1.     Mi trovi su: Homepage #4709762
    KIEV
    Intanto, in mattinata la Roma, con l'ad Rosella Sensi e il tecnico Spalletti in testa, ha incontrato a Kiev i bambini, circa 300, ricoverati presso il principale ospedale oncologico della città. Struttura che la società giallorossa ha aiutato partecipando a una iniziativa promossa dalla onlus Soleterre e dal sito romanews.eu per la raccolta di fondi. E così la trasferta di Champions League contro la Dinamo è stata anche l'occasione per portare personalmente i saluti e anche qualche sorriso ai bambini. "Abbiamo trovato tanti bambini che hanno bisogno della nostra solidarietà - ha detto Spalletti - I soldi raccolti (12mila euro grazie all'asta con la maglia di Totti) andranno all'associazione Soleterre e serviranno per migliorare la situazione all'interno dell'ospedale. La Roma comunque non è qui per un evento sporadico, ma è solo l'inizio. Continueremo a starvi vicino", ha concluso il tecnico parlando ai responsabili dell'ospedale. I bambini hanno regalato a tutti i giocatori della Roma una medaglia simbolica, realizzata da loro, in terracotta di colore azzurra con sopra raffigurata l'Ucraina. Inoltre hanno donato al tecnico Spalletti un piatto in terracotta con i simboli dell'Ucraina. L'allenatore ha promesso loro che questo dono verrà affisso all'interno dello spogliatoio e diverrà il portafortuna della squadra. I bambini hanno creato anche un piccolo pallone giallo e rosso, composto da un insieme di carte unite fra loro e firmate dai bambini. Rosella Sensi ha invece consegnato al primario della struttura una maglia di De Rossi della Champions League di colore nero con tutte le firme dei giocatori, che verrà appesa nel reparto. Nei prossimi giorni, verrà anche inviato molto materiale del club giallorosso: magliette, cappellini, sciarpe, ma anche pennarelli e giocattoli firmati Roma.
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  2. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4709763
    Originally posted by lallo
    KIEV
    Intanto, in mattinata la Roma, con l'ad Rosella Sensi e il tecnico Spalletti in testa, ha incontrato a Kiev i bambini, circa 300, ricoverati presso il principale ospedale oncologico della città. Struttura che la società giallorossa ha aiutato partecipando a una iniziativa promossa dalla onlus Soleterre e dal sito romanews.eu per la raccolta di fondi. E così la trasferta di Champions League contro la Dinamo è stata anche l'occasione per portare personalmente i saluti e anche qualche sorriso ai bambini. "Abbiamo trovato tanti bambini che hanno bisogno della nostra solidarietà - ha detto Spalletti - I soldi raccolti (12mila euro grazie all'asta con la maglia di Totti) andranno all'associazione Soleterre e serviranno per migliorare la situazione all'interno dell'ospedale. La Roma comunque non è qui per un evento sporadico, ma è solo l'inizio. Continueremo a starvi vicino", ha concluso il tecnico parlando ai responsabili dell'ospedale. I bambini hanno regalato a tutti i giocatori della Roma una medaglia simbolica, realizzata da loro, in terracotta di colore azzurra con sopra raffigurata l'Ucraina. Inoltre hanno donato al tecnico Spalletti un piatto in terracotta con i simboli dell'Ucraina. L'allenatore ha promesso loro che questo dono verrà affisso all'interno dello spogliatoio e diverrà il portafortuna della squadra. I bambini hanno creato anche un piccolo pallone giallo e rosso, composto da un insieme di carte unite fra loro e firmate dai bambini. Rosella Sensi ha invece consegnato al primario della struttura una maglia di De Rossi della Champions League di colore nero con tutte le firme dei giocatori, che verrà appesa nel reparto. Nei prossimi giorni, verrà anche inviato molto materiale del club giallorosso: magliette, cappellini, sciarpe, ma anche pennarelli e giocattoli firmati Roma.


    Credo che sia la cosa più economica del mondo...... :yy: e di sicuro tra le più gratificanti.... :)
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Portare un sorriso costa sempre molto poco

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina