1.     Mi trovi su: Homepage #4747310
    Atalanta-Juventus 0-0: è il 9 febbraio 1986. Partita dimenticabile, per tutti. Partita speciale, per un uomo speciale. È la 500ª volta di Gaetano Scirea con la maglia dell Juventus. 500 partite con la Juventus. Una vita. 500 tra campionato, Coppa Italia e coppe internazionali. 500, e proprio a Bergamo, dove tutto è cominciato nel 1972, con l’esordio in serie A (era il 24 settembre: Cagliari-Atalanta 0-0). Le parole che quel giorno dice Giampiero Boniperti spiegano meglio di ogni altra cosa chi era Gaetano Scirea: «È un esempio per chiunque ami il calcio e per i giovani che si avvicinano a questo sport». Per Gaetano Scirea quello è il terzultimo campionato in bianconero. Ha 33 anni, ha vinto tutto: in primavera vincerà il settimo scudetto. Si ritirerà alla fine della stagione 1987/88, l’anno successivo sarà il più stretto collaboratore di Dino Zoff, allora tecnico dei bianconeri. È morto il 3 settembre del 1989, stava andando a vedere i polacchi del Gornik Zabrze, avversari della Juve in Uefa: era di domenica, il giorno del calcio, come se la storia avesse voluto chiudere un cerchio. Lealtà, correttezza, il pudore dei forti: questo era Gaetano Scirea, e quanto ci manca.

    :(

  Juventus, 9 febbraio 1986: la 500esima del grande Scirea

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina