1. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #4746034
    E poi venite a dirmi che era solo la Juventus la marcia mentre le vostre squadre erano pulite. Come dice Massituo "non si possono fare accuse senza prove", bene eccovi le prove. E a dirla franca c'è ancora tanto marcio in quel di Milano che deve ancora essere messo allo scoperto.
    Poi un'altra cosa ancora: deferimento significherà ancora insabbiamento?mad:

    ROMA, 5 febbraio 2008 - Deferimento per Milan e Inter sulla vicenda delle plusvalenze. Lo ha deciso il procuratore della Figc, Stefano Palazzi a conclusione dell'inchiesta sportiva sui presunti falsi in bilancio dei due club. Deferito anche Adriano Galliani per la società rossonera e altri dirigenti nerazzurri, per la violazione del principio della lealtà sportiva. È stata invece stralciata e rinviata per nuovi accertamenti la posizione delle altre tre società: Parma, Sampdoria e Chievo.
    Questi i deferimenti stabiliti da Palazzi:
    - Adriano Galliani, vice presidente vicario ed amministratore delegato del Milan (violazione articolo 1 su lealtà, probità e correttezza) per aver sottoscritto alcuni contratti di cessioni dei diritti alle prestazioni sportive di alcuni calciatori, con abnorme e strumentale valutazione delle medesime prestazioni sportive; per aver contabilizzato nel bilancio chiuso al 30 giugno 2003 delle plusvalenze (fittizie) derivanti dalla stipula dei contratti di cessione con corrispettivi di gran lunga superiori a quelli realmente attribuibili; per aver posto in essere condotte consistite nella mancata svalutazione nei bilanci chiusi nel 2004 e nella situazione patrimoniale al 31 marzo 2005, delle poste attive già contabilizzate al 30 giugno 2003, tutte condotte connesse fra di loro e tutte finalizzate a far apparire perdite inferiori a quelle realmente esistenti;
    - Il Milan per responsabilità diretta.
    - Gabriele Oriali, all'epoca dei fatti direttore tecnico dell'Inter (art. 1).
    - Massimo Moretti, all'epoca dei fatti dg dell'Inter (art. 1).
    - Rinaldo Ghelfi, già amministratore delegato e poi vice presidente dell'Inter (art. 1).
    - Mauro Gambaro, all'epoca dei fatti amministratore delegato dell'Inter (art. 1).
    - L'Inter per responsabilità diretta.
    gasport :
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.

  ► Deferite Inter e Milan

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina