1. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4750010
    Originally posted by Vittore
    Ma è vero che nello stesso asilo è presente anche suo figlio ? :confused:
    no. ! il padre del sequestratore sta' cercando di convincerlo.
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  2.     Mi trovi su: Homepage #4750012
    L'uomo ha chiesto i 500 mila euro per poter riaprire le sue due attività commerciali chiuse tempo fa a causa di problemi economici. Familiari, nel corso del colloquio con il procuratore di Reggio Calabria, Franco Scuderi, ha anche detto che dopo la consegna del denaro si allontanerà dall'asilo con tre dei dieci bambini in modo da evitare che venga bloccato dalla polizia. La trattativa è attualmente in corso e l'uomo, secondo quanto si é appreso, è in stato di forte agitazione. La zona è costantemente controllata anche da un elicottero della polizia di Stato.

    Questo ha perso la testa....speriamo, davvero, che ci siano sviluppi positivi :(
  3.     Mi trovi su: Homepage #4750013
    Uomo con taglierino in un asilo
    R. Calabria,già liberati alcuni bimbi

    Un uomo armato di taglierino si è barricato all'interno di un asilo nella zona sud di Reggio Calabria con una decina di bambini e una maestra. Il 32enne, in stato di agitazione, ha parlato con il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria e con il sindaco. L'uomo ha già liberato cinque bambini: ne resterebbero ancora tre. Alle origini del gesto ci sarebbero problemi economici dopo la chiusura di due attività commerciali.

    La persona barricata è stata identificata: si chiama Cristian Familiari. Secondo quanto riferito dagli investigatori l'uomo non è sposato e non ha figli, come aveva fatto credere in un primo momento. La polizia sta sorvegliando tutti gli accessi dell'asilo "Il girotondo": l'ingresso principale e la porta sul retro.

    In passato Familiari è stato proprietario di due esercizi commerciali che, dopo poco di tempo, ha chiuso per problemi economici.

    Non c'è nessuna richiesta di denaro da parte dell'uomo come era sembrato in un primo momento. Lo ha puntualizzato il questore della città, Santi Giuffré. Sul posto sono giunti anche il padre e il fratello dell'uomo. Intorno all'asilo una folla di curiosi tra cui i genitori di alcuni bimbi che seguono con apprensione la vicenda.

    La disperazione dei genitori
    Sale la tensione davanti all'asilo "Il girotondo". Alcuni genitori dei piccoli ospiti della struttura del rione Ferrovieri della città dello stretto hanno tentato di avvicinarsi, fra urla e pianti, alla scuola materna. A stento la polizia è riuscita a contenerli. La zona è stata circondata dalle forze dell'ordine. Sul quartiere vigila un elicottero.

    tgcom.it
  4.     Mi trovi su: Homepage #4750015
    UOMO BARRICATO IN ASILO, SI E' ARRESO

    REGGIO CALABRIA - Cristian Familiari, di 32 anni, si è arreso ed ha rilasciato tutti i bambini e la maestra sequestrati stamattina in un asilo di Reggio Calabria.

    Stanno tutti bene i bambini e la maestra rilasciati. Mentre era in corso la trattativa alcuni poliziotti sono entrati nell'asilo da un ingresso laterale ed hanno bloccato l'uomo portandolo all'esterno.

    Cristian Familiari è stato portato via dalla zona dell'asilo a bordo di una automobile della Polizia di Stato. L'uomo, secondo quanto si è appreso, è stato trasferito nell'ospedale di Reggio Calabria per essere sottoposto a cure mediche. Quando l'automobile della polizia si stava allontanando alcune persone hanno pronunciato urla contro Familiari cercando anche di avvicinarsi all'automobile. La situazione è stata riportata subito alla calma dagli agenti della polizia

    L'uomo che si era barricato nell'asilo 'Il girotondo' a Reggio Calabria, armato di taglierino, aveva deciso di fare irruzione per denunciare suoi problemi economici legati alla chiusura di due attività.

    L'uomo aveva chiesto i 500 mila euro per poter riaprire le sue due attività commerciali chiuse tempo fa a causa di problemi economici.

    BAMBINA, 'NON CI HA FATTO NIENTE'

    "Non ci ha fatto niente, non ci ha fatto male". Sono queste alcune delle frasi pronunciate da una delle bambine tenute in ostaggio nell'asilo a Reggio Calabria da Cristian Familiari, subito dopo la conclusione del sequestro. La bambina è stata affidata ai genitori che si sono allontanati frettolosamente dalla zona dell'asilo. La maestra, Lorenza Mangiola, visibilmente agitata è salita a bordo di una ambulanza ed è stata accompagna nell'ospedale di Reggio Calabria.

    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_12618050.html

  Terrore in città

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina