1.     Mi trovi su: Homepage #4711693
    ROMA (Reuters) - Donatella Zingone, moglie dell'ex presidente del Consiglio Lamberto Dini, è stata condannata oggi a Roma a 2 anni e 4 mesi per bancarotta fraudolenta - pena interamente condonata - per il fallimento della società Sidema, coinvolta in un crack da 40 miliardi di vecchie lire nel 2002.

    Stessa pena, anch'essa condonata, per Italo Mari, un ex collaboratore di Zingone accusato di bancarotta preferenziale.

    Un altro ex amministratore, Enrico Pozzo, aveva patteggiato la pena a due anni lo scorso novembre.


    --------------------------------

    poi mi si chiede per quale motivo mi incazzo quando uno reclama il carcere per dei lavavetro ...
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4711694
    ROMA (3 dicembre) - Donatella Pasquali Zingone, moglie dell'ex ministro Lamberto Dini, è stata condannata oggi a Roma a due anni e quattro mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta mediante falso in bilancio a conclusione del processo sulla vicenda del Gruppo Zeta e, in particolare sul crack di 40 miliardi di lire che provocò il fallimento della società "Sidema srl", avvenuto il 13 marzo 2002. La stessa pena è stata inflitta dai giudici della decima sezione del tribunale anche a Italo Mari, componente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato della Sidema dal 26 gennaio al 1° luglio 1999.

    La pena è stata condonata, per effetto dell'indulto, ad entrambi gli imputati. Sia Zingone sia Mari sono stati invece assolti da un'altra accusa, bancarotta preferenziale, perché il fatto non sussiste. Nei confronti dei due imputati, come pena accessoria (sospesa), è stato disposto il divieto di accesso a cariche societarie per dieci anni. Un terzo imputato, Enrico Pozzo, amministratore della Sidema dal 26 gennaio 2000 al fallimento, aveva già patteggiato una pena di due anni.

    La condanna inflitta oggi dal tribunale di Roma si riferisce all'accusa, contestata dal pm Paolo Auriemma, di avere, in una nota integrativa al bilancio 1999, falsamente dichiarato che l'area di proprietà della società partecipata era «in procinto di essere concessionata dal Comune di Castelnuovo di Porto». L'episodio per il quale sono stati assolti Zingone e Mari riguardava presunti illeciti nei bilanci 1999 e 2000 con riferimento all'estinzione di un debito della Sidema attraverso un'altra società. A conclusione della requisitoria, il pm Auriemma aveva chiesto la condanna dei due imputati a quattro anni di reclusione. Donatella Dini aveva commentato quella richiesta affermando che «tutto trae origine da una macchinazione politica che dura ormai da diversi anni». Oggi i difensori degli imputati, Fabio Viglione e Antonella Follieri, hanno annunciato che impugneranno la sentenza.


    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=14363&sez=HOME_INITALIA

    Ma sarà questo il gruppo zeta?:confused:
    http://www.gruppozeta.com/
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  2 anni e 4 mesi a Donatella Dini

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina