1.     Mi trovi su: Homepage #4706079
    Dopo l'attacco dei legali McLaren all'udienza di Londra si attende la sentenza dell'appello

    La McLaren c'è andata leggera: "Date il titolo a Hamilton". Questa l'estrema sintesi, dietro alla quale ci sono fior di arringhe e faldoni in inglese. "Se c'è una violazione del regolamento le prestazioni delle monoposto ne hanno giovato - attacca l'avvocato delle Frecce, Ian Mill - La sanzione, mi dispiace dirlo, deve essere la squalifica. Il pilota dovrebbe essere completamente innocente - spiega il legale - ma ha tratto comunque benefici dalla violazione del regolamento. E' giusto che se il team viene squalificato anche il pilota perda i punti. In altri casi ai piloti è stata offerta l'immunità se assistevano la Fia".

    In tutto ciò, dopo quattro ore, si è conclusa l'udienza nella quale la Corte d'appello della Federazione ha esaminato il ricorso presentato da Dennis dopo il Il Gran premio del Brasile. I quattro giudici, lo statunitense John Cassidy, il greco Vassilis Koussis, il portoghese Jose Nacedo Cunha e il ceco Jan Stovicek, hanno sentito i rappresentanti di Ferrari, McLaren, Williams e Bmw e si sono ritirati per deliberare, come direbbe Sante Licheri. La sentenza, come detto da un portavoce della Fia, è attesa per domani.

    Ricordiamo che il ritrovo londinese ha l'obiettivo di decidere sull'irregolarità delle benzine di Bmw e Williams. Al termine della gara i commissari avevano risontrato temperature troppo basse, ma un successivo esame aveva stabilito la regolarità del carburante usato.
    La McLaren aveva comunque deciso di fare appello perche eventuali sanzioni nei confronti dei piloti dei due team, potrebbero consentire a Lewis Hamilton di guadagnare posizioni nell'ordine d'arrivo e vincere il mondiale a tavolino.

    :prr:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4706080
    Ecclestone minaccia di andarsene

    Non si può assegnare un mondiale per le benzine

    "Non penso che i tifosi di Formula 1 apprezzerebbero che il titolo venisse assegnato per la temperatura della benzina". Le parole sono di Bernie Ecclestone, che alla vigilia dell'udienza della Corte d'Appello di Londra avverte: "Se c'è qualcuno che pensa che questa sia la cosa migliore per la Formula 1, credo che dovrei seriamente considerare di ritirarmi". Una presa di posizione nettissima per dire che non sarebbe giusto se il titolo venisse sottratto a Kimi Raikkonen con la squalifica delle Bmw e Williams. Non sarebbe giusto per la credibilità dello sport, ma nemmeno per i tifosi.

    Ecclestone paragona la questione benzina ad un'altra infrazione commessa in Brasile, ovvero l'utilizzo di un treno supplementare di pneumatici da pioggia da parte di Lewis Hamilton nelle prove libere. Due vicende di minor conto, che spera siano paragonabili anche sotto il profilo della punizione. L'aspettativa è che la Corte d'Appello sappia valutare la questione col giusto metro, almeno è quanto Ecclestone si aspetta. E' anche possibile che Ron Dennis decida di ritirare l'appello all'ultimo: "Non penso che voglia insistere su questa strada".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4706082
    Respinto ricorso McLaren, Raikkonen campione

    PARIGI - La corte d'Appello della Fia ha respinto il ricorso della McLaren presentato per le benzine irregolari di Bmw e Williams nel Gp del Brasile. Il ferrarista Kimi Raikkonen e' confermato campione del mondo di Formula Uno.


    Ferrari: "Prendiamo atto con soddisfazione"

    MILANO - La Ferrari affida ad un comunicato la sua risposta alla sentenza della Fia che ha confermato il titolo Mondiale di Kimi Raikkonen: "La Scuderia Ferrari - si legge - prende atto con soddisfazione dell'odierna decisione della Corte d'Appello Internazionale che conferma il risultato del Gran Premio del Brasile e la conseguente conquista del titolo mondiale piloti da parte di Kimi Raikkonen". "La decisione pone finalmente termine a una stagione molto intensa, sia in pista che fuori - ha dichiarato l'Amministratore Delegato della Ferrari Jean Todt - oggi e' stato respinto un ultimo, disperato tentativo di ribaltare il risultato della pista. Ora tutte le nostre energie saranno interamente concentrate sulla preparazione della prossima stagione'.


    Hamilton: "Non volevamo togliere il titolo a Raikkonen"

    LONDRA - Lewis Hamilton commenta cosi' la sentenza della Fia che ha confermato il titolo Mondiale di Kimi Raikkonen: "Come ho sempre detto, Kimi ha meritato di vincere il Mondiale piloti 2007 - ha detto il britannico - e ne' io ne' altri della scuderia McLaren avevamo la minima intenzione di portarglielo via in tribunale. Lo scopo dell'appello del team non era questo". Hamilton ha concluso dicendosi impaziente in vista del Mondiale 2008: "Non vedo l'ora di correre in pista contro Kimi e contro tutti gli altri avversari sperando di fare meglio del secondo posto che ho ottenuto nel Mondiale piloti di quest'anno".


    :rolleyes: :rolleyes:

  Dennis vuole il Mondiale a tavolino

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina