1.     Mi trovi su: Homepage #4726264
    Girano tanti nomi ma alla fine andranno in porto pochi acquisti
    Anzi pochissimi. Semaforo rosso per Milan, Juve e Roma. Forse l'Inter
    Calcio in crisi, mercato povero
    Non decollano gli acquisti di stagione

    I bilanci in rosso delle società di calcio impediscono trattative serie
    di GIULIO CARDONE e ANDREA SORRENTINO

    MILANO - Ronaldinho su tutti. Poi Ronaldo. E a quel punto pure Shevchenko, con o senza Drogba. E perché non Amauri, o Van der Vaart? E Lucho Gonzalez, e Diego, e Lucarelli, oppure Giovani e Deco, Ivanovic, sotto a chi tocca. Nomi, nomi. Anzi: cognomi illustri. Hanno pronunciato persino quello di Messi, che qualcuno ogni tanto prova a buttare nel pentolone, anche se si sa che è il più inamovibile del mondo.

    E´ la mercato-mania di gennaio: le squadre italiane sembrano scatenate ai quattro angoli del globo, hanno le mani su chiunque, intrecciano trattative, menano fendenti alla concorrenza, sono a un passo dall´acquisto che risolleverà le sorti della stagione e che sarà messo a segno ora, subito, già a gennaio. E che acquisto: mica gente qualsiasi, ma autentici "crack".

    Illusioni. Chiacchiere, nel 99% dei casi. Perché il morbo dei bilanci in rosso infuria, il pane manca e la bandiera bianca sventola da anni, ormai, sul pennone della serie A. Non c´è denaro, ovvero si è privi della condizione necessaria per mettere a segno colpi di mercato di risonanza internazionale. David Trezeguet, nel 2000 dal Monaco alla Juventus, è stato l´ultimo grande acquisto di una squadra italiana all´estero: dopo, nomi illustri non ne sono arrivati, a meno di considerare tali vecchi campioni sul Sunset Boulevard della carriera (Figo, Ronaldo). A maggior ragione, è altamente improbabile che i grandi colpi arrivino nel mercato di gennaio, sessione solitamente appannaggio dei movimenti "minori". Solo l´Inter, negli anni scorsi, è riuscita a muoversi con una certa brillantezza: il mai troppo rimpianto Seedorf (nel 2000), oltre ad Adriano e Stankovic, furono affari conclusi in gennaio.
    Anche quest´anno la tendenza non cambierà.

    Addirittura Milan, Juventus, Roma e Fiorentina hanno annunciato ufficialmente che non effettueranno movimenti (nel Milan esordirà Pato, che però è stato acquistato lo scorso agosto) mentre l´unica che sembrerebbe non aver bisogno di nulla, cioè l´Inter, è la società che invece ha annunciato un acquisto: l´infortunio di Samuel riporterà Chivu in difesa quindi urge un centrocampista, da scegliere all´estero (il furetto Maniche o il tuttofare Elano) o in Italia (Simplicio o Inler). Moratti, che di recente ha ripianato il buco nel bilancio nerazzurro, ha già fatto sapere che accontenterà Mancini. Per il resto, qualche sussulto potrebbe arrivare dalla Juventus: con Criscito e Olivera sulla via del Genoa, se si concretizzasse anche la cessione di Almiron all´Olympiakos il club bianconero potrebbe fare un pensierino al parmense Cigarini, mentre continua a pensare a Barzagli (Palermo) per la difesa e il sogno per il futuro, a giugno, è ancora Van der Vaart. Ma bisognerà prima far cassa con qualche cessione.

    Anche il Milan annuncia immobilismo totale, ma il mercato di gennaio è bizzarro e basta un mezzo infortunio, o l´ennesima papera di un portiere (vero, Dida?) per far tornare d´attualità chiacchiere e trattative. Per questo, ad esempio, se anche oggi Ronaldo arriverà a Dubai per la tournée rossonera non è detto che rimanga di sicuro fino a giugno: magari, tra dieci giorni, il Milan potrebbe decidere di tagliarlo per prendere Lucarelli, vai a sapere. E la Roma? Non si muove neanche lei, anzi è preoccupata per i difficili rinnovi contrattuali di Doni (probabile) e Mancini (complicatissimo, forse impossibile). Di questo passo, come al solito, bisognerà guardarsi le spalle, cioè fare attenzione che i talenti non fuggano: riuscirà, Lotito, a resistere all´offerta del Bayern Monaco (22 milioni!) per Goran Pandev? E se il Barcellona volesse davvero Amauri, chi potrebbe impedirgli di comprarlo? Una squadra italiana no di sicuro.

  Ronaldinho, Messi, il grande bluff del calciomercato

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina