1.     Mi trovi su: Homepage #4709346
    Le ultime sulla carica di cittì. Scendono Mourinho e Klinsmamnn

    In Inghilterra continua la caccia al nuovo ct. E impazza il toto allenatore. Le ultime proiezioni danno Fabio Capello di nuovo in ascesa. L'ex allenatore della Juve, che nei giorni scorsi si era detto "affascinato da una sfida tanto difficile e orgoglioso di una simile possibilità" avrebbe al suo fianco un certo Gianfranco Zola, uno che con la maglia del Chelsea ha fatto furore, tanto da meritarsi la nomina a baronetto. Lo stesso Zola ha detto quanto segue: "Capello a me sembra l'uomo giusto per riportare il calcio inglese in alto, dove merita". Un cittì e un suo assistente, soprattutto per districarsi con l'inglese: Zola lo conosce bene.

    Così è cambiato il vento, di nuovo a favore di Capello, dopo l'intrusione di Klinsmann (sponsor Beckenbauer) e quella di Mourinho che ha fatto sapere: "Non ho mai detto di no alla panchina dell'Inghilterra. Semplicemente, non mi è stata proposta".

    I particolari di Mourinho, secondo il Daily Express: "Il portoghese ha fatto marcia indietro - scrive il tabloid che cita fonti vicine all'ex tecnico del Chelsea - e avrebbe chiesto alla Federcalcio inglese di fargli un'offerta per la panchina della nazionale". Mourinho, che si era chiamato fuori per primo dalla corsa per sostituire Steve McClaren, sarebbe il più gradito da federazione e tifosi. Questo fino a ieri.

    I particolari su Klinsmann. Il tedesco sarebbe già stato contatto dalla federcalcio inglese. Secondo il quotidiano tedesco Bild, un rappresentante dell'ex interista avrebbe incontrato Brian Barwick, direttore generale della FA. Il colloquio sarebbe durato una ventina di minuti e sarebbe servito per presentare ufficialmente la candidatura dell'ex ct della Germania. Klinsmann è diventato così il rivale più accreditato di Fabio Capello.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4709347
    Capello: "Ecco la mia ricetta per l'Inghilterra"

    Il tecnico spiega cosa serve per risollevare la Nazionale inglese

    Il problema dell'Inghilterra a livello internazionale è più psicologico che tecnico. Fabio Capello, candidato alla panchina della nazionale inglese, spiega così anche la mancata qualificazione della squadra agli Europei del 2008: l'ex allenatore di Milan, Roma, Juve e Real Madrid sottolinea che la differenza di gioco tra i club e la nazionale è troppo evidente. ''Da allenatori ci chiediamo come è possibile che l'Inghilterra, con i giocatori che ha, abbia fallito la qualificazione a Euro 2008'' .

    ''La squadra nazionale inglese, come pure quella spagnola - prosegue - vince poco, pur avendo Leghe che hanno più soldi di altre''. Capello dice di aver visto diverse gare dell'Inghilterra nelle qualificazioni europee e ha notato la differenza di gioco per esempio nella sfida contro la Russia (''hanno difeso per 90 minuti'') e quella con la Croazia, decisiva per il passaggio alla fase finale del torneo continentale. ''La differenza di atteggiamento tra queste due partite è troppo grande - sottolinea Capello - Come è possibile che giocatori con le qualità di Beckham e Owen mettano in campo prestazioni tanto diverse quando giocano per il loro Paese? E' chiaro che pesa la maglia''.

    Dopo lo choc per l'eliminazione, l'Inghilterra deve scegliere il nuovo ct. Per risolvere i problemi della nazionale comunque l'allenatore friulano non ha dubbi, e scrive la sua ricetta: ''In queste situazioni il ruolo del tecnico è fondamentale e deve essere più uno psicologo che un tattico-tecnico. La spiegazione più ovvia è che lì c'è un blocco mentale. Altrimenti come ce la spieghiamo questa eliminazione?''.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4709350
    Capello: ora spunta il Barça

    Il friulano resta comunque in corsa per la panchina inglese

    Mentre in Inghilterra continua la caccia al nuovo ct e la candidatura di Fabio Capello torna in ascesa, i grandi club d'Europa continuano a tenere sotto controllo la posizione del tecnico friulano. In Spagna l'ex allenatore della Juve è sempre molto apprezzato, ma questa volta il Real non c'entra nulla. E' il Barcellona ad aver pensato a Capello nel caso in cui la situazione in casa blaugrana dovesse precipitare - le clamorose spaccature all'interno dello spogliatoio e il caso Ronaldinho sono cronaca di questi giorni -, la prova decisiva per il destino di Rijkaard potrebbe essere proprio la sfida con i merengues, in programma poco prima di Natale. Se il Barça dovesse uscirne a pezzi, la dirigenza catalana attuerebbe immediatamente il cambio in panchina, e Capello sarebbe il candidato numero uno alla sostituzione del tecnico olandese.

  Capello con Zola, ecco la nuova Inghilterra

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina