1.     Mi trovi su: Homepage #4748303
    I muscoli fanno male, da 6 mesi e mezzo è un tormento

    Stanco. Spento. Malinconico. L'inverno triste di Ronaldo insegue i giorni, le speranze, la voglia di tornare, la certezza (purtroppo) di soffrire. Lo si vede, non serve altro per capire l'avvilimento suo, del Milan, dei compagni, di Galliani e Ancelotti. Dopo sei mesi e mezzo, Ronie è ancora lì: fermo a quel malanno di fine luglio, quel calcio al pallone in un pomeriggio di festa a San Siro che ha sancito - e chi poteva immaginarlo? - l'inizio di una crisi senza fine, senza sbocchi. Uno, due, tre e poi quattro tentativi di risalire, i due gol col Napoli, Pato da accudire, Paloschi da ammirare e se stesso da capire.

    Ma ogni volta, siamo punto e daccapo. E così Ronaldo scruta il suo domani e non comprende quale sia la rotta. Parlare, oggi, di rinnovo del contratto col Milan (scade il 30 giugno 2008) è un non senso: per lui, per la società. Puntare a soluzioni straniere, per esempio gli Stati Uniti del suo amico Beckham, o qualche oasi multimilionaria in zona Emirati, può valere qualche soldo (molti quattrini), ma non è questo il punto. Lottare e lavorare per guarire, è la priorità per il brasiliano. Ma il problema è dopo ogni (minimo) sforzo, i suoi muscoli fanno i capricci. E soprattutto fanno male. Male a tal punto che nei momenti peggiori, e ieri dopo 45 minuti di Milan-Siena quei momenti peggiori sono tornati, Ronie pensa all'estremo: di dire grazie al Milan e di dire basta (e grazie) al calcio. Alla soglia dei 32 anni, Ronaldo pensa anche all'ipotesi dell?addio, di chiudere qui la sua fantastica avventura.

    Niente è deciso, ma se questa scelta si fa strada nei suoi pensieri, è perché Ronie non ne può più. Gli auguriamo - di cuore - che tutto ciò svanisca, che i muscoli la smettano di creargli turbamenti e che il futuro del calcio preveda ancora il brasiliano sulla scena. Poi, è chiaro, un giorno ci sarà l?addio. Ma non oggi, non così presto. Auguri, Fenomeno.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4748304
    Paloschi e Drogba danno il ben servito a Ronaldo

    Il Milan ha deciso: prenderà l'ivoriano e punterà sul giovane emergente

    Un campione in erba di soli 18 anni e un fuoriclasse nel pieno della maturità: il futuro del Milan è nelle mani di Alberto Paloschi e Didier Drogba. L'esplosione del giovane attaccante della Primavera rossonera e la possibilità di arrivare al centravanti in uscita dal Chelsea, infatti, hanno convinto i dirigenti rossoneri a tagliare con il passato.

    Salvo clamorose sorprese, Ronaldo la prossima stagione non giocherà più con il Milan. L'idea di Ancelotti (in piena sintonia con Galliani e Braida) è quella di puntare su Pato in coppia con Drogba, con Inzaghi e Paloschi a completare il reparto avanzato. Ancora incerta la posizione di Gilardino che potrebbe essere dirottato a Firenze per ottenere Sebastian Frey.

    Il nome nuovo in casa rossonera è certamente quello di Alberto Paloschi: in gol 18'' dopo l'ingresso in campo, il 18enne attaccante della Primavera si è meritato l'etichetta di "predestinato". Ancelotti crede molto in lui che con tre gol in altrettante partite (oltre alla rete segnata al Siena in campionato è andato in rete due volte contro il Catania in Coppa Italia) ha sorpreso tutti per qualità tecniche e per la grande personalità mostrata in campo.

    A differenza di quanto avvenuto nel recente passato con Borriello e Pozzi, il Milan ha deciso di puntare su di lui senza cederlo in prestito. Per puntare ai traguardi più prestigiosi, però, in via Turati hanno deciso di investire anche su Didier Drogba, da sempre (insieme ad Eto'o) l'attaccante numero uno nella personalissima classifica di Carlo Ancelotti. Costa molto (30 milioni di euro) ma garantisce un rendimento altissimo. E con Pato formerebbe una delle coppie-gol più forti del mondo.

    :D
  3.     Mi trovi su: Homepage #4748306
    Paloschi: "Non ci credo"

    Il Primavera del Milan è l'eroe del giorno: "Il gol non me lo aspettavo. Ora devo solo migliorare". Ancelotti: E' un predestinato". Galliani: "Con lui e Pato, il Pa-Pa, siamo diventati la squadra più giovane. Abbiamo una linea evergreen"

    MILANO, 10 febbraio 2008 - "Pato e Balotelli ci sono anche io". Alberto Paloschi ha la stessa età del brasiliano, sette mesi in più dell'interista. Quando al 18' del secondo tempo è partito in perfetta sintonia con l'assist miracoloso di Seedorf aveva due sole alternative: colpire la palla in quel modo e da quella posizione. Un gol incredibile. L'esordio che qualsiasi calciatore si sognerebbe. Paloschi lo sconosciuto: punto di riferimento della Primavera di Filippo Galli, autore di due gol in coppa Italia contro il Catania. Insomma, come ha detto Carlo Ancelotti dopo la vittoria con il Siena, un predestinato.

    DEDICHE - Venti secondi per capirci qualcosa. Il peso dell'emozione di un ragazzino nato a Chiari, in provincia di Brescia, il 4 gennaio 1990. Venti secondi per realizzare che Ancelotti lo aveva gettato nella mischia, dovendo fare a meno di Kakà, Pato e Gilardino. Venti secondi per ritagliarsi una pezzo di storia. "Dedico il gol a tutta la mia famiglia - ha detto il ragazzino alla fine della partita -; che ha fatto sacrifici finora per portarmi alle partite". Ancora non ci crede: "No, un esordio così dopo venti secondi, non me l'aspettavo neanche io. Non ci credo ancora. Pensavo di giocare solo cinque minuti, neanche. Invece..". Ancelotti gli ha detto: "Gioca vicino a Pippo e quando alzano la testa vai lungo che te la danno la palla". Gliel'hanno data e ha segnato. Ora ha solo un pensiero fisso: "Devo solo sperare di continuare così e migliorare sempre". Magari per diventare un giorno come Pippo Inzaghi, il suo idolo. "Si è complimentato", ha raccontato raggiante. Lo ha fatto anche Gigi Buffon che ha visto il gol in televisione e ha commentato: "Non lo conoscevo, ma oggi ha fatto qualcosa di eccezionale per essere ricordato per lungo tempo".

    PREDESTINATO - "Sembra un predestinato - ha affermato invece Carlo Ancelotti -; è l'attaccante con la migliore media realizzativa che abbiamo. Era andato al Viareggio, poi l'abbiamo richiamato per l'emergenza in attacco. Per adesso resta ancora con noi, visto l'infortunio di Pato. Contro il Livorno potrebbe giocare. Poi tornerà nella Primavera perché è giusto così. Balotelli? È altrettanto bravo. Questi ragazzi devono crescere serenamente sapendo di avere grandi potenzialità". Infine la battuta dell'a.d. rossonero Adriano Galliani: "Con Paloschi e Pato, il Pa-Pa, siamo diventati la squadra più giovane. Abbiamo una linea evergreen".

    ----------------------------------------------------

    Grande digital! :approved: :asd:
  4.     Mi trovi su: Homepage #4748307
    Originally posted by massituo
    ma quale drogba. Andiamo avanti con quelli che abbiamo e basta
    Io su Drogba non ci sputerei sopra... cmq dai massi hai la scusa pronta ora... dopo averci rotto le @@ per mesi dicendo che eravamo sciocchi a credere alle favole visto che il terzo posto era già vostro e visto che dopo 22 turni ancora state dietro se la fiorentina arriverà 4° (sacrilegio !) potrai sempre dare la colpa a ronaldo... d'altronde era una pedina fondamentale... un giocatore giovane nel pieno delle sue forze che vi è venuto a mancare... praticamente il ripetersi del dramma di van basten.. :D
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4748308
    Originally posted by LaBiRiNtO
    Io su Drogba non ci sputerei sopra... cmq dai massi hai la scusa pronta ora... dopo averci rotto le @@ per mesi dicendo che eravamo sciocchi a credere alle favole visto che il terzo posto era già vostro e visto che dopo 22 turni ancora state dietro se la fiorentina arriverà 4° (sacrilegio !) potrai sempre dare la colpa a ronaldo... d'altronde era una pedina fondamentale... un giocatore giovane nel pieno delle sue forze che vi è venuto a mancare... praticamente il ripetersi del dramma di van basten.. :D
    drogba è forte, ma sinceramente al milan sarebbe di troppo. Tra lui e Ronaldo mi piglio Ronaldo tutta la vita. Abbiamo avuto parecchie difficoltà questo campionato, ma intanto in bacheca abbiamo 2 coppe di prestigio.
    Con ronaldo in campo dal primo minuto solo vittorie:cool: Io sarei per recuperarlo, caxxo potranno far qualcosa:asd:
  6.     Mi trovi su: Homepage #4748310
    Ronaldo (è stato il più forte al mondo fino al primo infortunio grave) non è più lui da anni....

    Mo' sta peggio...Nessuna meraviglia.

    Magari da fermo farà qualche altro golletto...perchè è fortissimo...
    Dubito però che giocherà ancora più di qualche partita vera.

    In una Squadra competitiva non lo vorrei mai....adesso e da un po':sbam:
  7.     Mi trovi su: Homepage #4748312
    Il prossimo campionato RONALDO lo giochera' a Brescia con LIMA ... In serie A, ovvio ...
    chi ha un' idea GIUSTA, e' un FOLLE, finche' tutti non capiscono che e' GIUSTA, poi diventa un GENIO, ma lui lo sapeva fin dall' inizio di esserlo, per cui ...

    Bresciani si NASCE, smerdostrisciati SI DIVENTA : c'e' una bella differenza, poveretti
  8.     Mi trovi su: Homepage #4748313
    Originally posted by Maxultrasbrixia
    Il prossimo campionato RONALDO lo giochera' a Brescia con LIMA ... In serie A, ovvio ...
    Lima ? ma quel Lima che stava nella Roma di Capello ? Il brasiliano coi piedi più fucilati della storia del calcio ?
    Tante stagioni a Roma, ha vinto pure qualcosina mi sa, il suo più grande sogno era di segnare almeno un gol in vita sua... mi faceva tenerezza.... :asd:
  9.     Mi trovi su: Homepage #4748314
    L’addio di Ronaldo? Solo una bufala

    Giornalista milanese, dopo una carriera nella prima emittente lombarda Telelombardia, passa a Mediaset a fine anni ’80, dapprima come inviato di Studio Sport poi, dal 2007 come telecronista "tifoso" delle partite del Milan su Mediaset Premium.

    di Carlo Pellegatti :cool:

    Parto a razzo su Ronaldo e le presunte voci che lo vorrebbero vicino ad un clamoroso ritiro dall'attività agonistica: sono spifferi del tutto inverosimili, fortunatamente per lui e per gli appassionati che Ronaldo lo hanno avuto, lo hanno e lo avranno nel cuore, come tra l’altro ha confermato ieri lo stesso Adriano Galliani. Il numero 99 brasiliano resterà sicuramente al Milan fino al termine della stagione, non che vi fossero dubbi in merito, e solo dopo il termine della stessa, in giugno, verrà presa una decisione definitiva riguardo il suo futuro: Ancelotti ha scherzato in conferenza stampa a Milanello, affermando che se Ronaldo dovesse arrivare a maggio siglando una tripletta a Mosca nella finale di Champions League, non sussisterà alcun problema nella prosecuzione del rapporto. Fantacalcio? Può essere, ma il Milan ci ha abituati, in questi anni, a trasformare in realtà anche i sogni più reconditi, come dimostrato nella magica serata di Atene prima, e in quella (giapponese) di Yokohama, poi. Altro tema piuttosto caldo in casa rossonera, è quello dedicato alla successione del binomio Dida/Kalac tra i pali del Milan: informazioni di prima mano a mia disposizione, mi suggeriscono di un forte interessamento rossonero nei confronti del promettentissimo giovane portiere del Nizza Hugo Lloris, anche se, personalmente, valutando l’ottimo rendimento di Kalac, e avendo sentito le dichiarazioni di Adriano Galliani, resto dell’idea che questa coppia di estremi difensori potrebbe essere tranquillamente riproposta a difesa dei pali rossoneri anche per la prossima stagione. Unico dubbio sono le condizioni fisiche di Dida, che se dovesse risolvere i suoi acciacchi, sappiamo bene quanto possa essere decisivo in bene, e non solo in male come purtroppo dimostrato ad esempio nell'ultimo derby. È di oggi, poi, il rumor di un accordo già raggiunto tra la società di via Turati, ed il difensore della Roma Matteo Ferrari, che arriverebbe a parametro zero. Lasciatemi esprimere, in questo senso, le mie perplessità: parliamo infatti di un giocatore che viaggia per i 30 anni, che non è titolare in giallorosso e che dovrebbe arrivare a lottare per il posto in una società come il Milan. L’operazione, ammesso e non concesso che sia veritiera, non mi convince, e vedo piuttosto, molto più probabile, il ritorno alla base di un giovane promettente che sta facendo benissimo ad Empoli, ovvero l'ex capitano della Primavera, Lino Marzoratti. Meno fattibile, invece, perlomeno nell’immediato, il riscatto di due attaccanti nell’orbita rossonera, quali Borriello e Pozzi: personalmente li vedrei benissimo in rossonero, ma l’abbondanza del Milan nel ruolo mi suggerisce che per loro, i tempi per rientro da protagonisti alla casa madre, non siano ancora maturi.
  10.     Mi trovi su: Homepage #4748315
    Originally posted by LaBiRiNtO
    Lima ? ma quel Lima che stava nella Roma di Capello ? Il brasiliano coi piedi più fucilati della storia del calcio ?
    Tante stagioni a Roma, ha vinto pure qualcosina mi sa, il suo più grande sogno era di segnare almeno un gol in vita sua... mi faceva tenerezza.... :asd:


    ha segnato due goal col brescia :eek: :asd:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  11.     Mi trovi su: Homepage #4748316
    Touré: "Drogba vuole il Barcellona"

    Il compagno di nazionale rivela le intenzioni del bomber ivoriano. E avvisa il Milan

    Drogba al Barcellona? Lo hanno detto e scritto tutti. Ma il Milan ha continuato a sperare, a non crederci, a lavorarci su. Ora però a stoppare (per quanto?) gli approcci rossoneri, ci pensa un compagno-amico del bomber ivoriano.

    Il blaugrana Yaya Touré conferma le voci che vogliono Drogba vicino al club catalano per la prossima stagione. Il centrocampista della nazionale ivoriana, che ha appena trascorso un lungo periodo con il compagno in coppa d'Africa, ha rivelato al quotidiano spagnolo Marca il contenuto di una conversazione avuta con l'attaccante del Chelsea. Che gli avrebbe confessato il desiderio di indossare la casacca blaugrana.

    "Didier sa che qui ci sono dei grandi giocatori e che si sentirebbe a suo agio. Per lui sarebbe veramente un piacere. Certo la questione è complicata perché l'operazione è molto costosa". Drogba, 29 anni, aveva dichiarato di voler lasciare Londra dopo le dimissioni di Mourinho, al quale era molto legato. Ora questo nuovo outing con Touré. Che mette in pole position il Barcellona. Sempre più davanti al Milan nella corsa al bomber.
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4748317
    Caro Ronaldo,

    mi sei "capitato" in SL, ciò significa che adesso torni a giocare e fai 30 gol in campionato, in questo campionato. se ciò malauguratamente non dovesse capitare, ti auguro che dalla pubblicità per Crescina, passerai ben presto a quella per l'imodium:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Ronaldo triste, pensa all'addio al calcio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina