune del tracciato dove saranno resi tutti gli onori del caso al neo-iridato della Ducati che cercherà di ripagare il pubblico di casa con la nona vittoria stagionale, connazionali permettendo. Chris Vermeulen qui è sempre andato decisamente forte, Anthony West non ha nulla da perdere. Insomma Australia contro Italia con Valentino Rossi, Marco Melandri e Loris Capirossi pronti a finire in bellezza un'annata deludente per ripartire con la giusta grinta in vista dei test invernali.

    Nulla di deciso invece nella classi minori dove 125cc e 250cc cercano ancora il loro re. Nella quarto di litro Jorge Lorenzo si gioca il secondo match-ball contro Andrea Dovizioso, staccato di 36 punti ma in stato di forma migliore rispetto al maiorchino che nelle ultime due gare ha raccolto solo 21 punti. La pista è di quelle veloci che lascia ben poche speranze alla Honda dell'italiano che però farà appello alla sua determinazione e alla sua indiscutibile tecnica per avere la meglio sul talento iberico. Pronti a raccogliere un successo anche il sammarinese Alex De Angelis e gli spagnoli Alvaro Bautista e Hector Barbera, senza tralasciare le KTM di Kallio e Aoyama.

    Non meno sofferta la lotta nell'ottavo di litro dove Mattia Pasini si ritrova favorito per la vittoria e i due piloti del team Aspar se le daranno senza esclusione di colpi per portare a casa l'iride. L'attuale leader del campionato Gabor Talmacsi e Hector Faubel hanno per le mani armi diverse, una vecchia Aprilia RS il primo, la più potente e veloce RSA il secondo, ma i 9 punti che li separano dimostrano che le forze in campo alla fine sono pari. A rincorrerli in pista ci proveranno Simone Corsi e Tomoyoshi Koyama, unici piloti ad essere stati in grado nel finale di stagione a tenere il loro ritmo.
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689209
    Stagione 2008 - Monogomma più lontano
    A Phillip Island marcia indietro della Dorna sul monogomma. A confermarlo lo stesso Carmelo Ezpeleta



    A Motegi il monogomma ha scatenato una vera e propria guerra che ha coinvolto costruttori, piloti e team,in Australia sembra tornato il sereno con tanto di incubo ormai chiuso in un cassetto. A Phillip Island dove è in corso la tre giorni del terzultimo appuntamento iridato 2007 è stato lo stesso Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, ad affermarlo.

    "Non è ancora certo, ma mi sembra di poter affermare che ora ci sono meno possibilità di quante ce ne fossero a Motegi. Sono molto contento di aver fatto quella sfuriata in Giappone perché le case costruttrici di pneumatici hanno capito e sono venute da me con proposte serie, finalmente. A sbloccare la situazione è stata una decisione inattesa da parte della Michelin: mi hanno detto che avrebbero partecipato all'asta anche in caso di monogomma. In questo modo la Bridgestone ha perso la convinzione che sarebbe rimasta sola, in ogni caso".

    Il manager spagnolo apre ad un numero più elevato di pneumatici e anche alla possibilità di scegliere le coperture e punzonarle il venerdì subito dopo le prime prove e non più al giovedì come ora accade.

    "La Michelin, del resto, aveva fatto alla Bridgestone una grande concessione, rinunciando a costruire le gomme nottetempo. Era una tecnologia proprietaria ed è stata messa da parte".

    Non solo di gomme parla il CEO della Dorna. In chiusura e in vista della prossima stagione spazio anche ad una delle novità più attese, il Gran Premio del Qatar, che per la prima volta si correrà in notturna. "Il 12 novembre probabilmente si farà una prima prova con cinque piloti, uno per ogni marca: dunque, Rossi, Pedrosa, Stoner, Capirossi ed Hopkins. Non ci sarà l'intera pista illuminata, ovviamente, e non è detto che si useranno le moto da Gran premio. Potrebbero andar bene anche moto di produzione".
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689210
    GP Australia - Microfono ai protagonisti
    Conclusa la prima giornata di prove a Phillip Island. Diamo voce ai piloti



    Casey Stoner (Ducati). "Nel pomeriggio la pista è rimasta asciutta per più giri rispetto a questa mattina ma ci sono state comunque un paio di interruzioni dovute alla pioggia che ha reso tutta la situazione un po' frustrante; il vento poi qui non manca mai di farsi sentire. Nonostante tutto siamo riusciti ad essere i più veloci con gomme che hanno quasi completato la distanza di gara, quindi possiamo essere soddisfatti sia della messa a punto sia degli pneumatici. Probabilmente alla fine avrei potuto abbassare ancora un po' il tempo ma mentre impostavo l'entrata del tornantino della Honda ho perso la ruota posteriore. Non abbiamo capito bene cosa sia successo, forse c'era qualcosa sulla pista. Magari più tardi facciamo un giro per dare un'occhiata. Domani abbiamo una gomma posteriore più dura da provare e una carena che dovrebbe rendere la moto più stabile col vento. L'abbiamo già provata un paio di volte ma dato che le condizioni sono una variabile importante, dobbiamo vedere come sarà doman. Se sarà così freddo forse potrebbe essere un passo in avanti".

    Loris Capirossi (Ducati). "E' stata una giornata molto strana, continuamente dentro e fuori dal box solo perchè cominciava a piovere, smetteva, ricominciava e così via... e tutto questo chiaramente ha complicato un po' il lavoro. Però sono contento, non va affatto male. Abbiamo solo avuto un inconveniente dato dal fatto che pensavamo di avere due gomme morbide adatte a queste condizioni fredde mentre ce n'era una sola, quindi nel pomeriggio abbiamo dovuto continuare ad usare la stessa del mattino. Penso proprio che possiamo andare più forte di così. Sono soddisfatto del lavoro fatto finora, la pista mi piace, veniamo dalla bella gara del Giappone quindi credo che domenica possiamo puntare ad un altro bel risultato".

    Marco Melandri (Honda). "Sono abbastanza contento di questa prima giornata. Per le sue caratteristiche, questo sembra un circuito più adatto alla nostra moto e al mio stile di guida. Non ci sono frenate lunghe, qui bisogna guidare in modo pulito e questo mi piace. La moto è maneggevole e lavora bene. Ho un buon feeling sia sul bagnato sia sull'asciutto, ma dobbiamo ancora migliorare perché sono convinto che domani il passo gara sarà più veloce. Sono fiducioso, spero solo in condizioni meteo stabili perché oggi sarebbe stato davvero difficile correre. Il vento era forte e le condizioni cambiavano curva dopo curva e più volte nello stesso turno di prove".

    Toni Elias (Honda). "E' stata una giornata complicata. Le condizioni meteo sono state un vero rebus: pioggia, sole e ancora pioggia. Per il vento forte la pista si asciugava velocemente, ma non in modo uniforme. Purtroppo il tempo non ci ha aiutato per la messa a punto della moto. Ho incontrato difficoltà per un eccessivo trasferimento sul davanti, e c'è anche un problema nel portare a temperatura il pneumatico posteriore. Non sono contento, spero che domani sia asciutto per poter continuare a lavorare".

    Valentino Rossi (Yamaha). "Oggi c'è stato un tempo incredibile e il circuito è passato da bagnato ad asciutto quattro o cinque volte, per cui è stato difficile lavorare. Le condizioni non erano il massimo, soprattutto perchè faceva molto, molto freddo.Nonostante questo non è andata male; abbiamo lavorato bene, abbiamo provato messe a punto diverse e abbiamo individuato alcune buone soluzioni per le gomme su cui continuare a lavorare domani. In realtà abbiamo provato un sacco di gomme, da bagnato e da asciutto, e da questo punto di vista non abbiamo chiuso male la prima giornata. Alla fine siamo quarti ma va bene, soprattutto considerando il fatto che abbiamo ancora dei problemi da risolvere: uno di questi è che non abbiamo abbastanza peso sull'avantreno, per cui non sono ancora abbastanza veloce nelle curve lunghe. Comunque, abbiamo alcune idee per migliorare la situazione domani. Questo circuito mi piace molto, qui è sempre bellissimo guidare, anche con la 800. Purtroppo oggi le condizioni non erano esattamente le migliori per goderci la pista al massimo, ma speriamo che domani migliorino."

    Colin Edwards (Yamaha). "La prima giornata a Phillip Island non è andata come speravo. Per la maggior parte del tempo era la moto che guidava me e non il contrario! Sinceramente ho cercato solo di andare avanti e di fare quello che potevo, e infatti non siamo riusciti a trovare una messa a punto decente. La moto era nervosa e sicuramente domani dovremo cambiare alcune cose perchè tutto funzioni al meglio. Naturalmente Valentino ha fatto molto meglio di me con la stessa moto, quindi dobbiamo vedere quali soluzioni ha adottato lui per capire se ci possono essere d'aiuto. Oggi non siamo riusciti a capire la situazione delle gomme e questo ci costringerà ad un grande lavoro stasera. Sono deluso perchè mi piace sempre moltissimo gareggiare su questo circuito; è una delle mie piste preferite e oggi non sono riuscito a fare neanche un giro buono. Comunque stasera abbiamo una riunione importante, analizzeremo i dati e sono sicuro che i miei ragazzi riusciranno come al solito a capovolgere la situazione."
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689211
    Pasini in pole a Phillip Island
    GP d'Australia : 125cc - Qualifiche 2


    Mattia Pasini (Polaris World) conquista a Phillip Island la nona pole position della stagione. Il pilota italiano fa segnare un tempo di 1'38.078, ventisei centesimi meglio di Raffaele De Rosa (Multimedia Racing) che con il secondo posto in griglia partirà domani dalla sua miglior posizione in carriera.

    Terzo tempo per Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) che non ha potuto contrastare la pole di Pasini anche a causa di un problema alla sua moto che lo ha obbligato al rientro a piedi ai box dove ha cambiato la sua Derbi. Quarto tempo per Tomoyoshi Koyama (Red Bull KTM).

    Quinto tempo per Simone Corsi (Skilled Racing Team) protagonista di una caduta quando lanciato nel suo miglior giro all'inseguimento della pole di Pasini.

    Dietro al pilota romano Hector Faubel (Bancaja Aspar) che precede il compagno di squadra Sergio Gadea e Joan Olive (Polaris World). Nono tempo per Sandro Cortese (Emmi Caffe Latte) che precede Esteve Rabat (Repsol Honda), Mike di Meglio (Kopron Team Scot) e Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar). Domani dalla griglia in nona posizione ci sarà Talmacsi, in virtù del tempo fatto segnare nella prima sessione di qualifiche, seguito da Cortese e da Rabat.

    ----------------
    Risultati completi qualifiche classe125

    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.
    1 75 M.PASINI APRILIA 1'38"078 + 0"000 + 0"000 163.27 11
    2 35 R.DE ROSA APRILIA 1'38"104 + 0"026 + 0"026 163.22 6
    3 52 L.PESEK DERBI 1'38"106 + 0"028 + 0"002 163.22 10
    4 71 T.KOYAMA KTM 1'38"382 + 0"304 + 0"276 162.76 11
    5 24 S.CORSI APRILIA 1'38"528 + 0"450 + 0"146 162.52 13
    6 55 H.FAUBEL APRILIA 1'38"587 + 0"509 + 0"059 162.42 6
    7 33 S.GADEA APRILIA 1'38"974 + 0"896 + 0"387 161.79 13
    8 6 J.OLIVE APRILIA 1'38"977 + 0"899 + 0"003 161.78 16
    9 14 G.TALMACSI APRILIA 1'39"134 + 1"056 + 0"157 161.53 11
    10 11 S.CORTESE APRILIA 1'39"189 + 1"111 + 0"055 161.44 16
    11 12 E.RABAT HONDA 1'39"354 + 1"276 + 0"165 161.17 16
    12 63 M.DI MEGLIO HONDA 1'39"477 + 1"399 + 0"123 160.97 12
    13 38 B.SMITH HONDA 1'39"697 + 1"619 + 0"220 160.61 15
    14 8 L.ZANETTI APRILIA 1'39"708 + 1"630 + 0"011 160.60 14
    15 60 M.RANSEDER DERBI 1'39"750 + 1"672 + 0"042 160.53 12
    16 22 P.NIETO APRILIA 1'39"775 + 1"697 + 0"025 160.49 14
    17 44 P.ESPARGARO APRILIA 1'39"797 + 1"719 + 0"022 160.45 11
    18 51 S.BONSEY KTM 1'39"945 + 1"867 + 0"148 160.22 16
    19 18 N.TEROL DERBI 1'39"983 + 1"905 + 0"038 160.16 14
    20 34 R.KRUMMENACHER KTM 1'40"305 + 2"227 + 0"322 159.64 14
    21 7 A.MASBOU HONDA 1'40"377 + 2"299 + 0"072 159.53 6
    22 29 A.IANNONE APRILIA 1'40"424 + 2"346 + 0"047 159.45 14
    23 37 J.LITJENS HONDA 1'40"544 + 2"466 + 0"120 159.26 13
    24 53 S.GROTZKYJ APRILIA 1'40"659 + 2"581 + 0"115 159.08 11
    25 99 D.WEBB HONDA 1'41"197 + 3"119 + 0"538 158.23 15
    26 17 S.BRADL APRILIA 1'41"240 + 3"162 + 0"043 158.17 13
    27 13 D.LOMBARDI HONDA 1'41"476 + 3"398 + 0"236 157.80 15
    28 77 D.AEGERTER APRILIA 1'41"949 + 3"871 + 0"473 157.07 15
    29 20 R.TAMBURINI APRILIA 1'42"330 + 4"252 + 0"381 156.48 11
    30 79 F.LAMBORGHINI APRILIA 1'42"612 + 4"534 + 0"282 156.05 15
    31 68 G.SCOTT APRILIA 1'43"415 + 5"337 + 0"803 154.84 11
    32 70 B.LEIGH-SMITH HONDA 1'44"971 + 6"893 + 1"556 152.54 10
    33 96 R.MOLLER HONDA 1'45"536 + 7"458 + 0"565 151.73 12
    34 73 J.LEIGH-SMITH HONDA 1'48"459 + 10"381 + 2"923 147.64 8
    35 95 R.MURESAN DERBI 2'13"903 + 35"825 + 25"444 119.59 1
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689212
    Nona pole stagionale per Lorenzo
    GP d'Australia : 250cc - Qualifiche 2


    Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) conquista la nona pole della stagione in quarto di litro; il leader del Mondiale della 250 fa segnare un tempo di 1'32.884, precedendo altri due piloti spagnoli, Hector Barbera (Team Toth) che ottiene il secondo posto nonostante una spettacolare caduta in finale di sessione, e Alvaro Bautista (Master Mapfre Aspar).

    Quarto tempo per Alex De Angelis (Master Mapfre Aspar) davanti a Marco Simoncelli (Metis Gilera) e Hiroshi Aoyama (Red Bull KTM). Settimo tempo per Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot), ottavo Thomsa Lüthi (Emmi Caffe Latte), nono Julian Simon (Repsol Honda).

    Decimo tempo per Shuhei Aoyama (Repsol Honda); sessione di qualifiche sospesa brevemente per permettere di evacuare dalla pista Roberto Locatelli (Metis Gilera), protagonista di una spettacolare caduta che non gli ha permesso di riprendere la pista. Il pilota italiano è stato trasportato presso la Clinica Mobile dove però i primi accertamenti hanno escluso lesioni importanti.

    --------------

    Risultati completi qualifiche classe 250

    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog
    1 1 J.LORENZO APRILIA 1'32"884 + 0"000 + 0"000 172.40 21
    2 80 H.BARBERA APRILIA 1'33"770 + 0"886 + 0"886 170.77 18
    3 19 A.BAUTISTA APRILIA 1'33"820 + 0"936 + 0"050 170.68 22
    4 3 A.DE ANGELIS APRILIA 1'33"824 + 0"940 + 0"004 170.67 18
    5 58 M.SIMONCELLI GILERA 1'33"854 + 0"970 + 0"030 170.61 23
    6 4 H.AOYAMA KTM 1'33"932 + 1"048 + 0"078 170.47 21
    7 34 A.DOVIZIOSO HONDA 1'34"153 + 1"269 + 0"221 170.07 9
    8 12 T.LUTHI APRILIA 1'34"185 + 1"301 + 0"032 170.01 22
    9 60 J.SIMON HONDA 1'34"299 + 1"415 + 0"114 169.81 23
    10 73 S.AOYAMA HONDA 1'34"412 + 1"528 + 0"113 169.61 21
    11 36 M.KALLIO KTM 1'34"527 + 1"643 + 0"115 169.40 23
    12 55 Y.TAKAHASHI HONDA 1'34"990 + 2"106 + 0"463 168.57 19
    13 15 R.LOCATELLI GILERA 1'35"372 + 2"488 + 0"382 167.90 6
    14 41 A.ESPARGARO APRILIA 1'35"788 + 2"904 + 0"416 167.17 16
    15 16 J.CLUZEL APRILIA 1'35"860 + 2"976 + 0"072 167.04 16
    16 32 F.LAI APRILIA 1'35"903 + 3"019 + 0"043 166.97 13
    17 28 D.HEIDOLF APRILIA 1'36"238 + 3"354 + 0"335 166.39 20
    18 10 I.TOTH APRILIA 1'36"463 + 3"579 + 0"225 166.00 17
    19 25 A.BALDOLINI APRILIA 1'36"512 + 3"628 + 0"049 165.92 21
    20 7 E.VAZQUEZ APRILIA 1'36"842 + 3"958 + 0"330 165.35 10
    21 17 K.ABRAHAM APRILIA 1'37"076 + 4"192 + 0"234 164.95 23
    22 11 T.SEKIGUCHI APRILIA 1'37"106 + 4"222 + 0"030 164.90 4
    23 8 R.WILAIROT HONDA 1'37"376 + 4"492 + 0"270 164.44 4
    24 50 E.LAVERTY HONDA 1'37"476 + 4"592 + 0"100 164.27 21
    25 21 F.SANDI APRILIA 1'37"623 + 4"739 + 0"147 164.03 20
    26 89 H.CHOW APRILIA 1'38"981 + 6"097 + 1"358 161.78 7
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689213
    Pole di Pedrosa davanti a Rossi e Stoner
    GP d'Australia : MotoGP - Qualifiche


    Dani Pedrosa (Repsol Honda) conquista la pole a Phillip Island davanti a Valentino Rossi (Fiat Yamaha) e Casey Stoner (Ducati Marlboro).

    Il pilota spagnolo ferma i cronometri so di un tempo di 1'29.201, due decimi meglio di Rossi. Con il quarto tempo Nicky Hayden (Repsol Honda) che precede Loris Capirossi (Ducati Marlboro) e Randy de Puniet (Kawasaki Racing). Settimo tempo per Alex Barros (Pramac d'Antin), davanti a Shinya Nakano (Konica Minolta Honda) e Sylvain Guintoli (Dunlop Yamaha Tech 3).

    Decimo tempo per Anthony West (Kawasaki Racing), attardato con il dodicesimo tempo Marco Melandri (Honda Gresini), meglio del terzo australiano in pista, Chris Vermeulen (Rizla Suzuki MotoGP) che non va oltre il sedicesimo tempo.
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689214
    Microfono ai protagonisti
    Assegnata la pole della MotoGP a Phillip Island. Diamo voce ai piloti



    Dani Pedrosa (Honda), autore della pole. "E' la mia prima pole position su questo tracciato, sono contento. Speriamo di scegliere la gomma giusta per la gara, così potremo andare veloci fino alla fine. Speriamo anche che il tempo sia buono e costante, non così variabile. La Michelin da qualifica è sempre andata meglio della Bridgestone, in alcune gare abbiamo avuto un po' di problemi, ma ultimamente sembra che le cose vadano meglio".

    Valentino Rossi (Yamaha), 2° tempo. "E' stata una buona giornata, specialmente questo pomeriggio. Abbiamo trovato finalmente un'ora di pista asciutta, lavorando bene sul set-up della moto. Abbiamo ancora qualcosina da migliorare, e dobbiamo scegliere le gomme. Un fattore molto importante per domani. Oggi mi sono davvero divertito a guidare la M1 su una pista che amo. Sentivo bene la moto pensavo che 29.4 bastasse per la pole, invece Pedrosa è andato più veloce. Comunque è importante essere in prima fila. Spero in una grande gara domani".

    Casey Stoner (Ducati), 3° tempo. "Probabilmente questa per noi è stata la peggior sessione del fine settimana ma qui, in realtà, prima o seconda fila va bene lo stesso. Visto che in tutti e tre i turni di prove libere ad un certo punto era piovuto, abbiamo deciso di usare la nostra prima gomma da qualifica molto in anticipo rispetto al solito. Invece, dato che alla fine è rimasto asciutto, non si è rivelata la scelta migliore perchè ci ha lasciato con un'unica chance per la pole nei minuti finali. Mi è rimasta la sensazione che avrei potuto essere almeno un secondo più veloce di quanto sia stato, se non mi fossi ritrovato in mezzo a piloti più lenti in entrambi i miei giri lanciati. Soprattutto nell'ultimo tentativo, Tamada mi è rimasto a lungo davanti, rallentandomi, e io ci ho messo del mio facendo un errore che mi ha fatto perdere altri decimi. In ogni caso siamo soddisfatti in vista della gara perchè abbiamo un ottimo set-up e ottime gomme. Stiamo usando pneumatici molto duri, come tutti gli altri credo, e in generale, sembra che vada tutto bene".

    Loris Capirossi (Ducati), 5° tempo. "Sono contento del quinto tempo perchè con il team abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo usato gli assetti che avevamo trovato durante i test invernali e ci siamo trovati bene. Abbiamo anche sfruttato al meglio l'ora di qualifiche di oggi per fare il lavoro che la pioggia ci aveva impedito di fare negli altri tre turni. Ho fatto una serie molto lunga, 13 giri, che ci ha aiutato a capire cosa ci serve per domani. Ho un feeling abbastanza buono con la moto anche se le condizioni con questo freddo non sono certo ideali. Penso che domani potremo fare bene. La seconda fila è abbastanza buona e se riuscirò a partire bene staremo a vedere come andrà".

    Marco Melandri (Honda), 12° tempo. "Nelle qualifiche, le cose non sono andate così bene come nelle libere. Abbiamo faticato e nonostante il lavoro fatto, non siamo riusciti a risolvere un problema di saltellamento che non mi permette di guidare come vorrei. Domani nel warm up proveremo ancora due diverse soluzioni. Poi la gara dipenderà anche dalle condizioni meteo, sempre molto incerte qui".

    Toni Elias (Honda), 18° tempo. "E' un fine settimana complicato. Si tratta di un problema generale di messa a punto. Insieme alla squadra abbiamo lavorato molto, ma senza trovare il giusto feeling che mi permetta di guidare con la confidenza necessaria su questa pista così tecnica e completa. Phillip Island è una pista molto veloce, forse la più veloce del mondiale, per questo è importantissimo trovare il giusto assetto. Domani confido in una gara asciutta. Spero di fare una bella partenza e di recuperare posizioni".

    Alex Barros (Ducati), 7° tempo. "Sono contento di questa giornata, mi sono trovato a mio agio già da questa mattina e avevo un buon ritmo sia sull'asciutto che sul bagnato. Questa è stata la mia miglior qualifica della stagione, spero di fare una buona partenza per poter stare con i primi già dal"inizio, così da poter lottare per le prime posizioni. Oggi il vento non mi ha dato fastidio tanto come ieri, ma per domani regna una grande incertezza riguardo alle condizioni metereologiche che troveremo. In ogni modo ho buone possibilità di fare una grande gara".

    Shinya Nakano (Honda), 8° tempo. "Sono soddisfatto del risultato di oggi, è bello essere di nuovo nella top ten in qualifica! Qui, le basse temperature rendono difficile la scelta delle gomme; se scegli una mescola più dura ci vuole del tempo per scaldarle. La nostra decisione riguardo alle gomme è ancora in sospeso, vedremo cosa il meteo avrà in serbo per noi domani; tuttavia il setting delle sospensioni è notevolmente migliorato. Con le gomme da qualifica, le cose migliorano ogni volta permettendoci di ridurre di molto il tempo sul giro del venerdì. Oggi, con una delle gomme da qualifica ho trovato un po' di traffico, ma, sono cose che succedono. Domani preferirei correre con condizioni meteo stabili, sul bagnato o sull'asciutto, senza nessun cambio moto che rende la gara una vera e propria scommessa. Sono pronto per entrambe le condizioni meteo e spero di fare una bella partenza"
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689215
    ORARI TV

    DOMENICA (Italia1 ed Eurosport dalle 3.45; replica Italia1 dalle 11.25)
    0.40-1 warm up 125
    1.10-1.30 warm up 250
    1.40-2.05 warm up MotoGP
    4 Gara 125
    5.15 Gara 250
    7 Gara MotoGP


    in mattinata: risultati, classifiche e interviste:D :cool:
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689216
    Pesek conquista Phillip Island
    GP d'Australia : 125cc - La corsa


    La miglior partenza della ottavo di litro è quella di Tomoyoshi Koyama (Red Bull KTM) che prende la testa della corsa nelle prime curve davanti a Mattia Pasini (Polaris World) partito dalla pole position sulla pista australiana.

    Parte bene anche lo spagnolo Hector Faubel (Bancaja Aspar) che sfrutta il vuoto sulla griglia di Raffaele De Rosa (Multimedia Racing) che parte dalla pit lane. Parte bene anche il ceco Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) e lo spagnolo Esteve Rabat (Repsol Honda) undicesimo in griglia ma tra i primi già dopo le prime curve.

    De Rosa è costretto al ritiro dopo pochi giri, la moto del pilota italiano lo lascia a piedi dopo che avergli permesso di conquistare la miglior posizione in qualifica della sua carriera mondiale. Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar) controlla la gara da dietro, il pilota ungherese è in settima posizione al decimo passaggio quando fa segnare il miglior tempo sul giro.

    Il gruppo dei piloti di testa è piuttosto serrato, i piloti fanno difficoltà a interpretare la pista soprattutto in staccata a causa delle forti raffiche di vento che colpiscono il tracciato australiano. Tra i primi anche la seconda delle Aprilia Polaris World, quella di Joan Olive. A otto giri A cinque giri dalla fine Sergio Gadea (Bancaja Aspar) è in testa alla corsa accompagnato da Faubel e Pesek, Rabat a ruota, con Olive che precede Talmacsi.


    Ultime curve emozionanti con frequenti cambi di posizione, ma è Pesek che mantiene i nervi saldi e un leggero vantaggio che lo porta a conquistare la seconda vittoria della sua carriera, dietro di lui cercano di sfruttare la scia fino all'ultimo Joan Olive e Hector Faubel ma i due spagnoli non possono che accontentarsi di un posto sul podio alle spalle del pilota ceco.

    Corsi chiude al quarto posto davanti a Rabat, solo settimo Pasini che chiude alle spalle di Koyama. Per solo un punto Talmacsi conserva il comando della classifica mondiale della 125 su Hector Faubel, decisive le ultime due gare.

    ---------------------
    Risultati completi gara classe 125

    POS PILOTA NAZ. TEAM TEMPO GIRO VELOCE GRIGLIA

    1 L. Pesek Cze Derbi 38'03''020 3
    2 J. Olive Spa Aprilia a 0''090 8
    3 H. Faubel Spa Aprilia a 0''190 6
    4 S. Corsi Ita Aprilia a 0''405 5
    5 E. Rabat Spa Honda a 0''915 11
    6 T. Koyama Gia KTM a 1''315 4
    7 M. Pasini Ita Aprilia a 1''316 1
    8 G. Talmacsi Hun Aprilia a 1''371
    1'38''061 9
    9 S. Gadea Spa Aprilia a 1''457 7
    10 S. Cortese Ger Aprilia a 14''652 10
    11 P. Espargaro Spa Aprilia a 21''745 17
    12 R. Krummenacher Sui KTM a 22''687 20
    13 N. Terol Spa Derbi a 26''491 19
    14 M. Di Meglio Fra Honda a 26''563 12
    15 S. Bonsey Usa KTM a 37''823 18
    16 B. Smith Gb Honda a 37''981 13
    17 J. Litjens Ola Honda a 40''406 23
    18 L. Zanetti Ita Aprilia a 40''453 14
    19 D. Aegerter Sui Aprilia a 44''271 28
    20 A. Iannone Ita Aprilia a 44''831 22
    21 S. Grotzki Giorgi Ita Aprilia a 51''482 24
    22 M. Ranseder Aut Derbi a 1'01''153 15
    23 R. Tamburini Ita Aprilia a 1'03''614 29
    24 D. Lombardi Ita Honda a 1'18''524 27
    25 F. Lamborghini Ita Aprilia a 1'37''558 30
    26 G. Scott Aus Aprilia a 1 giro 31
    S. Bradl Ger Aprilia rit. 26
    P. Nieto Spa Aprilia rit. 16
    A. Masbou Fra Honda rit. 21
    D. Webb Gb Honda rit. 25
    R. De Rosa Ita Aprilia rit. 2
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689217
    Nono successo stagionale per Lorenzo
    GP d'Australia : 250cc - La corsa


    Parte dalla pole Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) che mantiene la prima posizione, ottima partenza di Andrea Dovizioso (Kopron Team Scot) che partito dalla settima posizione entra alla prima curva già secondo, problemi invece per Hector Barbera (Team Toth) costretto al ritiro senza poter terminare neanche il pirmo giro.

    Cade al primo giro Mika Kallio (Red Bull KTM). Lorenzo allunga da subito e fa gara a sé con undici secondi di vantaggio sul primo degli inseguitori, Alvaro Bautista (Master Mapfre Aspar), seguito da Dovizioso e Thomas Lüthi (Emmi Caffe Latte).

    Lungo di Shuhei Aoyama (Repsol Honda) che riesce a mantenere il controllo della moto ma perde posizioni preziose. Alle sue spalle, con la decima posizione al dodicesimo giro Roberto Locatelli (Metis Gilera) recuperatosi in fretta dopo lo spavento di ieri quando è stato protagonista di una brutta caduta.

    Una gara atipica per la 250, con Lorenzo in solitaria al comando irraggiungibile per chiunque, dietro i piloti si giocano le rimanenti due posizioni sul podio. Bautista, Dovizioso e Lüthi si contendono il podio, ma anche Hiroshi Aoyama (Red Bull KTM) e Julian Simon (Repsol Honda) hanno una chance.

    Per Lorenzo si annuncia la nona vittoria che fa seguito alla nona pole position della stagione. Nona vittoria quindi per Lorenzo, secondo posto per Bautista davanti a Dovizioso.
    ll Mondiale della quarto di litro rimane aprerto, Lorenzo dovrà attendere ancora per confermarsi Campione della 250.

    -----------------------
    Risultati completi gara classe 250

    P. # Pilote Nat. Ecurie Pneu Temps Prec. Prem. V moy. Trs Prog.
    1 1 J.LORENZO APRILIA 39'25"727 + 0"000 + 0"000 169.22 25
    2 19 A.BAUTISTA APRILIA 39'45"361 + 19"634 + 19"634 167.82 25
    3 34 A.DOVIZIOSO HONDA 39'45"451 + 19"724 + 0"090 167.82 25
    4 4 H.AOYAMA KTM 39'45"524 + 19"797 + 0"073 167.81 25
    5 12 T.LUTHI APRILIA 39'45"793 + 20"066 + 0"269 167.79 25
    6 60 J.SIMON HONDA 39'46"772 + 21"045 + 0"979 167.72 25
    7 58 M.SIMONCELLI GILERA 39'58"687 + 32"960 + 11"915 166.89 25
    8 73 S.AOYAMA HONDA 39'58"770 + 33"043 + 0"083 166.89 25
    9 3 A.DE ANGELIS APRILIA 39'58"778 + 33"051 + 0"008 166.88 25
    10 55 Y.TAKAHASHI HONDA 40'10"541 + 44"814 + 11"763 166.07 25
    11 15 R.LOCATELLI GILERA 40'14"460 + 48"733 + 3"919 165.80 25
    12 16 J.CLUZEL APRILIA 40'19"737 + 54"010 + 5"277 165.44 25
    13 17 K.ABRAHAM APRILIA 40'28"945 + 1'03"218 + 9"208 164.81 25
    14 41 A.ESPARGARO APRILIA 40'35"095 + 1'09"368 + 6"150 164.40 25
    15 28 D.HEIDOLF APRILIA 40'43"534 + 1'17"807 + 8"439 163.83 25
    16 50 E.LAVERTY HONDA 40'46"966 + 1'21"239 + 3"432 163.60 25
    17 32 F.LAI APRILIA 40'56"972 + 1'31"245 + 10"006 162.93 25
    18 11 T.SEKIGUCHI APRILIA 40'59"302 + 1'33"575 + 2"330 162.78 25
    19 8 R.WILAIROT HONDA 40'59"643 + 1'33"916 + 0"341 162.76 25
    20 21 F.SANDI APRILIA 39'32"275 + 6"548 -1'27"368 162.00 24
    0 25 A.BALDOLINI APRILIA 29'21"918 -10'03"809 -10'10"357 163.59 18
    0 10 I.TOTH APRILIA 8'23"948 -31'01"779 -20'57"970 158.87 5
    0 7 E.VAZQUEZ APRILIA 5'00"251 -34'25"476 -3'23"697 159.99 3
    0 36 M.KALLIO KTM 1'43"541 -37'42"186 -3'16"710 154.65 1
    0 89 H.CHOW APRILIA 1'58"388 -37'27"339 + 14"847 135.26 1
    0 80 H.BARBERA APRILIA 0"000 -39'25"727 -1'58"388 0.00 0
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689218
    Stoner trionfa davanti a Capirossi
    GP d'Australia : MotoGP - La corsa


    Casey Stoner (Ducati Marlboro) conquista la sua prima vittoria da quando si è coronato Campione del Mondo di MotoGP, una gara in solitaria per il pilota australiano che ha condotto dal primo all'ultimo giro.

    Secondo sul podio Loris Capirossi (Ducati Marlboro) che parte bene e conduce una gara senza errori che gli permette di passare uno dopo l'altro Marco Melandri (Honda Gresini), Dani Pedrosa (Repsol Honda) e Valentino Rossi (Fiat Yamaha).

    Grazie al doppio podio Ducati si porta a casa il titolo di Campione del Mondo Costruttori e quello dedicato ai Team. Terzo sul podio Valentino Rossi (Fiat Yamaha) che riesce a salire sul podio di una pista che negli ultimi anni lo ha visto spesso e volentieri salire sul gradino più alto. Quarto chiude Dani Pedrosa, partito dalla pole lo spagnolo ha combattuto a lungo con i piloti di testa per un posto sul podio, ma alla fine non ha potuto fare altro che cedere loro il passo.

    Peggio è andata al suo compagno di squadra Nicky Hayden costretto al ritiro per la rottura della sua moto dopo essere stato a lungo incollato a Stoner in testa alla gara. Ottimo quinto posto per Alex Barros sulla Desmosedici del team Pramac d'Antin.

    -----------------
    Risultati completi gara classe MotoGp

    1 27 C.STONER DUCATI 39'39"235 + 0"000 + 0"000 174.99 26
    2 65 L.CAPIROSSI DUCATI 39'46"709 + 7"474 + 7"474 174.44 26
    3 46 V.ROSSI YAMAHA FIAT 39'48"849 + 9"614 + 2"140 174.28 26
    4 26 D.PEDROSA HONDA REPSOL 39'50"807 + 11"572 + 1"958 174.14 26
    5 4 A.BARROS DUCATI PRMAC D'ANTIN 39'58"414 + 19"179 + 7"607 173.59 26
    6 14 R.DE PUNIET KAWASAKI 40'06"736 + 27"501 + 8"322 172.99 26
    7 21 J.HOPKINS SUZUKI 40'07"166 + 27"931 + 0"430 172.96 26
    8 33 M.MELANDRI HONDA GRESINI 40'13"797 + 34"562 + 6"631 172.48 26
    9 71 C.VERMEULEN SUZUKI 40'14"051 + 34"816 + 0"254 172.46 26
    10 5 C.EDWARDS YAMAHA FIAT 40'14"402 + 35"167 + 0"351 172.44 26
    11 7 C.CHECA HONDA LCR 40'16"720 + 37"485 + 2"318 172.27 26
    12 13 A.WEST KAWASAKI 40'16"758 + 37"523 + 0"038 172.27 26
    13 56 S.NAKANO HONDA KONICA MINOLTA 40'25"744 + 46"509 + 8"986 171.63 26
    14 50 S.GUINTOLI YAMAHA TECH 3 40'31"823 + 52"588 + 6"079 171.20 26
    15 24 T.ELIAS HONDA GRESINI 40'48"568 + 1'09"333 + 16"745 170.03 26
    16 80 K.ROBERTS KR TEAM ROBERTS 40'50"998 + 1'11"763 + 2"430 169.86 26
    17 6 M.TAMADA YAMAHA TECH 3 40'51"201 + 1'11"966 + 0"203 169.85 26
    0 1 N.HAYDEN HONDA REPSOL 18'22"054 -21'17"181 -22'29"147 174.36 12
    0 57 C.DAVIES DUCATI PRAMAC D'ANTIN 18'45"841 -20'53"394 + 23"787 170.68 12
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689219
    Classifica mondiale piloti classe 125

    1 G. Talmacsi 237
    2 H. Faubel 236
    3 T. Koyama 166
    4 L. Pesek 161
    5 S. Corsi 155
    6 M. Pasini 153
    7 S. Gadea 133
    8 J. Olive 118
    9 P. Espargaro 104
    10 B. Smith 86
    11 M. Ranseder 70
    12 R. Krummenacher 68
    13 S. Cortese 66
    14 E. Rabat 63
    15 R. De Rosa 56
    16 P. Nieto 44
    17 M. Di Meglio 40
    18 S. Bradl 36
    19 L. Zanetti 30
    20 A. Iannone 26
    21 A. Masbou 17
    22 N. Terol 9
    23 S. Bianco 7
    24 D. Aegerter 7
    25 S. Bonsey 4
    26 D. Webb 3
    27 E. Jerez 2
    28 G. Frohlich 2
    29 S. Grotzki Giorgi 1


    --------------------------
    Classifica mondiale piloti classe 250

    1 J. Lorenzo 287
    2 A. Dovizioso 242
    3 A. De Angelis 215
    4 A. Bautista 181
    5 H. Barbera 146
    6 H. Aoyama 129
    7 M. Kallio 119
    8 T. Luthi 115
    9 J. Simon 103
    10 S. Aoyama 87
    11 M. Simoncelli 84
    12 Y. Takahashi 75
    13 F. Lai 49
    14 R. Locatelli 47
    15 A. Espargaro 37
    16 R. Wilairot 29
    17 K. Abraham 27
    18 A. West 25
    19 D. Heidolf 23
    20 J. Cluzel 19
    21 A. Baldolini 14
    22 T. Sekiguchi 13
    23 A. Debon 11
    24 D. Linfoot 7
    25 E. Laverty 6
    26 S. Oikawa 4
    27 I. Toth 2
    28 Y. Ui 2
    29 A. Tizon 1
    30 E. Vazquez 1

    -----------------------------
    Classifica mondiale piloti classe MotoGp

    1 C. Stoner 322
    2 V. Rossi 230
    3 D. Pedrosa 201
    4 J. Hopkins 165
    5 C. Vermeulen 160
    6 M. Melandri 154
    7 L. Capirossi 150
    8 C. Edwards 115
    9 N. Hayden 112
    10 A. Barros 102
    11 T. Elias 88
    12 R. De Puniet 88
    13 A. Hofmann 65
    14 C. Checa 59
    15 A. West 58
    16 S. Nakano 45
    17 S. Guintoli 45
    18 M. Tamada 37
    19 K. Roberts 10
    20 M. Fabrizio 6
    21 R. Hayden 6
    22 F. Nieto 5
    23 O. Jacque 4
    24 K. Roberts Jr 4
    25 S. Itoh 1
  14.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4689220
    Capirossi: Non sono finito Rossi: Sgommavo da matti

    E' il bolognese il più felice sul podio della MotoGP: "Ho sempre la stessa voglia e il prossimo anno voglio prendermi una bella rivincita". Per Stoner bagno di folla, Valentino: "Ho sbagliato, altrimenti arrivavo più vicino"

    PHILLIP ISLAND (Australia), 14 ottobre 2007 - Il più felice dei tre sul podio di Phillip Island è senza dubbio Loris Capirossi. Il pilota bolognese, in procinto di passare alla Suzuki, si sta concedendo il più bello degli addii in questo finale di stagione targato Ducati. "Sono soddisfatto per un ottimo secondo posto. In tanti mi davano per finito mai io ho sempre la stessa voglia, quindi il prossimo anno voglio prendermi una bella rivincita. Voglio comunque ringraziare la Ducati per il bel lavoro che ha fatto qui".

    STRETTE DI MANO - E Stoner? Venerdì si era lamentato di Rossi, ormai ex idolo con il quale è impossibile avere un corretto rapporto di rivalità. Oggi i due, al termine della gara, si sono stretti la mano e Valentino ha pure piazzato lì una battuta sul pubblico asutraliano che attendeva numeroso di abbracciare il proprio campione. Che, per inciso, non aveva nascosto l'obiettivo di "vincere in Australia, davanti ai miei tifosi". Detto, fatto.

    AUTOCRITICA ROSSI - Abbastanza soddisfatto anche Valentino Rossi, giunto 3°: "L'unico rammarico è per quell'uscita sulla terra che mi ha fatto perdere un po'. Altrimenti sarei stato più vicino a Stoner. Abbiamo fatto il massimo, la moto andava bene, ma sulle curve a sinistra dopo qualche giro la gomma sgommava da matti. Divertente? Mica tanto quando quelli davanti a te vanno al massimo".
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4689221
    GP Australia - Microfono ai protagonisti
    Assegnate le vittorie nelle tre classi a Phillip Island. Diamo voce ai piloti



    CLASSE MOTOGP

    Casey Stoner (Ducati), vincitore. "E' la cosa più bella vincere qui dopo aver portato a casa il Mondiale. Era questo il mio obiettivo principale dopo aver centrato il titolo. Oggi è stato tutto perfetto e davanti alla mia gente, con questo pubblico incredibile, la mia Ducati è stata impeccabile. Adesso vediamo cosa succederà sino a Valencia. Nell'ultima gara il piazzamento era stato deludente, ma siamo tornati alla grande. Bisogna sempre guardare avanti. Vincere a Motegi e a Valencia? Perchè no".

    Loris Capirossi (Ducati), 2° classificato. "Sono soddisfatto, abbiamo fatto un ottimo lavoro. Peccato soltanto per l'inizio. Melandri è stato forse troppo aggressivo e mi ha fatto perdere contatto con il gruppo. Ma alla fine è andata bene così. Sono contento perchè mi davano tutti per finito, ma il prossimo anno alla Suzuki mi prenderò una rivincita alla grande. Detto questo ringrazio la Ducati. Mi è stata vicina".

    Valentino Rossi (Yamaha), 3° classificato. "L'unica cosa su cui posso recriminare è l'uscita sulla terra che mi ha impedito di arrivare più vicino a Casey Stoner. Ma non avrei potuto fare di più. Quando le cose si mettono così non c'è niente da fare. Il problema è che la moto sgommava sin da subito. La cosa è divertente se vuoi fare le derapate, non se vuoi vincere. La cosa positiva è aver tenuto dietro Pedrosa. Le Michelin? Vanno benissimo".

    CLASSE 250

    Jorge Lorenzo (Aprilia), vincitore. "Mi piace molto questa vittoria: è stata una gara incredibile dove ho girato fortissimo divertendomi molto, quasi non avevo voglia di fermarmi dopo la fine! E' anche la mia nona vittoria stagionale, ho eguagliato il record di Biaggi e Rossi in Aprilia che in questo momento sono i piloti più forti in attività, e mancano ancora due gare in cui posso ancora migliorarlo. Ho fatto un ulteriore ed importantissimo passo in avanti in campionato, ma nel mondo delle moto non si può mai dire che è finita".

    Alvaro Bautista (Aprilia), 2° classificato. "E' stata una battaglia durissima e allo stesso tempo bellissima per questo secondo posto e sono contentissimo. La moto si muoveva moltissimo per via del vento e del fatto che spingevo al massimo, anche se Lorenzo era ormai lontanissimo, e più volte ho anche rischiato di cadere. Alla fine ho preferito rimanere davanti per la volata finale perché nei giri precedenti avevo visto che avevo più motore di Andrea ed è andata bene. Sono contento anche per la grande stagione che sto facendo e spero proprio di continuare così anche nelle prossime due gare".

    Andrea Dovizioso (Honda), 3° classificato. "Sapevamo che per noi qui sarebbe stata una gara dura, e probabilmente lo è stato ancora di più. Lorenzo era impossibile da andare a prendere, però nel secondo posto ci speravo. Invece per qualche millesimo Bautista mi ha battuto, mi spiace perché ogni punto guadagnato è importante per noi a due gare dalla fine. Comunque è significativo il fatto che il Campionato sia ancora aperto e potercela giocare nelle due gare finali dà uno stimolo in più. Sinceramente andare in Malesia a campionato finito mi avrebbe demoralizzato parecchio, certo sarà difficile recuperare 45 punti ma non è finita e la speranza ci accompagna sempre. Dobbiamo essere soddisfatti per i progressi che con il mio team continuiamo a fare e per aver disputato una gara molto difficile restando sempre davanti".

    CLASSE 125

    Lukas Pesek (Derbi), vincitore. "Bisogna essere un po' pazzi per buttarsi così, all'esterno, nei curvoni, ma sinceramente mi sentivo davvero sicuro delle mie possibilità. La moto era perfetta anche in rettilineo dove, sfruttando la scia, qualcuno riusciva a passarmi e per questo era difficile scappare via. Allora, a due tornate dall'arrivo, ho deciso di accodarmi a Faubel e Olive aspettando l'ultimo giro e quei due punti della pista dove sapevo di essere più forte. E' andato tutto bene e adesso sono molto felice per questa seconda vittoria in Campionato".

    Joan Olive (Aprilia), 2° classificato. "E' stata una gara molto difficile: c'è stata molta battaglia e questo secondo posto è veramente un ottimo risultato. Devo ringraziare il mio team per l'ottimo lavoro svolto in questi giorni perché la mia moto oggi era veramente perfetta. Erano molte gare che ero competitivo e finamente è arrivato questo secondo posto, il secondo della stagione".

    Hector Faubel (Aprilia), 3° classificato. "Questo podio è molto positivo per tutto il lavoro che abbiamo fatto in questo week-end. La moto andava bene, ho tentato di andare via perché ero molto veloce in curva, ma in scia sul rettilineo mi riprendevano continuamente, alla fine un contatto con Rabat mi ha fatto perdere qualche metro per cui non sono riuscito a fare la volata come volevo. Non pensavo di poter recuperare tutti questi punti a Gabor, adesso con un solo punto di distacco può succedere di tutto. Sepang mi è sempre piaciuto molto, anche se dovremo trovare il giusto set up della RSA".

    Simone Corsi (Aprilia), 4° classificato. "Sono partito male e all'inizio non avevo un gran feeling con la moto, perché avevamo fatto delle modifiche prima della partenza. Ho così perso tempo e posizioni, ma da metà gara in avanti mi sono trovato sempre più a mio agio con la mia Aprilia è ho cominciato a spingere più forte. Nella mia rimonta mi sono purtroppo toccato con Pasini e ho perso ancora un po' di terreno, ma nel finale sono risalito forte, arrivando a un niente dai primi. E' stata una bella gara, tirata dall'inizio alla fine e adesso sono a soli 11 punti dal terzo in classifica, Koyama. Mancano due gare e il mio obiettivo è arrivare nei primi tre a fine campionato".

  Motomondiale: Gp d'Australia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina