1.     Mi trovi su: Homepage #4733050
    Arbitri: Galliani 'Polemiche inevitabili'

    15:30 del 21 gennaio

    L'ultima domenica di campionato è trascorsa all'insegna delle polemiche arbitrali, culminate nel posticipo Inter-Parma.
    Ecco alcuni commenti di giornata dal mondo del calcio.

    15.30 Il tecnico del Parma, Mimmo Di Carlo: "Essere arrabbiati per l’arbitraggio avuto contro l’Inter purtroppo serve a poco, contano i punti e noi non ne abbiamo fatto alcuno. Mi dispiace per l’arbitro, che ieri ha anche diretto bene, è stato invece l’assistente ad indurlo all’errore. Nei momenti importanti, però, la sudditanza psicologica nei confronti di una grande c’è ancora. Anche contro la Fiorentina ci sono stati episodi indecenti e lo stesso discorso vale per ieri. Gervasoni è un ottimo arbitro, che farà carriera ma ieri è stato ingannato dal suo collaboratore, che se è stato bravo a vedere il fallo di mano di Couto, avrebbe dovuto esserlo ugualmente anche in occasione del fallo di Cordoba, senza dubbio molto più evidente. Lucarelli? Un grande giocatore da recuperare ma tutta la squadra deve migliorare e grazie ai gol di Cristiano riusciremo a raggiungere posizioni di classifica più soddisfacenti”.

    15.03 Il presidente dell'Aia, Cesare Gussoni, difende la classe arbitrale all'indomani di una giornata di Serie A con molte polemiche. "Un po' di errori possono esserci stati, cosi' come alcune scelte coraggiose da parte di Collina, ma non vedo perche' debba esserci per forza la malafede. La sudditanza psicologica - ha sottolineato il presidente dell'Aia a La Politica nel Pallone di Gr Parlamento - non esiste: se ci fosse e io me ne accorgessi, tornerei subito al mio orticello. Non esistono favoritismi, non mettiamola su questo piano perche' questo vorrebbe dire recare offesa a della gente che sta conducendo il campionato come meglio puo', e senza molta esperienza".

    14.05 Sergio Campana (presidente Assocalciatori): "Gli arbitri sono giovani e non tutti hanno le qualità".

    13.40 Maurizio Zamparini (presidente del Palermo): "Il rigore concesso all'Inter ci può stare. Io neanche dopo dieci moviole ho capito se era fallo di mano, figuriamoci l'arbitro e il guardalinee che devono decidere in due secondi. Ho visto la partita e, a mio avviso, tutto filava liscio. Poi sull'episodio di Couto forse il fallo era involontario e non c'era l'espulsione. Diciamo che il Parma è stato sfigato, ma non mi è sembrato che la direzione di gara fosse da condannare. In Italia è normale che se giocano Inter e Palermo, lo stesso episodio in area di rigore viene giudicato diversamente. L'Inter è sempre l'Inter. Lo stesso vale per il Milan, la Juventus o la Roma. Anche in Spagna, il Real Madrid è sempre il Real Madrid. Solo in Inghilterra, forse, le cose sono diverse".

    13.20 Adriano Galliani (amministratore delegato del Milan): "Tutto quello che è successo negli anni scorsi ha fatto arrivare in Serie A arbitri che probabilmente sarebbero arrivati un po' più tardi. Nel calcio gli arbitri ci vogliono. Qualcuno forse è stato promosso prima del tempo, ma non credo che si potesse fare in modo diverso".

    12.57 Carlo Mazzone (decano degli allenatori) non crede alla malafede dei direttori di gara: "Gli arbitri sono scarsi, ma non in malafede. A me è capitato anche di peggio. I direttori di gara di oggi sono giovani e sono scarsi, non devono offendersi se vengono criticati. Il designatore Collina deve farli lavorare, c'è molta inesperienza e non ci sono arbitri di classe".

    CALCIOMERCATO.COM
    (In foto la prima pagina del quotidiano 'Il Romanista')

    -----------

    :cool:

  Arbitri: Galliani 'Polemiche inevitabili'

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina