1.     Mi trovi su: Homepage #4714341
    Domani in casa del Real i biancocelesti sono obbligati a vincere. Delio Rossi prova ad allentare la pressione con una battuta: "Sognavo di entrare in questo stadio, lo farò gratis con la mia squadra, altrimenti avrei dovuto pagare..."

    MILANO, 10 dicembre 2007 - In certe notti si scrive la storia di un club. La Lazio ha la possibilità di compiere l'impresa giocandosi la qualificazione sul campo della squadra che ha vinto più volte la Champions League-Coppa Campioni. E' il Real Madrid, e il fatto che anche i blancos rischino di uscire dalla competizione in caso di sconfitta rende l'attesa snervante, anche in Spagna dove il Santiago Bernabeu è già praticamente esaurito. "Dovremo fare la gara della vita. Loro non devono essere al 100%, l'arbitro deve fare il suo e dobbiamo avere un po' di buona sorte", ha detto Delio Rossi prima di imbarcarsi a Fiumicino sull'aereo per la capitale iberica.

    STADIO MITICO - Quello che è certo per il tecnico, è che "entrambe le squadre dovranno cercare di vincere, abbiamo voglia di confrontarci". Ma il tecnico non si nasconde, sottolineando con una battuta la differenza di valori e blasoni. "Certamente essere arrivati a questa partita è il frutto di anni di sacrifici, ma i bilanci sono abituato a farli alla fine. Spero non sia questa la partita più importante della mia carriera, ma che ne vengano altre più importanti. Giocare al Bernabeu, comunque, è un sogno che si fa quando si è bambini; ora ci andrò gratis con la Lazio altrimenti con la mia famiglia avrei dovuto pagare...".

    GARA PERFETTA - È un Rossi di buon umore quello in partenza per la Spagna, che porta a Madrid praticamente tutti salvo Del Nero e Berni: "Ho convocato quasi l'intera rosa perché non è una cosa di tutti i giorni andare a Madrid. Per me paradossalmente la gara di domani ha la stessa importanza di quella contro il Catania". Ad accompagnare la squadra biancoceleste in terra spagnola su un volo charter dell'Alitalia, anche il presidente Claudio Lotito e molti tifosi vip. Per la partita di domani contro il Real Madrid il tecnico Delio Rossi ha convocato l'intera rosa. Oltre a Rossi a credere in una possibile impresa è anche il difensore centrale della Lazio Guglielmo Stendardo: "Il Real è una delle squadre più forti del mondo, quindi sarà una partita molto, molto difficile. Sicuramente i valori tecnici del Real sono superiori ma noi andiamo lì e ce la giochiamo mettendo tanta grinta e determinazione e cercando di fare una partita perfetta".
  2.     Mi trovi su: Homepage #4714342
    Il portiere del Barcellona tifa Lazio

    BARCELLONA - Il portiere del Barcellona Victor Valdes tifera' Lazio nella sfida di Champions League in programma domani sera al Bernabeu tra i biancocelesti e il Real Madrid. In un'intervista concessa al quotidiano spagnolo 'Marca', Valdes afferma che valuterebbe positivamente un'eventuale sconfitta del Real: "Quando in Coppa Campioni cade una rivale - spiega il portiere - in questo caso una grande squadra come il Real Madrid, bisogna valutarlo positivamente, perche' nel prosieguo della manifestazione viene meno un'avversaria importante".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4714343
    Schuster: «Lazio da non sottovalutare»

    Il tecnico del Real predica prudenza: «La squadra di Delio Rossi gioca un buon calcio e dovremo essere prudenti». Ruud Van Nistelrooy sarà del match.

    MADRID, 10 dicembre - Parola d'ordine: non sottovalutare la Lazio. Bernd Schuster, tecnico del Real Madrid, è concentratissimo sul decisivo match di domani contro i biancocelesti. Per entrambe sarà una gara da vincere ad ogni costo per passare il turno. «La Lazio è una squadra che sta facendo buone cose. Credo sia più temibile quando gioca in casa, ma nelle partite che ho visto mi ha favorevolmente impressionato. Non stupito, perchè è un club che gioca un buon calcio».

    APPELLO AI TIFOSI - Schuster ha poi rivolto un appello ai suoi tifosi: «Domani al Bernabeu servirà un clima da Champions. Abbiamo bisogno di un ambiente caldo, ma da questo punto di vista sono tranquillo. In passato - dice sempre Schuster - non abbiamo approfittato di occasioni favorevoli, domani dobbiamo farlo perchè ci serve una vitttoria per essere sicuri di ottenere il primo posto del girone, anche se un pareggio potrebbe bastare. Per noi vincere è molto importante, perchè siamo stati la migliore squadra del gruppo. Sempre primi e vogliamo rimanere così. Terminare in prima posizione e avere la possibilità, nella prossima gara, di giocare la seconda partita in casa, è un vantaggio a cui non vogliamo rinunciare».

    VAN NISTELROOY CI SARA' - Sarà della partita anche Van Nistelrooy che ha recuperato dalla contrattura al gemello sinistro: «Valuteremo le sue condizioni ma mi dicono sia pronto per giocare. Meglio così, ovviamente».

  Lazio a Madrid per la storia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina