1.     Mi trovi su: Homepage #4722378
    - Steve Wilson è il direttore del magazine "Calcio Italia" edito in lingua inglese ma dedicato al calcio italiano. A chi altri, se non a lui, potevamo chiedere le prime impressioni sul doppio confronto italo-britannico in Champions League?

    Allora, Steve, cominciamo da Arsenal-Milan: giovani contro anziani. Possono i giovani Gunners superare gli esperti ma un po' arrugginiti milanisti?
    "Verissimo, è proprio una sfida tra generazioni, anche se nell'Arsenal ci sono ben dieci elementi che erano già presenti - tra campo e panchina - nella finale del 2006. C'è addirittura chi, come Cesc Fabregas, è ormai titolare da tempo e quindi molto esperto nonostante la giovane età. E' però chiaro che il Milan ha un'esperienza collettiva ben maggiore, anche se forse difettano di entusiasmo giovanile. A mio avviso sarà un confronto apertissimo poiché entrambe hanno punti di forza e punti deboli".

    Quali sono i punti deboli e quelli di forza di Liverpool e Arsenal?
    "Il Liverpool in Europa ha sempre fatto bella figura. A volte, a vederli in campionato, dànno grandi delusioni ma poi in Coppa si esaltano spesso.
    Stentano a imporsi su Manchester United, Chelsea e Arsenal ma poi in Europa non temono nessuno e spesso giocano meglio quando partono sfavoriti. Finora gli è mancato un grande attaccante, e così si sono spesso dovuti affidare a Steven Gerrard per risolvere molte situazioni. Forse però adesso hanno risolto, con
    Fernando Torres.
    La forza dell'Arsenal è invece quella di giocare sempre match d'attacco, o almeno con la volontà di farlo. Quest'anno, che sono in testa alla Premiership, li abbiamo spesso visti marcare la loro supremazia anziché limitarsi a difendere il vantaggio. Sono certo che non avranno paura di andare a San Siro per fare la loro partita. In negativo, però, possiamo dire che sono indisciplinati: molti giocatori spesso reagiscono alle provocazioni e perdono la testa. Su questo punto le critiche della stampa inglese nei loro confronti sono molto feroci".

    L'Inter appare superiore al Liverpool, ma i rossi di Benitez sono molto esperti e potrebbero sfruttare questo aspetto, o no?
    "L'Inter al momento è senza dubbio più forte del Liverpool e per me è addirittura la squadra più forte d'Europa. Tuttavia, nelle ultime edizioni della Champions League non hanno fatto benissimo mentre il Liverpool ha giocato due delle ultime tre finali. Visto che a mio avviso giocano bene partendo da sfavoriti, se riusciranno ad andare in Italia con un vantaggio anche esiguo potrebbero mantenerlo. Sulla carta l'Inter vince facile, ma se viene costretta a rincorrere il risultato può perdere la calma e andare in affanno".

    Quali sono i giocatori più temuti di Milan e Inter?
    "Sicuramente Zlatan Ibrahimovic è il giocatore più in forma dell'Inter e forse il miglior calciatore al mondo, in questo momento. Sa creare momenti di vera magìa, come abbiamo visto nella fase a gironi. E' maturato molto e adesso è un vero uomo-squadra per Roberto Mancini. Anche Esteban Cambiasso è un grande talento, così come Julio Cruz può essere un "panchinaro" decisivo.
    Per il Milan dico ovviamente Kakà. Sarà una gioia vederlo esibirsi all'Emirates Stadium e lui è un giocatore che può risolvere una partita in un attimo - come recentemente l'abbiamo visto fare contro il Celtic. Anche se l'Arsenal dovesse giocare in modo impeccabile per 90 minuti deve sempre temere un colpo di acceleratore del brasiliano che può infilare la difesa dei londinesi".

    Chi, tra i giocatori meno celebrati, può ritagliarsi uno spicchio di gloria in questi incontri?
    "Emmanuel Adebayor è senz'altro croce e delizia dell'Arsenal. Nella stessa partita può segnare un gol spettacolare e impossibile e subito dopo vagare in fuorigoco chilometrici senza nemmeno rendersi conto della sua posizione. Può risolvere una partita anche dopo essere stato inoffensivo per larghissimi tratti.
    Per quanto concerne il Liverpool direi che il centrocampista israeliano Yossi Benayoun a volte fa giocate tecniche degne di un sudamericano, e per questo potrebbe essere una minaccia per i nerazzurri".

    Qual è la tua previsione per la finalissima di Mosca? Dicci due squadre...
    "Sin dal primo giorno ho detto che l'Inter può vincere la coppa quest'anno e rimango dello stesso avviso. E ho anche l'impressione che una tra Manchester United, Chelsea e Arsenal può arrivare fino in fondo. Per non parlare del Milan, poi. Pensa che bella una finale Milan-Inter! Ma visto che devo dire due squadre soltanto, allora dico Inter-Manchester United. Anche se personalmente sogno la ripetizione della finale 1967, anche stavolta con il Celtic vittorioso..."

  Esclusivo - Steve Wilson Analizza La Champions

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina