1.     Mi trovi su: Homepage #4755904
    Sei mesi senza calcio per l’infortunio al ginocchio. Dieci giorni fa la ripresa con il City nel campionato Riserve.

    Dieci minuti e gol: 1-1. Bojinov è partito dalla panchina, è entrato dopo un’ora e a dieci dalla fine ha ricominciato da quello che sa fare... «Grazie a Dio sì, sto bene. Voglio ringraziare Mariani, i fisioterapisti di Roma, lo staff del City, Eriksson. Quanti ne devo ringraziare...».

    L’Italia. E’ cresciuto qui, se la ritroverà davanti nelle qualificazioni mondiali. Sembra esserci un filo che lega Bojinov e il nostro Paese. E’ così? «Ora sono qui e so che è qui che devo far bene. Anche in futuro. Ma l’Italia è una porta che mi lascio aperta perché è un Paese a cui sono legatissimo. Dell’Italia non voglio più parlare in riferimento al passato, basta polemiche. Magari si aprirà un nuovo capitolo».

    Ha già un’idea? «Ho un sogno nel cassetto, quando la mia avventura a Manchester sarà finita. La Roma. In quel periodo triste successivo all’intervento al ginocchio, ho vissuto in una città straordinaria. Ma come fai a pensare a una squadra che ha dentro Totti, Mancini, Giuly, De Rossi e a non aver voglia di giocarci? E gli schemi d’attacco di Spalletti? Li ho visti anche allo stadio».

    Segue il campionato italiano? «Seguo tutto. Tifavo Roma per lo scudetto. Tifo ancora, anche se è dura».

    Gli arbitri italiani visti dall’Inghilterra? «C’è un modo troppo autoritario di prendere le decisioni, sbagliano».

    ------------------------------------------

    Ma ancora parla? :rolleyes:.....se lo intervistano domani sognera' di giocare nel Milan :asd: :asd:

  Bojinov "Se torno in Italia sogno la Roma"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina