1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4708351
    Il tecnico dell'Inter recupera Materazzi, Stankovic e Chivu, convocati per la gara con l'Atalanta. Su Adriano: "Gli amici veri si vedono quando ne hai bisogno. Lui sa che lo aspetto"

    MILANO, 23 novembre 2007 - Avrebbe preferito affrontare l'Atalanta con un giorno in più, di domenica e non di sabato sera. Ma la Champions incombe (martedì la sfida al Fenerbahçe), e Roberto Mancini deve fare buon viso a cattivo gioco, accettando infortuni e stanchezza da fuso orario. L'allenatore dell'Inter può comunque sorridere: nella lista dei convocati per la gara con l'Atalanta ci sono anche Materazzi, Stankovic e Chivu oltre ai nazionali sudamericani e a Ibrahimovic. Magari i primi due non giocheranno tutta la partita, ma tante buone notizie in un colpo solo aiutano.
    ADRIANO - Il tecnico ha parlato alla vigilia della 13ª giornata di campionato, toccando argomenti molto diversi: da Adriano a Capello, passando per Ibrahimovic. Ecco le sue frasi più significative sul brasiliano: "Prima della sua partenza abbiamo parlato a quattr'occhi. Lui sa che gli voglio bene, lo aspettiamo qui a gennaio. Le parole di Ronaldo? I veri amici si vedono nelle difficoltà e io penso di essere un vero amico".
    SULL'ATALANTA - "Sarà una gara difficile. Noi recuperiamo ora i nazionali e siccome a San Siro l'Atalanta ha sempre fatto bene ci vorrà una grande prova".
    SU IBRA - Sulle parole di "gradimento" nei confronti del Real Madrid di Ibrahimovic, Mancini spiega che "tutti i giocatori sono legittimati a dire che il Real è una grande squadra, non so chi potrebbe dire il contrario. Per gentilezza è normale non dire cose spiacevoli e sul futuro non si può mai dire".
    CAPELLO INGLESE? - "Ha tutte le qualità per allenare la nazionale inglese. Credo che l'Inghilterra avesse una squadra non solo per qualificarsi - aggiunge il tecnico dell'Inter - quello lo davo per scontato, ma anche per vincere gli Europei. Era per me una delle favorite".

    http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Squadre/Inter/Primo_Piano/2007/11_Novembre/23/mancini_2311.shtml
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Mancini torna a sorridere.Anche Stankovic convocato

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina