1.     Mi trovi su: Homepage #4704374
    All'esterno dello stadio, tifosi della Lazio e della Roma si sono coalizzati contro le forze dell'ordine. Dopo trenta minuti di scontri violenti la calma sembra essere tornata. Fuori da San Siro in 5.000 hanno esposto striscioni contro gli agenti. Ferito un cameraman di Rete 4. Tifosi in corteo a Parma, a Torino le curve restano vuote. Partite sospese a Bergamo e a Taranto

    Lo stadio Olimpico di Roma stasera resterà vuoto. Ansa
    MILANO, 11 novembre 2007 - Ormai è follia pura. Dopo la decisione del Viminale e della Federcalcio di rinviare anche Roma-Cagliari, in programma questa sera, gli ultrà si sono scatenati contro tra forze dell'ordine nei pressi dell'Olimpico. Davanti allo Stadio dei Marmi, un gruppo di tifosi che prendeva parte alla fiaccolata in memoria di Gabriele Sandri, il tifoso laziale rimasto ucciso oggi, ha iniziato a lanciare petardi all'indirizzo della polizia che, a sua volta, ha risposto con lancio di lacrimogeni per disperderli. Ma la notizia che sconcerta di più è che gli ultrà laziali si sono coalizzati con quelli giallorossi. Gli incidenti sono durati mezzora circa, poi le forze dell'ordine sono riusciti a disperdere i tifosi riportando la calma. Ma in questo momento, all'esterno dello stadio stanno confluendo i tifosi laziali che in piazza Euclide avevano organizzato la prima fiaccolata per ricordare Sandri.
    INTER-LAZIO - Slogan e striscioni contro le forze dell'ordine a Milano da parte dei tifosi dell'Inter dopo l'uccisione di Gabriele Sandri. In 5.000 si sono radunati nel piazzale Angelo Moratti antistante lo stadio Meazza, dove avrebbe dovuto giocarsi Inter-Lazio, partita invece rinviata per la morte del tifoso laziale. "Per Raciti fermate il campionato ma la morte di un tifoso non ha significato", si legge su uno striscione. "Amato dimettiti" su un altro. Due cronisti sono stati aggrediti a calci e pugni da una frangia di ultras del corteo misto di interisti e laziali che stava marciando nel viale di fronte allo stadio di San Siro a Milano. Poco prima, mentre il corteo si trovava di fronte al commissariato di via Novara, un cameraman della Rai è stato oggetto di un'aggressione da parte di alcuni ultras, che gli hanno distrutto la telecamera e rubato la videocassetta con le riprese della manifestazione. Sorte peggiore è capitata a un suo collega che lavora per il Tg4 picchiato, preso a calci e pugni alle spalle nel primo pomeriggio di fronte allo stadio. L'operatore è andato all'ospedale San Raffaele per medicazioni.
    ATALANTA-MILAN - L'arbitro Saccani di Mantova ha deciso di sospendere la gara tra Atalanta e Milan. Saputa la notizia della morte del tifoso laziale Gabriele Sandri prima dell'inizio della gara c'erano già stati scontri tra tifosi di Atalanta e Milan da una parte e forze dell'ordine dall'altra. Poi Saccani aveva interrotto la gara dopo 7' per le proteste sugli spalti dei tifosi e le squadre erano rientrate negli spogliatoi, dopo un tentativo da parte dei giocatori dell'Atalanta di placare gli ultras, che nel frattempo avevano mandato parzialmente in frantumi la barriera divisoria a ridosso del campo di gioco.
    PARMA-JUVENTUS - "La morte è uguale per tutti", questo lo striscione esposto dai tifosi del Parma, durante la gara con la Juventus, nella curva riservata ai sostenitori gialloblu e firmato dai "Boys". I tifosi della Juventus presenti al Tardini hanno invece tolto gli striscioni. Un corteo di tifosi non chiaramente identificati, si dice congiunto tra tifosi del Parma e della Juventus, ha sfilato non autorizzato attorno allo stadio Tardini durante la partita Parma-Juventus. Sarebbero circa 150 e avrebbero anche scaricato sulla strada il contenuto di alcuni estintori strappati verosimilmente all'interno dello stadio. Il fumo degli estintori si è alzato dalla curva sud e si è visto anche all'interno della struttura. La polizia avrebbe controllato i movimenti dei tifosi senza intervenire. Secondo le prime voci, la protesta riguarderebbe il diverso trattamento che ci fu quando fu ucciso l'ispettore di polizia Filippo Raciti, di Catania. In quell'occasione furono sospese le partite di calcio. Secondo un'altra versione non confermata si tratterebbe di un gruppo di tifosi juventini senza biglietto che avrebbero provato ad entrare inutilmente e avrebbero protestato scaricando estintori presi dai pullman.
    TORINO-CATANIA - Spalti disertati dagli ultras, allo stadio Olimpico dove si sta svolgendo la partita tra Torino e Catania. I tifosi granata, che in un primo momento sembrava dovessero entrare a partita in corso, proseguono anche nel secondo tempo la loro protesta per il tifoso laziale ucciso questa mattina. I settori centrali delle curve Maratona e Primavera continuano a rimanere vuoti. Stessa protesta, nel settore ospiti, da parte dei tifosi siciliani. La partita si sta svolgendo in un silenzio non abituale per l'assenza dei cori intonati dalle curve. Ancora assenti dallo stadio anche bandiere e striscioni: sono stati messi via non ppena i tifosi hanno saputo della tragedia di Arezzo.
    REGGINA-GENOA - Cori contro la Polizia nello stadio Granillo di Reggio Calabria durante Reggina-Genoa per protesta contro l'uccisione del tifoso della Lazio. Ad intonare i cori, sin dai primi minuti della partita, sono stati i sostenitori di entrambe le formazioni. La protesta è stata concordata nel corso di un incontro tra delegazioni delle due tifoserie prima della partita.
    SIENA-LIVORNO - "Assassini, assassini": è quanto hanno urlato, insieme ad altri cori e slogan contro polizia e arabinieri, alcuni tifosi del Livorno allo stadio di Siena, dove si gioca Siena-Livorno. I tifosi senesi invece, hanno deciso di ritirare gli striscioni dalla propria curva ed evitare di cantare cori e urlare slogan in sostegno della squadra in segno di rispetto per Gabriele Sandri, il tifoso laziale morto. È stato anche cantato "Sospendete la partita, sospendete la partita". Inoltre, come già avevano fatto quelli del Siena, anche i tifosi livornesi hanno tolto gli striscioni.
    BASKET: I TIFOSI DELL'ARMANI VANNO VIA - Durante il primo quarto di gioco del derby lombardo di basket tra Armani Jeans Milano e Cimberio Varese i tifosi della curva milanese hanno abbandonato il palazzetto in segno di protesta per l'uccisione del tifoso della Lazio. I tifosi della squadra varesina, che invece sono rimasti al loro posto, hanno indirizzato nei confronti dei poliziotti presenti il coro "Assassini, assassini".
    TARANTO-MASSESE SOSPESA - L'eco della morte del tifoso laziale ha prodotto i suoi effetti anche su Taranto-Massese, gara del girone B della C1, che è stata sospesa al 14' della ripresa per l'ingresso degli ultras tarantini sul terreno di gioco. Il match era partito sotto cattivi auspici fin dai primi minuti: i tifosi organizzati pugliesi pretendevano infatti che la partita non si giocasse per rispetto al tifoso laziale morto stamani e per tutta la durata del primo tempo hanno lanciato oggetti in campo nonostante altri settori dello stadio manifestassero la volontà di lasciar proseguire l'incontro. A questo punto gli ultras tarantini avrebbero tentato di uscire dalla curva dello Iacovone, forse nel tentativo di venire a contatto con quelle parti di tifoseria decise a far proseguire il match, e di fronte al divieto delle forze dell'ordine sono nati alcuni scontri proprio con la polizia, costretta al lancio di lacrimogeni e ad alcune cariche. Gli scontri sono continuati anche nel corso dell'intervallo e nel secondo tempo, dopo il gol della Massese, gli ultras del Taranto sono riusciti a sfondare un cancello e a entrare in campo, costringendo l'arbitro alla sospensione del match.
    [font=impact]- Spikey Hair Campione Lega Champion Pigs 2004-05 - 2006-07[/font]
    [font=impact]- Real Trieste Campione Lega TW Superliga 2004-05 - Campione Coppa del Nonno 2005-06[

  Roma: all'Olimpico ultrà attaccano la polizia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina