1.     Mi trovi su: Homepage #4728106
    Sette direttori di gara internazionali italiani nel 2008

    ROMA, 10 GEN - La Fifa ha ratificato le nomine degli arbitri internazionali italiani per il 2008. Il nome nuovo nella lista e' quello di Gianluca Rocchi.Gli arbitri italiani nella lista sono 7,rispetto agli 11 del 2007. Sono usciti Paolo Bertini, Gianluca Paparesta, Tiziano Pieri, nonche' Stefano Farina (limiti di eta') e Domenico Messina (ritiro). Gli arbitri italiani del 2008 sono Andrea De Marco, Paolo Dondarini, Nicola Rizzoli, Gianluca Rocchi, Roberto Rosetti, Paolo Tagliavento, Matteo Simone Trefoloni.
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4728107
    Originally posted by Pezzotto
    Sette direttori di gara internazionali italiani nel 2008

    Matteo Simone Trefoloni.


    Il cieco.:eek: :muhehe:

    Le confessioni di Trefoloni sepolte nell’ufficio di Borrelli

    Franco Ordine

    Il rigore «inventato» da Herberg (messinese, allievo prediletto di Lanese, dicono) in Parma-Atalanta? Una chicca. La denuncia di Seedorf per il comportamento sgarbato di Farina nell’intervallo del derby? Musica per le orecchie di Gigi Agnolin, il commissario degli arbitri a scadenza di mandato e il suo uomo addetto alla Can, Stefano Tedeschi. Il vero «bubbone» che esplode di primo mattino, con i giudizi sulla moviola e sul numero industriale di errori commessi dagli arbitri, è rappresentato dal caso Trefoloni, segnalato lunedì mattina dal Corriere della Sera a firma di Fabio Monti. Il fischietto senese era finito nell’elenco dei sospetti nell’inchiesta sulla cupola del calcio da cui è poi uscito, chissà per quale magheggio dei tribunali sportivi, conservando integra la posizione di arbitro in attività con patente di internazionale. Sono infatti venuti alla luce i verbali delle dichiarazioni rese da Trefoloni ai carabinieri; nelle sue deposizioni, il fischietto segnala «l’intreccio perverso tra l’attività del designatore Paolo Bergamo e quella della segretaria, la signora Fazi» la quale diventava di fatto «un consigliere dello stesso designatore». E via di questo passo con ricordi precisi e nitidi riferiti a un paio di episodi, le raccomandazioni di Bergamo prima di un Milan-Lecce (6 gennaio del 2005 partita finita 5 a 2 per i rossoneri) e la volontà di auto-escludersi dalla griglia di Roma-Juventus (la famosa partita finita 1 a 2 e poi affidata a Racalbuto) per realizzare la quale l’arbitro di Siena fece ricorso addirittura alla presentazione di un certificato medico fasullo su suggerimento della stessa signora Fazi.
    Due le domande inevitabili. Che fine ha fatto questo «malloppo»? E soprattutto, come è possibile che Trefoloni non sia stato sottoposto a giudizio? In federcalcio, ieri mattina, sono cominciate le ricerche per ricostruire il giallo dai contorni inquietanti. E così, alla fine della giornata, dopo una serie di incroci, telefonate e controlli, si è capito che i verbali dei carabinieri, contenenti le dichiarazioni dello stesso Trefoloni, erano stati allegati al materiale delle intercettazioni trasferito all’ufficio indagini della federcalcio. Sono cioè finiti nelle mani di Francesco Saverio Borrelli, ex capo del pool di Mani pulite precettato per dirigere l’ufficio indagini su richiesta di Guido Rossi. Ed è qui che è avvenuto il curioso e gravissimo disguido. Perché nel frattempo la procura federale, guidata da Marcello Cardona, ha fatto sapere di non essere mai stata informata del materiale. «Ho chiesto gli atti» ha aggiunto l’ex arbitro-poliziotto ai tempi di Casarin. E con lui è rimasto in attesa di sviluppi anche Gigi Agnolin, il commissario scottato dalla vicenda Paparesta: ha provato a giudicare l’arbitro barese per la seconda volta e la corte Federale gli ha dato torto. Prima di muoversi quindi ha chiesto il via libera di Palazzi il quale in serata ha provato a mettere tutti al riparo sostenendo di essere in attesa delle motivazioni sul caso Paparesta per sapere se procedere d’ufficio o trasferire lo scottante fascicolo alla procura arbitrale. La morale è la seguente: a giorni scatterà il deferimento di Trefoloni, con sospensione dall’attività e perdita della patente di internazionale in attesa del procedimento e della inevitabile squalifica.

    E inoltre
    http://calciomalato.blogosfere.it/2006/10/calciopoli-arbitri-sempre-piu-nella-bufera-trefolo.html
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Arbitri Fifa, Rocchi il nome nuovo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina