1.     Mi trovi su: Homepage #4701114
    Intervista alla Gazzetta dell'attaccante dell'Inter, grande ex della sfida di domani: "Juventini, fischiatemi pure ma non è stata colpa mia se sono passato in nerazzurro. Gli scandali c'entrano poco, per mesi ho aspettato invano di rinnovare il contratto. Secco mi disse: se c'è un'altra squadra non esitare"

    MILANO, 3 novembre 2007 - "Se segno esulto". Ibrahimovic non si nasconde. E si lascia andare a qualche confidenza alla vigilia di Juventus-Inter, la "sua" partita, quella che mette di fronte il suo passato e il suo presente in Italia. Ecco un estratto dello Zlatan-pensiero, l'intervista completa la trovate sulla Gazzetta dello Sport di oggi.

    L'ADDIO - "Juventini, fischiatemi pure, ma non è stata colpa mia se sono passato all'Inter. Gli scandali c'entrano poco, per mesi ho aspettato invano di rinnovare il mio contratto. Il d.s. Secco al telefono mi disse: se c'è un'altra squadra, non esitare. E allora se segno, esulto".

    NELLA JUVENTUS - "Le mie partite juventine a cui resto più affezionato sono quelle contro l'Inter: anche quella dei contrasti con il mio vice allenatore Mihajlovic e della cravatta a Cordoba. Ma la più bella resta quella dell'ottobre 2005. Vincevamo 2-0 già dopo 45': mamma mia come avevamo giocato quel primo tempo..."

    L'INTER - "Avevo detto che anche la società Inter doveva crescere, e così è stato: ora ha tutto per essere uno dei club più forti del mondo e non è un caso che io abbia firmato praticamente a vita. Sta uscendo il potenziale che avevo già visto quando la scelsi: è aumentato il rispetto degli altri, anzi l'Inter ha ottenuto il rispetto degli altri".

    MANCINI - "Un giorno Mancini mi ha chiamato nel suo ufficio, ha messo su un video di Van Basten e mi ha detto: Siediti e guarda. Studialo, impara i suoi movimenti, fai caso anche ai particolari. Ti servirà. Era un segnale: mi aiutava a capire in cosa potevo crescere. E momenti così te li ricordi per tutta la vita".
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4701119
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    :asd: :asd: diciamo che vorrei averti visto domenica al gol di vieri, tu che l'hai sempre insultato :asd:


    Non potevi vederlo a meno che non prevedevi il futuro.:cool:

    Vieri ha segnato mercoledì.:cry:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #4701120
    Originally posted by Pezzotto
    Intervista alla Gazzetta dell'attaccante dell'Inter, grande ex della sfida di domani: "Juventini, fischiatemi pure ma non è stata colpa mia se sono passato in nerazzurro. Gli scandali c'entrano poco, per mesi ho aspettato invano di rinnovare il contratto. Secco mi disse: se c'è un'altra squadra non esitare"

    MILANO, 3 novembre 2007 - "Se segno esulto". Ibrahimovic non si nasconde. E si lascia andare a qualche confidenza alla vigilia di Juventus-Inter, la "sua" partita, quella che mette di fronte il suo passato e il suo presente in Italia. Ecco un estratto dello Zlatan-pensiero, l'intervista completa la trovate sulla Gazzetta dello Sport di oggi.

    L'ADDIO - "Juventini, fischiatemi pure, ma non è stata colpa mia se sono passato all'Inter. Gli scandali c'entrano poco, per mesi ho aspettato invano di rinnovare il mio contratto. Il d.s. Secco al telefono mi disse: se c'è un'altra squadra, non esitare. E allora se segno, esulto".

    NELLA JUVENTUS - "Le mie partite juventine a cui resto più affezionato sono quelle contro l'Inter: anche quella dei contrasti con il mio vice allenatore Mihajlovic e della cravatta a Cordoba. Ma la più bella resta quella dell'ottobre 2005. Vincevamo 2-0 già dopo 45': mamma mia come avevamo giocato quel primo tempo..."


    L'INTER - "Avevo detto che anche la società Inter doveva crescere, e così è stato: ora ha tutto per essere uno dei club più forti del mondo e non è un caso che io abbia firmato praticamente a vita. Sta uscendo il potenziale che avevo già visto quando la scelsi: è aumentato il rispetto degli altri, anzi l'Inter ha ottenuto il rispetto degli altri".

    MANCINI - "Un giorno Mancini mi ha chiamato nel suo ufficio, ha messo su un video di Van Basten e mi ha detto: Siediti e guarda. Studialo, impara i suoi movimenti, fai caso anche ai particolari. Ti servirà. Era un segnale: mi aiutava a capire in cosa potevo crescere. E momenti così te li ricordi per tutta la vita".

    Senza dubbio grande giocatore ma soprattutto grandissimo mercenario
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4701122
    Originally posted by Giovanni1982
    SE :cool:


    questa me la segno:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Ibra: "Se segno esulto"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina