1.     Mi trovi su: Homepage #4709373
    I proprietari americani del club sono in rotta con il tecnico, che non vuole interferenze nella gestione del mercato. La situazione è talmente grave che la stampa inglese ipotizza un prossimo licenziamento

    LIVERPOOL, 26 novembre - Solo pochi giorni fa Rafael Benitez aveva espresso il desiderio di essere per il Liverpool ciò che Sir Alex Ferguson è stato ed è per il Manchester United. Purtroppo per lui, la sua avventura sulla panchina dei Reds sembra giunta al capolinea. Il problema non sono i risultati - chi manderebbe via un tecnico che ha portato la squadra a vincere la Champions League e a combattere quasi alla pari in campionato con corazzate come lo United, l’Arsenal e il Chelsea? - ma i pessimi rapporti tra l’allenatore spagnolo e i nuovi proprietari della club, gli imprenditori statunitensi George Gillett jr e Tom Hicks, che nel febbraio scorso hanno acquistato il Liverpool per 415 milioni di sterline (circa 600 milioni di euro). La situazione è talmente tesa che nel week end in Inghilterra è circolata la voce che Benitez avesse rassegnato le dimissioni, ma oggi Gillett e Hicks con un comunicato hanno smentito la circostanza, pur non facendo nulla per nascondere il loro disappunto nei confronti dell’allenatore.

    INCOMPATIBILITA’ - Alla base del contrasto tra la nuova dirigenza e Benitez c’è la diversa filosofia riguardo il mercato. Il tecnico spagnolo, che solo una settimana fa ha rigettato gli approcci informali del Bayern Monaco, pensa che sia suo compito e suo diritto esclusivo occuparsi dei trasferimenti dei giocatori, mentre Gillett e Hicks, oltre che i soldi, vogliono mettere anche bocca in questo tipo di scelte. Per il duo made in Usa, anzi, il tecnico dovrebbe occuparsi solo di allenare, lasciando tutte le altre questioni in mano alla dirigenza. Invito che Benitez ha rispedito immediatamente ai mittenti, non nascondendo il suo disappunto. Non è tutto, perché secondo Gillett e Hicks dei trasferimenti deve occuparsi solo l’amministratore delegato Rick Parry e comunque nessun tipo di trattativa deve essere avviata prima della loro visita a Liverpool, prevista per metà dicembre. Benitez ha risposto per le rime, dicendo che i due americani non capiscono nulla del mercato calcistico europeo. La situazione ricorda molto da vicino quella che ha portato Josè Mourinho al divorzio dal Chelsea. Possibile che in questo caso le cose vadano in modo diverso, ma certo, a meno di improbabili passi indietro di una delle due parti, è difficile che si giunga a un compromesso, nonostante l’amore che i tifosi hanno nei confronti del tecnico iberico.

    :unpazzo:
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4709374
    Stanno fuori più di un balcone.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #4709375
    Liverpool, Benitez vuole Kaladze

    LONDRA - Sarebbe Kakha Kaladze uno dei motivi della frattura tra il tecnico del Liverpool Rafa Benitez e i proprietari americani del club inglese. Secondo il quotidiano inglese "Independent", il mister infatti vorrebbe portare a tutti i costi ai "Reds" il difensore del Milan, mentre la proprieta' non vorrebbe fare ulteriori investimenti.

  Liverpool-Benitez, è crisi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina