1.     Mi trovi su: Homepage #4713253
    Il 17enne del Corinthians che fa impazzire gli osservatori

    ROMA, 7 dicembre - Le uniche incognite sono legate a una maturazione ancora in fase embrionale, considerata l’età (17 anni), e ai rischi di una forte pressione mediatica, ma il prezzo del suo cartellino (12 milioni di euro) e le referenze sono quelle di un campione-bambino che a livello giovanile ha stregato il Brasile. E’ la storia di Lulinha, classe ’90, numero dieci del Corinthians, dodici gol in sette partite agli ultimi Sudamericani Under 17, ventisette reti in quindici gare nel campionato paulista di categoria, applausi ed elogi anche al mondiale baby che si è svolto a settembre in Corea del Sud.

    LA SFIDA - «A chi somiglio? Un po’ a Kakà e un po’ a Ronaldinho», ha raccontato in estate Lulinha, nato in un sobborgo di San Paolo, talento puro, destro naturale: dribbling, scatto, progressione, fantasia, tiro, personalità. Ha un contratto fino al 2009. La Fiorentina e il Palermo sono stati i primi club a bussare alla porta del Corinthians, però adesso l’asta è diventata selvaggia e la lista dei pretendenti è lunga: Barcellona, Real Madrid, Inter, Bayern Monaco, Manchester United e Chelsea.

    IN PARTENZA - Lulinha è una seconda punta, ma ha anche i colpi del fantasista. Tatticamente deve ancora trovare una collocazione definitiva. È cresciuto giocando a calcio a cinque ed è entrato da un anno nella scuderia del procuratore Wagner Ribeiro, che cura gli interessi di Robinho. Ha una velocità di gambe che stordisce e non perdona. Addomestica il pallone con una classe sopraffina. Ha un cambio di passo e un’accelerazione che gli permettono di saltare l’avversario con facilità.

    12 GOL DA RECORD - Sembra pronto a seguire lo stesso percorso di Pato, che il Milan ha acquistato giovanissimo dall’Internacional di Porto Alegre. Ha un solo limite, l’altezza: un metro e 68 cm. Un fisico che ai brasiliani ricorda, comunque, quello di Romario: Lulinha è stato paragonato anche all’ex attaccante del Psv Eidnhoven e del Barcellona. Luiz Marcelo Morais dos Reis ha la valigia pronta per l’Europa: nella storia del Sudamericano Under 17, nessuno aveva mai realizzato dodici gol. Numeri che moltiplicano le pretese economiche del Corinthians e che rafforzano le certezze sul talento di questo ragazzo, in grado di sapersi già gestire con intelligenza e saggezza.

    CHELSEA IN POLE - L'attaccante di Mauà, ha cominciato da bambino a giocare a “futsal”, a calcetto, con la maglia del Santa Maria Sao Caetano. A scoprirlo è stato Edson Rocco, che gli ha spalancato a otto anni le porte del settore giovanile del Corinthians. E’ nata così la favola di Lulinha, «la nueva maravilla» del calcio brasiliano. Abramovich è convinto che diventerà bravo come Ronaldinho: ecco perché il suo Chelsea sta spingendo per ottenere un diritto di prelazione.

  Lulinha, il 10 del Brasile che verrà

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina